MACERATA–Riflettere sul passato per non dimenticare quanto il Paese ha perso e conquistato. È il messaggio consegnato dalla Provincia MC-5_cerimonia 4novembre_monumento_CAL6280attraverso la conferenza “La Grande Guerra e il sogno di una Grande Italia”, tenuta questa mattina nella sala consiliare dal professor Angelo Ventrone, docente di Storia contemporanea all’Università di Macerata, a coronare le iniziative celebrate in città in occasione del 4 Novembre, Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate.  
Una lezione di storia, nel  95° anniversario della fine del primo conflitto mondiale, alla presenza non solo delle autorità civili e militari ma anche degli studenti, come “momento culturale e didattico rivolto soprattutto alle nuove generazioni”. MC-8_cerimonia 4novembre_monumento_CAL6306
Lo ha sottolineato Paolo Cartechini, Presidente del Consiglio provinciale, nel dare il suo benvenuto all’iniziativa organizzata al termine delle cerimonie commemorative ufficiali promosse dall’apposito Comitato provinciale, presieduto dal Prefetto, in collaborazione con la Provincia e il Comune di Macerata. 

La Giornata si è aperta con la celebrazione della Santa Messa nella chiesa dell’Immacolata; quindi l’afflusso dei Gonfaloni dei Comuni e della Provincia e dei Labari delle Associazioni d’Arma al monumento ai Caduti.  MC-7_cerimonia 4novembre_monumento_CAL6301

In Piazza della Vittoria, davanti alle massime autorità civili, religiose e militari, sono seguiti gli onori al Prefetto, l’alzabandiera, la deposizione della corona d’alloro, la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica e del Ministro della Difesa e, infine, la Preghiera per la Patria.