CIVITANOVA–Una coltivazione di Marijuana è stata scoperta dai Carabinieri della Stazione di Civitanova Mmarijuana civ alta 2arche Alta nelle campagne della contrada San Domenico. Arrestati due giovani, entrambi civitanovesi di 21 e 22 anni, sorpresi dai Carabinieri dopo aver raccolto fasci di marijuana ormai giunta a maturazione (nelle foto). Gli uomini dell’Arma da tempo perlustravano la zona che, in alcuni tratti impervi delle campagne di San Domenico, si raggiunge più facilmente con il mezzo 4 x 4 in dotazione alla Stazione “falchetta”. 

Ci sono casolari disabitati e la vigilanza delle pattuglie dell’Arma è spesso finalizzata a individuare se all’interno si annidino latitanti o clandestini. Il “forester” dei Carabinieri, arrivato davanti all’edificio di campagna nel pomeriggio, ha sorpreso i due giovani. Il casolare era della nonna di uno dei due e la loro presenza veniva subito chiarita: avevano issato una piantagione di marijuana e, in quel mentre, stavano procedendo alla “raccolta”. Rinvenuta, già tagliata dalle piante, marijuana per un peso complessivo di 5 chili e 600 grammi. Un quantitativo che, se messo sul mercato, avrebbe fruttato fino a 50 mila euro. Dai primi accertamenti non sono emerse responsabilità di terzi e tantomeno della nonna, proprietaria del terreno.

Entrambi, in concorso, sono stati tratti in arresto per la coltivazione di sostanze stupefacenti e accompagnati presso le rispettive abitazioni, al regime degli arresti domiciliari a disposizione del magistrato di turno della Procura di Macerata, in attesa della convalida.

Anche questa attività antidroga condotta dagli uomini della Compagnia Carabinieri di Civitanova Marche, segue gli “input operativi” della Procura della Repubblica di Macerata.

Dall’inizio dell’anno 2013 i Carabinieri della costa hanno incrementato sensibilmente le attività operative in materia di droga, traendo già in arresto 20 persone, deferendone in stato di libertà 104, con 53 assuntori segnalati e 10,7 Kg di droga sequestrati. 

Nella sola giornata di ieri, a conclusione di un’intensa attività investigativa durata oltre 4 mesi, rivolta al mondo dello spaccio di cocaina a Civitanova, sono state eseguite – dice il Capitano Candelli – cinque ordinanze di custodia cautelare emesse dalla magistratura del capoluogo maceratese a carico di civitanovesi. Dati operativi più che triplicati rispetto allo scorso anno che si accostano ad un’attenta attività preventiva condotta, quotidianamente, dai servizi di prossimità: dinanzi alle scuole, parchi, luoghi frequentati dai giovani, bar e locali notturni.

Da quest’anno scolastico, inoltre, è incessante la vigilanza che Carabinieri di quartiere e pattuglie a piedi conducono sia a bordo dei mezzi pubblici dell’ATAC che in occasione di orari di entrata e uscita da scuole. Educazione alla legalità anche in occasione degli incontri che, anche quest’anno verranno tenuti nelle scuole dai carabinieri civitanovesi per difenderli dai rischi dell’uso di stupefacenti.

Annunci