You are currently browsing the daily archive for giugno 17, 2013.

CIVITANOVA–A Civitanova Marche, giovedì 20 giugno a partire dalle ore 17,00, presso “Amicucci Formazione”, in via A.Volta 5/9 (nella vecchia zona industriale adiacente al parcheggio dietro la stazione ferroviaria) si svolgerà “CINA, profili di strategia d’impresa”, seminario sulle opportunità offerte dalla proprietà industriale organizzato dalla Compagnia delle Opere Marche Sud, in collaborazione con Mar.Bre Consulting.

Il programma vuole dare un’informativa sui principali strumenti a disposizione delle imprese, per ottimizzare i propri investimenti in Cina, attraverso un’attenta ed oculata gestione della proprietà industriale: parteciperà anche il prestigioso studio Avvocati Associati Franzosi Dal Negro Setti di Milano. La partecipazione è libera e gratuita, ma per questioni organizzative è necessario segnalare la propria adesione all’indirizzo e.vallesi@cdomarchesud.it . 

Annunci

ANCONA–“È indispensabile difendere l’autonomia e l’unità strategica di Banca delle Marche, a sostegno delle famiglie e delle piccole e medie imprese che sono il sistema nervoso dell’economia marchigiana. Su questa strategia le istituzioni, a partire dalla Regione, saranno sempre disponibili e si rendono pronte ad animare la comunità regionale perché l’aumento di capitale richiesto dalla Banca d’Italia sia diffuso e partecipato dal maggior numero possibile di marchigiani”: così il Presidente della Regione Gian Mario Spacca interviene sulla vicenda BdM.

“L’impegno della Regione – prosegue Spacca – è quello di favorire la continuazione dell’autonomia di Banca Marche, con il mantenimento dei centri direzionali nelle Marche. È quindi necessaria la massima unità di azione strategica delle tre Fondazioni, condizione indispensabile per i passaggi futuri del rilancio di Banca delle Marche. In questo senso, è sicuramente necessario favorire un ampio coinvolgimento del territorio ai progetti di ricapitalizzazione dell’istituto di credito, quale via essenziale per difendere l’autonomia di Banca delle Marche: solo così l’utilizzo del risparmio dei cittadini marchigiani potrà continuare ad essere esercitata nelle Marche. L’Istituto di credito, infatti, ha costruito nel tempo un rapporto di forte fiducia con il territorio, basato sul radicamento diffuso e sull’azione di sostegno alle imprese e alle famiglie delle Marche: è quindi doveroso attivare un processo di ampia partecipazione popolare all’operazione di ricapitalizzazione che si dovrà realizzare in base alle indicazioni di Banca d’Italia per il rafforzamento patrimoniale”.

TUTTI I NUMERI  DI MARCHE ENDURANCE LIFESTYLE 2013

 

NUMANA–Marche Endurance Lifestyle 2013 non ha tradito le attese e nel segno della continuità ha garantito all’economia regionale ulteriori basi per il proprio sviluppo e la propria affermazione su base globale. La seconda edizione dell’evento è riuscita a compiere un tangibile passo in avanti, confermando lo straordinario appeal che il nostro territorio marchigiano è in grado di esibire, la storica vocazione all’accoglienza della Riviera del Conero e la convinzione delle aziende locali nello sfruttare le opportunità sull’asse Italia-Emirati Arabi Uniti.

Valori e contenuti forti, quelli emersi nella seconda edizione di Marche Endurance Lifestyle, seguita quest’anno da 110mila persone e capace di “produrre” 8.558 notti in fatto di prenotazioni alberghiere, determinando un esaltante “sold out” nelle strutture della Riviera e del Parco del Conero. 

Le ricadute economiche generate sul territorio dall’iniziativa sono pari a 6 milioni di euro.  A far girare una macchina così complessa e strutturata negli ambiti di riferimento dell’evento, che sono stati sport, business, cultura e relazioni internazionali, sono state 750 persone fra staff, volontari, addetti della protezione civile e forze dell’ordine.

Il filone legato al business e agli incontri internazionali è stato quello che nell’edizione 2013 ha compiuto lo scatto in avanti più poderoso. Forte delle basi gettate lo scorso anno, l’evento ha contato 430 partecipanti al Business Forum Italy-UAE “Investment and strategic partnership” di venerdì alla Mole Vanvitelliana, 35 visite nei distretti industriali che hanno coinvolto 12 società emiratine e 27 aziende italiane impegnate in energie rinnovabili, componentistica, dolciario, meccanica, packaging e design.

Sempre nella giornata di venerdì alla Mole Vanvitelliana di Ancona si è tenuto il Bilateral workshop Italy–UAE “Investment and strategic partnership”. Al workshop, organizzato in collaborazione con l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane-Ice, hanno partecipato, per parte emiratina, i rappresentanti del Ministero dell’Economia e di importantissime realtà economiche degli EAU, quali la ZonesCorp, il Dubai Airport, il Bin Sougat Group, l’Al Fahim Group, ed il Khalifa Fund.

In occasione del Workshop si è proceduto alla presentazione generale del sistema e delle eccellenze produttive. In particolare il sistema regionale ha sottoposto alla valutazione della delegazione emiratina progetti di investimento – riferiti ai settori dello sviluppo dell’accoglienza turistica, delle infrastrutture, della logistica, del wellness e della art economy – per un valore potenziale complessivo di 350 milioni di euro.

A incontrarsi e confrontarsi con la realtà italiana e marchigiana è stata una delegazione emiratina composta complessivamente da 290 persone, di cui 78 hanno preso parte ai meeting ufficiali con il ministro dell’Economia degli Emirati Arabi Uniti, Sultan bin Saeed Al Mansouri, il ministro per lo Sviluppo economico Flavio Zanonato, il vice ministro agli Affari esteri Lapo Pistelli, il sottosegretario all’Economia degli Emirati Arabi Uniti Mohammed Ahmed bin Abdulaziz Al Shehhi e il presidente per l’Agenzia per

la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane-Ice, Riccardo Monti. Altrettanto consistente la partecipazione al convegno “Voci di donne arabe” di sabato mattina al teatro Cortesi di Sirolo, al quale hanno preso parte 110 esponenti del mondo femminile italiano ed emiratino.

L’anima sportiva di Marche Endurance Lifestyle si è “rivelata” attraverso il consueto appuntamento della Conero Endurance Cup, che ha stabilito il record “all time-all categories” in fatto di partecipazioni a gare organizzate in Italia. Alla prova sui 120 chilometri hanno preso parte infatti 80 binomi. In totale, considerando anche i 16 in gara sui 90 chilometri, sono stati 96 i binomi partecipanti, in rappresentanza di 10 nazioni (Emirati Arabi Uniti, Algeria, Spagna,  Germania, Polonia, Argentina, Francia, Gran Bretagna, Repubblica di San Marino e Italia). I cavalli presenti in totale a Marche Endurance Lifestyle 2013 sono stati 175; a quelli impegnati nelle gare della Conero Endurance Cup vanno infatti aggiunti i pony del Battesimo della sella e dei Pony Games, insieme ai quali sono stati protagonisticirca 1.500 bambini.

Un evento di questa complessità è stato comunicato dai mezzi d’informazione anche quest’anno in maniera massiccia: 115 testate giornalistiche accreditate, 92 giornalisti accreditati, 34 testate giornalistiche straniere accreditate, 22 giornalisti stranieri accreditati, 6 ore di diretta televisiva.

“Grandi numeri per un grande evento – dice il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca –. Una manifestazione il cui punto di forza è la continuità: terminata la tre giorni di economia, sport e cultura, Marche Endurance Lifestyle continuerà a produrre risultati importanti, grazie alle decine di contatti avviati tra le imprese marchigiane e quelle degli Emirati Arabi Uniti. MEL, quindi, non è soltanto una grande festa di popolo, ma una straordinaria occasione di politica industriale e di promozione delle Marche”.

“Il legame fra Italia ed Emirati Arabi Uniti – gli ha fatto eco Gianluca Laliscia, CEO di sistemaeventi.it – ne esce ulteriormente rafforzato, grazie a un lavoro di squadra che anche in questa occasione la Regione è stata abile e preparata nel coordinare e nel condividere con gli altri enti e il tessuto economico marchigiano”.

Anche il Ministro Zanonato ha pubblicamente apprezzato l’opera svolta dalla Regione nella selezione delle proposte, indicando peraltro la necessità di insediare un tavolo tecnico permanente, costantemente in contatto con Dubai, capace di garantire un matching economico ed istituzionale tra le parti. Naturalmente la Regione Marche si pone immediatamente a disposizione del Ministro, candidandosi  sia a presentare al Ministro le proposte già pervenute, sia a porsi come focal point per raccogliere i progetti provenienti dal territorio nazionale.

 

 

ANCONAConfindustria Marche segue con particolare attenzione la delicata fase che sta attraversando Banca Marche e numerosi sono stati gli incontri con i vertici dell’istituto di credito a testimonianza del rilievo che la banca ha per l’economia regionale. Gli imprenditori sanno quanto è importante in questo periodo di crisi avere la possibilità di contare su un istituto di credito vicino, su una banca radicata nel territorio, autonoma e tradizionalmente capace di interpretare le peculiarità del sistema economico regionale.

Con questa prima esigenza oggi Confindustria Marche valuta tutte le questioni che riguardano l’Istituto bancario e, ancor più del nome del Presidente e dei probabili riassetti societari, ritiene prioritarie la funzione e la solidità della banca che tanto più saranno realizzabili, quanto più forte sarà il legame con il territorio e le eccellenze produttive dello stesso, in un periodo congiunturale estremamente difficile per il sistema economico.

Per il futuro, Confindustria Marche spera che continui l’impegno verso il territorio e le imprese con una politica di costante confronto con il tessuto economico marchigiano.

L’auspicio è che Banca Marche torni ad essere protagonista di quel dialogo strategico e costruttivo, con le imprese e con il territorio, che l’ha sempre caratterizzata, sostanziando la sua funzione primaria di istituto di credito capace di valorizzare le nostre potenzialità, riuscendo a mettere in relazione la nostra regione con il resto del Paese, pur salvaguardando la storia, l’originalità e la missione della banca dei marchigiani. Tutto ciò è stata la vera forza di Banca Marche.

 

MONTECOSARO–La “Corale Daltrocanto”, con il patrocinio del Comune di Montecosaro, organizza una serata lirica, intitolata “Sulle ali del canto dei due maestri della lirica: Verdi e Mascagni”. Esegue la Corale Crux Fidelis di Francavilla D’Ete, dirige Annarosa Agostini, al pianoforte Guido Alici. La serata si svolgerà sabato 22 giugno 2013, alle ore 21,15, presso il Teatro delle Logge di Montecosaro (Piazza Trieste, centro storico). Ingresso gratuito.

MORROVALLEDurante la festa dedicata alla “Serata delloMORROVALLE-17-6-2013-Foto Sport, l’Amministrazione comunale ha informato gli ospiti circa il progetto“Morrovalle nel Cuore”che concretizza la sensibilità pubblica per il mondo dello sport locale. “In collaborazione con la Croce Verde di Montecosaro e Morrovalle, e con il sostegno delle società di servizio municipalizzate, il Comune intende procurare dei defibrillatori – ha fatto sapere l’assessore competente Andrea Staffolani. Questi strumenti, se utilizzati tempestivamente e da persone capaci, possono salvare la salute e persino la vita in caso di scongiurata necessità. La Pubblica Assistenza Croce Verde, in particolare, con il suo Presidente Stefano Gattari si è subito attivata per fare in modo che, all’occorrenza, un defibrillatore possa essere attivato da mani esperte durante un avvenimento sportivo. Obiettivo per il quale saranno anche avviati dei corsi di preparazione. L’idea di fondo consiste nel fare in modo che il maggior numero di associazioni sportive locali siano dotate di personale proprio capace di utilizzare questa importante tecnologia”. La preparazione specifica dovrebbe cominciare con l’inizio del prossimo autunno.

Nella foto: l’assessore Staffolani al centro premia Assunta Legnante durante la “Serata dello Sport”. La Legnante, ospite d’onore della manifestazione, è campionessa paralimpica di atletica pesante

 

 

CIVITANOVA–Uova lanciate contro alcuni  muri del lato ovest e le vetrateLANCIO-UOVALG d’ingresso del Filippo Corridoni a Civitanova Alta, dove da venerdì pomeriggio scorso sono esposti i “quadri”, ovvero gli elenchi delle  promozioni e delle bocciature degli alunni delle classi prime fino alle quarte. La scoperta è avvenuta questa mattina, alla riapertura dell’edificio, dopo il week-end. Una bravata poco edificante, che si commenta da sola, presumibilmente posta in essere nella notte fra sabato e domenica. LANCIO-LGIl pianerottolo d’ingresso dell’Istituto si è presentato – oltre che imbrattato dal giallo delle uova – con un cestino divelto e scaraventatoLANCIO-TERZO CESTINO sotto i portici, alcune ciotole di fiori (piuttosto grandi) rovesciate e spaccate, alcuni portacarte all’ingresso sparigliati. Tre cestini gialli, dislocati nei vari punti dell’Orto botanico, facilmente divelti, di cui uno gettato a ridosso della scalinata d’ingresso ed un altro sotto i quadri suddetti, mentre il terzo abbandonato nel bel mezzo di un marciapiedi. Dell’episodio la scuola ha informato le autorità competenti. Sul posto, per i rilievi di legge e le  indagini, la Polizia di Stato. Qualche anno fa, sempre nel periodo dei quadri, era stato rovinato un vetro della porta d’ingresso, ma chi aveva commesso il fatto è stato poi identificato e costretto a risarcire il danno.LANCIO--CESTINO DIVELTO

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
Annunci