You are currently browsing the daily archive for agosto 28, 2013.

Tra gli ospiti anche Luca Boschi del Sole 24 Ore e Giulio Giorello sulla filosofia di Topolino

 

TOLENTINO – (28/08/2013) – È con “Oppure disegni”, appuntamento legato al fuPOP-umBerto curi inpiedi a popsophiametto che si apre oggi (giovedì 29 agosto 2013) la quattro giorni al Castello della Rancia di Tolentino di Popsophia e Biennale Internazionale dell’umorismo nell’Arte.

Dopo il saluto inaugurale delle 17.30 con l’Assessore alla Cultura della Regione Marche, Pietro Marcolini, il Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi, e il consigliere comunale con delega alla Cultura Alessandro Massi, ad introdurre la questione cardine delle Giornate della Rancia, due tra i più importanti intellettuali del nostro Paese, il filosofo Umberto Curi (foto sopra a destra) e il giornalista Marcello Veneziani.POP-giorello_lucrezia

Prima di addentrarci nel mondo dei balloon, infatti, alle 18.00 i due pensatori danno vita ad una lectio intitolata “O combatti o scappi oppure…”, dove ad essere terreno d’indagine è l’alternativa, la possibilità altra che sfugge alla logica binaria di attacco e di resa con cui affrontiamo le difficoltà della vita.

Il riso, metodo sublime di conoscimento del mondo e di superamento del dramma, durante la quattro giorni attraverserà tutte le arti passando anzitutto per la nona arte, il fumetto.

A confrontarsi con il tema “Oppure…disegni”, alle 19.30 il giornalista, blogger del Sole 24 ore, fumettista e già direttore culturale di Lucca Comics e Napoli ComiconLuca Boschi con un intervento focalizzato proprio su “Il fumetto umoristico”. Un modo per introdurre il mondo a strisce e balloon e per intendere il suo linguaggio e l’ironia che lo caratterizza.

A seguire uno dei più attesi contest tematici, il ring del fumetto della Scuola Internazionale di Comics che porta tra le cinta merlate del Castello della Rancia“Vignette sul ring” con la conduzione di Gianfranco Tartaglia, meglio conosciuto, assieme all’amico Pietro Gorini, con lo pseudonimo di Passpartout. Il match umoristico-sportivo vedrà importanti fumettisti sfidarsi tra loro a suon di matite, chiamati a interpretare il tema di Morreall.

La seconda serata, alle 22.30, invece ci porta nel mondo Disney con “La filosofia di Topolino”. Alla difficile impresa di tracciare un nesso tra la speculazione filosofica e il topo più famoso del mondo, l’epistemologo Giulio Giorello e la filosofa Ilaria Cozzaglio, autori del saggio omonimo. Al “Topo che pensa”, vengono ricondotte molte delle questioni propriamente filosofiche ed etiche. Il saggio oltre ad evidenziare, in un nesso ludico, il legame tra due ambiti generalmente considerati distanti, focalizza l’attenzione sull’effettiva potenza espressiva del fumetto, un genere autonomo, nobile, altro dalla letteratura o dal cinema ma comunque riconducibile al piano alto dell’arte.

A chiudere la serata alle 23.30 i Family Portrait che presentano il loro ultimissimo album, “Lontano”.

Le foto si riferiscono all’edizione 2012 di Popsophia che si tenne a Civitanova Marche

buonaventura-28-8-2013-CIVITANOVA–Sereno e rilassato, sicuramente contento di essere tornato a far parte della grande famiglia rossoblu. Alex Buonaventura, attaccante della Civitanovese, ha incontrato nel pomeriggio la stampa per descrivere questi primi giorni agli ordini di mister Osvaldo Jaconi. “Domenica spero di esserci contro la Jesina, ma ovviamente sarà il mister a decidere se potrò scendere in campo dal primo minuto – ha esordito Buonaventura – Sono un pò indietro con la preparazione, ma se l’allenatore chiama sono pronto a dare il mio contributo per la Civitanovese. Partire in casa, davanti al nostro pubblico, è importante. I tifosi ci sostengono sempre e speriamo di regalare loro i primi tre punti della stagione. Riparto dalla serie D con ulteriore voglia di mettermi in discussione, a Forlì ho giocato da prima punta, ruolo non proprio a me congeniale, ma sono soddisfatto della stagione disputata. Ho realizzato cinque reti in campionato e una in Coppa, conquistato tre rigori e servito nove assist. E’ una categoria che credo di essere stato in grado di sostenere. In estate non nascondo che una piazza come Taranto mi ha stuzzicato molto, ma in serie D avrei indossato solamente la maglia della Civitanovese. A Civitanova devo molto, non avrei mai potuto giocare contro i rossoblu. La Recanatese è stata corretta e mi ha fatto la sua proposta, ma non sono mai stato indeciso nello scegliere tra i leopardiani e la Civitanovese. Per quanto riguarda la squadra, domenica l’ho vista bene e si è già notata la mano del mister. Non è facile andare sotto per due volte e recuperare, non siamo ancora in piena condizione, ma sono molto fiducioso per il futuro”. La coppia Pazzi-Buonaventura più forte del girone? “Sarà solo il campo a stabilirlo, di certo giocare con Cristian è sempre stato un mio cruccio. Ci siamo affrontati spesso da avversari e ci stimiamo a vicenda, speriamo di contribuire con i nostri gol alla causa rossoblu”.

 

 

 

VITA VITA-Opuscolo-VitaVita2013-1LGVITA VITA-Opuscolo-VitaVita2013-6-LGVITA VITA-Opuscolo-VitaVita2013-14-LG

VITA VITA-Opuscolo-VitaVita2013-5LGVITA VITA-Opuscolo-VitaVita2013-7-LG

CIVITANOVA–Sabato 7 settembre 2013, nell’ambito della manifestazione Vita Vita, l’Associazione Dantesca di Civitanova ha organizzato una maratona di lettura dell’Inferno di Dante Alighieri. “Saremo a Civitanova dalle 18.30 in poi nel giardinetto a destra dell’Ente Fiera, dando le spalle alla Piazza XX Settembre”, spiega a Millepaesi il Presidente Francesco Sagripanti.

Aspetti organizzativi: la lettura inizierà alle 18.30 e procederà  a turni di 10 minuti a canto, fino alla mezzanotte e mezzo  circa. Ogni lettore nei 10 minuti a lui assegnati potrà far precedere la lettura del canto da un prologo breve, circa un minuto, che accenni al contenuto del canto. Un  volontario della associazione sarà sempre presente durante tutto l’evento per assistere il lettore. In caso di assenza nel turno di lettura un volontario della Associazione leggerà il canto. Ognuno può portare il testo che gli è più familiare e l’Associazione metterà comunque a disposizione almeno due testi per la lettura. E’ importante che non ci siano interruzioni  né pause nella staffetta fra un canto e l’altro. Si raccomanda la massima puntualità e il rispetto del tempo assegnato ad ogni lettore. L’Associazione Dantesca di Civitanova ha tenuto, come è noto, di recente una bellissima manifestazione nell’area portuale, dove in notturna circa 600 persone hanno ascoltato la declamazione dei versi dell’Alighieri.

FERMO–Un revival delle più popolari canzoni italiane dagli anni Trenta fino

BARBARA CAPPONI

BARBARA CAPPONI

agli anni Sessanta, dal Trio Lescano al Quartetto Cetra. Sabato 31 agosto alle 21,15 a Largo dei Clareni, nei pressi del Teatro Nuovo di Capodarco, è in programma uno degli appuntamenti imperdibili dell’estate fermana, organizzato da Fiorenza Jazz Fermo con il sostegno del Comune. Lo spettacolo, unico nel suo genere, girerà intorno alla presentazione del libro “I miei Tu-li-pan” della scrittrice torinese Alba Beiras, edito da Armenio Editore di Brolo (Messina).

Un libro che racconta la storia della mamma della scrittrice che sostituì per cinque anni Caterinetta Lescano, cantando nel Trio in Italia e in Sud America. Ad accompagnare la scrittrice sarà proprio la mamma Maria Bria. Una vigorosa ottantasettenne in grado ancora di canticchiare qualche motivo e raccontare aneddoti di vita, rappresentando cosi una memoria storica da non perdere. Parole e musica con gli arrangiamenti in chiave jazz e moderna dei Gorlier Quartet che per l’occasione, hanno rivisitato i brani dell’epoca. A dettare i tempi dell’intervista, lasciando spazio ai riferimenti musicali sarà la bravissima giornalista di Rai Uno Barbara Capponi.

Prima del concerto è in programma a partire dalle 20 un aperitivo cena a cura delle aziende Salumificio Rossi di Moresco, Fontegranne di Belmonte (formaggi), Marche Life (vini ed oli), realizzato con la preziosa collaborazione e supervisione dell’ l’AIS Associazione Italiana Sommelier, delegazione di Fermo. FiorenzaJazz

Alba Beiras: nel 1946 la guerra è finita, Sandra e Giuditta Lescano si rivolgono al Maestro Prato per trovare una cantante e riformare il trio. Devono, infatti, sostituire la voce di Kitty, la più giovane delle tre sorelle, che non vuole più cantare. Solo così il trio Lescano potrà riprendere la carriera sospesa dagli eventi bellici, e iniziare le tournée già previste in Italia ed in sud America.

A Torino Maria, una fresca ragazza innamorata del canto, si presenta alla selezione del Maestro Carlo Prato ed è scelta per questa sostituzione. Nasce così una storia quasi sconosciuta e incredibilmente affascinante.
Dalle memorie di Maria, la giovane cantante – la mia mamma dice Alba Beiras – ho cercato di raccontare la passione che l’ha spinta incontro ad un destino speciale, descrivendo il mondo dello spettacolo di allora, il periodo post-bellico, il Sud America, con volti, luoghi, amori che si sono intrecciati fra le note dei famosi tulipani. Una storia che è rimasta nell’ombra sino al 1997 quando Paolo Limiti invitò la mia mamma a partecipare ad un format pomeridiano. Da allora sono state molte le interviste fatte e non sempre riportate con fedeltà e molti sono stati gli articoli pubblicati da vari periodici. Per arrivare alla fiction dello scorso anno “Le ragazze dello swing” dove, nell’ultima scena, appare una componente del trio Lescano diversa, e viene citato il nome della mamma.
Così ho deciso di tradurre in un libro le cose come sono state vissute realmente, come lei me le ha raccontate, in una storia di famiglie, di sorelle di passioni e amori

BEIRAS MAMMA E FIGLIA

BEIRAS MAMMA E FIGLIA.

Fabio Gorlier: pianista attivo da un po’ di anni sulla scena jazzistica nazionale. Dopo aver conseguito il diploma di pianoforte classico al Conservatorio “G.Verdi” di Torino, si accosta definitivamente al jazz, partecipando ai corsi di pianoforte e armonia moderna al Centro Jazz di Torino, ai Seminari internazionali di Siena, Arquato Jazz e Nuoro Jazz, e studiando con i più grandi nomi del jazz italiano, tra i quali Enrico Rava e Paolo Fresu. Nell’ambito dei seminari di Nuoro è stato selezionato come miglior pianista prendendo parte ad una serie di concerti in importanti festival della Sardegna. 

Da diversi anni è impegnato in un’intensa attività concertistica, partecipando a numerose rassegne: Torino Jazz Festival, Time in Jazz di Berchidda, Time di Sassari, Europa Cantat, il Festival jazz di Nuoro, Veneto Jazz, Avigliana Jazz Festival, esibendosi in teatri importanti come la Fenice di Venezia o l’auditorium “Agnelli” di Torino. Di recente ha tenuto alcuni concerti in Ecuador, nelle città di Quito e Guayaquil, nell’ambito del Festival della cultura italiana. Ha suonato con moltissimi musicisti importanti tra cui Billy Cobhan, Paolo Fresu, Gabriele Mirabassi, Tino Tracanna, Roberto Gatto, Giovanni Falzone, Diana Torto, Gianni Cazzola, Tullio de Piscopo e Attilio Zanchi.BEIRAS-ALBAcoverlibro

Barbara Capponi: marchigiana di Pedaso, avvocato e Giornalista professionista, ha iniziato la sua attività giovanissima collaborando con quotidiani ed emittenti televisive locali. Nel 1997 inizia la sua collaborazione con la RAI. Come autrice ed inviata ha lavorato per le piu’ importanti trasmissioni televisive tra cui: “Donne al bivio”, “Uno mattina”, “La vita in diretta”. Nel 2004 approda nelle redazione delle news del mattino del Tg1 e dal 2005 lavora nella redazione economica sempre del TG1. Dal maggio 2010 conduce le seguitissime edizioni del Tg1 del mattino. Nel 2013 debutta come conduttrice in studio nel programma pomeridiano giornaliero di intrattenimento ed informazione di Rai Uno Estate in diretta.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
agosto: 2013
L M M G V S D
« Lug   Set »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031