CIVITANOVA–”Civitanova è l’unico dei medio-grandi Comuni delle Marche a non aver presentato il bilancio di previsione 2013″. Lo afferma Erminio Marinelli, consigliere provinciale e già sindaco di CivitanERMINIO-MARINELLI-OK-2313ova.

“Come se non bastasse l’IMU al massimo e le mancate riduzioni per le seconde case dove risiedono i figli dei proprietari, la città amministrata da Silenzi e Corvatta da oggi ha anche questo record”, prosegue Marinelli.

“Ho cercato i dati relativi ai Comuni delle Marche sopra ai ventimila abitanti e la realtà è molto triste… Solo Fermo condivide il primato insieme a noi. Lì il bilancio non è stato presentato, perché la giunta ha attraversato una crisi che si è conclusa da pochi giorni con un rimpasto”.

“Anche qui a Civitanova c’è crisi, dicono in tanti…

“San Benedetto ha approvato il bilancio a febbraio; Fano, Jesi, Pesaro, Recanati, Senigallia a maggio; Ascoli Piceno e Osimo a giugno; Tolentino a luglio; Macerata e Ancona ad agosto; Fabriano, Porto San Giorgio a settembre”.

“Ottobre è ormai finito e a Civitanova si è speso per un anno senza conoscere risorse a disposizione e progetti da fare. Il Palazzetto – teme Marinelli – dilapiderà i risparmi lasciati dal Centrodestra (due milioni di euro) oltre al milione di euro dovuto da Civitapark”.

“Come finanziamo tutto? Con le tasse. In arrivo la Tares a dicembre – conclude Marinelli – per la quale ho già chiesto riduzioni in Consiglio comunale”.

 
Annunci