“Un bajocco al paniere” narrazione teatrale tra storia e paesaggio

L’associazione R&V territorio di Capodarco, con il patrocinio del Comune di Fermo e la collaborazione del CSV Marche presenta una serata di testimonianze, letture e immagini dedicate all’imponente bonifica delle marine ad opera del Conte Luigi Salvadori nell’ ’800 

 

FERMO – Conoscere e riscoprire il territorio, a partire da uno spaccato di storia che tanto ha influito sulla vita sociale, l’economia e il paesaggio del fermano. Sarà dedicata all’opera di bonifica delle marine condotta a metà dell’800 dal Conte Luigi Salvadori, la narrazione teatrale intitolata “Un bajocco al paniere” in programma sabato 27 luglio alle ore 21 all’Abbazia di S. Marco alle Paludi di Fermo, promossa dall’associazione di volontariato R&V Territorio, con il patrocinio del Comune di Fermo e la collaborazione del CSV Marche (ingresso libero).

            Con interventi di Clara Muzzarelli Formentini, pronipote di Luigi Salvadori e di Stefania Cippitelli, voce recitante, si ricostruirà un pezzo di storia che ha cambiato per sempre la vita del territorio, grazie soprattutto all’impegno di un uomo, Luigi Salvadori, che si prodigò in un’imponente opera di bonifica del litorale, dal fiume Tenna al torrente San Biagio, bonificando ben 12 km di costa. Proiezioni di immagini, letture e citazioni restituiranno il valore e la grandezza di quest’opera che rese fertili e coltivabili lembi marittimi che agli inizi dell’Ottocento si mostravano sterili e desolati. L’intervento di bonifica fu attuato anche attraverso la cosiddetta sistemazione per colmata, ovvero il riempimento dei fossi e delle lagune dei relitti marittimi.

Il titolo della serata, “Un bajocco al paniere”, fa proprio riferimento al compenso elargito per ogni cesto di terra trasportata dalle maestranze, che parteciparono ai lavori di bonifica.  

Annunci