You are currently browsing the daily archive for agosto 22, 2013.

CIVITANOVESE – VILLA MUSONE 1-0 (Comotto 40’ p.t.)

CIVITANOVESE: Cattafesta, Soko, Botticini, Coccia, Comotto, Morbiducci, Tarantino, Rovrena,

COMOTTO

COMOTTO

Pazzi, Boateng, Trillini; All. Osvaldo Jaconi

A disp: Bissolotti, Caporaletti, Cesaroni, D’Ancona, Diamanti, Ebekwe, Emiliozzi, Gomis, Santagata, Squarcia, Poli, Zivkov, Chiodini

VILLA MUSONE: Marchiani, Frapiccini, Ghergo, Cecchini, Guzzini, Balestrini, Borroni, Nisi, Borroni, De Martino, Agostinelli; All. Giordano Perini

A disp: Cingolani, Tonuzi, Bravi, Coppini, Pigini, Tornatola

Marcatori: Comotto (40’ p.t.)

CIVITANOVA–Una rete di Marco Comotto nel primo tempo ha deciso l’amichevole al Polisportivo contro il Villa Musone di mister Giordano Perini. Davanti ad una buona cornice di pubblico, accorso in massa per osservare da vicino il neo acquisto Cristian Pazzi, i ragazzi di mister Osvaldo Jaconi hanno chiuso con un percorso netto il ciclo di amichevoli pre-stagionali. Cinque partite, altrettante vittorie, con ventitré reti fatte e zero subite. Questo il cammino che la Civitanovese ha intrapreso prima dell’esordio ufficiale in Coppa Italia, previsto domenica contro l’Amiternina tra le mura amiche. Sotto un sole cocente, che ha reso ancora più faticosi i novanta minuti di gioco, la rete decisiva è scturita dagli sviluppi di un corner: Pazzi raccoglie palla sulla sinistra e crossa in mezzo per la testa di Comotto che, appostato in area piccola, non ha avuto difficoltà nel … trafiggere Marchiani. Gli ospiti, che schierano l’ex Alessandro Piampiani e alcuni civitanovesi doc come Coppini, Borroni e Balestrini, hanno dato battaglia fino alla fine, sfiorando in un paio di circostanze il pari, ma prima Bissolotti e poi Diamanti dicono di no. La testa, da domani, sarà già rivolta al match di Coppa contro l’Amiternina che, nel turno preliminare, ha superato per 1 a 0 il Giulianova, grazie ad una rete di Pedalino. Così come comunicato dalla società nei giorni scorsi, i prezzi dei biglietti saranno i seguenti: Tribuna Centrale Coperta 20 euro, Tribuna Laterale Coperta 15 euro, Gradinata 10 euro. Prezzo unico di cinque euro per donne, bambini dai 12 ai 16 anni e invalidi con regolare tesserino d’invalidità da mostrare all’ingresso.

Intanto, ieri pomeriggio, la formazione Juniores di mister Paolo Squadroni ha superato per quattro a due (4-2) la Pinturetta, formazione militante in Seconda Categoria. Dopo il doppi svantaggio firmato da Ruscio e Lanciotti, i rossoblu hanno ribaltato il risultato con le doppiette di Sampaolesi e Salvi. Sabato, alle ore 16 presso il comunale di Santa Maria Apparente, altra amichevole contro i padroni di casa.

 

 

 

CIVITANOVA–Entrata già in funzione, in corso d’opera, la ROTONDA CRIVELLI-2481-LGnuova rotonda in Via Silvio Pellico, all’incrocio con Via Crivelli, che conduce alla Scuola primaria di Santa Maria Apparente, al campo sportivo ed al nuovo quartiere adiacente. Tale rotonda si trova, per chi non è della zona, 100 metri prima del Bar Vecchia Campagna. Si trattato di una piacevole sorpresa per gli automobilisti, che nelle ultime settimane hanno dovuto fare – in certi casi – delle file con senso unico alternato in Via Pellico per i lavori in corso, onde posizionare sotto terra tubazioni varie lungo l’arteria. La nuova rotonda si trova, viaggiando dal centro di Civitanova verso Santa Maria Apparente, poche centinaia di metri più ad ovest della rotonda Paciotti. La nuova infrastruttura ha cominciato già a dare la sua utilità nelle prime ore di funzionalità, dopo anni che all’incrocio con Via Crivelli, specie per chi veniva dal centro e da San Marone, non riusciva  ad immettersi per il corrispondente incolonnamento di auto nelle ore di punta, ma non solo, in Via Pellico, con tutto il carico del flusso proveniente dalla Zona industriale, ma anche da Montecosaro. Se ne avvertiva la necessità, insomma, ad occhio nudo. Ora la rotonda ha preso corpo, anche perchè sono agli ultimi stadi i lavori del sottovia ferroviario, che è stato realizzato fra la Snam e la Scuola elementare di Santa Maria Apparente, che permetterà facilmente di raggiungere la zona della nuova Fiera, dietro Villa Buonaccorsi, ed il nuovo complesso commerciale, che sta prendendo forma in maniera portentosa.                                                                                                         

 Ennio Ercoli
 

La pittura di Mario Logli come teatro della città

Nelle Sale del Castellare di Palazzo Ducale e del Teatro Sanzio

URBINO–La mostra per gli 80 anni di Mario Logli (14 settembre-13 ottobre 2013), interprete ideale di Urbino vissuta nella memoria, si inserisce fra le iniziative per la candidatura di Urbino a Capitale europea della cultura per il 2019.

LOGLI • LAURANA, PACIOLI E LA PIAZZA DELLA MIA INFANZIA

LOGLI • LAURANA, PACIOLI E LA PIAZZA DELLA MIA INFANZIA

La mostra, circa settanta olii su tela, è prima di tutto un riconoscimento alla città stessa e ai suoi abitanti che, conservando gelosamente nelle proprie case le immagini che il pittore ha delineato di Urbino, lo hanno considerato come il miglior interprete del sogno della propria città. Per questo motivo la scelta dei luoghi espositivi è caduta sulle Sale del Castellare, vecchia sede della Scuola del Libro, e sul Teatro Sanzio come luogo che simbolicamente rappresenta la città: il palcoscenico / la piazza, i palchi / le case, la platea / le storie.

Il progetto espositivo mette in scena nelle Sale del Castellare alcune opere di Logli davanti ad un numero indefinito di cavalletti da pittore. Da un lato si racconta il maestro davanti ai suoi allievi, dall’altro le ombre dei cavalletti evocano la memoria della Scuola che un tempo occupava quegli stessi spazi.

Il Teatro Sanzio, di cui nel 2013 si celebrano i 160 anni dalla apertura, accoglie i dipinti di Logli costruiti come teatrini, come scenografie ingannevoli, come giochi prospettici per rappresentare l’età irripetibile dei giochi in piazza. Nei dipinti di Logli fra i luoghi più citati compare la massa compatta del teatro, impiantato originalmente su un torrione delle mura: gran parte dei dipinti sono collocati sul palcoscenico come sfondo delle storie della città, segnale del bozzetto di un nuovo fondale dipinto che nel suo realizzarsi potrà diventare un forte segno di vitalità progettuale per la città.

Nei palchi, immaginati come condominio, sono collocati alcuni dipinti, a suggerire la grand

LOGLI • PORTAMI VIA

LOGLI • PORTAMI VIA

e popolarità di Logli tra i cittadini.

Nel foyer una cassa da viaggio accoglie per tutta la stagione teatrale 2013-2014 una selezione di opere dell’artista urbinate rappresentative dei diversi periodi della sua attività.

La mostra, promossa e patrocinata dalla Cittàdi Urbino, è prodotta e realizzata dallo studiomjras di Urbino che nelle persone di Roberto Bua, Silvia Cuppini, Joan Martos firma il progetto. L’introduzione al catalogo è di Silvia Cuppini.

L’esposizione si avvale del generoso sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro e del contributo di Benelli Armi, di TVS S.p.A., dell’Hotel Excelsior di Pesaro e dell’Hotel San Domenico di Urbino.

Teatro Sanzio e Sale del Castellare Orari 10-13, 15-19

La Biografia di Mario Logli

Mario Logli nasce ad Urbino nel 1933 e si forma presso la Scuola del Libro nella sezione di Litografia diretta da Carlo Ceci. La Scuola per l’Illustrazione e Decorazione del Libro dispone di un’ampia Biblioteca e l’insegnante di Stilistica, prima Francesco Carnevali poi Carlo Ceci, avvia gli studenti a studiare letteratura teatrale e a interpretare i testi, mettendo in scena veri e propri spettacoli come programma educativo finalizzato all’illustrazione di una storia.

Un momento significativo per l’apprendistato dell’arte è la successiva frequentazione della bottega del ceramista Armando De Santi.

LOGLI • RICORDI RIMASTI IN PIAZZA

LOGLI • RICORDI RIMASTI IN PIAZZA

Nel 1955 si trasferisce a Milano, chiamato a svolgere la sua attività presso l’editore Garzanti. Nel capoluogo lombardo Logli può mettere a frutto le sue conoscenze a contatto con registi e scenografi di grande intelligenza e portare anche nella pittura l’impianto teatrale come segno della memoria dei luoghi, di Urbino e delle città delle Marche, poste in collina come Recanati o lambite dal mare come Senigallia, visibili depositi di storia.

Dal 1964 al 2002 è responsabile del settore illustrativo dell’Istituto Geografico De Agostini. Contemporaneamente collabora con Ezio Frigerio, disegnando costumi teatrali per il Piccolo all’epoca guidato da Strehler. Il primo riconoscimento come pittore avviene nel 1970 alla Galleria Libreria di Porta Romana dove espone No-Man-Land, presentato da Marco Valsecchi. L’inquietante tema dell’inquinamento della terra da parte dell’uomo viene approfondito nel 1975 con Gli Invasori.

Ogni mostra raccoglie intorno a un tema una serie di opere, così nel 1980 nascono Le Isole volanti e nel 1982 Dopo i Trionfi, per i quali Paolo Volponi fra l’altro scrive: “Ossessivamente urbinate è il suo gruppo di opere, e non solo e nemmeno tanto per i soggetti ma proprio per l’essenza, per l’interna qualità che si riconosce in ogni singolo dipinto come opera d’arte del clima versato e irresistibile di Urbino: dimensione, flusso, quieta catastrofe. E anche perché contiene ancora dentro di sé, dopo trent’anni di esercizio del pittore, ingredienti, fermenti, ricette, manipolazioni tipici della gloriosa Scuola del Libro, già nei locali bassi del Palazzo Ducale: tutti i suoi pregi di applicazione, ricerca, controllo, materia, mano, e anche i suoi piccoli difetti di insistenza, minuziosità.

Nello stesso anno, sullo stesso soggetto, interviene Carlo Bo: “Com’è Urbino nella memoria? Logli da anni ce ne dà una risposta soddisfacente, al punto di non temere smentite. Più che ai luoghi si riferisce alle idee, immagini interiori del cuore, e su questa strada finisce per toccare il punto vero della questione: ricreare, passare al filtro dell’intelligenza due o tre categorie essenziali o che per lui sono essenziali.

Del 1984 è il Teatro delle memorie e del 1987 Archeologie del futuro presentata da Enrico Baj.

Nell’introduzione di Raffaele De Grada a Geometrie lunari dell’87 si legge: “Si sente che Logli è nato ad Urbino, che il suo modo di impostare il quadro risente di lontane e sobrie visioni spaziali per le quali è possibile anche invocare le grandi ombre dei maestri del passato nel senso di una disposizione mentale.

Grazie alla mostra Finestre dell’anima, organizzata a Recanati nell’88 in occasione delle celebrazioni leopardiane, Logli può essere presente nei principali musei di tutto il mondo.

Seguono nel 1992 Nature silenti e nel 1996 Architetture dell’anima con la presentazione di Rossana Bossaglia.

Dal 1997 al 2008 si susseguono rassegne come Città in fuga, Città del sogno, realizzata a Urbino e a San Marino, Tra terra e cielo, Il sogno dei Duchi, I luoghi del ritorno a Recanati per Beniamino Gigli. Nel 2010 a Senigallia espone Lieti colli e spaziosi campi, dedicata all’amico Giacomelli e per la quale Carlo Emanuele Bugatti scrive:”Logli è entrato nella storia dell’arte italiana un po’ da cantore e un po’ da profeta. Ci resterà perché le sue opere figureranno bene in qualsiasi museo d’arte moderna, a rappresentare angosce e splendori di fine millennio. Sempre che i musei non fuggano via nello spazio, con le loro città.”

È stato segnalato nel 1973 e ’74 nei cataloghi Bolaffi. È stato prescelto da una giuria di critici europei tra i cinque migliori artisti italiani del momento. Come invitato partecipa al Festival dei Due Mondi a Spoleto e all’Arte Europea in Giappone presso il Museo Laforet di Tokyo. Fra i moltissimi riconoscimenti vanno menzionati L’Ambrogino d’oro di Milano, il Premio Lombardia e quello per l’Arte Fantastica di Stoccarda.

Sagra de li calamà 24 e 25 agosto 2013-LG

L’estate giorno per giorno/Gli appuntamenti di giovedì 22 agosto

Giochi e fitness in spiaggia, shopping serale, artigianato e la rassegna “Tre gamme di rosa”

PESARO–Giovedi 22 agosto, al mattino, Pesaro Village, per chi è in spiaggia offre, dalle 9.30 ginnastica per tutti e dalle 10.30 miniclub per i più piccoli. Nel pomeriggio, dalle 17.30 in poi, tornei sportivi e di carte sempre sotto l’ombrellone.

La sera offre diversi e interessanti appuntamenti culturali-sportivi, musicali e shopping.

 Alle 21.30, nel cortile della caccia del palazzo della Prefettura: “Tre gamme di rosa e Maglia rosa” dove Ilaria Canalini insieme ad Enzo Vecchiarelli daranno vita ad una commedia dello sport.

In via Pedrotti invece si svolgerà il mercatino dell’artigianato ( dalle 18 alle 24) e tutti i negozi del centro esporranno le proprie bancarelle per lo shopping serale nell’ambito dell’iniziativa “Sotto le stelle, negozi in strada” ideata dai commercianti del centro storico in collaborazione con il Comune di Pesaro.

Magica è la notte per gli amanti della musica. Dei Pink Floyd per l’esattezza. Alle 21, in Piazzale della Libertà concerto degli Handlesoflove & New Soul

A 40 anni dalla pubblicazione dello storico album “The dark side of the moon”, gli Handlesoflove insieme al duo acustico New Soul ripercorrono le tappe fondamentali di una delle band più straordinarie della storia del rock, i Pink Floyd, in un percorso musicale che va dalle prime registrazioni all’ultima pubblicazione, The Division Bell, passando attraverso album indimenticabili come “Wish you were here” e “The Wall”.

Gli Handlesoflove sono costituiti da 5 elementi e negli ultimi anni si sono concentrati proprio nella riproduzione della musica dei Pink Floyd diventando una delle cover band piu apprezzate e acclamate della regione. Accanto, i New Soul (Zeinab M’Barek voce e Manuel Casisa voce, chitarra acustica e tastiere) duo diovanissimo che spazia dal rock al pop e al beat in chiave rigorosamente acustica.

L’estate giorno per giorno, il programma di animazione promosso dall’Assessorato allo sviluppo economico, turismo, sport e gioco e coordinamento grandi eventi del Comune di Pesaro è concertato con Apahotels, capofila di tutte le associazioni di categoria che rappresentano gli operatori turistici delle zone mare e Baia Flaminia, con la sponsorizzazione di Banca di Pesaro.

ANCONA–Un terremoto di magnitudo ML 4.4 è avvenuto alle ore 0 8:44:50 INGV-22agoitaliane del 22 agosto 2013 ed è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV in Adriatico centro-settentrionale, a circa 15 Km ad est della costa marchigiana, tra le province di Ancona e Macerata. L’evento di questa mattina è avvenuto nella stessa area dove dal 21 luglio si sta verificando una sequenza sismica iniziata con un evento di magnitudo ML 4.9 il 21 luglio alle ore 03:32. Questo il comunicato in rete dell’INGV. Nella cartina Ingv la localizzazione dell’evento  (quadrato in rosso) di questa mattina alle 08:44 italiane. In arancione la sequenza iniziata il 21 luglio in Adriatico centro-settentrionale.

Gara valida per il ranking della squadra Nazionale Italiana Giovanile

CIVITANOVA–Luigi Recchia del Karate-kai Civitanova Marche prenLuigi_Recchia_ASD_KRT_KAI_Civitanova_Mderà parte al 28° Internazionale Open di Lignano, in programma nei giorni 24, 25 agosto 2013 presso il Palazzetto dello Sport Villaggio GE.Tur. viale Centrale, 29 di Lignano (UD). Luigi gareggerà nel kata individuale JU e SE accompagnato dal collaboratore Tommaso Recchia. Presidente del Karate Kai Civitanova come è noto è Umberto Tocchetto.

 EMMA-AN-2420-LG

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
agosto: 2013
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031