You are currently browsing the daily archive for giugno 15, 2013.

CIVITANOVA–Una Mostra di cartoline storiche, intitolataPORTOCIVITANOVA-80x80 “Quando Civitanova apparteneva al mare” è stata allestita in Via Santorre di Santarosa, presso l’Hotel Dimorae, che si trova proprio a due passi dall’inizio del Lungomare Sud. Inaugurata oggi 15 giugno, resterà visitabile fino al 18 agosto 2013. Ha curato la mostra Alvise Manni. Le cartoline sono state messe a disposizione dai collezionisti Enzo Mosca e Stefano Moscoloni.PORTOCIVITANOVA-striscione ridotto  Hanno collaborato alla bella iniziativa – perfettamente in linea con la stagione estiva, alla luce anche del recente convegno sulla storia del Trabacolo “Prudente” (vedi in questo stesso sito di Millepaesi) – Andrea e Fabio Perugini, Alberto Francinelli, Roberto Giannoni, Primo Recchioni ed Anna Maria Vecchiarelli. Nel corso della cerimonia inaugurale sono state ricordate da Manni le tappe storiche della formazione del centro marinaro di Portocivitanova. Ecco quanto è stato detto in sintesi. Civitanova Marche ha la speciale prerogativa di essere dislocata in due centri distinti, ma complementari: Civitanova Porto e Civitanova Alta: la vivace Portocivitanova (scritto tutto attaccato come si usava anche dire un tempo), giusto nel 1913 otteneva l’agognata autonomia. Nel 1938 poi c’è stata la riunificazione in unico Comune. Il Porto da sempre – data la sua particolare posizione geografica – si relaziona in un modo o nell’altro con l’ambiente marino e marittimo. Già dalla fine del XIX secolo il litorale sabbioso era un invitante luogo di villeggiatura, di riposo e cura, di svago e mondanità, in sintesi per finalità che oggi chiameremmo turistiche.

Già dal 1863, quando venne inaugurata la ferrovia Ancona-Pescara, veniva delimitata una stretta fascia di territorio compresa ad Est dalla spiaggia medio adriatica ed a Ovest dai fasci dei binari.

Il moderno centro urbano si è conformato nel suo espandersi, seguendo una direttrice quasi “obbligatoriamente” allungata Nord – Sud, ed una seconda minore via di sviluppo, incardinata all’altezza dell’attuale Piazza XX Settembre, che dalla marina ad Est procedeva verso Ovest.

Immagini storiche proposte sono quelle della ridente e spensierata “colonia bagnante”, delle caratteristiche Lancette da pesca a vela, dei pesanti Trabaccoli sempre a vela,adibiti al trasporto di cereali, frutta e mercanzie varie verso la Dalmazia, del neonato e sospirato molo, della immensa Piazza (oggi XX Settembre) con la vista che si spinge fino al mare.

Ammirando le immagini delle cartoline riproposte prendono forma sotto i nostri occhi gli antesignani Chalet lignei e gli spartani Stabilimenti balneari tipici degli albori, pionieristici precursori delle attuali attività dei concessionari di spiaggia, che hanno contribuito a far sì che la Civitanova conseguisse l’odierno decennale ed ininterrotto traguardo della Bandiera blu, festeggiata proprio oggi 15 giugno. 

Annunci

L’appuntamento è per sabato 22 e domenica 23 giugno 2013 presso la Villa di Capodarco, storica sede della Comunità.400x300 (2013) Ospiti di questa X edizione il teologo Vito Mancuso, i Marta sui Tubi e i giovanissimi Frères Chaos di X Factor

CAPODARCO DI FERMO Musica, cultura, spettacoli, momenti di riflessione, giochi e degustazioni, questo il mix vincente della prossima festa nazionale delle Comunità di Capodarco, giunta quest’anno alla sua decima edizione. L’appuntamento è per sabato 22 e domenica 23 giugno presso la Villa di Capodarco, storica sede della Comunità.

 Si inizia sabato alle 18.00 con il dibattito “La coscienza occidentale in tempo di crisi”, insieme al teologo e scrittore Vito Mancuso e Don Vinicio Albanesi, presidente della Comunità.

Dopo questo importante momento di riflessione, spazio alla musica giovane con il concerto di Manuela e Fabio Rinaldi, in arte Frères Chaos, due fratelli originari di Magliano di Tenna, che hanno partecipato, con successo, all’ultima edizione del programma rai X Factor.

Domenica pomeriggio sarà invece dedicata alla natura, con la possibilità di intraprendere una camminata, alla scoperta del bosco della Comunità, insieme alla guida naturalistica Nazzareno Polini.

In serata il tanto atteso concerto dei Marta Sui Tubi, il duo siciliano, definito da Lucio Dalla “la migliore live band italiana”, che ha partecipato, tra i 14 big, all’ultima edizione del festival di Sanremo. Ad aprire il concerto, come lo scorso anno, un’altra amatissima rock band fermana: i Turkish Cafè, accompagnati dal chitarrista e cantautore JuliCo.

Tutto questo, ovviamente, senza dimenticarsi dei più piccoli, con uno speciale spazio baby, allestito nel giardino della villa, gestito dall’Associazione Will Clown di Pescara.

 In entrambe le giornate spazio alla convivialità: come consuetudine stand gastronomici realizzati in collaborazione con la Contrada Capodarco e Coop Adriatica e una vasta offerta di articoli del commercio equo e solidale e prodotti del territorio. Da segnalare le bancarelle con i prodotti artigianali in pelle, ceramica e legno realizzati dai ragazzi disabili della Comunità Sant’Andrea e del Centro socio educativo riabilitativo Santa Elisabetta.

 Non solo musica e spettacoli: la festa sarà anche l’occasione per mostrare i servizi e la realtà quotidiana di una comunità, ormai parte integrante del territorio fermano, impegnata da quasi 50 anni nella lotta a tutte le forme di emarginazione sociale, dalla disabilità alla tossicodipendenza, dalla salute mentale all’assistenza ai minori. Saranno infatti presenti alcuni stand con materiale esplicativo della comunità e previsti momenti di incontro e di informazione con alcuni responsabili delle diverse strutture che compongono questa importante, vitale e longeva realtà che costituisce oggi la Comunità di Capodarco.

Il principe ereditario di Dubai ha centrato il successo nella gara sui 120 chilometri. Emanuele Fondi è risultato il primo degli italiani

NUMANA –Tris degli Emirati Arabi Uniti nella Conero Endurance Cup, che si è conclusaENDURANCE-LIBRO D'ONORE-11LG nel pomeriggio di oggi sabato ENDURANCE-PODIO-1015 giugno 2013 al Villaggio Internazionale di Marche Endurance Lifestyle 2013. Sul gradino più alto del podio della gara più prestigiosa, quella sui 120 chilometri, è stato Sheikh Hamdan bin Mohammed Al Maktoum, principe ereditario di Dubai, che in sella a Qhashmyr D’Hazel ha chiuso alla media di 21.728 km/h. Al secondo posto si è classificato Abdulla Ghanim Al Marri in sella a Wozzeck Al Thaal (media 21.727 km/h), mentre il terzo gradino del podio è stato appannaggio di Khalifa Ghanim Al Marri e Bac Dayyre (media 21.714 km/h).

Primo degli italiani, su un lotto di 80 binomi di 10 nazioni e 4 continenti, Emanuele Fondi e Felicidad, vincitori l’anno scorso della prova sui 120 chilometri della Conero Endurance Cup.

Gara di testa, quella del trio degli Emirati Arabi Uniti, con due cavalieri young riders alle spalle di Sheikh Hamdan, con il quale hanno condiviso praticamente tutta la gara, sviluppando una tattica in cui alla fine il ritmo ha fatto la differenza. “Sono particolarmente soddisfatto – ha commentato Sheikh Hamdan bin Mohammed Al Maktoum – per aver potuto dare il meglio di me in un percorso bellissimo, che mi ha permesso di conoscere luoghi straordinari a conferma che le Marche sono una regione splendida. Confermo l’impressione che avevo avuto lo scorso anno assieme a mio padre e sono felice di avere avuto l’opportunità di conoscere meglio questa terra e la sua gente straordinaria”.

Lotta serrata e sppettacolo sportivo di alto livello lungo il percorso disegnato alle pendici del Conero, che si è rivelato filante e di grande pregio sia dal punto di vista tecnico che paesaggistico. Selezione c’è stata dunque anche nella gara sui 90 chilometri con Angelo Villani su Cleopatrina al primo posto (media 19.349 km/h), davanti a Vincenzo Amato su Missuri (media 18.295 km/h) e Fausto Scarabattoli su Outlaw Armor (media 16.075 km/h).

Per il campionato italiano Assi 7 anni, invece, l’ambito trofeo è andato a Giulia Vigevani con Nefertiti del Ma (media 17.555), che sul traguardo di Marcelli di Numana ha preceduto Federica Mandelli con Ninfa di Chia (17.552 km/h) e Fortunato Balzano con Nominadu (media 17.552 km/h).

A chiudere le premiazioni, l’assegnazione del premio Best condition, assegnato ai cavalli che nelle due categorie hanno dimostrato di essere nelle migliori condizioni: per la gara sui 90 chilometri ha trionfato Cleopatrina, mentre per la 120 chilometri è stata premiata Felicidad.

Complessivamente, l’evento ha visto al via 96 binomi provenienti da 10 nazionalità diverse.

Domani Marche Endurance Lifestyle proseguirà con le attività dedicate al mondo del cavallo ed aperte al pubblico, dal battesimo della sella a Pony & Bimbi fino ai Pony games dedicate ai baby cavalieri esperti. Altre foto della manifestazione nella notizia precedente.

endurance-SVOLGIMENTO-3LGMARCELLI DI NUMANA–(RIVIERA DEL CONERO)–ENDURANCE CONERO CUP,ENDURANCE----865LG UN SUCCESSO DI PARTECIPAZIONE, UN’ORGANIZZAZIONE PERFETTA, UN APPREZZAMENTO GENERALE DEI PARTECIPANTI PER I BOSCHI DEL CONERO E LE VISIONI NATURALISTICHE, CON APERTURE IMPROVVISE SUL MARE ADRIATICO CHE HANNO LASCIATO DI STUCCO I QUASI 100 PARTECIPANTI DI DIECI NAZIONI.

PUBBLICHIAMO LE FOTO DELL’EVENTO SPORTIVO, CHE HA AVUTO ANCHE UN FORTE RISVOLTO ISTITUZIONALE ED ECONOMICO. OGGI ANCHE IL TG1 ECONOMIA HA DATO NOTIZIA DELL’EVENTO MARCHIGIANO, GIUNTO ALLA SECONDA EDIZIONE, CHE IL PRESIDENTE DELLA REGIONE MARCHE, GIAN MARIO SPACCA, E’ INTENZIONATO A RENDERE PERMANENTE, PER DARE CORSO A RAPPORTI STRUTTURALMENTE ORGANIZZATI CON GLI EMIRATI ARABI UNITI, PAESE DEL MONDO MEDIO ORIENTALE CON IL QUALE SONO STATI AVVIATI POSITIVI SCAMBI ECONOMICI, CHE POSSONO CRESCERE ULTERIORMENTE, NELL’OTTICA ITALIANA DI CERCARE SEMPRE NUOVI SBOCCHI MONDIALI PER I NOSTRI PRODOTTI DI QUALITA’. SAREBBE UNA SOLUZIONE PER L’ATTANAGLIANTE CRISI ECONOMICA, DALLA QUALE SI PUO’ USCIRE CON UNA INCREMENTO DELL’EXPORT VERSO TUTTI QUEI PAESI CON I QUALI LA PENISOLA ITALIANA E’ IN RAPPORTO CONSOLIDATO.ENDURANCE-5868LG

L’ENDURANCE E’ UNA DISCIPLINA DI GRANDE FASCINO, CHE METTE A DURA PROVA CAVALLO E CAVALIERE, CHE NEL CONTEMPO DIVENTA UN MODO UNICO PER APPREZZARE DALL’INTERNO SCENARI NATURALISTICI PERCEPIBILI ALL’OCCHIO UMANO IN MODO SINGOLARE IN SELLA ALL’ANIMALE PIU’ INTELLIGENTE ED ELEGANTE CHE CI SIA. NELLE FOTO LA PARTENZA (QUESTA MATTINA) DEL PRINCIPE EREDITARIO DI DUBAI SHEIK HAMDAN BIN MOHAMMED AL MAKTOUM VINCITORE DELLA GARA FEI CEI 12 E POI I MOMENTI DELLA GARA, SEGUITI DALLE PREMIAZIONI DA PARTE DEL PRESIDENTE SPACCA.ENDURANCE-FOTO TRE-5833LG

 

 ENDURANCE-LIBRO D'ONORE-11LGendurance2LGendurance4LGendurance5LG

CIVITANOVA–PREDISPOSTO LO SPAZIO PARCHEGGIOPARCHEGGIO-FOTO©MILLEPAESI-LG7117 SUL LUNGOMARE NORD, ALL’ALTEZZA DEGLI STABILIMENTI BALNEARI FEDERICO E SIRENETTA. L’AREA PRIVATA, GIA’ IN PASSATO ADIBITA A POSTEGGIO TEMPORANEO ESTIVO, E’ STATA PREDISPOSTA , RIPULITA, SUDDIVISA PER AVVIARNE L’UTILIZZAZIONE IN QUESTA STAGIONE, CHE FINALMENTE COMINCIA AD AVERE IL METEO DALLA PROPRIA PARTE. IERI SOLE ED ATMOSFERA ESTIVA HANNO SUBITO DATO  AL LUNGOMARE SUD E NORD LA GIUSTA ANIMAZIONE, POMERIDIAN E SERALE. PER QUANTO CONCERNE IL PARCHEGGIO IN QUESTIONE IL COMUNE HA AFFISSO UN CARTELLONE CON LE INDICAZIONI DEL SERVIZIO, CHE VERRA’ GESTITO DALLA COOPERATIVA SOCIALE IL NODO. CI SONO ANCHE LE INDICAZIONIPARCHEGGIO-TARIFFE-7119-LG DELLE TARIFFE. NEI GIORNI FERIALI IL COSTO DEL POSTEGGIO PER L’INTERA GORNATA E’ DI DUE EURO, MENTRE IN QUELLI FESTIVI E PREFESTIVI TRE EURO. PER GIORNATA SI PRCISA SI INTENDE DALLE ORE 7 ALLE ORE 19. QUESTA SOLUZIONE CHE E’ STATA ESCOGITATA ANDRA’ AVANTI DA OGGI 15 GIUGNO AL 15 SETTEMBRE 2013. SI TRATTA DI UNO SPAZIO DOVE DOVREBBERO ESSERE SISTEMATE CIRCA 90 AUTO, INDUBBIAMENTE UNA BOCCATA D’OSSIGENO, SPECIE PER L’AFFLUSSO DEI BAGNANTI NEI FINE SETTIMANA. IL RICORSO AL SUDDETTO PARCHEGGIO E’ STATO SOLLECITATO DAGLI OPERATORI BALNEARI TENENDO CONTO DEL FATTO CHE LA NUOVA SISTEMAZIONE DELLA PISTA CICLO-PEDONALE SU VIA IV NOVEMBRE, OVVERO LUNGOMARE NORD, HA PORTATO AD UNA RIDUZIONE DEI PARCHEGGI VISIBILE AD OCCHIO NUDO, CHE SONO STATI RIMOSSI SUL LATO EST (LATO MARE), PER FARE SPAZIO AL PERCORSO IN BICI E PEDONALE. LUNGOMARE NORD-PISTA-FOTO©MILLEPAESI-7114A MAGGIO MENTRE ERANO IN CORSO I LAVORI MOLTI ERANO STATI CRITICI E PERPLESSI. LA PISTA – COSI’ COME E’ STATA REALIZZATA – SI PRESENTA SPAZIOSA, ARIOSA ED HA PERMESSO DI UTILIZZARE AL MASSIMO TUTTO LO SPAZIO DISPONIBILE CHE STAVA A RIDOSSO DEI CHIOSCHI. CHI TRANSITA SULLE DUE RUOTE E A PIEDI PUO’ AMMIRARE MEGLIO IL MARE. INSOMMA L’EFFETTO E’ MIGLIORE DI QUANTO SI POTESSE IPOTIZZARE FONTESPINA-CICLO-PEDONALE NORD-PH©MILLEPAESI,7149SULLE PRIME. IERI SERA ABBIAMO OSSERVATO L’UTILIZZAZIONE DA PARTE DI CITTADINI E TURISTI E CI E’ SEMBRATO CHE CI SIA ANCHE UN NOTEVOLE INCREMENTO DI FREQUENTATORI. FARE SPORT O FARE LA SEMPLICE PASSEGGIATA E’ DIVENTATO ANCOR PIU’ INTRIGANTE, PIACEVOLE. PER I RESIDENTI SENTIREMO COME SI TROVERANNO. QUANDO ERANO INIZIATI I LAVORI AVEVANO ESPRESSO ALCUNE PERPLESSITA’, IN ORDINE ALLA VISIBILITA’ ED AL NUMERO DEI PARCHEGGI DISPONIBILI PER LORO.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
Annunci