FERMO–Da piccoli ci è stato inculcato il concetto del risparmio nelle aule con il semplice ma efficace salvadanaio. Il 31 ottobre si celebra da sempre la giornata del risparmio. Ma la gente oggi risparmia forse meno che nel passato, non solo per la crisi. Fatto sta che prende il via “Primo Risparmio Carifermo”, il nuovo deposito Carifermo dedicato ai più piccoli, un libretto di risparmio destinato ai ragazzi di età compresa tra zero e tredici anni. E’ un’iniziativa, ma anche una curiosità, che segnala la preoccupazione anche pedagogica. Senza risparmio non si possono fronteggiare imprevisti futuri ed è anche difficile, se non impossibile investire.

                           ***

Con “Primo Risparmio Carifermo”, l’istituto fermano vuole promuovere così il valore del risparmio e favorirne l’educazione nei più piccoli. Il deposito nominativo è intestato al minore e prevede particolari operatività come ad esempio la possibilità, dal compimento dell’11° anno, di prelevare autonomamente un importo massimo di 25 euro.

Proprio per incoraggiare il risparmio, con l’apertura del libretto, il bambino o la bambina riceveranno un simpatico salvadanaio, simbolo per eccellenza dell’economia e dell’oculatezza. Una proposta stimolante che educhi a riflettere sul valore del denaro e sulla necessità di gestirlo in modo consapevole, per sé stessi e per la comunità.

Oltre al salvadanaio, il genitore riceverà una brochure con dei suggerimenti per la promozione del risparmio. Qualche esempio? Insegnare al figlio fin da piccolo e riconoscere le monete, classificandole in base alla forma, gestendo con regole pratiche la paghetta o ancora portandolo in banca.