maurizio migliori2Riconoscimento assegnato dalla giuria, presieduta da Remo Bondei e Umberto Curi


 Il Collegio Siciliano di Filosofia, l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e la Fondazione “Edoardo Garrone” – attraverso la giuria presieduta da Remo Bodei e Umberto Curi – hanno assegnato il Premio di Filosofia “Viaggio a Siracusa”, edizione 2013, a Maurizio Migliori, professore ordinario di storia della filosofia dell’Università di Macerata e vicepresidente della Società Italiana per lo Studio della Filosofia Antica, per il saggio, “Il disordine ordinato. La filosofia dialettica di Platone” (Morcelliana). 

 La cerimonia di conferimento dei premi, si svolgerà il 10 e 11 gennaio a nell’ambito del convegno di studi filosofici “La Nottola di Minerva e l’inafferrabilità del presente”, al quale parteciperà anche il filosofo Umberto Curi.    

 Migliori nello stesso saggio definisce il suo libro “un’opera folle scritta da un folle” e non solo per la dimensione – due volumi per un totale di 1500 pagine; nella Bibliografia delle opere espressamente citate e utilizzate sono elencati più di 1000 titoli. La “follia” consiste nel tentativo di risolvere il “mistero” di un autore di cui abbiamo tutti i testi senza riuscire, nonostante questo, a trovare un minimo comune denominatore interpretativo condiviso dagli interpreti.

 Il Premio “Viaggio a Siracusa” risponde ad una duplice finalità: riproporre la città di Siracusa quale luogo permanente di interrogazione filosofica, ricordando quella dimensione mitico simbolica che fa del viaggio a Siracusa un topos costitutivo del pensiero occidentale; creare e offrire un’occasione di promozione per la Filosofia e l’editoria filosofica italiana.

 
Annunci