SAN SEVERINO MARCHE–La ventiduesima edizione del San Severino Blues sarà dedicata ad unEmmanuel amico del festival: Bob Brozman, il grande chitarrista etnomusicologo, morto ad aprile la cui musica rivivrà grazie alla versatilità e all’empatia del numero uno al mondo della chitarra acustica, Tommy Emmanuel, ospite protagonista dell’intera rassegna, attesoil 13 luglio in piazza del Popolo, luogo simbolo della città di San Severino Marche. L’artista australiano è una star di culto per migliaia di fans in tutto il mondo grazie ai suoi indimenticabili live a suon di finger picking: diteggiatura sulle corde come un pianista e percussione sulla cassa della chitarra. Tecnica stupefacente, asservita a divertenti e coinvolgenti composizioni country, folk, blues, bluesgrass e jazz. Ingresso posto unico 20 euro. Sempre a San Severino Marche, domenica 14 luglio, tour turistico nelle chiese del Glorioso e S.Maria Annunziata, al Castello di Aliforni ed in vigna, fino al gran concerto che sarà allestito al Castello di Serralta: qui il suono della chitarra elettrica creerà una perfetta miscela di riffs blues del Delta e fragranze africane grazie a Roland Tchakounté, la più intrigante personalità della scena blues africana approdata in Europa, dal Camerun in Francia. Ingresso posto unico 10 euro. Poi il San Severino Blues festival lascia la sua patria originaria e si trasferisce nel Maceratese: ancora chitarre elettriche a Pollenza, il 17 luglio: saranno quelle di Eric Guitar Davis e Luca Giordano. Dopo il successo dell’estate scorsa a Cingoli, il giovane talento di Chicago torna a grande richiesta. Un cuore funk e un’attitudine rock, dal vivo ovviamente, daranno vita a un mix coinvolgente di energia pura e raffinatezza, da gustare gratuitamente in piazza della Libertà. Coinvolgimento assicurato con l’International Soul Caravan di Sax Gordon il 26 luglio a Tolentino, alle Terme di Santa Lucia. L’artista di Detroit, ricercato turnista e punto di riferimento dei sassofonisti blues e rhythm’n’blues del mondo, si ritroverà con musicisti amici in un esplosivo concerto di soul e R&B. Con lui, infatti,ci saranno Raphael Wressnig, l’incendiario hammondista funk austriaco di fama europea, e Igor Prado, il miglior chitarrista blues-soul brasiliano. Ingresso 15 euro compresa consumazione al bar. Il 27 luglio si torna in piazza del Popolo, a San Severino, per il concerto gratuitoSSM-BLUES-2013-foto di Vasti Jackson, uno dei più importanti performer, autori e produttori di New Orleans, più volte nominato ai Grammy Award. Poliedrico chitarrista elettrico, spazierà dal blues al soul, dal funk al jazz. Jackson vanta collaborazioni illustri con Bobby Rush, Cassandra Wilson, BB King, Winton Marsalis, Martin Scorzese. Il 10 agosto a Gagliole, sotto la Rocca Varano, si torna al suono della chitarra acustica grazie alle note di Franco Morone: il poeta italiano del fingerstyle arricchisce il suo repertorio di raffinate melodie blues, jazz e celtiche con la rivisitazione di canti popolari italiani nel nuovo disco realizzato con la bella voce di Raffaella Luna. Ingresso libero. Gran finale a Cingoli con una due giorni gratuita in piazza Vittorio Emanuele II dedicata a grandi classici. Il 14 agosto la Colours Jazz Orchestra celebra, in chiave jazz, i successi universali ed eterni dei Beatles coinvolgendo dal vivo il famoso hammondista Gianni Giudici, e la cantante ghanese-statunitense Ginger Brew , vocalist e solista stabile di Paolo Conte. Il 15 agosto si passa al rock-blues di Stan Skibby, tra i più carismatici e versatili chitarristi elettrici odierni. Da Chicago si è affermato, oltre che per collaborazioni eccellenti con Albert King, Chuck Berry, Koko Taylor, Buddy Guy, anche per il suo tributo a Jimi Hendrix: Billy Cox, bassista di Jimi nella Band of Gypsys, l’ha coinvolto in diversi tour celebrativi del mitico chitarrista di Seattle.

La ventiduesima edizione del San Severino Blues Festival è stata presentata nella sala delle conferenze della Provincia di Macerata dal direttore artistico, Mauro Binci, dall’assessore allo Sviluppo Culturale del Comune di San Severino Marche, Simona Gregori, e dall’assessore Culturale della Provincia, Massimiliano Sport Bianchini.

Grazie alla musica – ha spiegato l’assessore Gregori, sottolineando l’importanza della bella iniziativa del 14 luglio – promuoveremo il territorio e le sue ricchezze. Il blues è da sempre legato alla città di San Severino Marche, ne è un ottimo biglietto da visita che vede distinguerci in Italia ed all’estero”.

E di “pubblico fidelizzato” al festival ed alla Città di San Severino Marche ha parlato anche l’assessore provinciale Massimiliano Sport Bianchini: “Questo centro sta facendo un importante percorso culturale a livello provinciale e regionale senza eguali: con il blues ma anche con i teatri. Vedo molto cose positive in questa rassegna che sa unire diverse realtà del Maceratese in questo contesto confuso, in questo momento in cui si rischia di non riuscire a fare sistema e distretto. Quello del San Severino Blues festival poi – ha aggiunto Bianchini – è uno dei pochi progetti veri di internazionalizzazione perché porta nei nostri territori molti artisti stranieri ma anche molti appassionati di questo genere da ogni dove: chi vuole ascoltare certa musica deve per forza arrivare a San Severino Marche”.

Per il direttore artistico, Mauro Binci, ci sono ormai star legate da una forte unione alla rassegna, come la grande Patty Smith. Ad un’altra stella, Bob Brozman, non a caso è dedicata la ventiduesima edizione.

Nella foto: Tommy Emmanuel, protagonista della 22esima edizione del San Severino Blues festival

Annunci