You are currently browsing the daily archive for luglio 9, 2013.

CARTOLINE CIVITANOVESI-©MILLEPAESI-8740

Annunci

Ombrellone sociale” a Palombina per persone disagiate • Comune e nove Stabilimenti balneari insieme per solidarietà

ANCONA–Nove stabilimenti di Palombina e il settore Servizi sociali del Comune insieme per offrire giornate di mare e di sole alle famiglie che non possono permetterselo.

E’ partito in questi giorni il progetto “Ombrellone sociale”, nato dalla generosità degli stabilimenti Libero bar, Oasi, Delfina, Romolo, Romano, Playa Solero, La Playa, Sunset, Da Giovanni che hanno aderito alla stessa iniziativa promossa dall’associazione di imprenditrici nel settore della balneazione “Donne d’amare” e che hanno voluto dare un segno tangibile di solidarietà mettendo a disposizione dal lunedì al venerdì una postazione in spiaggia (ombrellone e un lettino) gratuitamente ogni giorno fino alla fine della stagione.

Il Comune sta raccogliendo le richieste di persone disagiate e le sta selezionando attraverso gli operatori dei Distretti, dando la priorità alle famiglie con bambini o con componenti che hanno patologie che sarebbero alleviate dall’aria di mare.

Non posso che esprimere apprezzamento per questa iniziativa che vorremmo strutturare meglio il prossimo anno e che nel frattempo è partita grazie alla disponibilità degli operatori della spiaggia – afferma l’assessore alle Politiche sociali Emma Capogrossi – E’ l’esempio di come si possono raggiungere risultati preziosi quando tutti, ciascuno nel proprio settore, fanno la propria parte e di quanta strada possono fare insieme il pubblico e il privato in un momento di grave crisi come questa”.

Per informazioni su Ombrellone sociale ci si può rivolgere ai Distretti sociali del Centro, Viale della Vittoria 39 Tel. 071/222 5112-5127, del Piano in Via Ascoli Piceno, 10 Tel. 071/222 5141 – 5142, di Collemarino Piazza Galileo Galilei n°12 tel. 071/222 5171, di Piazza Salvo D’acquisto Tel. 071/222 5181 

CIVITANOVA–Si rafforza il parco automezzi della Croce Verde di Civitanova. E’ imminente infatti l’inaugurazioneCMYK base di due nuove fiammanti ambulanze (donate dalla benemerita Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata). Si terrà domenica 21 luglio 2013 presso la sede della Croce Verde, in Via Aldo Moro, dalle ore 17 in poi. Alle 17.30 verrà celebrata la Santa Messa, mentre alle 18.30 ci sarà la benedizione di una targa in memoria dei soci, dei volontari e dei dipendenti defunti. Si vuole rendere omaggio a quella catena della solidarietà che ha attraversato le generazioni, dando frutti copiosi sotto il profilo umano e spirituale. Poi sarà effettuata la consegna, da parte del Presidente della Croce Verde Dr. Cesare Bartolucci e dei membri del consiglio direttivo, dei diplomi ai soci più anziani, ai volontari, nonché ai benefattori. A seguire una cena tutta autoprodotta, come momento di convivialità fra gli intervenuti. Stiamo facendo veramente un bel lavoro, grazie all’impegno di tutti. Il momento sociale è particolarmente delicato e la Croce Verde – ci ha detto il Presidente Bartolucci – cerca di rappresentare la solidarietà per ciò che le compete. Alla logica del profitto abbiamo sostituito quella del “donare”, come nei bei tempi storici”. Con questa giornata la Croce Verde civitanovese si prefigge di celebrare anche i 60 anni della rifondazione della Croce Verde, i 40 anni della costituzione del corpo militi volontari ed i 30 anni della posa della prima pietra della sede sociale, in Via Aldo Moro, che allora era una sorta di nuova tangenziale sud della città, come poi si è confermata diventando indispensabile. Furono anni di fervida intrapresa, di slancio umanitario e di concretezza operativa, che ha portato ad avere una casa tutta propria, mentre in precedenza la Croce Verde era dovuta stare in affitto in varie parti della città. 

CIVITANOVA–Diplomati i primi 23 geometri aGEOMETRI-SQUADRONI.CIARROCCHI, ING. SPADA, DIVISI-8458 Civitanova, a 5 anni dalla istituzione del corso. Sono usciti infatti i quadri della classe quinta N sezione geometri, la prima che ha completato l’esame di Stato, all’Itcg Filippo Corridoni di Civitanova Marche Alta. Tutti e 23 i ragazzi e ragazze della classe hanno tagliato il traguardo. In particolare un cospicuo drappello con voti alti. Marco Luciani e Federico Ciarrocchi hanno ottenuto 100/100, Francesco Squadroni 98, Marco Smerilli 97, Edoardo Macellari 88, Luca Luciani 88, Rita Laura Novelli 85, Michelle Amaolo 85, Lucia Crocenzi 84, Chiara Petrini 80. Otto studenti con voti oscillanti fra il 70 e il 78. Dunque una bella classe davvero questa quinta N, che ha aperto la strada al corso geometri a Civitanova, cui seguiranno nei prossimi anni quelli che sono iscritti alle classi che vanno dalla prima alla quarta. I primi a leggere i quadri Squadroni e Ciarrocchi (nella foto Millepaesi con Spada e Divisi), poi man mano alla spicciolata sono arrivati tutti gli altri. La curiosità era tanta. Dei neo-diplomati 7-8 sono già determinati ad imboccare senza indugio la via dell’Università: prevalentemente ingegneria o architettura. Così per Squadroni, Crocenzi, Luciani ed altri. Ciarrocchi che è anche musicista e frequenta il Conservatorio Rossini di Pesaro francamente è indeciso se seguire Mozart o ingegneria. Pausa estiva per riflettere, così come per Sara Caporaletti, mentre per altri l’ingresso in qualche studio per intraprendere la professione. Aurora Divisi è per questa seconda opzione per poi specializzarsi nel settore arredamento. Questa prima classe geometri all’Itcg Corridoni Civitanova è stata promettente sin da subito ed ha tagliato il traguardo nel migliore dei modi. Soddisfatti anche i docenti, fra cui il Prof. Ing. Andrea Spada, che fa parte anche del Consiglio dell’Ordine degli ingegneri di Macerata. La scuola negli anni si è dotata di attrezzature adeguate, i ragazzi sono stati portati anche a Roma, Firenze e Venezia per un tuffo nella storia dell’arte italiana, oltre ad essere stati in quarto negli studi professionali di Civitanova e dintorni per uno stage scolastico di tre settimane. La stessa commissione dei geometri ha esaminato gli iscritti al corso Serale, fra i 12 diplomati da segnalare  Andrea Rossi, che ha conseguito 100/100. Assegnati anche un 90 ed un 81. 

 

FESTIVAL INTERNAZIONLE DEL TEATRO PER RAGAZZI • MARCO RENZI DIRETTORE ARTISTICO

          XXIV EDIZIONETEATRI DEL MONDO-PROGRAMMA-8680LGTEATRI DEL MONDO 8681

Ad Amandola il convegno delle ACLI Provinciali di Fermo “L’entroterra si interroga”

 

AMANDOLA–Domenica 7 luglio 2013 presso il Chiostro San Francesco di Amandola si è svolto il convegno, dal titolo “L’entroterra si interroga”, organizzato dalle ACLI Provinciali, dal Centro Turistico Acli e dalla FAP di Fermo, con il patrocinio del Comune di Amandola.

Nel suo saluto iniziale il Presidente Regionale ACLI, Francesco Baldoni, ha ribadito quanto la centralità del lavoro – e del lavoro che manca –  sia il tema fondamentale della riflessione politica e delle proposte operative delle Acli nazionali e del sistema delle ACLI marchigiane. Il recente progetto regionale di Associazione di Promozione sociale “Giovani attivi di fronte al lavoro” ne è un esempio.

Baldoni ha sottolineato poi come oggi siano inscindibilmente legate al problema del lavoro anche altre due emergenze: la lotta alle povertà e la riforma della politica, così come affermato dal presidente nazionale Gianni Bottalico nel suo recentissimo tour marchigiano.

Ha poi portato i suoi saluti il Presidente Provinciale delle ACLI di Fermo Raffaele Vitali che ha sottolineato le difficoltà burocratiche, ma anche le potenzialità dei territori montani e pedemontani, potenzialità che possono essere valorizzate in particolare dai giovani, i quali, attraverso il loro impegno e il loro desiderio di riscatto e di rinnovamento, sono capaci di produrre un cambiamento.

E’ in seguito intervenuto l’Avv. Alessandro Bargoni che ha evidenziato come la responsabilità della crisi dell’occupazione vada ricercata anche in un’assenza di regole nel lavoro in alcune parti del mondo come Cina e India. Ciò ha generato il dilaniante fenomeno dello sfruttamento minorile, ha contribuito alla diffusione di una concorrenza sleale nel mercato, di una sperequazione e di una ingiustizia sociale che hanno prodotto come effetto quello di peggiorare la condizione dei paesi già poveri e indebolire i sistemi produttivi più evoluti. La soluzione secondo Bargoni potrebbe essere quella di ripristinare un insieme di regole etiche, morali e legali che impongano in primo luogo a livello nazionale il divieto di cedere alla tentazione di trarre maggiori profitti ad ogni costo anche a discapito della dignità dell’uomo.

Ha preso quindi la parola il giovane Marco Squarcia del Circolo del Centro Turistico ACLI di Amandola, che ha esposto le potenzialità turistiche del comprensorio dei Sibillini e le possibili strade per dare concrete risposte alla domanda di turismo sociale che proviene dalle zone montane.

Nel momento successivo il coordinatore del gruppo giovanile “La Scossa”, Piergiorgio Lupi,  ha proposto ai presenti e alle autorità pubbliche  la necessità di creare una rete capace di progettare in maniera unitaria, una rete in cui le organizzazioni giovanili del territorio devono e possono dare il loro contributo.

Don Mario Ferracuti ha voluto evidenziare come la fede, allo stato attuale,  sia una importante via per rispondere alla crisi del vivere nell’era post-moderna. In questa ottica compito delle Acli è quindi quello di diventare testimoni nei mondi con cui entrano in relazione della speranza che viene dalla fede.

Nel saluto finale il Sindaco di Amandola Giulio Saccuti ha invocato più tutela per i territori dell’entroterra, a partire dai servizi essenziali che sono e rimangono il presidio fondamentale per la vivibilità dei territori .

Nei brevi interventi di saluto le altre autorità presenti, l’assessore alla Montagna della Provincia di Fermo Marinangeli, il Sindaco di Monsampietro Morico Romina Gualtieri, e il Sindaco di Smerillo Egidio Ricci, hanno concordato sulla necessità di attuare prioritariamente un costante dialogo con i giovani, per riempire di significato la rappresentanza democratica logorata dalla crisi e dagli scandali, ponendo al centro azioni progettuali che superino i confini comunali e  arrivino fino all’Europa, importantissima risorsa per la coesione delle zone svantaggiate.

Ai circa sessanta partecipanti ha rivolto le sue conclusioni Michele Rizzi, Presidente del Consiglio Nazionale ACLI, effettuando una sintesi delle istanze emerse come premessa per la proposta di un patto per il lavoro delle ACLI Nazionali, imperniato sulla “flexisicurity” in entrata e in uscita dal lavoro: una forma di sostegno al reddito da un lato e dall’altro la necessità di rinnovare il ruolo della formazione come strumento per fornire le competenze richieste dal mercato ai soggetti espulsi o mai entrati  nel mercato del lavoro.

 

 

L’imprenditore Bernardi resterà l’unico main sponsor societario

PORTO POTENZA PICENACento per cento B-ChemSONY DSC. Nella prossima stagione agonistica in serie A2 di volley il sestetto di coach Graziosi avrà un unico main sponsor sulla maglia e scenderà in campo con la denominazione di B-Chem Potenza Picena. Una svolta importante legata principalmente al grande attaccamento dimostrato da Maurizio Bernardi (nelle foto con Zampetti e Mercorio), patron di B-Chem, azienda leader nel settore dei prodotti chimici con sede a Civitanova Marche, protagonista di un’ascesa costante grazie al fitto scambio commerciale all’estero. Dopo 9 anni da protagonista, invece, rientra nelle retrovie come sponsor minore la Golden Plast di Germano Ercoli, azienda del gruppo Eurosuole specializzata nella realizzazione di fondi per calzature e materie plastiche. I dirigenti del Volley Potentino ringraziano Bernardi per l’entusiasmo dimostrato in vista della prossima stagione e ringraziano Ercoli per gli sforzi economici sostenuti nel corso di un ciclo esaltante e vincente.????????

L’INTERVISTA a Maurizio Bernardi

Nella regular season 2013-2014 il marchio B-Chem sarà ancora più importante per Potenza Picena?SONY DSC

Bernardi: «Ho voluto dare un rilevante contributo in maniera sostanziale per il nuovo campionato tra i cadetti. Lo scorso anno mi sono tolto una bellissima soddisfazione e ora mi prendo la responsabilità di continuare in prima linea questo percorso affascinante al fianco di Potenza Picena. E’ importante che una società piccola come il Volley Potentino resti nell’élite della pallavolo».

-Non è facile per le società sportive trovare sponsor affidabili…

Bernardi: «La crisi in Italia è sotto gli occhi di tutti, ma la B-Chem è un’azienda che gode di ottima salute. Tra l’altro ho coinvolto nel Volley Potentino una cordata di amici imprenditori che si sono appassionati alla pallavolo. Alcuni di loro mi avevano già accompagnato  lo scorso anno al PalaPrincipi rimanendo intrigati dall’atmosfera».

Un ambiente simile a quello di una grande famiglia, al punto che è dura rimanere indifferenti alla partenza di atleti importanti.

Bernardi: «I meriti per la permanenza nella categoria vanno distribuiti tra coach Graziosi e i suoi giocatori al completo. Sarebbe stato davvero bello riconfermare quasi tutti, ma  i dirigenti sono stati costretti a fare delle scelte, spesso condizionate dal lato economico. Mi rattrista, per esempio, pensare che un grande uomo e ottimo atleta come Mario Mercorio probabilmente non sarà dei nostri. Lo ringrazio per quanto ha fatto in maglia biancazzurra».

Che campionato si aspetta dalla B-Chem Potenza Picena?

Bernardi: «Sono ottimista perché il dg Carlo Muzi e il ds Paolo Salvucci stanno plasmando una rosa equilibrata di giovani promettenti e giocatori esperti altrettanto validi. Condivido l’orientamento di abbassare l’età della squadra e alzare l’altezza media. Oltre agli ottimi giocatori ingaggiati finora, possiamo vantare un altro “acquisto”, il veterano Enrico Zampetti al rientro dal lungo infortunio. Un atleta molto determinato e pronto a sorprendere tutti. I presupposti sono buoni e il nostro gruppo farà ancora la differenza».

Un ottimo allenatore, un roster ben assortito e uno sponsor di prestigio.

Bernardi: «Ho la massima fiducia nel coach Graziosi e i suoi uomini. Mi fa piacere l’attaccamento dimostrato da tutti verso la B-Chem. La mia ditta è main sponsor unico di Potenza Picena, ma ha anche rinnovato l’impegno con la Lube Macerata. La B-Chem procede a gonfie vele grazie al grande export e a clienti consolidati in India, nel Golfo Persico e in tutto il Medio Oriente».

 

 

 

URBINO–L’Ordine dei giornalisti delle Marche

GIANNI ROSSETTI

GIANNI ROSSETTI

(Presidente Dario Gattafoni) organizza un corso di 45 ore per i “praticanti” che dovranno sostenere l’esame di abilitazione professionale nella prossima sessione di ottobre. Si svolgerà da lunedì 23 a venerdì 27 settembre 2013, a Urbino, nella sede della Scuola di giornalismo. Il corso sarà diretto da Gianni Rossetti, direttore della Scuola medesima.

Si tratta di una full immersion per prepararsi all’esame di Stato per giornalisti professionisti. Ma è una grande opportunità anche per pubblicisti e tutti coloro che vogliono entrare nel mondo dei media. Il corso è obbligatorio per i praticanti che dovranno sostenere gli esami abilitazione professionale (la prova scritta si svolgerà a Roma il 15 ottobre prossimo, all’Ergife Palace Hotel, Via Aurelia, 617), ma è aperto a pubblicisti, collaboratori, studenti, laureati che si preparano alle selezioni per entrare in una Scuola di giornalismo e a tutti coloro che hanno interesse o vogliono intraprendere la professione giornalistica.

Ricordiamo, fra l’altro, che tutti i nuovi iscritti all’Albo dei pubblicisti hanno l’obbligo di frequentare un corso sulle regole della professione. Il corso per i pubblicisti è molto più semplice e breve, ma per chi si avvicina alla professione il tempo per la formazione e l’aggiornamento è sempre speso bene. Il corso (45 ore di lezione complessive) è residenziale e prevede cinque giorni pieni di lezioni e la prova simulata d’esame. Si ricorda che i praticanti, per contratto, hanno diritto al permesso retribuito e che la “full immersion” prima dell’esame ha certamente effetti positivi.

Per chi dovrà fermarsi a Urbino sono previste convenzioni con gli alberghi a prezzi particolarmente vantaggiosi (la Segreteria è a disposizione per qualsiasi informazione). Le lezioni riguardano l’etica professionale, la scrittura giornalistica, la storia contemporanea (politica interna e politica estera), la storia del giornalismo, l’economia, il diritto penale (procedura penale e reati dell’informazione), diritto pubblico e diritto dell’informazione, istituzioni professionali, i linguaggi della radio e della Tv, i nuovi media, le regole dell’esame di Stato.

Il corso prevede anche esercitazioni di scrittura (soprattutto sul lead, cioè l’attacco della notizia) e la prova simulata d’esame. A tutti i partecipanti saranno consegnate dispense sulle diverse materie, il libro sulla deontologia del giornalista (prezzo di copertina 30 euro) e il libro del Ventennale dell’Ordine. Sarà inoltre rilasciato l’attestato di partecipazione e frequenza (essendo un corso intensivo e residenziale non sono ammesse assenze).

L’Ordine ha ridotto il costo di partecipazione a 200 euro (compreso tutto il materiale didattico). La Segreteria dell’Ordine è a disposizione per raccogliere le adesioni e per fornire qualsiasi informazione e chiarimento (telefono 071.57237 ˆ Fax 071.2083065). Nei prossimi giorni verrà reso noto il programma dettagliato del corso, il materiale didattico che sarà consegnato a tutti gli iscritti, le informazioni logistiche e l’elenco degli alberghi convenzionati.

 

ALTIDONA E PEDASO–Ciak sul fermano” è il primo festival di “film corto”, che si terrà ad Altidona e Pedaso il 12-13-14 luglio 2013. La manifestazione si svolgerà nei suddetti giorni, dalle ore 21:30 alle ore 23:00. Le serate del 12 e 14 luglio si terranno presso il centro storico di Altidona; mentre la serata del 13 luglio verrà svolta presso il porticciolo di Pedaso.

L’evento prevede la proiezione di una Trilogia sulla diversità del regista Max Nardari, composta da tre cortometraggi pluripremiati, della durata di 22 minuti.

• “Lui e l’altro” con Alessandro Borghi, Ivan Bacchi, Giorgia Wurth

• “Lei e l’altra” con Michela Andreozzi, Claudia Zanella, Elisabetta Ferracini e Giancarlo Magalli

• “Noi e gli altri” con Fioretta Mari, Denny Mendez, Caterina Misosi, Josafat Vagni

Seguirà alla proiezione dei cortometraggi un dibattito centrato sulle tematiche relative alle diversità sociali quali: l’omofobia, l’immigrazione e l’importanza della formazione affinché il merito sia base dell’attività lavorativa. Ogni serata vedrà la presenza del regista, degli attori e di testimonianze dirette.

Il primo corto, “Lui e l’altro”, tratta la delicata tematica dell’omofobia e vede la contrapposizione tra un gay ed un etero omofobo; il secondo, “Lei e l’altra”, quello della precarietà del lavoro e delle raccomandazioni politiche; mentre il terzo, “Noi e gli altri”, quello dell’integrazione sociale.

L’evento è stato ideato ed organizzato dall’Associazione “Il Grillo Parlante” di Altidona, da sempre attenta ed impegnata nel sociale.
Il progetto attuale intende promuovere l’importanza delle diversità presenti nel territorio come arricchimento dello stesso. Auspichiamo che la fertilità del nostro territorio possa essere sede e germoglio di attività artistiche e cinematografiche di rilevanza nazionale.

Le collaborazioni attivate in questa iniziativa – Comune di Altidona, Comune di Pedaso, Pro Loco di Altidona, Pro Loco Pedaso, Provincia di Fermo, Regione Marche, Fondazione Marche Cinema Associazione Altidona Belvedere, Regala un sorriso ai bambini – potranno rappresentare un progetto pilota – ci ha detto Paolo Concetti Vice Sindaco di Pedaso, nonchè assessore alla cultura –  che accolga nella nostra realtà l’espressione cinematografica del regista Max Nardari, particolarmente attento alle socialità così dette “diverse”. A tal proposito intendiamo ringraziare anticipatamente il regista che intende valorizzare le nostre ricchezze territoriali, girando prossimamente un film in questa nostra realtà.

Fascino, bellezza, bravura e qualità: Alessio Boni mattatore di una serata a Potenza Picena dell’estate 2013

POTENZA PICENA–Canto degli esclusi”: andrà in scena il prossimo 24 luglio 2013 aBoni-01 pochi passi dall’incantevole scenario del giardino settecentesco della Villa dei Buonaccorsi, con Alessio Boni: un attore che mette davvero tutti d’accordo. Alla voce e alla fascinosa presenza sul palco di Boni è infatti affidato il ritratto della grande poetessa Alda Merini. Accanto ad Alessio Boni, in un reading concertato a due, ci sarà anche Marcello Prayer, eccellente interprete con il quale Boni ha già portato in scena altri omaggi, quello a Cesare Pavese e quello a Pier Paolo Pasolini.

 Alessio Boni, un virtuoso, felice interprete in ruoli impegnativi, un attore eclettico, conosciutissimo dal grande pubblico, per le sue partecipazioni a serie televisive molto popolari, ma anche dedito a produzioni teatrali e lavori di approfondimento; Bellezza versatile, molto apprezzata dal gentil sesso di ogni età per il suo appeal che sa essere magnetico e misterioso in alcuni ruoli, per poi diventare sbarazzino e giovanile in altri.

Insomma, Alessio Boni rappresenta l’appuntamento tra i più attesi della stagione estiva degli spettacoli di Potenza Picena. L’attore, originario di Sarnico in provincia di Bergamo, aggiunge fascino e qualità ad una serata che nasce già ampiamente all’insegna di questi due ingredienti, vista la location, la splendida Villa Buonaccorsi, e il tema trattato. Si tratta di un appuntamento prodotto dalla Parmaconcerti, che rientra nella rassegna “EstEuropaOvest”. I biglietti per la serata sono in vendita presso l’Ufficio Cultura del Comune (0733679260 – 3491326054).Boni-02

                                                           ***

Molti i riconoscimenti ottenuti da Alessio Boni, tra cui il Globo d’oro del 2005, come miglior attore rivelazione nel film “Quando sei nato non puoi più nasconderti” di Marco Tullio Giordana e ancora il Globo d’oro nel 2006, come miglior attore nel film “Arrivederci amore, ciao” di Michele Soavi. Molto apprezzate le sue interpretazioni in “Caravaggio” di cui è protagonista, “Puccini”, in “Walter Chiari – fino all’ultima risata” in cui veste i panni del celebre attore comico e poi nella serie televisiva “Odysseus”. Suo anche un ruolo nella fortunata serie tv “Tutti pazzi per amore”.

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
Annunci