CASTELFIDARDO–Un omaggio ad un passato prestigioso che ha conferito benessere e notorietà ad un intero distretto, ad un preFISA-GRUPPO-06_11_2013_PremioSpaccaCastelfidardo_07sente fondato sull’eccellenza artigianale e sulla versatilità musicale e ad un futuro che offre ulteriori prospettive di sviluppo. Il 150esimo anniversario di fondazione dell’industria della fisarmonica si è discostato dallo spartito delle semplice celebrazione, fornendo anzi opportunità di rilancio, richiamo turistico e vetrina promozionale per lo strumento, i produttori, la città di Castelfidardo che ne è culla e la Regione tutta. Un percorso di valorizzazione condiviso fra enti e istituzioni, confermato dall’incontro di questa mattina in cui il presidente Gian Mario Spacca ha accolto la visita di una delegazione fidardense.FISA-TRE-06_11_2013_PremioSpaccaCastelfidardo_04

«La fisarmonica per le Marche è non solo una tradizione culturale e un simbolo identitario, ma  anche un  pezzo della storia economica del nostro territorio che oggi può tornare ad essere una opportunità di crescita e di sviluppo a livello internazionale. In occasione del 150° anniversario – ha detto il Presidente Spacca – vogliamo rilanciare il cluster della fisarmonica nelle prospettive più moderne che oggi offre la tecnologia dell’elettronica, attualmente tra i punti di forza della nostra imprenditoria. Continuare a investire sulle reti  è una strategia sulla quale la Regione punta con decisione. La valorizzazione della fisarmonica, esportata già in Argentina dai nostri emigranti e che sta attirando anche i paesi orientali, può essere inoltre  integrata al turismo e all’indotto di questo settore, esaltando gli aspetti più peculiari e radicati della nostra terra che si sposano con le suggestioni che questi inducono nei visitatori».FISA-DUE-06_11_2013_PremioSpaccaCastelfidardo_03

«Grazie al sostegno ed alla vicinanza della Regione Marche, siamo riusciti a caratterizzare questo 150° con una serie di iniziative accolte con grande favore ed interesse – ha detto il Sindaco Mirco Soprani -; un contenitore culturale, ma anche un volano per il futuro, come dimostra la visita in corso in questi giorni di operatori stranieri in aziende originate dalla diversificazione produttiva innescata dalla fisarmonica». In segno di riconoscenza, il sindaco e il Presidente del Museo internazionale della fisarmonica Vincenzo Canali, hanno consegnato al presidente Spacca alcune pubblicazioni edite per l’occasione, l’annullo filatelico speciale, una targa con l’effige di Paolo Soprani fondatore dell’industria della fisarmonica ed un organetto personalizzato realizzato dalla ditta Baffetti.

 

 

 


Annunci