You are currently browsing the daily archive for luglio 17, 2013.

AL VIA LA BIGAM, BIENNALE GIOVANI ARTISTI MARCHIGIANI – EDIZIONE 2013 – INIZIATIVA IDEATA DAL COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE CON LA DIREZIONE ARTISTICA DI MANUELA CEROLINI.

Diverse sono le novità che caratterizzano l’edizione 2013 della BiGAM, la Biennale dei giovani artisti marchigiani ideata dal Comune di Civitanova Marche con la direzione artistica di Manuela Cerolini, con lo scopo di promuovere giovani talenti sulla scena dell’arte contemporanea offrendo un sostegno organizzativo e gli strumenti per proseguire nel cammino professionale. Prime fra tutte la location e la nuova sezione rivolta alla scultura: i finalisti esporranno le opere nello Spazio Multimediale San Francesco di Civitanova Marche Alta dal 21/12 al 6 /01/ 2014 e potranno partecipare alla biennale non solo pittori ed incisori, ma anche scultori.

La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti i giovani artisti tra i 18 e i 35 anni che studiano, risiedono o sono nati nelle Marche. Tra quanti invieranno la domanda, saranno selezionati trenta finalisti ed assegnati tre Premi istituzionali (1° premio Pittura, Scultura ed Incisione) da una Giuria composta dal critico d’arte e artista Claudio Nalli, dall’editorialista d’arte Alessandro Piras, dal gallerista Gino Monti e dagli artisti Agostino Cartuccia, Manuela Cerolini e Franco Morresi. L’Amministrazione comunale offrirà, ai tre vincitori dei premi istituzionali, la possibilità di allestire, ognuno, una mostra personale nella Galleria d’arte contemporanea Vincenzo Foresi. La stampa del catalogo e l’allestimento delle tre mostre saranno a carico del Comune. Assegnati, invece, dagli enti e dalle associazioni i premi speciali: la nuova edizione della biGAM porta ancora il contributo dell’associazione culturale La Luna con la pubblicazione nei quaderni trimestrali, curati da Eugenio de Signoribus con Sandro Pazzi, Alfredo Bartolomeoli e Athos Sanchini, di una stampa originale d’arte dell’artista scelto tra gli incisori partecipanti; la Pinacoteca Marco Moretti di Civitanova Marche assegnerà il Premio speciale Arnoldo Ciarrocchi con l’opportunità di realizzare una performance e mostra personale nel laboratorio calcografico di Civitanova Alta; il comitato organizzatore del Premio G.B.Salvi selezionerà un artista che parteciperà all’edizione 2014 della Rassegna Internazionale d’Arte di Sassoferrato; in ultimo, ed è la novità rispetto allo scorso anno, parteciperà ad una mostra collettiva a Venezia, l’artista individuato dall’Associazione Culturale Concilio Europeo dell’arte.

I premi istituzionali e quelli speciali – ha detto Cerolini – arricchiscono e danno un valore altamente promozionale all’iniziativa, rafforzando quella collaborazione di intenti necessaria a far decollare una qualsivoglia manifestazione artistica e ad offrire un trampolino di lancio per tutti quei giovani talenti che nelle Marche hanno dato origine, alimentano e promuovono la propria ricerca artistica. Ad avvalorare ciò basti ricordare che i vincitori della biGAM 2011 hanno ottenuto poi importanti riconoscimenti nazionali: Elena Giustozzi, vincitrice del 1° premio Pittura ha ottenuto nel 2012 un riconoscimento al Premio Arte Laguna di Venezia e al Premio Combact di Livorno, Irene Podgornik, 1° premio Incisione, ha vinto il Premio Nazionale della Arti per la sezione Grafica nel 2012, segno che la giuria ha saputo identificare, già fin dal primo riconoscimento alla biGAM 2011, il loro talento e le qualità artistiche.

L’iniziativa ha ricevuto un importante riconoscimento con la medaglia del Presidente del Senato della Repubblica e la sponsorizzazione delle Grafiche Fioroni di Casette d’Ete, azienda da sempre legata al mondo dell’arte marchigiana e raccoglie ogni anno sempre più consensi da parte di Enti ed Associazioni”.

Il bando si può scaricare dal sito del comune e la domanda di partecipazione scade il 26 /10/2013. 

Annunci

CIVITANOVA–Nella mattinata odierna (17-7-2013), alle prime luci dell’alba, nel corso di un servizio di polizia marittima effettuato nelle acque di giurisdizione del circondario marittimo di Civitanova Marche, personale militare dell’Ufficio circondariale marittimo Guardia costiera di Civitanova Marche ha accertato la presenza sottocosta di due unità di tipo “vongolara” in attività di pesca sotto costa ed in zona non consentita.

Ai due comandanti delle rispettive unità da pesca è stato contestato l’illecito amministrativo per violazione del Regolamento comunitario n°1967/2006, che impone alle unità intente alla pesca delle vongole, l’osservanza della distanza dalla costa superiore alle 0,3 miglia nautiche. Nel corso del medesimo intervento sono state, inoltre, sottoposte a sequestro amministrativo le draghe idrauliche con le quali le unità hanno commesso tale illecito amministrativo.

L’ammontare della sanzione pecuniaria inflitta è pari ad €.4.000,00 per ciascuna unità da pesca e con l’entrata in vigore della licenza da pesca a punti, ai comandanti, autori dell’illecito, nonché ai titolare della licenza da pesca, sono stati applicati sei punti ciascuno.

“L’Ufficio circondariale marittimo – Guardia costiera di Civitanova Marche – si afferma in una nota – continuerà a potenziare nei prossimi giorni le attività di vigilanza in mare, al fine di scongiurare il ripetersi di tali comportamenti illeciti”.

 

 

Misure per la difesa del lavoro:  prosegue l’azione di sostegno degli studenti universitari lavoratori o figli di lavoratori in crisi occupazionale. Luchetti: “Consenso segno della crisi”

ANCONA–Un contributo di 500 euro per il sostegno degli studi universitari, da destinare agli studenti lavoratori in crisi occupazionale o figli di lavoratori che si trovano nella stessa situazione. Lo assegna la Giunta regionale attraverso un bando che verrà a breve pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Marche. Le domande scadranno il 12 settembre 2013. Il provvedimento rientra tra misure per la difesa del lavoro, previste nel protocollo d’intesa firmato dalla Regione con i sindacati nello scorso mese di dicembre. Rinnova l’intervento che, nel 2012, con altri due bandi, ha consentito di aiutare 770 universitari marchigiani. “Abbiamo registrato un vasto consenso verso questa misura che risponde a principi di equità e solidarietà, e che è nuova rispetto a quelle adottate da altre Regioni – ha spiegato l’assessore regionale al Diritto allo Studio e al Lavoro, Marco Luchetti – Certo non è consolante, in questi tempi, che vi sia adesione a questo tipo di aiuti: segno di una crisi che morde con sempre maggiore intensità. Il bando costituisce un valido aiuto per le famiglie in difficoltà, che hanno componenti in stato di disoccupazione, in cassa integrazione o in mobilità. Contribuisce a dare maggiori certezze per il futuro dei figli che vogliono studiare. La Regione, in questo modo, investe anche nel futuro della propria nuova classe dirigente”.

Il bando dispone una dotazione finanziaria “una tantum” di 138 mila euro. Il contributo a ogni beneficiario è di 500 euro. Possono presentare domanda di finanziamento gli studenti iscritti all’Università/AFAM (Alta formazione artistica e musicale), anno accademico 2012/2013, figli di lavoratori, fiscalmente a carico dei genitori, che si trovano da almeno tre mesi, ossia da almeno il 16/4/2013, in stato di disoccupazione, in mobilità, in cassa integrazione ordinaria, straordinaria e in deroga, oppure studenti universitari lavoratori non fiscalmente a carico che si trovano nello stesso stato di crisi occupazionale.  I requisiti per ottenere il contributo sono relativi allo stato “attuale” dello studente universitario e al reddito familiare con ISEE – Indicatore della situazione economica equivalente – fino a 30 mila euro, riferito alla dichiarazione dei redditi 2012 per il periodo di imposta 2011. Il contributo sarà valido per l’anno accademico 2012/2013 per i corsi di laurea di primo livello, di secondo livello, corsi a ciclo unico/magistrale frequentati sia in Università marchigiane che in altre regioni. Le risorse verranno destinate ai beneficiari in base a una graduatoria che tiene conto, in primo luogo, dell’ISEE e poi delle diverse situazioni: tra le altre, le indennità più o meno percepite dai lavoratori in stato di crisi occupazionale, la regolarità del corso di studi, la disoccupazione di entrambi i genitori. 

I PRIMI DOTTORI INTERNAZIONALI DI SCIENZE POLITICHE Giunti a Macerata Da Cina, Turchia e Italia per i corsi di laurea di Unimc

MACERATA–L’Università di Macerata festeggia i suoi laureati internazionaliSCIENZE POLITICHE-2013_laureati_internazionali. Sono stati, infatti, ricevuti questa mattina (17-7-2013) dal Rettore Lacchè i primi “dottori” del corso di laurea magistrale in Studi politici ed internazionali, curriculum in International economic and trade relations, il primo impartito interamente in inglese e attivato dal Dipartimento di Scienze politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali.

“Si tratta di un percorso da proseguire e rafforzare – commenta il Magnifico Rettore Prof. Luigi Lacchè – perché la globalizzazione alimenta una competizione molto forte e ci impone la necessità di stringere legami sempre più stretti tra Università di tutto il mondo”. A brindare ai neolaureati, anche il direttore del Dipartimento, Francesco Adornato. “Questa è la prova che la strada intrapresa dà risultati concreti, sia per il corso in inglese che per quelli in italiano. Un traguardo importante, ribadito anche dagli ottimi risultati ottenuti in sede di valutazione della ricerca e che ci vede all’ottavo posto in Italia su 160 tra Dipartimenti e Facoltà con corsi in Scienze politiche”.

 Il Dipartimento presenta, infatti, un alto tasso di internazionalizzazione, con studenti di diverse nazionalità. Le prime a conseguire la laurea in inglese sono state Valeria Cesoni a febbraio e  Ekaterina Yuryeva, dalla Russia, in aprile. Nell’ultima seduta di luglio, si sono aggiunti anche il maceratese Nicola Berardinelli, che ha ribadito la grande apertura mentale offerta dalla possibilità di studiare e lavorare in gruppo con ragazzi provenienti da paesi lontani come India, Cina e Brasile, e le due giovani studentesse cinesi Wu Meng e Ma Yan. Al saluto ha partecipato anche Onur Aycan studentessa di nazionalità turca, che ha conseguito il titolo finale in Relazioni internazionali e politiche di cooperazione ed è fortemente interessata a tornare a Macerata per un corso di dottorato.

CIVITANOVA–Lo storico tornio della Cecchetti, costruito nell’Ottocento, è statotornio a casa.indd restaurato grazie alla ditta Faggiolati di Sforzacosta in men di un anno. Un’opera meritoria grazie alla sensibilizzazione sul problema da parte dell’Archeo Club civitanovese e del Centro Studi Civitanovesi presieduto da Alvise Manni. Il tornio è un pezzo raro di archeologia industriale, che documenta la storia dell’industrializzazione europea, italiana e marchigiana. Ora si tratta di dare una degna collocazione al tornio medesimo, essendo da anni in corso il progetto relativo alla realizzazione del Museo cittadino o almeno della Cecchetti, per documentare l’attività centenaria della fabbrica metalmeccanica, fondata da Adriano Cecchetti, che ha prodotto carrozze ferroviarie soprattutto, ma anche navi e  portelloni per navi traghetto. Nella locandina che pubblichiamo tutti i nomi dei relatori che faranno la storia del tornio e si occuperanno della sua valorizzazione come cimelio per la trasmissione della storia sociale, economica e industriale ai giovani di oggi e di domani.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
Annunci