You are currently browsing the daily archive for settembre 9, 2013.

Successo per la mostra del Maestro Nino Migliori • Foto di Umberto Polizio

PP-NOTTE FOTOGRAFIA FOTO DI UMBERTO POLIZIO  • 2013_0907-010-LGSplendido il coinvolgimento della cittadinanza POTENZA PICENA–Il centro storico, cuore di Potenza Picena, sabato scorso 7 settembre 2013 ha vissuto un’atmosfera unica: oltre 40 le mostre in giro per le vie e le piazzette del centro storico, allestite in altrettante decine e decine di case di cittadini, attività commerciali, sale pubbliche che hanno aperto le proprie porte e aderito alla “Notte magica della fotografia”, organizzata dal Fotoclub potentino e dall’amministrazione comunale, in stretta sinergia con altre associazioni del territorio. Grande appuntamento della serata è stata la mostra del Maestro Nino Migliori, fotografo di assoluta fama internazionale, allestita presso la Fototeca Comunale. Per l’occasione Migliori ha presentato i suoi lavori presso il Teatro Mugellini nel corso di un incontro-conferenza unitamente al Sindaco Paolucci, Enzo Romagnoli del Fotoclub, il fotogiornalista Claudio Marcozzi, il fotografo Antonio Manta e l’esperta Marina Truant. E poi un intero centro storico che si è animato con tantissimi eventi, tutti con protagonista assoluta l’arte della fotografia: postazioni multimediali, proiezioni, workshop, musica jazz e pop per le vie della città, un concerto di 4 ore di musica classica a cura degli Amici della Musica, spettacoli teatrali a cura dell’associazione Piccola Pietra, punti multimediali a tema, le foto di Bruno Grandinetti in piazza e tanto ancora. In primissimo piano anche le mostre di Antonio Manta e l’installazione di Federica Amichetti, presso la sala espositiva U. Boccabianca. Una serata davvero magica, con il centro storico pacificamente invaso dal popolo di appassionati di fotografia, fotoamatori e professionisti. 
Molto soddisfatto il sindaco Paolucci che ringrazia il Fotoclub per l’organizzazione, le associazioni che hanno fornito la preziosa collaborazione e la cittadinanza per la loro convinta adesione ed il coinvolgimento.

Annunci

Spacca: “Tempi rispettati, definite le linee guida operative del progetto, ora il confronto”

ANCONA–“Abbiamo mantenuto gli impegni in tempi rapidissimi – dichiara il presidente della Regione, Gian Mario Spacca – per sviluppare questo progetto di politica industriale che mira a sostenere il radicamento in Italia di tutto il settore degli apparecchi domestici e professionali. Abbiamo lavorato in agosto per presentarci con le carte in regola alla ripresa del confronto di settembre nei tavoli nazionali. L’obiettivo è puntare su ricerca e innovazione quale leva strategica  per favorire i processi di sviluppo competitivo e tenuta occupazionale dell’intera filiera di settore, con una forte ricaduta territoriale. Inoltre l’obiettivo è dotare la nostra regione, finalmente, di un centro di ricerca nazionale in uno dei settori dove maggiore è la produzione di valore nell’economia regionale. Si vuole agevolare così la tutela occupazionale, rafforzando la competitività delle attività a più elevato margine della catena del valore della filiera produttiva. Il progetto prevede la localizzazione della Piattaforma nelle Marche, anche in considerazione della specializzazione produttiva più elevata in Italia a cui fa riscontro l’assenza di centri di ricerca nella regione. Siamo molto realisti: il progetto non risolve certamente tutti i problemi del settore, ma è sicuramente in grado di offrire opportunità rilevanti per sostenere strategie competitive ancorate al mantenimento in Italia di produzioni e lavoro. Il tema della competitività viene affrontato dunque nella maniera più decisa. L’augurio è che questo progetto di politica industriale possa favorire un’evoluzione positiva anche della vicenda Indesit, a tutela del lavoro e della coesione sociale dell’intera comunità marchigiana”.

“Il progetto – dice il professor Marco Pacetti, incaricato della stesura del progetto – parte dall’analisi del contesto economico, tecnologico e di policy del settore degli apparecchi domestici e professionali per poi definire obiettivi, caratteristiche e attività operative della Piattaforma fisica ricerca e innovazione quale iniziativa di politica industriale a sostegno dello sviluppo e dell’occupazione del settore”.

 

 

 

SCHEDA DI JANUS 275

 

LA PIATTAFORMA FISICA DI RICERCA E INNOVAZIONE PER IL SETTORE DEGLI APPARECCHI DOMESTICI E PROFESSIONALI

 

Il contesto economico, tecnologico e di policy del settore.

Gli apparecchi domestici e professionali rappresentano uno dei principali punti di forza del made in Italy, contribuendo in maniera strutturale alla creazione del reddito contribuendo con 15 miliardi di € di fatturato di cui il 60% di export e generando occupazione con 130.000 unità impegnate.

E’ un settore dell’industria manifatturiera nel quale l’Italia ha consolidato nel corso degli ultimi 50 anni una significativa leadership produttiva a livello europeo e mondiale. Appare, pertanto, rilevante la progettazione e realizzazione di interventi di politica industriale volti a contenere la perdita dei livelli produttivi osservata nell’ultimo decennio e a rilanciare la capacità competitiva dell’intera filiera produttiva.

La possibilità di mantenere in Italia una significativa attività manifatturiera in tale settore è associata ad una strategia di politica industriale volta a perseguire i seguenti principali obiettivi:

1.rafforzare la capacità innovativa delle imprese sui prodotti, sui processi e nell’organizzazione, soprattutto attraverso un più stretto raccordo con le istituzioni di ricerca; si tratta di modificare il modello di innovazione delle imprese dando maggiore enfasi al modello STI (Science, Technology and Innovation) rispetto al modello DUI (learning by Doing, Using and Interacting) prevalente nelle imprese italiane, in particolare quelle di piccola e media dimensione valorizzando il rapporto tra imprese di diverse dimensioni e con diverse specializzazioni;

2.rafforzare le relazioni di filiera con la finalità di facilitare i processi innovativi e diminuire i tempi di sviluppo di nuovi prodotti.

 

FERMO–La piscina comunale riaprirà a breve. La notizia è stata data al termine della conferenza stampa di presentazione della stagione di prosa del Teatro. “La commissione che deve valutare le offerte relative alla piscina ha chiuso i lavori – ha anticipato il Sindaco Nella Brambatti – la società che si è aggiudicata la gara è la Virtus Buonconvento Società Sportiva Dilettantistica a.r.l. ”. La società che ha sede a Buonconvento in provincia di Siena è qualificata nel settore di riferimento ed è gestore di sei piscine in diverse località italiane. L’offerta, per la quale si è provveduto all’aggiudicazione da parte della commissione competente al termine della procedura negoziata, prevede un ribasso del 50 per cento sul prezzo a base d’asta. È stato stabilito altresì il mantenimento delle tariffe per tutte le società sportive locali, con un ribasso del 10 per cento sulle tariffe a nuoto libero, attività agonistica società FIN non locali, altri sport amatoriali e non amatoriali locali e non locali.

Previsto inoltre un significativo allargamento della fascia oraria di apertura dell’utenza estendendo l’utilizzazione dell’impianto anche alla domenica con una percentuale in aumento settimanale del 21 per cento, oltre all’apertura continuata nel periodo estivo.

Dopo il bando andato a vuoto si è proceduto alla manifestazione di interesse e alla relativa procedura negoziata per l’affidamento in concessione della gestione della piscina comunale – ha ricordato il Sindaco Brambatti – con l’aggiudicazione di oggi si procederà in tempi brevissimi ai lavori di manutenzione straordinaria e la piscina riaprirà in tempi rapidi”.

CIVITANOVA–La F.C. Civitanovese 1919 comunica che il derby di Coppa contro la Maceratese, previsto per mercoledì 11 settembre al Polisportivo, su richiesta congiunta delle rispettive società, accordata dalla Questura di Macerata, si giocherà alle ore 18 e non alle ore 15 come da orario ufficiale. Il posticipo dell’orario d’inizio vuol permettere alle rispettive tifoserie di poter assistere alla gara, compatibilmente con gli orari lavorativi. Il destino ha voluto che la “sfida” con i biancorossi si dovrà ripetere per ben due volte nell’arco di quattro giorni; domenica 15 settembre, infatti, sempre al Polisportivo, è prevista la terza giornata di campionato, ancora una volta contro la formazione di mister Di Fabio. Due sfide affascinanti a cui la squadra di mister Jaconi si preparerà con la giusta convinzione e determinazione. 

La Maceratese è giunta al Secondo turno battendo per tre a due (3-2) la neo promossa Matelica, mentre i rossoblu hanno superato ai rigori l’Amiternina dopo il due a due dei novanta minuti regolamentari. La sfida di Coppa sarà in gara unica e, in caso di parità dopo il 90esimo, si procederà direttamente con i calci di rigore. La Civitanovese invita i propri tifosi, considerando la storica rivalità sportiva con i biancorossi, a tenere un atteggiamento educato e in linea con i valori dello sport e le normative vigenti, onde evitare ripercussioni future che potrebbero arrecare danno al sodalizio e ai propri supporters, vanificando di fatto tutti gli sforzi fatti dalla dirigenza per dare vita ad una nuova e rivoluzionata società. Pertanto, la società si augura che il derby si limiti a simpatici sfottò e prese in giro, senza oltrepassare il limite della civile convivenza.

L’acquisto dei biglietti potrà avvenire “solamente in prevendita” entro le ore 19 di martedì 10 settembre. La sede societaria di Corso Garibaldi è il luogo individuato dalla società per il rilascio dei tagliandi; in caso di ulteriori punti vendita adibiti alla prevendita seguiranno ulteriori comunicazioni. A dirigere l’incontro sarà il Signor Daniele Paterna di Teramo, coadiuvato da Thomas Ruggieri e Alessandro D’CIVITANOVESE-2013-tifosi-civitanoveseAlonzo di Pescara.

Intanto nel week-end sono scese in campo le formazioni del settore giovanile rossoblu. La Juniores di mister Paolo Squadroni ha battuto in amichevole per 10 a 2 i pari età dell’Elpidiense Cascinare, formazione militante nel campionato d’Eccellenza. Un buon test per la formazione ospite, che sabato prossimo inizierà il proprio campionato sul campo dello Sporting Club Trestina. Marcature di Emiliozzi (2), Calva (2), Perillo (2), Muca, Baiocco, Salvi e Nenè. Esordio in campionato, invece, per Giovanissimi e Allievi. I ragazzi di mister Paolo Morresi sono stati sconfitti in casa dal Montecosaro per tre a due (marcature di Torretti e Doda per i rossoblu, Torresi, Quintabà e Tramannoni per gli ospiti). La truppa di mister Daniele Fontana, invece, ha superato per cinque a uno lo United, grazie alle reti di Caldaroni, Mancini(2), Rapagnani, Morresi.

di Marco Diomedi 

CIVITANOVA–Il tempo cancella le tracce, ma non i ricordi. Quelli in cui un quartiere godeva di una Parrocchia dinamica, viva. Giochi frequentati da bimbi gioiosi e vocianti, una chiesa ridata a lustro ed illuminata, in cui si poteva andare a pregare anche dopo cena prima della passeggiata, iniziative sociali e mondane. 

Oggi la realtà è ben diversa: la chiesa, che nella sua luce fungeva da punto di riferimento, sempre spenta e chiusa all’imbrunire; i giochi della parrocchia anch’essi spenti tanto che dopo la sera alcuni scriteriati si divertono a distruggere giochi, lampioni, imbrattare i muri e la bacheca; le iniziative dei seppur volenterosi organizzatori non riescono a raggiungere il massimo della gioia che invece meriterebbero.

Ma quel che più deprime è l’allontanamento che si sta verificando da parte di quei giovani che invece prima si erano avvicinati alle attività parrocchiali. Tutto ciò perché un quartiere importante come quello di San Giuseppe non ha un proprio parroco.

Se ci sono state colpe di chi c’era, nel Vangelo non è scritto che si deve perdonare, che si deve dare possibilità di rimediare? Perché tutta questa messa in scena tipo Tribunale dell’Inquisizione? Non vedo più nelle strade quella principale figura che dovrebbe portare fede e conforto tra la gente, anche solo con un semplice sorriso. Ed allora, scusate la mia franchezza, la vita di parrocchia la preferivo come prima.

Marco Diomedi (*residente nel quartiere San Giuseppe di Civitanova)

CIVITANOVA–Sala Foresi sotto i portici di Palazzo Sforza. Questa settimana sarà la volta (per le esposizioni) dei neo-geometri diplomatisi all’Itcg Corridoni, che presenteranno alla cittadinanza i lorGEOMETRI CIVITANOVA-5664lgo progetti per la ristrutturazione del Campo Sportivo di Civitanova Alta, impianto diventato negli ultimi anni obsoleto e con la tettoia per il pubblico (soprattutto)  ridotta davvero in pessime condizioni. La mostra sarà visitabile da martedì 10 a sabato 14 settembre (ore 10-12;17-20). L’iniziativa è scaturita all’inizio dell’anno scolastico passato, quando l’assessore allo sport, Piergiorgio Balboni, dopo aver effettuato la ricognizione degli impianti cittadini,  vista la situazione di degrado, ebbe l’idea di coinvolgere l’Istituto per geometri, per sperimentare un’originale sinergia tra scuola e mondo istituzionale locale. Così gli studenti, coordinati dal Prof. Ing. Andrea Spada (docente di costruzioni), si misero al lavoro per effettuare una prima ricognizione del luogo. Il cosiddetto rilievo topografico. Lo stadio si trova a Civitanova Alta, ad ovest del Pincio. Poi la classe si divise in 5 gruppi, per inventarsi delle soluzioni pratiche. Dal recupero in generale hanno cercato di individuare soluzioni architettoniche, non solo per la gradinata e la tettoia, ma per l’insieme della struttura sportiva, per far sì che vi possa essere un rinnovo funzionale, connesso anche ad un nuovo volto estetico del complesso. Questo lavoro, portato avanti nei mesi di scuola, nelle aule speciali e come compiti a casa, è diventato quindi anche elaborato per gli esami. Tutti e 23 i ragazzi a luglio si sono diplomati, superando l’esaGEOMETRI-SQUADRONI.CIARROCCHI, ING. SPADA, DIVISI-8458me di Stato. Si è trattata della prima classe dei geometri che è giunta al traguardo, da quando tale scuola è stata attivata a Civitanova. Molti degli allievi hanno ottenuto anche ottimi voti. Marco Luciani e Federico Ciarrocchi hanno conseguito 100/100, Francesco Squadroni 98, Marco Smerilli 97, Edoardo Macellari 88, Luca Luciani 88, Rita Laura Novelli 85, Michelle Amaolo 85, Lucia Crocenzi 84, Chiara Petrini 80. Otto studenti, inoltre, si sono diplomati con voti oscillanti fra il 70 e il 78. Insomma un bella classe davvero, composta da ragazzi motivati ed intellettualmente vivaci, che amano il disegno, la progettazione. Un bel drappello dei diplomati ora proseguirà gli studi universitari (ingegneria e architettura in prevalenza). “Avevamo già previsto sin dall’inizio – ci ha spiegato l’ing. Spada questo momento espositivo finale per portare a conoscenza della popolazione il frutto di un lavoro scolastico, che può essere preso in considerazione da parte dell’ente locale per i propri fini istituzionali. I ragazzi si sono impegnati anche a livello di computo metrico, cioè della spesa necessaria per le opere progettate. In qualche caso bisognerà forse rivedere i vincoli di bilancio, con cui un Comune ha sempre a che fare. Fatto sta che – didatticamente parlando – l’esperienza è riuscita, è stata un buon banco di prova fra teoria e pratica, costringendo i ragazzi a fare i conti con la realtà, che li interpellerà inesorabilmente nell’espletamento dellaprofessione”. Oltre la mostra è prevista anche una cerimonia di donazione di questi elaborati al Comune, che ne farà l’uso più utile. L’Itcg Corridoni operante a Civitanova con questa mostra ha voluto, dunque, portare a conoscenza dei cittadini il lavoro svolto dagli studenti con molta passione. La conoscenza del lavoro compiuto, infatti, può essere anche la base per progettare altre iniziative utili all’interscambio scuola-società in generale. 

MONTECOSARO–L’inaugurazione COOPERATIVA  RISORGIMENTO FOTO©EE--LG(nel primo giorno di ferie) della “Cooperativa Risorgimento” ieri a Montecosaro (Comune da 7.200 abitanti, tutti molto attivi in campo economico) ha assunto un valore simbolico – a livello regionale – della voglia di  rimettere a fuoco la dignità della persona e la centralità del lavoro, da cui discendono  reddito e serenità per le famiglie. Undici operai, in passato in forza alla Sadam meccanica, si sono messi in proprio per saldare e assemblare (al momento) caldaie per stufe a pellet,  commissionate dalla dinamica “Moretti fire” di Ripatransone (+35% di vendite nel 2013, con una forte quota destinata all’export in Portogallo, Spagna e presto anche in Usa). Metà del lotto assegnato già realizzato (40 pezzi su 80). I 400 mq del capannone sono stati presi in locazione presso l’ex stabilimento della Sige (per la proprietà c’erano Alexia Sagripanti e Fiammetta Scoponi).

All’inaugurazione (con stendardo del Comune, bandiere della Regione, dell’Italia e della Ue) sono intervenuti: in primis il sindaco Stefano Cardinali, che si è prodigato per facilitare la costituzione della coop, Massimo Rinaldi (Gruppo Maccaferri), il sen. Morgoni, gli assessori regionali Luchetti (lavoro) e Giannini (artigianato), il consigliere regionale Sciapichetti, il direttore della Confcooperative  Scattolini cui la Risorgimento aderisce.

“Siamo di fronte – ha detto Sara Giannini – ad un vero atto di coraggio, che va salutato con ammirazione”. “Lodevole l’entusiasmo messo in campo da questi operai metalmeccanici di mestiere, molto professionali – ha aggiunto l’assessore regionale al lavoro Luchetti – ai quali auguriamo ogni successo. L’iniziativa è un simbolo di quella ripresa che ci deve essere, mettendo al “centro il lavoro”, in una fase in cui in Italia la disoccupazione è al 12%, mentre nelle Marche al 10,2%, cosa che non si era mai registrata finora!

La Risorgimento ha potuto prendere il largo grazie a 140.000 euro messi a disposizione dalla  Maccaferri di Bologna, già titolare dell’azienda precedentemente operante a Montecosaro (Sadam meccanica, poi Samp). Tale ditta ha donato agli operai anche l’impianto elettrico, alcuni macchinari ed il box per uffici.

Riflessivo, ma raggiante (ieri il suo 48° compleanno, moglie Paola part time in un calzaturificio al suo fianco, una bimba di 4 anni da mantenere) il Presidente della Coop Risorgimento Maurizio Moretti. “Dopo tanti mesi preparatori (2 anni di Cig, seguita dalla mobilità) oggi per tutti noi è un giorno di riscatto – ha detto – perché dopo il licenziamento – essendo noi  45-50enni (il più giovane è Mirko Ripari di 39, ndr) – ci sentivamo dire – nei fatti – che non valevamo più nulla, mentre al contrario abbiamo in mano un mestiere tuttora valido, nel quale ci siano ora anche innovati e reinventati”. 

Massimo Moretti, primo provvidenziale committente della cooperativa, ha affermato che “lo stage che gli operai hanno effettuato preventivamente nello stabilimento di Ripatransone è stato positivo”. “Da qui il primo lotto di lavori assegnato, cui ne seguiranno penso degli altri, dopo il necessario affinamento delle tecniche operative, perché abbiamo appurato che il team è desideroso di fare bene. Noi siamo un’azienda in crescita, quindi se questa squadra funziona è anche un vantaggio per noi, che vendiamo in italia, ma anche all’estero”. “Siamo partiti come conto-terzisti – ha puntualizzato, infine, il vice-presidente Elia Girotti – ma abbiamo in mente anche di progettare e commercializzare nostri prodotti. In molti abbiamo alle spalle 25 anni di lavoro alla Sadam meccanica: la capacità lavorativa, la voglia e l’inventiva non ci mancano davvero!”  (e.e.)                                                                                                                                                                                                                                                         

Nella foto  Millepaesi di gruppo: in primo piano i kit delle caldaie da assemblare. Al centro (seduto) il Presidente Moretti, secondo da destra Binardi della Maccaferri, il Sindaco Cardinali, ultimi a destra Scattolini (Confcooperative) e l’imprenditore Massimo Moretti.  

 

 

 

 

CARDINALI-COOP-RISORGIMENTO-3716.JPG

 

 

 

CIVITANOVA–”Riso

ATMOSFERA FANTASTICA SABATO POMERIGGIO E SERA ALL'IPPODROMO MORI DI CIVITANOVA MARCHE

IPPODROMO MORI DI CIVITANOVA MARCHE

rgimento” ha vinto – grazie a Nuova Mark (numero 10), guidato da Daniele Cuglini di Perugia – il Palio 2013 della settima edizione della “Corsa dei quartiere de Citanò”, ideata e fortissimamente voluta dall’indimenticabile Capitano Mori. Al secondo posto Love the Children (n. 11, driver Bacalini), abbinato al quartier Centro; al terzo Oklaoma Ek (n. 6, Palanga), abbinato alla Contrada Asola. Alla partenza 11 cavalli assegnati agli undici quartieri civitanovesi, nella magnifica cornice dell’Ippodromo, dove gli sbandieratori della “Cavalcata dell’Assunta” (35 giovanissimi) di Fermo hanno dato vita alla scenografia giusta, prima e dopo la gara, di fronte ad un  pubblico di appassionati, al termine dell’ottava corsa della quinta giornata (la prossima si disputerà il 14 settembre).

Nuova Mark (nella foto) è una cavalla di 6 anni, che corre da 4, di proPALIO 7-9-2013- NUOVA MARK-FOTO©MILLEPAESI-3936prietà del fratello minore del driver, che in carriera ha vinto finora circa 71.000 euro di premi, per cui è considerata un esemplare piuttosto promettente. Favorito era considerata Love The Children, come ci ha confermato Massimo Pierini, ma si è dovuto accontentare del secondo posto. Questi i quartieri, cavalli e  driver in base all’ordine di partenza: 1 – Stadio, Magnifica Idea (Andreani); 2 – San Marone, Nelson Deimar (Finucci); 3 – San Domenico, Lindbergh Grif (Pettinari); 4 – San Gabriele, Ogill Rum (Marcello Mattii); 5 – Fontespina, Obama dei Ronchi (Belfiore); 6 – Asola, Oklaoma Ek (Palanga); 7 – Civitanova Alta, Nutella Fans (Legati); 8 – Santa Maria Apparente, Maggio Del Par (Battistini); 9 – IV Marine, Manzoni Slm (Cangiano); 10 – Risorgimento, Nuova Mark (Cuglini); 11 – Centro,

Sbandieratori della Cavalcata dell'Assunta all'Ippodromo Mori per il Palio

Sbandieratori della Cavalcata dell’Assunta all’Ippodromo Mori per il Palio de Citanò

Love The Children (Bacalini).

  La consegna del Palio è avvenuta in pista, nel luogo dell’arrivo, da parte di Ermanno Mori Jr, Alessandra Mori (figli del Capitano, il fondatore dell’Ippodromo, dell’Allevamento San Marone e del Museo del Trotto) e dell’assessore allo sport Piergiorgio Balboni, presente per l’amministrazione comunale il consigliere delegato della Città Alta, Gustavo Postacchini, sempre presente anche in altre occasione in funzione di rappresentante di Palazzo Sforza. Palio consegnato nelle mani di un raggiante Giordano Panichelli (vero appassionato di cavali), che ha ritirato in luogo del presidente del comitato del quartiere Risorgimento Tiziano Capriotti. Soddisfazione è stata espressa dal guidatore e dal giovane proprietario per la gara condotta con maestrìa, per aggiudicarsi la Corsa de Citanò, che diventa sempre più una corsa di tradizione estiva, attorno alla quale Civitanova può lavorare ancora molto e meglio. Prima della gara è stata effettuata l’estrazione dei numeri della Lotteria abbinati ai cavalli in lizza. Questi i numeri vincenti in base ai primi tre trottatori arrivati: 0935, 03800, 07602. La lotteria è stata promossa, come l’anno passato, a favore della Croce Verde cittadina, che svolge un’opera meritoria a vantaggio di tutta la comunità civitanovese. Tra i presenti all’Ippodromo anche  Luca Rocca, dell’omonima  e nota scuderia. Il pomeriggio ippico è stato davvero magnifico, in una splendida giornata di sole pienamente estiva,                                                   , come si era già visto al mattino in riva al mare, che pur dall’Ippodromo si scorge come attraente azzurro infinito.         

 

 
  

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
settembre: 2013
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  
Annunci