You are currently browsing the daily archive for agosto 27, 2013.

URBINO–Concorso cinematografico per la produzione di un cortometraggio sul tema: Uomini e macchine tra utile, diletto e meraviglia”. Premi a partire da 1.000 euro. Si tratta di un premio speciale nell’ambito del Fano International Film Festival 2013 offerto dal “Centro Internazionale di studi Urbino e la prospettiva”, grazie al contributo della Regione Marche. Riguarda argomenti scientifici e tecnici legati al Rinascimento. Il bando si trova alla pagina:

http://urbinoelaprospettiva.uniurb.it/FFF2013.asp

I lavori in supporto CD o DVD dovranno essere spediti entro e non oltre il 20 settembre 2013, al seguente indirizzo: Centro Internazionale di Studi Urbino e la Prospettiva, via Saffi n. 42, 61029 Urbino. Al primo classificato viene assegnato un premio di 1.000 euro, e l’ormai tipica ceramica con il logo del concorso. Al secondo un premio di 500 euro, e la ceramica col logo. Al terzo la ceramica col logo.

Dopo le prime edizioni del 2009 e 2011, dedicate rispettivamente ai temi “Scienza, architettura e tecnica nel Rinascimento” e “La città ideale tra storia e utopia”, il tema prescelto per questa terza edizione riguarda i rapporti tra uomini e macchine.

Si vuole attirare l’interesse sull’imponente fenomeno del “macchinismo”, sulle molteplici implicazioni che comprende: macchine per fabbricare, macchine per giocare, fascino e segreti dei meccanismi…L’elenco potrebbe continuare, macchine di pace e di guerra, automi, robot, storie di ideatori e costruttori di macchine.

Dallo stesso titolo che include “utile, diletto, meraviglia”, si comprende come la nozione di macchina vada intesa in senso vasto e variegato.

Il tema può essere trattato nel modo più libero e diversificato, ai cortometraggi non viene fissato nessun limite, né di epoca, né di luogo, nel senso che i cortometraggi potranno riferirsi a qualsiasi periodo storico e a qualsiasi contesto sociale.

I lavori presentati potranno essere di diverse tipologie: documentario, fiction, spot, animazione, realtà virtuale, ecc. L’unico limite è la durata che non dovrà superare i 20 minuti.

La giuria del Concorso è presieduta dal Prof. Michele Emmer, ne fanno parte rappresentati della Università degli Studi di Urbino, del Centro “Urbino e la prospettiva”, degli Enti Locali – Regione Marche, Comune di Urbino – che sostengono l‘iniziativa.

I premi saranno consegnati nel corso della cerimonia ufficiale di premiazione del Fano International Film festival 2013, che si svolgerà presso il Teatro della Fortuna di Fano sabato 26 ottobre, alle ore 21.30.

Le opere vincitrici saranno anche proiettate in una apposita successiva serata organizzata a Urbino. Maggiori informazioni sul sito http://urbinoelaprospettiva.uniurb.it/FFF2013.asp

Il Centro Internazionale di Studi Urbino e la Prospettiva promuove studi e ricerche per acquisire ed approfondire le conoscenze sull’ambiente scientifico e tecnico-artistico del ducato di Urbino.  Altro obiettivo del Centro Internazionale di Studi è di adottare tutte le iniziative utili a diffondere presso un più vasto pubblico la conoscenza delle opere degli scienziati, dei tecnici e degli artisti del ducato di Urbino. Dalla seconda metà del Quattrocento fino alla prima metà del Seicento il ducato di Urbino è stato la sede di un vasto dibattito artistico, tecnico e scientifico che lo hanno reso uno dei maggiori centri del Rinascimento italiano ed europeo.

Coach Graziosi: «Voglio fame di vittorie e amore per il volley»

 PORTO POTENZA–Ciak, si gira. Se il buongiorno si vede dal mattino, la stagione 2013-2014 sarà molto soleggiata e ricca di schiarite biancazzurre. Entusiasmo alle stelle, ieri (lunedì 26 agosto) sera alle 18 nella sala riunioni della Cast di Civitanova Marche al raduno ufficiale della B-Chem Potenza Picena. Più che una presentazione in famiglia, si è trattato di un ritrovo tra vecchi amici in cui gli ultimi arrivati hanno dimostrato di sentirsi a proprio agio insieme ai veterani.

Presenti all’appello dirigenti, staff tecnico, main sponsor e atleti, ancora orfani del secondo allenatore Leonel Carmelino, che raggiungerà il gruppo nelle prossime ore. Una sfilata in piena regola a tinte biancazzurre preceduta da una seduta prolungata di lavoro fisico nella sala pesi della palestra civitanovese Exe, preludio alla preparazione tosta in vista della prossima regular season di A2.

A curare la regia della prima scena il vulcanico dg Carlo Muzi, che ha presentato uno a uno i protagonisti della stagione agonistica con un autentico rito d’investitura culminato nella consegna dei nuovi borsoni griffati B-Chem. Ampio spazio a battute di spirito, revival nostalgici, elogi individuali, ma anche dichiarazioni d’impegno e promesse solenni. Tra i segnali più positivi l’atteggiamento dei giocatori. Testa alta e argento vivo negli occhi al solo pensiero di calcare il campo con la maglia del Volley Potentino.

In successione hanno detto la loro coach Gianluca Graziosi, più grintoso che mai, il ds Paolo Salvucci, il presidente Giuseppe Massera e persino Mister B-Chem  Maurizio Bernardi, sempre vicino alla società nei momenti che contano. Suggestiva la proiezione su grande schermo di uno spaccato della storia biancazzurra ripercorsa nel giro di 10 minuti grazie a un mix di immagini, video e azzeccati sottofondi musicali. Un quadro idilliaco chiuso dalla foto di rito, pennellata d’autore per mettere in mostra una squadra costruita a regola d’arte.

Al termine della sequenza istituzionale, tutti i presenti hanno raggiunto il ristorante pizzeria I due re nel cuore di Civitanova Marche per la prima cena di gruppo. Giovedì 29 agosto è già in programma un secondo evento conviviale degno di nota, una maxi-tavolata allestita dal main sponsor B-Chem al ristorante G7 sul lungomare nord di Civitanova Marche. Tra gli ospiti anche il sindaco di Potenza Picena Sergio Paolucci.

Dichiarazioni di coach Gianluca Graziosi

«Chiedo solo due cose alla squadra: voglio una formazione ambiziosa di professionisti con tanta fame di successi, ma, al tempo stesso, un gruppo di amici sempre pronto a scendere in campo senza perdere di vista il piacere reale di giocare a volley. Un mix che potrebbe regalarci molte soddisfazioni. A mio parere, il roster a disposizione è perfetto per questo tipo di ragionamento».

Dichiarazioni del presidente Giuseppe Massera

«Serietà, tranquillità e impegno. Mi aspetto questo dalle nuove stelle e dai senatori. Lo scorso anno abbiamo chiuso la stagione regolare al decimo posto centrando un exploit memorabile. Migliorare anche solo di una posizione a fine anno sarebbe un traguardo ben accetto. Vi attende una bella responsabilità, ma avete le carte in regola per far bene divertendovi, a patto che non perdiate mai la mentalità vincente».

 

 

di Vinicio Albanesi

Nei periodi estivi assistiamo a fenomeni di trasmigrazioni di popolazione enormi. L’attenzione in genere è protesa al turismo: chi può, chi non può; i luoghi migliori e quelli a prezzi più convenienti.

Ma anche la popolazione marginale si sposta con altrettanta velocità e purtroppo precarietà. Recentemente si sono registrate due indicazioni all’apparenza contraddittorie. La ministra Kyenge, in una recente visita a Torino, ha esortato i proprietari di seconde case ad affittarle ai rom che attualmente vivono in campi di sosta spesso abusivi. Alcuni prefetti delle coste adriatiche esortano, al contrario, la popolazione a non affittare le case alle prostitute.

Le due indicazioni, pur essendo contraddittorie, hanno in comune il disagio di presenze che non sono integrate con il resto della popolazione.

La storia dei nomadi è lunga quanto la storia d’Europa. Popolazione che vaga da paese a paese, fermandosi dove non vige intransigenza.

I paesi mediterranei e l’est Europa di fatto sono le mete preferite. Il nord Europa e i paesi dove le rigide regole dell’accoglienza sono spietate sono luoghi esenti. Un problema che sembra non riguardare tutta l’Unione Europea: chi ha il problema è costretto ad affrontarlo.

Per la prostituzione i tentativi sono stati molti: quartieri a luci rosse, case di tolleranza, box riservati. Con l’apertura delle frontiere dei paesi dell’est, con la crisi economica, con la criminalità sempre presente, si assiste all’espandersi del fenomeno, con tutte le conseguenze di vittime, di crimini, di tratta delle schiave.

La conclusione è che i due fenomeni della marginalità umana (ce ne sono molti altri) non sono mai stati affrontati seriamente. Le politiche sono state demandate agli enti locali e tamponate con determine urgenti e spesso inefficaci.

Le poche organizzazioni sociali dedite a risposte umane non riescono ad arginare i fenomeni. La politica oscilla tra il cinismo e il buonismo. In sostanza si disinteressa.

Non è giusto e nemmeno efficace. Ogni amministrazione, per essere tale, deve avere capacità e possibilità di gestire il benessere di tutti, nessuno escluso. La strada è lunga, ma non per questo può essere abbandonata. La speranza è che la coscienza collettiva cresca anche per problemi difficili e all’apparenza irrisolvibili e l’Europa diventi veramente unione.

                                                                           Vinicio Albanesi
                                                                           (dal blog L’Inquieto)

 

CIVITANOVA–La F.C. Civitanovese 1919, in relazioCIVITAOVESE-RIGORI DOMENICA 25-fase-di-giocone alla gara d’esordio in campionato contro la Jesina, previsto per domenica 1 settembre 2013, alle ore 15, ha reso noto oggi i prezzi dei biglietti per poter assistere all’incontro. La società ha stabilito in euro 20 l’ingresso per la Tribuna Centrale Coperta, euro 15 per la Tribuna Laterale Coperta, euro 10 per la Gradinata. Previste riduzioni per donne, bambini, over 65 e invalidi muniti di tesserino di riconoscimento (5 euro in Gradinata – 8 euro in Tribuna Laterale Coperta). Contestualmente la società comunica che, da venerdì pomeriggio, presso la sede societaria di Corso Garibaldi, sarà possibile ritirare i tagliandi degli abbonamenti precedentemente prenotati.

I prezzi suddetti sono da riferirsi a tutte le gare interne per la prossima stagione, salvo eccezioni durante il campionato che saranno tempestivamente comunicate. La società si riserverà due “GIORNATE ROSSOBLU’” in cui non saranno ritenuti validi abbonamenti e accrediti, fatta eccezione per quelli giornalistici e federali. Le gare interessate dalla “GIORNATA ROSSOBLU’” saranno rese note il lunedì precedente la gara in questione.

Una scuola storica, il rapporto con il territorio, un gruppo di ex allievi che vogliono lanciare  un’alleanza per Fermo, le Marche e l’Italia.

FERMO–Il Ministro della Pubblica Istruzione, Prof. Maria Chiara Carrozza, parteciperà a Fermo ad un convegno di ex allievi del glorioso Iti Montani (oltre 150 anni di storia), che si terrà venerdì 6 e sabato 7 settembre 2013. Studenti diplomatisi a Fermo, affermatisi poi nel mondo lavorativo e professionale, verranno anche da Milano, dalla Svizzera, dalla Francia, qualcuno persino da fuori Europa. Torneranno a Fermo per rendere omaggio alla loro vecchia scuola (ma anche alla città), ricordare i bei tempi giovanili, ma soprattutto per lanciare qualche proposta operativa. In tanti stanno rispondendo all’appello, per il sei e sette settembre 2013 prossimi, lanciato dall’Associazione ex Allievi dell’ITI Montani di Fermo, presieduta da Stefano Luzi.

Aver studiato all’ITI è un vanto. La scuola ha un blasone antico. Lo sviluppo del Fermano, delle Marche e di grandi aziende lombarde, piemontesi e non solo, si deve a tanti ex ragazzi dell’ITI. Il fondatore dell’Eni, il marchigiano Enrico Mattei, ne chiese 300!

L’occasione è ghiotta, per ritrovarsi, respirare l’aria di allora, e guardare… al futuro. Anzi, ancora di più al futuro. Il momento, infatti, è critico per il Paese, ma proprio per questo è tempo di innovare, progettare e stabilire nuove alleanze fra Scuola, territorio, imprese ed Istituzioni.

Tecnologia e innovazione”: recita lo slogan che caratterizza la “due giorni” fermana. “L’arte delle mani e del cervello, il ruolo del perito tecnico”: è il tema dell’incontro cui prenderà parte (venerdì sei settembre alle ore 17 all’Auditorium San Martino) lo stesso Ministro della Pubblica Istruzione Maria Chiara Carrozza. Con lei si confronteranno Roberto Benigni, presidente dell’Elettromeccanica Adriatica Spa, Giovanni Faggiolati, presidente della Faggiolati Pumps Spa, don Vinicio Albanesi, presidente della Comunità di Capodarco, Marco Coppelli, ricercatore, Pietro Berrettoni, Global Demand Manager. Non mancherà una proposta molto concreta. Paolo Appoggetti del Rotary presenterà il progetto Fenice.

Se il convegno sarà il punto nodale, la “due giorni” si caratterizzerà per una serie di iniziative originali.

L’intitolazione dello Studio al Rettore Ottorino Prosperi, della Biblioteca al Rettore Zaccaria Meo, del salotto d’ingresso al Rettore Diego Marucci, indica l’esigenza di rafforzare un legame con le radici, generazione su generazione.

Non mancherà infine la serata di Gala al Teatro dell’Aquila (venerdì sei, ore 21) preceduta dal “vecchio struscio” in Piazza del Popolo. Lo struscio – il cammino tranquillo e rilassato – era quello che compivano le migliaia di ragazzi che nel tardo pomeriggio, a fine studio, occupavano l’accogliente e protettiva Piazza del Popolo con i suoi porticati, avanti e indietro, avanti e indietro. E lì incontravano coetanei e coetanee, nonchè personaggi stravaganti, rimasti nel cuore di ognuno: Pilucco, Poliuto, la signora Brown, Vincé de piazza, ma anche oggetti come la celebre bicicletta del gelataio Dal Mas. Personaggi che saranno ricordati con gigantografie posizionate ai lati della piazza. Anche i commercianti si sono coinvolti, preparando particolari aperitivi-cena.

Una bagno” della fermanità costruita intorno all’ITI sarà riproposta, sabato sette settembre, al Museo MiTi, con stand letterari, musicali, sportivi, ecc.

Una “due giorni” che guarda anche ai giovani, e cerca di risvegliare una nuova-antica cultura del lavoro e della responsabilità. Necessità sempre più forte stante al crollo in Italia di giovani imprenditori.

In cinque anni, scriveva proprio ieri Il Sole 24 Ore, ne sono “spariti” 82mila. Una flessione in termini percentuali del 18% dal 2008 al 2013, in base alle elaborazioni del Centro studi Datagiovani “che ha conteggiato al 30 giugno scorso poco più di 380mila capitani d’azienda al di sotto dei trent’anni, 17mila in meno rispetto allo stesso periodo del 2012 (-4,2%)”.

Necessario uno scossone dunque, che verrà anche da Fermo. Ne siamoconvinti.

Fermo, 27 agosto 2013

CIVITANOVA–LA POESIA DEL MARE ANCHE DI SERA, CON UN LEGGERO SCIABORDIO DELLE ONDE A RIVA, MENTRE LA SPIAGGIA TORNA  DESERTA PER IL TRAMONTO.CARTOLINA • CIVITANOVA• MARE-FOTO©MILLEPAESI•26-8-2013-SERA-2844-LG

CIVITANOVA–Re Sole club prosegue il percorso interrotto con l’ultima edizione di “Re Sole factor”, proponendosi con il nuovo format “Re Sole’s got talent”. Si tratta in sintesi di una gara (che si terrà domenica 1RESOLE1settembre settembre 2013 presso il Lungomare Nord di Civitanova), dove una giuria specializzata darà un duplice voto: uno per la bravura canora, l’altro per la somiglianza al personaggio rappresentato.

Il vincitore, dunque, sarà colui che avrà la somma di punteggi più alta in questo duplice aspetto e avrà un premio adeguato.

Numerosi cantanti locali, dopo una lunga selezione estiva tra i vari karaoke della zona, sono stati inseriti nell’elenco dei venti partecipanti al concorso, che si sfideranno fino all’ultima nota sul palco, appositamente predisposto presso il famoso Chalet Re Sole del Lungomare Nord di Civitanova. Evento in collaborazione con Made Again. Direzione artistica: Roberto Elisei & Roberto Tiberi Production.

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
agosto: 2013
L M M G V S D
« Lug   Set »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031