di Ennio Ercoli

“A New York ho fatto una scoperta me

FABIO CALZONETTI DAVANTI ALLA STATUA DELLA LIBERTA'

NEW YORK • FABIO CALZONETTI DAVANTI ALLA STATUA DELLA LIBERTA’

ravigliosa. Sapevo di avere uno zio, invece ne sono emersi otto!”. Ce lo ha detto Fabio Calzonetti (nella foto), civitanovese, studi di odontoiatria all’Università Politecnica delle Marche (Ancona), che sta facendo una bella esperienza di formazione nella grande mela. Questa la nostra intervista, mentre la città più nota al mondo si sta trasformando in un “surgelatore” per effetto del maltempo.

“In effetti qui fa veramente molto freddo

! Oggi 5 gennaio 2014 la temperatura è di zero gradi. Altrove è molto più bassa!

Sei negli Usa per vacanza o per studio?




Ora sono a New York City (NYC) per studio. 

Sono arrivato a New York lo scorso 5 ottobre 2013 e rimarrò qui – credo – fino alla metà di aprile 2014… poi tornerò in seguito per fare un master di uno o due anni… dipende dal corso. Ora sono alla Kaplan College, all’interno dell’Empire State Building”.









-Raccontaci le impressioni del tuo primo arrivo a New York

FABIO CALZONETTI A TIME SQUARE PRIMA CHE ARRIVASSE IL FREDDO POLARE DI QUESTI GIORNI

FABIO CALZONETTI A TIMES SQUARE, PRIMA CHE ARRIVASSE IL FREDDO POLARE DI QUESTI GIORNI

Per me è stato il “coronamento di un sogno” venire negli Usa, specialmente qui a NYC. Fin da piccolo sognavo di fare un viaggio del genere. Ero già stato a Chicago e nella West Coast, ma quando sono arrivato a NYC ho capito quanto questa fosse diversa da tutte le altre città americane. “NY is the city that never sleeps!”. La città che non dorme mai. La mia prima impressione è stata quella di essere in un altro…pianeta, indescrivibile!”











–Hai amici newyorkesi che ti hanno fatto da guida?
 

“Debbo dire che sono molto fortunato, in quanto ho scoperto – innanzitutto – di avere circa ben …28 cugini e 8 zii, solamente nell’area di NYC. Adesso, tramite Facebook, stiamo ricostruendo tutti insieme il nostro “albero genealogico”. Quindi fortunatamente ho, sia parenti che amici, i quali mi hanno fatto da guida”.



–Che cosa ti ha stupito della vibrante vita newyorchese?

Sono rimasto colpito dalla loro velocità e praticità nel fare alcune cose, che per noi, invece, sono difficili o richiedono molto molto tempo, inoltre ci sono delle attività commerciali che non chiudono mai, come ad esempio le lavanderie”.









 Sicuramente vivere a NYC ti arricchisce, sotto ogni punto di vista, in quanto essendo una città altamente multietnica, si ha la possibilità di confrontarsi con il mondo intero, sottolineando che il confronto è spesso e volentieri costruttivo. Da quando sono arrivato ho molta più carica motivazionale e molta più positività. Questa esperienza mi sta arricchendo molto sul piano personale e mi sta facendo capire che ci sono ancora tantissime cose da imparare, alimentando in me quel desiderio di conoscere e di apprendere”.



–Mi dicevi che hai potuto anche varcare gli studi della mitica CNN…

FABIO CALNZONETTI NEGLI STUDI CNN CON LA GIORNALISTA

FABIO CALZONETTI NEGLI STUDI DELLA CNN CON LA GIORNALISTA CHRISTIANE AMANPOUR









“Sì, grazie a mia cugina Claire Calzonetti, sono riuscito ad incontrare alla CNN Christiane Amanpour. E’ stata per me davvero un’esperienza indimenticabile ed unica!

 Mia cugina Claire lavora infatti nella produzione all’interno della CNN e collabora strettamente con la Amanpour. Lo studio della celeberrima Tv americana “all news” si trova nella Water Tower, in Columbus circle”.

–Tornando al vostro albero genealogico ci puoi dire di dove sono originari i vostri avi?

“I nostri nonni e bisnonni sono originari dell’Abruzzo, esattamente di Roseto degli Abruzzi (in provincia di Teramo). I miei parenti Usa mi hanno detto che hanno dei “bei ricordi di quei posti e dell’Italia in generale!” Inoltre adesso con il nuovo sindaco di New York, Bill De Blasio, che è italo-americano, originario di Sant’Agata dei Goti (Campania), l’attenzione verso l’Italia è aumentata nei media ed agli occhi degli americani. Al momento, quanto alla nostra genealogia, sappiamo che i nostri bisnonni erano fratelli”.

Mio zio (il papà di Claire) si chiama Carmine Calzonetti ed ha 4 figli: Claire, Julia, Kasia, Luke. Mio zio Crmine vive ad Harlem, mentre le mie cugine nell’East Village”.

–Dato che ci hai inviato una tua foto scattata a Times Square ti faccio presente che lì c’è la redazione del quotidiano “La Repubblica” e vi lavora il noto giornalista economico Federico Rampini, autore anche di molti libri per la Mondadori. Qualche anno fa ha presentato un suo saggio anche al Teatro delle Api di Porto Sant’Elpidio. Le Tv italiane quando debbono spiegare l’America ai nostri telespettatori intervistano lui. Quindi da Times Square puoi anche tu … apprendendo da Rampini spiegarci l’America, a partire da quello che vedi e le sensazioni che provi, vivendo dall’interno della grande mela…

Per quanto riguarda Federico Rampini, ci ho parlato giusto un mese fa, in quanto ci siamo incontrati nel break di una presentazione di un progetto teatrale qui a NYC. E’ una persona… splendida”.