You are currently browsing the daily archive for luglio 18, 2013.

OFFAGNA-9546

Annunci

CEVOLI-MUSICA MAESTRO!-9545LG

CIVITANOVA–Metti una sera di plenilunio, a ridosso del mare, accanto a un edificio di Adalberto Libera, una naveValeria Paniccia, autrice di PASSEGGIATE NEI PRATI DELL'ETERNITA' che ospita la Biblioteca comunale Silvio Zavatti, accanto a una pineta. Sarà presentato qui, lunedì 22 luglio alle ore 21,45, il nuovo libro di Valeria Paniccia, civitanovese doc, residente a Roma. Si intitola Passeggiate nei prati dell’eternità (Mursia Editore) ed è il frutto della sua ricerca ormai decennale, iniziata con la serie tv, Extraterreni, per la Rai, in giro per i cimiteri monumentali, in compagnia di Cacciari, Albertazzi, Avati, Hack, Aulenti, Saramago, Servillo, Muccino, Sartori, Volcic, Chiambretti ed altri, alla ricerca di grandi sepolti.

Poi è approdata al teatro con un testo sulla meraviglia dell’arte e della memoria nei cimiteri monumentali di tutto il mondo e alla Biennale di Venezia con l’installazione Erotico Abbandono, lenzuola vissute su cui Valeria ha impresso statue erotico-funerarie, ragazze bellissime e ignude a indicare, secondo gli scultori dell’epoca, una visione inaspettata e pacificata del trapasso. 

A dialogare con l’autrice il filosofo Cesare Catà. Le letture del libro invece sono affidate a Rosetta Martellini. Nella pineta una nuova e sorprendente installazione: piccole immagini sepolcrali dentro cui il visitatore potrà immergersi. Dopo Civitanova Marche Prati dell’eternità, il titolo della mostra, sarà  per una settimana, da sabato 27 luglio, nel chiostro Sant’Agostino, ad Ascoli Piceno.

Il libro, uscito da poche settimane, ha guadagnato la stima di testate giornalistiche come il Corriere della Sera (Sette, “Un libro simpatico, allegro, come una chiacchierata tra amici”), Il Sole 24 ore (più che una guida si tratta del piacevole e istruttivo zigzagare per camposanti e lapidi, dall’Italia alla Russia agli Stati Uniti, in compagnia di eccezionali Vigili”) e Avvenire (“un libro che ha il merito di cancellare in un colpo solo almeno un paio di luoghi comuni. Il primo di ordine linguistico, ha a che vedere con la presunta inconciliabilità fra televisione e scrittura…il secondo e decisivo pregiudizio da sfatare riguarda appunto la monotonia dei cimiteri. Che, al contrario, si rivelano luoghi imprevedibili e vitali, abitati dalla tenacia della memoria, dalle analogie su cui si fonda la storia, e, in definitiva, dalla speranza che dà ragione di ogni esistenza”).

CIVITANOVALa Civitanovese ha ufficializzato oggi 18 luglio 2013 l’acquisto del giovane portiere Pierpaolo BoccaneraBoccanera. Nato il 29-05-1996 a Civitanova Marche, nell’ultima stagione ha vestito la casacca neroazzurra degli Allievi Nazionali dell’Atalanta. Prima dell’esperienza bergamasca, Boccanera ha difeso i colori di Portorecanati e Porto Potenza nel settore giovanile. “E’ la prima volta che vesto la maglia della squadra della mia città – esordisce Pierpaolo Boccanera – per cui sono ovviamente molto contento della possibilità concessami dalla società. Dipenderà tutto da me, spero di fare bene con la Civitanovese”. Boccanera affiancherà l’esperto Mauro Chiodini, che ricoprirà anche il ruolo di preparatore dei portieri.

Il Presidente della Regione Spacca e l’assessore Giorgi sull’Aeroporto delle Marche

ANCONA–Il Gruppo argentino Hope Funds, con lettera pervenuta l’11 luglio scorso, ha confermato il proprio interesse, già manifestato alla fine dello scorso anno, all’ingresso nella società Aerdorica spa. “Un segnale significativo – dice il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca – frutto dell’intensa opera di relazioni internazionali avviata dalla Regione. Si conferma dunque l’attenzione degli investitori argentini per l’Aeroporto delle Marche, dopo che il Gruppo Corporacion America dell’imprenditore Eduardo Eurnekian, che pure aveva espresso una manifestazione di interesse, ha rinunciato all’investimento. Una rinuncia determinata dalla dura recessione che ha colpito l’Europa e il nostro Paese che ha ostacolato gli investimenti e la strategia di espansione del suo Gruppo nel Continente e in Italia. Resta la conferma dell’interesse a investire in Aerdorica da parte di Hope Funds, società argentina con cui l’imprenditore Eurnekian ha comunque relazioni, segno dell’attenzione internazionale che l’Aeroporto delle Marche continua a suscitare”.

“La recessione durissima che ha colpito il vecchio continente – dice l’assessore alle Infrastrutture Paola Giorgi – sta allontanando tutti gli investimenti non dalle Marche, come sostiene qualcuno, ma dall’Italia e dall’Europa. E il rischio è che, se non si cambia passo a livello di sistema-Paese, anche coloro – cinesi, russi, israeliani, mediorientali – che grazie alla politica lungimirante della Regione hanno investito nelle Marche di recente possano fuggire. Chi oggi parla di passaggi lenti o lentissimi per giungere alle strategie attuali, sembra davvero fuori dal tempo e scarsamente informato. È grazie alla strategia di investimento e qualificazione che la Regione ha realizzato che l’Aeroporto delle Marche ha conseguito risultati fondamentali per consolidare la sue prospettive future: è stato inserito tra gli scali in Italia di rilevanza nazionale ed ha ottenuto la formale e definitiva concessione per 35 anni, garanzie fondamentali per poter programmare con certezza il proprio sviluppo”.

AN-18-07-2013 Celebrazione Anniversario Liberazione cerimonia a Porta Santo StefanoANCONA–In questo momento di particolari difficoltà economiche,AN-18-07-2013  Celebrazione Anniversario Liberazione- corone al pincio occorre salvaguardare i valori fondanti della democrazia, per cui in molti hanno dato la vita, rinsaldare il nostro impegno per costruire un futuro di pace, pari opportunità e benessere e soprattutto che offra lavoro. Presupporti imprescindibili per garantire la dignità della persona e la libertà. Altrimenti abbassare la guardia, non prestare attenzione a quanto accade, permetterà a nuovi fascismi, a nuovi estremismi di trovare spazio e far breccia nella disperazione di chi si sente solo e dimenticato nelle difficoltà”.AN-18-07-2013 Celebrazione Anniversario Liberazione

Con queste parole è intervenuta questa mattina (18 luglio 2013) il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli che ha presieduto le celebrazioni per il 69° anniversario della liberazione della città da parte del II° Corpo d’Armata Polacco e del Corpo di liberazione partigiano. Nel suo discorso il primo cittadino ha anche ricordato la vicinanza e la collaborazione che da sempre legano il capoluogo dorico alla Polonia, per la quale erano presenti Jadwiga Pietrasik, capo dell’ufficio consolare e consigliere d’ambasciata della Repubblica di Polonia in Roma e il colonnello Andrzej Sarna, addetto alla Difesa dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia in Roma, oltre alle locali autorità civili e militari con la presenza del Prefetto Alfonso Pironti.AN-18-07-2013 Celebrazione Anniversario Liberazione 047

Dopo la deposizione delle corone di alloro a Porta Santo Stefano, gli interventi di rito. Oltre al sindaco hanno preso la parola Jadwiga Pietrasik, per la delegazione polacca e Claudio Maderloni presidente dell’ANPI Marche. Infine corone d’alloro sono state deposte al Monumento della Resistenza, al Pincio.

Programma operativo regionale del Fesr, la Regione ha avviato le consultazioni con il territorio marchigiano

Paola Giorgi: “Una grande partecipazione per condividere un percorso comune”

ANCONA–“Costruire un Programma operativo regionale (Por) ispirato alla crescita e all’innovazione, capace di riconfermare gli ottimi risultati raggiunti negli ultimi anni che hanno portato l’Unione europea a riconoscere le Marche come  regione imprenditoriale 2014”. Lo ha sollecitato il Presidente della Regione, Gian Mario Spacca, in occasione dell’avvio delle consultazioni con il territorio per predisporre il Por, in vista della programmazione del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020. Presso il Polo universitario di Monte Dago di Ancona, un’ampia rappresentanza di enti locali, associazioni sociali, produttive ed economiche, ha partecipato all’evento promosso dalla Regione e coordinato dall’assessore alle Politiche Comunitarie, Paola Giorgi.

“Il fatto di essere tra le primissime regioni italiane per impegno e spesa delle risorse europee – ha detto Spacca – ci consente di presentare le nostre carte per ottenere, nella prossima programmazione, un ammontare che stimiamo possa collocarsi attorno al miliardo di euro. L’appuntamento di oggi non deve essere vissuto solo come spasmodica ricerca di nuove risorse, in un momento di grande difficoltà per le finanze regionali e nazionali, ma come occasione per qualificare ulteriormente la nostra capacità di programmazione e di progettazione”.

Due le raccomandazioni del presidente: costruire progetti che valorizzino l’attività di ricerca e innovazione e trasferimento tecnologico (“Dove purtroppo siamo indietro come regione e come Italia rispetto alla media europea”); concentrarli nell’ambito della strategia della Macroregione Adriatico Ionica “che sarà la principale strategia che l’Europa perseguirà nei prossimi sette anni”. Spacca ha sottolineato la necessità di recuperare competitività investendo maggiori risorse nei processi di innovazione, dove è investito una media dello 0,7% del Pil (0,4% di parte pubblica e 0,3% privata) contro un indicatore della Ue fissato al 3%.

“Questo significa che tutta la comunità regionale, parte pubblica e privata, deve impegnarsi maggiormente e costruire una strategia più forte rispetto al passato. Dobbiamo recuperare i ritardi degli anni scorsi, se vogliamo ritrovare competitività: una scelta essenziale per la regione più manifatturiera d’Italia”.

Sul fronte della macroregione, Spacca ha ricordato che nel 2014 l’Italia avrà la presidenza di turno della Ue. “Sarà un’occasione straordinaria poter gestire la presidenza proprio nella fase in cui saranno definiti i programmi strutturali della Ue”. “Nei prossimi tre anni, le Marche subiranno ulteriori tagli nazionali per 1,3 miliardi di euro – ha concluso il presidente – Dovremo compensare questa difficoltà del nostro Stato centrale con altre modalità: sicuramente quella che ci viene offerta dalla Ue è la migliore in nostro possesso”. “Parte oggi il confronto con il partenariato per definire le linee guida della prossima programmazione dei fondi Ue 2014-2020 – ha rimarcato l’assessore Giorgi – Iniziamo una fase di concertazione con il territorio per arrivare a un percorso comune che non può esulare da quelle che sono le linee programmatiche del governo regionale: politiche di sviluppo del lavoro, ma soprattutto sviluppo della ricerca, della nuova programmazione, dell’infrastrutturazione, per la sostenibilità ambientale, per la valorizzazione del paesaggio e la crescita culturale. È un percorso che avviamo partendo dal dato che ci pone come una delle regioni più virtuose per l’utilizzo dei fondi strutturali Ue. Ma questo non basta, perché dobbiamo implementare il nostro lavoro per accedere alle risorse europee, proprio perché questi finanziamenti sono diventati fondamentali per proseguire nel governo del territorio, visto la grande carenza e il taglio delle risorse da parte del governo nazionale”.

PESARO–Quest’anno la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Pesaro, nelPESARO-GUARDIA COSTIERA-FOTO periodo compreso tra il 15 luglio ed il 18 agosto, al fine di meglio corrispondere alle esigenze dell’utenza in un periodo dell’anno particolarmente intenso caratterizzato da una richiesta di servizi sempre crescenti cui garantire adeguate risposte, aprirà i propri uffici al pubblico tutti i giorni feriali dalle ore 08.00 alle 20.00 e nei giorni di sabato e domenica dalle ore 09.00 alle ore 18.00.

Questi ulteriori servizi, che si aggiungono alle attività dell’operazione complessa di polizia marittima denominata “Mare Sicuro” che, anche quest’anno, vede impiegati uomini e mezzi della Guardia Costiera sul litorale per la tutela e salvaguardia della vita umana e il rispetto dell’ambiente marino, sono rivolti a favore di tutta l’utenza che trascorre il proprio tempo libero lungo le nostre coste. Qualunque emergenza potrà essere segnalata al 1530.

PESARO–Nella mattinata odierna la Capitaneria di Porto di Pesaro ha effettuato,PESARO-BATTELLO-DSC_0109 con la collaborazione fornita dal locale Servizio Comunale di Protezione Civile e dall’Associazione Sportiva e di Volontariato Sub-Tridente “S. Ceccarini”, un’operazione di individuazione e successivo recupero di diversi pezzi di rete da pesca incastrati tra le scogliere in prossimità degli stabilimenti balneari siti lungo il litorale di Pesaro, in corrispondenza di Viale Trieste.

La segnalazione della presenza di tale pericolo era pervenuta alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Pesaro dai concessionari di stabilimenti balneari, allertati a loro volta dai bagnanti nel pomeriggio di ieri, quando non è stato possibile operare in piena sicurezza per gli operatori subacquei a causa delle avverse condizioni meteo marine. 

L’intervento, effettuato con un battello della Guardia Costiera, un battello del Servizio Comunale di Protezione Civile e un battello della Sub-Tridente e relativo personale subacqueo, sotto il coordinamento della Guardia Costiera di Pesaro, ha permesso il recupero di circa 100 metri di rete da pesca professionale, proveniente probabilmente dagli impianti ittici ed avvicinatesi alla costa a causa delle ultime mareggiate occorse.

La presenza di reti non segnalate in mare costituisce un serio rischio per l’incolumità pubblica poiché ignari bagnanti potrebbero immergersi con il rischio di rimanere intrappolati tra le maglie delle reti, per cui si invitano tutti i cittadini a segnalare prontamente ogni pericolo in mare e sulla spiaggia all’Autorità Marittima tramite il Numero Blu 1530 della Guardia Costiera, raggiungibile sia da telefono fisso che da cellulare.

 

 

 

 

 

SAN SEVERINO MARCHE–Grande partecipazione, con presenzeEmmanuel-INTERA- anche di turisti stranieri, al “Tour Arte in Blues”, passeggiata fra i tesori dell’arte e i sapori del territorio proposta dal Comune di San Severino Marche in occasione della seconda data del San Severino Blues festival che ha visto esibirsi, nella suggestiva cornice del Castello di Serralta, uno straordinario Roland Tchakounté. L’iniziativa si è aperta con la visita al Santuario di Santa Maria del Glorioso, per proseguire poi con la visita in vigna e una degustazione alla Fattoria Colmone della Marca. Infine tappa al Castello di Aliforni e alla chiesa di Santa Maria Annunziata, dove sono custodite opere di Filippo Bigioli e Lorenzo Salimbeni, prima di terminare con lo spettacolo di Tchakounté, la voce dell’Africa, il bluesman del Camerun. Nella Fattoria Colmone della Marca, dove si gode di uno dei panorami più belli della intera regione, grande ospitalità è stata offerta dalla famiglia Meschini. Oltre all’ottimo vino i partecipanti all’iniziativa hanno potuto degustare anche i salumi offerti dalla macelleria Carni Sant’Elena. Suggestiva e piena di fascino la coreografica piazzetta di Serralta, restituita dopo lavori di restauro alla sua bellezza naturale.

Abbinare le eccellenze settempedane, il blues e i vini doc – sottolinea l’assessore comunale al Turismo, Simona Gregori – credo sia stata proprio una mossa vincente per valorizzare la cultura ed il turismo locali. Abbiamo avuto una straordinaria risposta da parte del pubblico, con tante presenze anche negli agriturismi e nei luoghi di accoglienza, nonostante la pioggia e l’incertezza delle previsioni meteo che hanno ampiamente complicato gli eventi”.

Il successo della serata ha replicato, di fatto, il successo dell’apertura della ventiduesima edizione del San Severino Blues festival che, nonostante un vero e proprio diluvio, non ha fermato il pubblico, arrivato da mezza Italia, per assistere alla performance del chitarristista acustico australiano Tommy Emmanuel. La serata, spostata all’ultimo minuto all’interno del Teatro Feronia dopo che un violento temporale ha reso impraticabile platea, palco e servizi allestito in Piazza Del Popolo, è stata straordinaria. Il teatro, ovviamente, è risultato esaurito in tutti i posti di ogni ordine ed ha acclamato Tommy Emmanuel (nella foto) per il generoso concerto di due ore, durante il quale il maestro ha ancora una volta incantato tutti per la sua magia e maestria sulla sei corde. Generosità culminata con l’interminabile fila di autografi concessa alla fine, perfino sulle chitarre che alcuni ragazzi si erano portati da casa.

L’ultima tappa settempedana con il San Severino Blues Festival sarà il 27 luglio, in Piazza Del Popolo, con Vasti Jackson, uno dei più importanti performer, autore e produttore di New Orleans, più volte nominato ai Grammy Award.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
Annunci