CIVITANOVA–Nella mattinata odierna (17-7-2013), alle prime luci dell’alba, nel corso di un servizio di polizia marittima effettuato nelle acque di giurisdizione del circondario marittimo di Civitanova Marche, personale militare dell’Ufficio circondariale marittimo Guardia costiera di Civitanova Marche ha accertato la presenza sottocosta di due unità di tipo “vongolara” in attività di pesca sotto costa ed in zona non consentita.

Ai due comandanti delle rispettive unità da pesca è stato contestato l’illecito amministrativo per violazione del Regolamento comunitario n°1967/2006, che impone alle unità intente alla pesca delle vongole, l’osservanza della distanza dalla costa superiore alle 0,3 miglia nautiche. Nel corso del medesimo intervento sono state, inoltre, sottoposte a sequestro amministrativo le draghe idrauliche con le quali le unità hanno commesso tale illecito amministrativo.

L’ammontare della sanzione pecuniaria inflitta è pari ad €.4.000,00 per ciascuna unità da pesca e con l’entrata in vigore della licenza da pesca a punti, ai comandanti, autori dell’illecito, nonché ai titolare della licenza da pesca, sono stati applicati sei punti ciascuno.

“L’Ufficio circondariale marittimo – Guardia costiera di Civitanova Marche – si afferma in una nota – continuerà a potenziare nei prossimi giorni le attività di vigilanza in mare, al fine di scongiurare il ripetersi di tali comportamenti illeciti”.

 

 

Annunci