FERMO–Domani sera, domenica 4 agosto 2013, le dieci Contrade della Cavalcata dell’Assunta

GIURAMENTO DEI PRIORI

FERMO • GIURAMENTO DEI PRIORI

conosceranno l’oggetto del loro desiderio: a partire dalle 20 si terrà la cerimonia dell’arrivo e presentazione del Palio, il drappo che verrà conteso nella corsa di ferragosto. A ricevere il Palio saranno le Contrade Campolege e Campiglione, che prenderanno in consegna il drappo a Porta San Giuliano, dove sarà ricostruito un vero e proprio borgo medioevale. Animazioni, racconti, giocolieri, danzatrici, antichi arti e mestieri allieteranno la serata, grazie alla collaborazione delle compagnie teatrali amatoriali Il Tiaffe, Gruppo dell’Arco Fermano, Amici del Teatro Fermano e Gruppo Teatrale Palmense.

Come da tradizione, sarà la delegazione della rievocazione storica di Monterubbiano “Armata di Pentecoste-Sciò la Pica” a portare il Palio in città. Un’usanza che nasce da uno dei più antichi documenti inerente la Cavalcata e il Palio dell’Assunta, risalente al 1182: in quell’anno furono firmati dei patti di pace in cui i tre castelli di Monterubbiano, Montotto e Cuccure promettevano “di portare ogni anno a Fermo, in occasione della Festa di Santa Maria di Mezz’Agosto, unum pallium bellum et bonum”. L’arrivo del Palio sarà annunciato, nel pomeriggio, con la lettura del bando in Piazza del Popolo in occasione della fiera di Santa Maria.

FERMO • INVESTITURA DEI PRIORI

FERMO • INVESTITURA DEI PRIORI

A realizzare il drappo è stata l’artista fermano-libanese Vivianne Bou Kheir, di cui è stata allestita una mostra personale nell’Oratorio della Chiesa di San Domenico, aperta al pubblico fino al 18 agosto. Proseguono dunque le manifestazioni della 32a edizione della rievocazione storica fermana, che ieri sera ha vissuto un dei momenti più suggestivi: l’investitura e il giuramento dei Priori delle Contrade.

Come da antico protocollo, gli armigeri del Comune hanno portato la cassa in legno dalla quale il Capitano d’Armi ha estratto i bossoli contenti i nomi dei dieci Priori, a cui in passato spettava il compito di governare la città. Tra le grida di esultanza del popolo in festa sono stati confermati Diego Zappalà (Campolege), Renzo Properzi (Molini Girola), Matteo Carboni (San Bartolomeo), Marcella Simoni (Campolege), Paolo Gobbi (Capodarco), Renzo Luciani (Castello), Lorenzo Giacobbi (Fiorenza), Luigino Pistolesi (Pila), Sergio Budel (San Martino) e Massimo Tramannoni (Torre di Palme). Tutti hanno ricevuto cappa e medaglione, simboli della dignità priorale, dalle mani del Podestà, impersonato dall’assessore alla cultura Francesco Trasatti. Dopo la nomina i dieci Priori si sono riuniti al centro dello spazio scenico per il giuramento di fedeltà e devozione alla Città e alla sua Protettrice, letto

IL PRIORE DI CAMPOLEGE DIEGO ZAPPALA' LEGGE IL GIURAMENTO

IL PRIORE DI CAMPOLEGE DIEGO ZAPPALA’ LEGGE IL GIURAMENTO

da Diego Zappalà, Priore di Campolege (Contrada vincitrice della scorsa edizione del Palio), per ricevere poi la benedizione da Don Osvaldo Riccobelli.

La suggestiva cerimonia è stata preceduta dall’investitura dei Gonfalonieri delle Contrade, figura molto importante nell’ordinamento comunale del tempo, a cui spettava il compito di mantenere sempre esposto fuori dalla propria abitazione il vessillo di Contrada e di richiamare i cittadini alle armi in caso di necessità. A ricevere i dieci gonfaloni, consegnati dal Podestà, sono stati Lorenzo Petruzzi (Campolege), Enrico Ribichini (Campiglione), Roberto Ciccalè (Torre di Palme), Massimo Temperini (Castello), Mattia Francia (San Martino), Alex Terriaca (Molini Girola), Beniamino Montanini (San Bartolomeo), Francesco Balestrini (Pila), Marco Raccichini (Fiorenza) e Maurizio Testatonda (Capodarco). La serata si è conclusa c

FERMO  • INVESTITURA GONFALONIERE CASTELLO

FERMO • INVESTITURA GONFALONIERE CASTELLO

on lo spettacolo medievale dei “Giullari del Diavolo”.