You are currently browsing the daily archive for luglio 10, 2013.

Straordinario successo per la mostra Come eravamo 1952” organizzata dal Fotoclub: un tuffo nel passato per tutti i potentini

POTENZA PICENA–E’ stato un autentico tuffo nel passato per tantissimi potentini la mostra “Come eravamo 1952”, organizzata dal Fotoclub con le vecchie foto di Bruno Grandinetti e che si è chiusa nello scorso fine settimana, ha catturato l’attenzione di un gran numero di persone che non sono volute mancare a un appuntamento in perfetto stile amarcord, per rivedersi e per rivedere amici, parenti, conoscenti, ma anche i luoghi che furono. Non sono mancati anche momenti di commozione per alcuni che hanno ritrovato vecchi amici, luoghi o situazioni che appartengono ormai al personale album dei ricordi. Un potere evocativo reso possibile dalle foto di Bruno Grandinetti, riportate alle fattezze originarie dal lavoro certosino e scrupoloso svolto da Enzo Romagnoli.

Una mostra che ha dunque affascinato e catturato l’attenzine di tanti cittadini, ma che ha anche assunto una connotazione e valenza di carattere documentale e storico, visto che gli scatti in esposizione rappresentano anche quanto e come costumi, abitudini, paesaggi, luoghi, infrastrutture siano nel frattempo cambiati.

Un successo di pubblico davvero importante per “Come eravamo 1952” testimoniato anche dal libro delle presenze, in cui tantissimi hanno lasciato anche una propria dedica personale di ringraziamento per l’esposizione organizzata e allestita dal Fotoclub di Potenza Picena.

L’evento ha rappresentato l’ennesima occasione proposta dal sodalizio potentino per rafforzare il legame con il passato e per valorizzare le proprie origini.

Ancora una volta le foto scattate da Bruno Grandinetti, lasciate dai parenti a disposizione della comunità, e il lavoro di recupero condotto da Enzo Romagnoli hanno consentito una meritoria iniziativa di conservazione della memoria del passato e di promozione dell’arte fotografica.

Annunci

Amministrazione e quartieri: un rapporto nel segno del dialogo, trasparenza e condivisione

PORTO SANT’ELPIDIO–Il confronto diretto con i cittadini e l’opportunità di condividere insieme il programma per la riqualificazione del territorio è una delle priorità della nuova Amministrazione Comunale di Porto Sant’Elpidio.

A tal proposito, ieri il Sindaco Nazareno Franchellucci e l’Assessore Monica Leoni hanno incontrato i rappresentati dei Comitati di quartiere.

Nel corso della riunione è stato definito un calendario di incontri che il Primo Cittadino e l’assessore con delega ai rapporti con i quartieri terranno direttamente nelle sedi delle associazioni, dove saranno disponibili a ricevere i residenti del quartiere che vorranno conferire con loro.

Questo l’elenco delle prime date:

27 Luglio Quartiere Fonte di Mare; 10 agosto Marina Picena; 31 agosto San Filippo; 14 settembre Cretarola; 28 settembre Faleriense nel Centro Sociale Anziani di via Pesaro; 12 ottobre alla Corva.

L’orario sarà dalle 9.30 alle 12.30 e il ricevimento sarà aperto a tutti i cittadini del quartiere.

Oltre a ciò si è parlato anche dell’istituzione della Consulta dei Comitati di Quartiere: organo che si riunirà con cadenza almeno mensile per discutere dei più importanti temi dell’Amministrazione Comunale e delle questioni di particolare rilevanza per i quartieri.

Questo nuovo strumento di dialogo e confronto con il Comune non andrà comunque a sostituire le tradizionali assemblee pubbliche con i quartieri che continueranno ad essere organizzate per condividere con la cittadinanza i programmi amministrativi.

E’ nostra intenzione – ha detto il Sindaco Franchellucci – non solo di rendere il più trasparente possibile l’attività amministrativa dell’Ente, ma anche di portarla il più vicino possibile ai cittadini”. Sarà questa un’occasione per avere un dialogo diretto con ogni cittadino su programmi e progetti riguardanti P.S.Elpidio ed il quartiere; ogni cittadino potrà avere notizie, informazioni ed un confronto con il Sindaco e l’Amministrazione comunale. Un impegno ulteriore che prendiamo con la Città, nello spirito di dialogo e condivisione, perché crediamo davvero che P.S.Elpidio sia un bene Comune”.

 Giovedì 11 luglio  2013 alle ore 21,30 in piazza Matteotti a Sant’Elpidio a Mare torna in scena lo spettacolo finale di un progetto dell’Unitalsi Fermo e altre associazioni,  promosso con il sostegno del CSV Marche. Ingresso gratuito.

 

SANT’ELPIDIO A MARE (FM)–Dopo Monte Urano, Porto Sant’Elpidio e Torre San Patrizio arriva anche a Sant’Elpidio a Mare lo spettacolo “Ciak si gira…Pin’Occhio”, messo in scena dai ragazzi e i volontari dell’Unitalsi Fermo, giovedì 11 luglio alle ore 21,30 in piazza Matteotti (ingresso libero): un divertente spettacolo teatrale e un cortometraggio, ispirati alla storia del famoso burattino, che vedono protagonisti un gruppo di ragazzi disabili.  La regia dello spettacolo e del corto è di Fabiola Cannella, le musiche sono dell’Associazione musicale Vivaldi, le riprese e il montaggio sono state curate dalla 2 Gm Film di Germano Marsili. 

La rappresentazione è stata ideata e sviluppata nell’ambito del progetto “Ciak si gira… lo sguardo verso l’altro”, finanziato dal CSV Marche, e promosso dall’Unitalsi Fermo in collaborazione con le associazioni La Crisalide, Croce Verde Porto Sant’Elpidio, Croce Azzurra S. Elpidio a Mare e Farsi Prossimo e l’Ambito territoriale sociale XX, con l’obiettivo principale di promuovere l’aggregazione sociale e valorizzare la creatività di persone con disabilità, attraverso il percorso espressivo dell’attività teatrale e del cortometraggio.

Lo spettacolo e il corto infatti, sono il risultato finale di attività di laboratori e animazione teatrale, iniziate circa un anno e mezzo fa, con 25 ragazzi disabili, provenienti da diversi comuni del territorio, i loro familiari e una decina di volontari. Passo dopo passo, attraverso incontri settimanali, si è lavorato dapprima sulla postura, sullo spazio, sul rapporto musica-movimento e l’interazione con gli altri attori, poi sulla sceneggiatura, il copione e l’interpretazione dei ruoli, fino alle riprese e il montaggio dei video girati, con il coinvolgimento dei ragazzi in ogni fase, stimolandoli sempre ad esprimere al meglio le loro potenzialità. Il laboratorio di tecniche espressive e le prove si sono svolte presso la casa del volontariato a Porto Sant’Elpidio, ma diverse scene del cortometraggio sono state girate anche in esterni, nella fattoria solidale di Prospero e nei territori di Monte Urano, Sant’Elpidio a Mare e Porto Sant’Elpidio. 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
Annunci