You are currently browsing the daily archive for novembre 4, 2013.

PESARO–Venerdì  8 novembre 2013, alle ore 17 alla Biblioteca San Giovanni si svolgerà un incontro pubblico curato dallo storico del cinema Paolo Montanari e dedicato al cinema di Alberto Sordi. Montanari, prendendo spunto dalla vita artistica del grande attore romano, analizzerà alcune sequenze tratte dai film più rappresentativi della commedia all’italiana e,  in generale, della storia del cinema.

Una parabola artistica ricchissima quella  di Sordi, che dopo l’esperienza felliniana con due film (“Lo sceicco bianco’’ e “I vitelloni’’), realizzò numerosi film con Monicelli (un titolo per tutti: “La grande guerra”), Loy ed altri importanti registi italiani.

L’incontro vuole essere anche un omaggio all’Albertone nazionale a dieci anni dalla sua morte, in particolare per il suo legame con Pesaro. Infatti la madre lavorò per tanti anni in città e conobbe il sottufficiale Romano Sordi, che poi sposò e seguì a Roma, dove nacque Alberto.

Per partecipare all’incontro, che è gratuito, non occorre prenotarsi.

Per informazioni: biblioteca San Giovanni –  via Passeri 102, Pesaro – tel. 0721-387772; mailbiblioteca@comune.pesaro.pu.it;

RECANATI–Sabato prossimo, 9 novembre 2013, verrà presentatmarchiani-storia del ciclismo a recanati-lgo a Recanati il libro “il Ciclismo Recanatese • Storia fotografica del ciclismo a Recanati”. L’autore Primo Marchiani, dopo anni di ricerca, è riuscito a raccogliere più di 250 fotografie inedite, che vanno dagli anni ’30 sino ai giorni nostri.

Il volume è diviso in tre sezioni: 1) Le società ciclistiche recanatesi 2) i ciclisti di Recanati 3) le gare ciclistiche importanti a Recanati. Il volume oltre alle bellissime fotografie che restituiscono il fascino dell’epoca, è arricchito dai testi di Andrea Marinelli. 

In occasione della presentazione del libro saranno esposte nell’atrio del Comune di Recanati una rassegna delle foto più interessanti. La mostra fotografica rimarrà aperta al pubblico dal 9 al 24 novembre. Un contributo quello di Marchiani davvero ragguardevole e lodevole, che testimonia la grande popolarità che il ciclismo ha avuto nel passato (ma anche oggi) a Recanati come in ogni comune marchigiano.

UFF-MARITT-FOTO CP839CIVITANOVAUn passeggero colto da malore è stato soccorso nella serata di oggi, 04 Novembre 2013, da una motovedetta della Guardia Costiera di Civitanova Marche.
L’emergenza è scattata intorno alle 15.45 circa, quando la sala operativa della Capitaneria di Porto di Ancona comunicava al locale Ufficio Circondariale Marittimo la presenza di un passeggero di nazionalità tedesca colto da un malore a bordo della nave “Aida Aura “ a circa 40 miglia dal porto di Civitanova Marche, in navigazione da Trieste a Dubrovnik.

La richiesta di soccorso è stata lanciata a seguito di una presunta colecisti acuta con urgente necessità di ricovero e di probabile intervento chirurgico.

Nell’immediatezza è stata allertata la motovedetta CP839 (nella foto) che prontamente ha mollato gli ormeggi per raggiungere la nave da crociera alle ore 17.00 circa.
E’ stata contestualmente contattata la sala operativa del 118 al fine di garantire la presenza di un’ambulanza e personale medico in banchina per assicurare le prime cure necessarie al passeggero.

Alle ore 17.05 circa è stato effettuato il “trasbordo” del passeggero, accompagnato dalla moglie e da personale medico dalla nave, a bordo della CP 839 che ha subito fatto rotta per il rientro a Civitanova. 
Una volta in porto mentre i militari della Guardia Costiera continuavano a coordinare le operazioni di soccorso e assistenza, il passeggero ha ricevuto le prime cure dal personale del locale 118 ed è stato immediatamente trasportato in ambulanza presso il locale nosocomio di Civitanova Alta.
Alle ore 18.50 circa, dopo aver ripreso a bordo il personale sanitario, la nave “Aida Aura” ha ripreso la navigazione in totale sicurezza alla volta del porto di Dubrovnik.


????????
PORTO POTENZA PICENA–La B-Chem Potenza Picena ha superato un altro esame di maturità ieri (domenica 3 novembre) nella tana di Castellana Grotte grazie a una prova caparbia, seppur con qualche sofferenza di troppo. Capolista in coabitazione con Monza a 8 punti e imbattuta con tre vittorie consecutive in questo inizio di regular season, la squadra biancazzurra ha interpretato al meglio le richieste della società capitalizzando un buon bottino nelle prime giornate, ma sarà importante far bene anche domenica prossima in casa contro Brolo.

La filosofia di vivere la regular season senza voli pindarici facendo un passo alla volta è una priorità in casa B-Chem e, nonostante il buon momento confermato dalla posizione di vertice non preventivata alla vigilia, coach Gianluca Graziosi resta ben saldo con i piedi a terra. «La nostra missione è la salvezza – ribadisce per l’ennesima volta -. Non dico che non possiamo osare di più, ma è importante non smarrirci e ogni risultato positivo va interpretato come un mattone per “costruire” la permanenza nella categoria». Statistiche alla mano, Potenza Picena ha già piazzato buone fondamenta lasciando per strada un solo punto sui nove disponibili. «Al momento ciò che interessa è il gioco – commenta l’allenatore. 

Al PalaGrotte, per la seconda volta nelle ultime due gare, non siamo riusciti a esprimerci totalmente come volevo». Patimenti duri da digerire nel periodo migliore di Cazzaniga e compagni, meno remissivi nella seconda parte dell’incontro. «Dovremo modificare in corsa il nostro modo di giocare – anticipa Graziosi -. Anche perché in alcune fasi dei match rischiamo di diventare prevedibili. Gli avversari iniziano a conoscerci. Nel terzo set contro la Materdominivolley.it non siamo riusciti a sorprendere gli uomini di Fanizza come nei parziali precedenti. Poi nel finale di partita abbiamo dimostrato ancora una volta di essere una squadra vera in grado di superare le difficoltà».

MATTEO BOLLA

MATTEO BOLLA

I 31 punti di Moretti contro i 30 del suo amico-rivale Cazzaniga hanno reso ancor più appassionante un match prolungato dall’agonismo dei padroni di casa e da qualche passaggio a fari spenti del sestetto potentino. «I nostri avversari sono cresciuti nel corso della partita – ammette lo schiacciatore biancazzurro Matteo Bolla. I meriti della vittoria, invece, non sono solo dei nostri singoli, ma di un gruppo molto affiatato. E’ una vittoria di squadra al 100% perché anche i compagni partiti dalla panchina, come Miscio, Zampetti e De Leo, hanno saputo mettere la propria firma nella terza vittoria». 
B-CHEM-Muro su Cazzaniga
Un epilogo che allontana la B-Chem dalle zone basse della classifica lanciandola nell’inedita posizione di vertice. «Un risultato che ci gratifica – continua -, ma siamo all’inizio della regular season e noi abbiamo altro a cui pensare. Io personalmente ho sofferto un po’ nel terzo set commettendo qualche errore di troppo per scarsa lucidità. Nonostante tutto, la squadra stava per vincere il parziale con una bella rimonta, ma i giocatori di Castellana Grotte hanno trovato gli spunti vincenti al fotofinish». Poco importa, visto che nel quarto parziale il rush finale si è tinto di biancazzurro. «Non volevamo perdere punti in una gara dominata nei primi due set – spiega Bolla -. I giocatori pugliesi hanno battuto forte e sono rimasti in partita fino alla fine. Il nostro regista Pinelli dai 9 metri non è stato certo da meno. Rimboccandoci le maniche abbiamo dimostrato ancora una volta sul campo che non ci lasciamo condizionare e non molliamo mai». Insomma, niente vertigini in vetta, ma una buona dose di umiltà legata al culto del lavoro. Di sicuro gli 8 punti in graduatoria fanno stare tutti più sereni, anche perché tre vittorie di fila a Potenza Picena non si vedevano dai tempi della serie B1.

Seminari di educazione bancaria e finanziaria

FERMO–Saranno incentrati sui temi dell’internazionalizzazione e dei supporti per le attività export-import gli appuntamenti programmati per giovedì 7 e giovedì 21 novembre 2013 (entrambi alle ore 16.15) nella sede di Confindustria Fermo (in Via Respighi, 2), organizzati da Unicredit in collaborazione con Confindustria Fermo ed il Sif (Sviluppo Industriale del Fermano srl).

 Nel corso del primo incontro formativo, denominato “Aprire all’estero dopo la globalizzazione”, si parlerà dei servizi e delle possibilità di finanziamento che assistono le imprese nel processo di internazionalizzazione con l’obiettivo di facilitare la comprensione delle principali possibilità di attenuazione del rischio del mercato e dell’adeguatezza degli strumenti di finanziamento per le imprese su mercati esteri.

L’incontro del 21 novembre, “Affrontare l’import export in sicurezza”, ha l’obiettivo di presentare in sintesi, invece, le principali opportunità e i rischi dell’internazionalizzazione fra le varie modalità di pagamento in uso nel commercio internazionale e descrivere in dettaglio il credito documentale.

Entrambi i corsi sono tenuti da Andrea Corinaldesi e Davide Vincenzetti di UniCredit, rispettivamente responsabili dell’Ufficio Estero Marche UniCredit e del Distretto commerciale di Fermo.

L’iniziativa, coordinata da Alessandro Panico di Confindustria Fermo, rientra nel più ampio programma di educazione bancaria e finanziaria svolta dall’associazione per favorire il miglioramento delle competenze finanziarie delle imprese socie con particolare riguardo all’attualissimo tema dell’internazionalizzazione.

Identificatocc-4-11-2013-afis e condotto nella Caserma dei Carabinieri civitanovesi

CIVITANOVA–Una condanna ad un anno di reclusione per guida in stato di ebbrezza emessa dal Tribunale di Budapest nei confronti di un cittadino romeno di 39 anni. Un’infrazione riscontrata nel 2009 dalla Polizia della capitale ungherese a seguito di un incidente stradale. Ma le autorità ungheresi non avevano potuto eseguire la misura perché l’uomo aveva lasciato il paese. In questi casi, tutte le forze di polizia dell’area Shengen vengono attivate ed era stato emesso un mandato di arresto europeo. I Carabinieri della Stazione di Civitanova Marche lo hanno rintracciato l’altra sera in città.

Lo hanno identificato, condotto negli uffici del Nucleo operativo della Caserma Piermanni (Via Carnia, vicino al Liceo Scientifico), per il foto segnalamento ed il confronto delle impronte col sistema AFIS. Si trattava effettivamente del romeno ricercato e lo hanno tratto in arresto, in esecuzione della misura internazionale. La convalida dell’arresto è avvenuta stamattina presso la Corte d’Appello di Ancona, mentre sono state avviate le procedure per l’estradizione.

L’attività dell’Arma di Civitanova Marche si inquadra nei coordinati servizi di controllo del territorio cittadino, finalizzati alla ricerca di catturandi, svolti quotidianamente dai Carabinieri delle due stazioni cittadine, site a Civitanova Porto e  Civitanova Alta, nonché dalle gazzelle del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Via Carnia.

 

 

MONTECOSARO–Sono stati accolti con una davvero partecipata celereduci.cerimonia2brazione: ieri domenica 3 novembre 2013, presso la chiesa della SS Annunziata di Montecosaro Scalo, dove sono stati tributati i dovuti onori per il rientro delle salme di cinque militari maceratesi dispersi nel campi d’internamento della Seconda Guerra Mondiale. Forte la commozione tra i parenti dei soldati e tra i tanti cittadini, accorsi numerosi per riabbracciare i cinque soldati, che sono così tornati dopo tanti anni nella propria terra natale.

Alla cerimonia erano presenti le più alte cariche civili, militari e tante Associazioni combattentistiche, per portare la propria vicinanza ad una così importante iniziativa per il territorio maceratese.reduci.cerimonia3

In primo luogo il Comandante regionale dell’Esercito, Generale Antonio Raffaele, il Prefetto di Macerata Pietro Giardina, il Presidente della Provincia di Macerata Antonio Pettinari e i cinque Sindaci dei Comuni d’appartenenza dei soldati: i primi cittadini di Montecosaro Stefano Cardinali, di Macerata Romano Carancini, di Civitanova Tommaso Corvatta, di Petriolo Piera Debora Mancini e di Cingoli Filippo Saltamartini

La messa nella romanica chiesa dell’Annunziata è stata officiata dall’Arcivescovo di Fermo, Mons. Luigi Conti. Ad impreziosire la manifestazione, l’intervento della Fanfara dei Bersaglieri di Ascoli Piceno. L’intera comunità si è stretta, insieme alle famiglie, intorno alle salme di Luigi Fabiani di Macerata, Ernesto Panichelli di Civitanova, Armando Simonetti di Cingoli, Fortunato Pazzelli di Montecosaro e Umberto Miliozzi di Petriolo.reduci.cerimonia4

La cerimonia è stata organizzata dal Comune di Montecosaro e dalla locale Sezione dell’Associazione Combattenti e Reduci, insieme al Comando Militare Esercito Marche, con il prezioso supporto del Tenente Colonnello Clemente. La storia del ritrovamento è davvero “speciale” e ha toccato davvero il cuore di tutti: i familiari hanno infatti saputo delle sorti dei propri parenti solo grazie allo studio storico del veronese Roberto Zamboni, dal titolo “Dimenticati di Stato”. 

Zamboni sul web ha pubblicato infatti gli elenchi con i luoghi di sepoltura di migliaia e migliaia di italiani dispersi in guerra. Cinque famiglie maceratesi, letto il nome dei propri cari nella lista, si sono così unite per organizzare il rientro delle salme. Di loro non avevano infatti più notizie dalla prigionia in Germania! A coordinarle, il montecosarese Albino Mataloni, responsabile dell’Associazione Combattenti e Reduci di Montecosaro. Hanno collaborato alla realizzazione della manifestazione le sezioni di Montecosaro, Morrovalle e Civitanova dell’associazione Nazionale Carabinieri, la locale stazione dei Carabinieri, l’associazione Nazionale Bersaglieri sezione “Sagripanti”, i Vigili Urbani e il personale del Comune.reduci.cerimonia5

‘Voglio ringraziare le autorità presenti e tutti i cittadini – ha detto il Sindaco di Montecosaro, Stefano Cardinali – e vorrei dare un abbraccio e una carezza alle famiglie dei caduti, che generosamente ci hanno dato il privilegio e la possibilità di partecipare a questo momento così commovente ed emozionante. E’ per me un onore dare il bentornato a casa ai cinque soldati dispersi, che hanno donato la vita per la nostra terra”.

URBINO–Mercoledì 6 novembre 2013, alle ore 11, nella Sala Conferenze del Collegio “Il Colle” sarà presentato il nuovo sistema “Open WiFi” dei Collegi Universitari collegato alle iniziative di informatizzazione a favore degli studenti

Si tratta di una piattaforma open source (openwisp) che consente l’implementazione di un servizio completo di rete wireless in tutte le strutture dei Collegi Universitari.

Nel corso dell’estate 2013, l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo e l’E.r.s.u. di Urbino, con la collaborazione del Cineca, hanno adottato questa soluzione per fornire connettività nelle strutture progettate dall’Arch. Giancarlo De Carlo.

L’evento verrà presentato dall’Ing. Mauro Raimondi

Interventi

Prof. Stefano PIVATORettore dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo

Dott. Giancarlo SACCHI • Presidente dell’E.r.s.u.

Mariano MARANO • Rappresentazione degli studenti del Consiglio di Amministrazione dell’Ersu.

MARCHETTI MORGANTI-cisom-[1]ANCONA–Si è insediato ufficialmente il nuovo Capo Raggruppamento Marche del Corpo di Soccorso dell’Ordine di Malta, Maurizio Marchetti Morganti, che avrà il compito, nei prossimi anni, di coordinare tutte le attività del Corpo a livello regionale.

Esperto nella gestione delle emergenze, ha maturato la sua esperienza prima nei Vigili del Fuoco e quindi come Dirigente della Sicurezza, dell’Antinfortunistica e coordinatore d’Ateneo per l’Emergenza dell’Università Politecnica delle Marche.

Attualmente ricopre vari incarichi, anche di importanza nazionale, in Organismi che si occupano di gestione delle emergenze. E’ membro di numerose Associazioni e Accademie Culturali italiane ed internazionali, di Istituti e Centri di sviluppo sociale per i paesi del Terzo Mondo, soprattutto per il Centro e Sud America, con i quali collabora da molti anni. E’ insignito di numerose benemerenze e riconoscimenti per interventi di soccorso umanitario effettuato nelle zone nazionali colpite da calamità ed in zone di guerra. E’ console onorario della Repubblica di El Salvador in Ancona.

Con il nuovo impegno affidatomi, e grazie anche alla fiducia dimostratami dal Direttore Nazionale CISOM, Mauro Casinghini, avrò modo, con la collaborazione di tutti i volontari marchigiani – ha dichiarato Marchetti Morganti – di continuare e di migliorare il buono e proficuo lavoro già intrapreso. La presenza della nostro Corpo di volontariato sul territorio, rappresenta per il cittadino un presidio di assistenza e di solidarietà, carismi cardine dell’Ordine di Malta e noi, specialmente in questo periodo in cui la società sta subendo un grave periodo di crisi, abbiamo il dovere di continuare a coltivarli facendocene portavoce attraverso la nostra azione quotidiana”.

 

MARCHETTI MORGANTI-cisom-[1]ANCONA–Si è insediato ufficialmente il nuovo Capo Raggruppamento Marche del Corpo di Soccorso dell’Ordine di Malta, Maurizio Marchetti Morganti, che avrà il compito, nei prossimi anni, di coordinare tutte le attività del Corpo a livello regionale.

Esperto nella gestione delle emergenze, ha maturato la sua esperienza prima nei Vigili del Fuoco e quindi come Dirigente della Sicurezza, dell’Antinfortunistica e coordinatore d’Ateneo per l’Emergenza dell’Università Politecnica delle Marche.

Attualmente ricopre vari incarichi, anche di importanza nazionale, in Organismi che si occupano di gestione delle emergenze. E’ membro di numerose Associazioni e Accademie Culturali italiane ed internazionali, di Istituti e Centri di sviluppo sociale per i paesi del Terzo Mondo, soprattutto per il Centro e Sud America, con i quali collabora da molti anni. E’ insignito di numerose benemerenze e riconoscimenti per interventi di soccorso umanitario effettuato nelle zone nazionali colpite da calamità ed in zone di guerra. E’ console onorario della Repubblica di El Salvador in Ancona.

Con il nuovo impegno affidatomi, e grazie anche alla fiducia dimostratami dal Direttore Nazionale CISOM, Mauro Casinghini, avrò modo, con la collaborazione di tutti i volontari marchigiani – ha dichiarato Marchetti Morganti – di continuare e di migliorare il buono e proficuo lavoro già intrapreso. La presenza della nostro Corpo di volontariato sul territorio, rappresenta per il cittadino un presidio di assistenza e di solidarietà, carismi cardine dell’Ordine di Malta e noi, specialmente in questo periodo in cui la società sta subendo un grave periodo di crisi, abbiamo il dovere di continuare a coltivarli facendocene portavoce attraverso la nostra azione quotidiana”.

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
novembre: 2013
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930