Le due  persone in questione coinvolte in reati in materia di stupefacenti

 

CIVITANOVA–Doppio arresto a Civitanova Marche, da parte dei Carabinieri della locale Stazione, di un uomo e una donna coinvolti in reati in materia di stupefacenti.

La donna, una albanese di 25 residente a Lecce, doveva scontare una pena residua di oltre due anni di reclusione, in quanto condannata dalla Corte di Appello di Cagliari per concorso in spaccio di sostanze stupefacenti. Da Cagliari si era trasferita a Lecce e si aveva la sensazione che la ragazza avesse trovato un domicilio a Civitanova Marche. La magistratura ha incaricato pertanto i Carabinieri di Civitanova Marche per le ricerche in città. Non era facile rintracciarla, ma i Carabinieri di quartiere hanno cominciato a condurre accertamenti ed assumere informazioni, per giungere infine alle sue tracce. In poco più di ventiquattr’ore, quando i militari avevano effettuato più tentativi vani ad un domicilio dove si scopriva che la donna ci stava abitando, sono riusciti a rintracciarla e dare esecuzione alla misura di ripristino dell’ordine di carcerazione. I carabinieri civitanovesi, dopo le formalità di rito, l’hanno condotta alla sezione femminile della Casa circondariale di Camerino.

L’uomo, 30 anni di Civitanova, era stato invece sottoposto dal Magistrato di sorveglianza di Ancona a prescrizioni, che prevedevano un programma di recupero da tossicodipendenze. Ma il non effettuare i controlli sanitari previsti ed il tenere comportamenti irregolari hanno determinato la revoca della misura alternativa al carcere e l’emissione dell’ordine di accompagnamento alla Casa circondariale di Ancona, eseguito puntualmente dai Carabinieri civitanovesi.

 

 

Annunci