You are currently browsing the daily archive for giugno 12, 2013.

Civitanova Calcio a 5, cena di fine anno per il settore femminile

CIVITANOVAIl Civitanova Calcio a 5 festeggia laASD CIVITANOVA-allieve splendida stagione del suo settore femminile con una cena di fine anno, presso il Ristorante Giallo Ocra, giovedì 14 giugno 2013.Occasione, quella della conviviale, per rendere merito alla Prima Squadra che ha conquistato la promozione in serie C (battuta in finale Sarnano ndr) e alle Allieve che hanno avuto l’onore di qualificarsi per i play off del proprio campionato. La società rossoblu ringrazia vivamente i tecnici Michele Roma (Prima Squadra) e Andrea Carlocchia (Allieve) per la professionalità e l’impegno profuso, caratteristiche fondamentali al raggiungimento degli importanti risultati. Ma in casa Civitanova Calcio a 5 è già tempo di volgere lo sguardo al futuro. Sono aperte, infatti, le selezioni tecniche per tutti le atlete comprese dal 1997 al 2006; prossimamente la società comunicherà le date e le location dei provini, che daranno la possibilità di poter entrare a far parte della grande famiglia rossoblu. In ambito maschile, invece, il Presidente Andrea Palliani e il suo staff stanno continuando nella loro opera di rifondazione, che ha avuto come input principale la promozione di mister Marco Vagnarelli in Prima Squadra. Sguardo rivolto con particolare attenzione al settore giovanile, con l’organizzazione di provini selettivi dalla categoria Under 21 agli Esordienti. Sarà cura della stessa società civitanovese rendere noti, quanto prima, i futuri sviluppi in merito.

Annunci

LORETO–La Delegazione Pontificia haPapa Francesco e la Madonna di Loreto 5.6.2013 reso noto  che domenica 16 giugno 2013 avrà luogo presso il Centro Giovanni Paolo II di Montorso un momento di preghiera in preparazione della Giornata Mondiale della Gioventù. Loreto e il suo santuario sono legati alla GMG fin dal 1987, dalla Giornata Mondiale della Gioventù di Buenos Aires. Da allora il crocifisso di San Damiano e la Madonna di Loreto sono i simboli che i giovani italiani regalano alle nazioni e alla città ospitante la GMG. In questi mesi l’immagine della Madonna di Loreto sta girando l’Italia e attorno a lei migliaia di giovani e di adulti si incontrano per pregare e confermare in questo Anno della Fede la volontà di riscoprire il proprio “Sì” al Signore. La Madonna di Loreto che verrà donata al vescovo di Rio de Janeiro verrà collocata in un ospedale per i bambini delle favelas attualmente in costruzione. Il momento di domenica prossima presso il Centro G.P.II di Montorso prevede alle 17, 30 la recita del rosario e alle 18,15 il concerto intitolato «ALL’UNISONO», che vedrà protagonisti Pio Spiriti e Roberto Pagani. Con l’occasione ci sarà anche una raccolta di firme per l’iniziativa «Credendo abbiamo la vita» che nello stesso giorno porterà i disabili, i malati e gli agenti della Pastorale della salute di tutto il mondo a Roma, per uno speciale pellegrinaggio indetto nell’Anno della Fede. L’evento organizzato dal Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione in collaborazione con il Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari e con altre realtà associative che lavorano nell’ambito della Pastorale della Salute è questo legato all’enciclica Evangelium Vitae, scritta da Giovanni Paolo II nel 1995 sul valore e l’inviolabilità della vita umana.

 

FERMO–Giuseppe Ciarrocchi è stato confermato all’una-nimità  Presidente della sezione lapidei di Confin-dustria Fermo, che si è riunita ieri martedì 11 giugno 2013 per rinnovare la presidenza per il biennio 2013-2015. Ciarrocchi è titolare della ICA, azienda storica del settore associata a Confindustria da 30 anni.

Paolo Scorolli  della Scorolli Srl è stato confermato quale componente del Comitato Piccola Industria.

Durante la riunione si è molto discusso dell’attuale situazione di crisi in cui versa l’intero settore, fortemente legato all’edilizia e delle oggettive difficoltà per mantenere l’occupazione. In particolare gli imprenditori del comparto lamentano una assoluta mancanza di attenzione nei loro riguardi da parte delle istituzioni, Regione e Provincia, vedasi l’atavica situazione del “Piano Cave”, ma anche gli stessi colleghi dell’edilizia, locale e non, che molto spesso si rivolgono fuori provincia per gli approvvigionamenti. Ovviamente il tutto a discapito di un territorio che non può e non potrà vivere di sola calzatura.

ANCONA–L’incremento delle esportazioni registrato dalleNANDO OTTAVI-presidente_ottavi Marche (+13,2%), nei primi tre mesi del 2013, è risultato in controtendenza rispetto alla media nazionale (-0,7%) e decisamente superiore rispetto a quello della ripartizione dell’Italia Centrale (+2,2%).

Va rilevato tuttavia che il risultato regionale risente in maniera considerevole dell’incremento registrato dal comparto della chimica farmaceutica (+139,8%) attribuibile ad operazioni infragruppo. Al netto di questa variazione, la crescita delle esportazioni regionali risulterebbe pari a circa il 3% rispetto al primo trimestre dell’anno precedente.

L’incremento delle esportazioni della regione ha riguardato sia mercati dell’Unione Europea (+13,4%) sia i mercati extra UE27 (+12,9%).

Anche in questo caso al netto della crescita del comparto della chimica l’andamento dell’export regionale sui mercati della UE27 risulterebbe in contrazione del 3,1%.

Rispetto allo stesso periodo del 2012 il peso dell’export della regione sul totale nazionale è aumentato passando dal 2,6% al 3%.

A livello provinciale solo Ascoli Piceno (+60,3%) ha registrato una variazione superiore alla media regionale (influenzata anch’essa dalla performance del settore farmaceutico), mentre positivi ma inferiori alla media sono apparsi i risultati di Pesaro Urbino (+8,9%), Macerata (+4,5%) e Fermo (+3,5%). Negativo invece il risultato di Ancona (-0,8%) attribuibile alla flessione registrata dai principali comparti della meccanica.

A livello settoriale, oltre agli articoli farmaceutici, in crescita sono risultate le esportazioni di articoli d’abbigliamento (+9,8%), articoli in pelle e calzature (+6,6 %), prodotti alimentari (+11%), macchinari ed apparecchi (+3,5%), apparecchi elettrici (+3,3%), computer, apparecchi elettronici e ottici (+4,7%), articoli in gomma e materie plastiche (+4,1%).

In flessione sono risultate le esportazioni di metalli e prodotti in metallo (-0,3%), mobili (-7,7%), prodotti tessili (-12,6%), sostanze e prodotti chimici (-2,8%) e carta e prodotti di carta (-4,1%).

La crescita delle esportazioni della nostra regione, evidenziata dai dati pubblicati ieri dall’Istat – ha affermato il Presidente di Confindustria Marche, Nando Ottavi (nella foto) – rappresenta un segnale positivo per la ripresa del sistema produttivo regionale, anche se la situazione rimane ancora molto critica. Anche a livello nazionale Confindustria ha richiesto misure urgenti anticongiunturali che pongano al centro l’impresa ed il manifatturiero; misure in grado di favorire l’accesso al credito, ridurre il cuneo fiscale, far ripartire la domanda interna per uscire dall’attuale recessione.

Il tema del potenziale di crescita delle imprese associato ad un aumento del grado di internazionalizzazione del sistema produttivo si ripropone, oggi, come centrale per le prospettive di tenuta e di ripresa della nostra economia. Occorre quindi impegnarsi sempre di più per aumentare la presenza delle nostre imprese sui mercati più dinamici. E’ questo l’obiettivo che Confindustria Marche sta perseguendo da tempo anche con la collaborazione dell’ente regione.” 

CIVITANOVA–Da 20 a 2.0 è lo slogan che accompagna la ventesima edizione delSvetlana Zakharova Festival internazionale Civitanova Danza promosso da Comune di Civitanova Marche, Teatri di Civitanova, AMAT in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, Camera di Commercio di Macerata, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche e Provincia di Macerata. L’importante traguardo dei 20 anni della manifestazione – dedicata al Maestro Enrico Cecchetti, originario della città marchigiana – guarda al futuro e diventa occasione privilegiata di evoluzione verso la forma festival. In quest’ottica il programma – curato da Gilberto Santini, direttore Amat – presenta due giornate di “festival nel festival” con prime italiane e assolute. Un cartellone ricco ed articolato si snoda tra il 20 luglio e il 15 agosto tra debutti, stelle della danza mondiale, maratone danzate dal tramonto a notte fonda, un campus estivo con i docenti della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e dell’Opéra de Paris e due focus nazionali a conferma dello slogan Civitanova danza tutto che accompagna da qualche anno la manifestazione a testimonianza da un lato all’aspirazione a riunire in sé i rappresentanti del mondo e delle diverse culture, dall’altro alla tensione ad una onnicomprensività dello sguardo per le differenti tipologie di danza, diversi stili e linguaggi con cui la danza dialoga.

L’apertura il 20 luglio “va ad abitare” tutti i teatri della città per il primo dei due festival nel festival, una vera e propria maratona che prende avvio alle ore 16.30 al Lido Cluana con Civitanova Danza Focus incontro realizzato in collaborazione con ADEP / FEDERDANZA (AGIS). Alle ore 19 il festival “invade e anima” Piazza XX Settembre con Happydancehour! a cura delle scuole di danza della città e dalle ore 20.30 prosegue al Teatro Cecchetti con De visu in situ motusnuova creazione di Masako Matsushita, al Teatro Rossini con l’attesa prima italiana di Robot! nuova creazione della francese Blanca Li per otto danzatori e otto robot che arriva al festival subito dopo il debutto assoluto al festival Montpellier Danse, per concludersi al Teatro Annibal Caro con il debutto in prima assoluta di Pinocchio di Virgilio Sieni, neo direttore della Biennale di Venezia Danza, che vede in scena uno straordinario performer non vedente.

L’ormai consueto appuntamento con Danza all’Opera, un progetto di Civitanova Danza & Macerata Opera Festival, vede protagonista il 25 luglioall’Arena Sferisterio di Macerata la compagnia Aterballetto, formazione tra le più interessanti della danza italiana, con Romeo and Juliet di Mauro Bigonzetti, unico coreografo italiano ad aver creato una coreografia per il New York City Ballet. Non esiste storia che, come questa di Romeo e Giulietta, non sia stata tanto narrata e diffusa da valicare i confini geografici e culturali. Nello spettacolo – nato dall’incontro del coreografo con l’artista visivo Fabrizio Plessi – diciotto danzatori, nove donne e altrettanti uomini, con i corpi ricoperti da involucri iper tecnologici, in fibre di carbonio, i caschi da motociclisti ai piedi, ginocchiere, para gomiti, s’alternano in passi a due, terzetti, quartetti e pezzi d’insieme.

Sabato 3 agosto un nuovo festival nel festival che segue la struttura dell’evento inaugurale con il primo appuntamento alle ore 16.30 al Lido Cluana con Civitanova Danza Focus incontro in collaborazione con “Danza & Danza magazine” (media partner del festival). Dopo l’avvio alle ore 19 conHappydancehour! a cura delle scuole di danza della città in piazza XX Settembre, al Teatro Cecchetti è la volta di due straordinarie compagnie israeliane, quella di Noa Shadur con We do not torture people e quella guidata dal coreografo Roy Assaf con The Hill, lavori carichi di una portata emotiva di raro impatto presentati al pubblico del festival in prima italiana. Alle ore 21.30 il Teatro Rossini ospita la prima assoluta di Sudvirus,rielaborazione, riorganizzazione concettuale ed ampliamento di una coreografia per soli danzatori commissionata a Roberto Zappalà – uno dei maggiori coreografi italiani dell’ultimo decennio – dal Goteborg Ballet nel 2011. A chiudere la seconda maratona è il marchigiano-olandese Giulio D’Anna, originario di San Benedetto del Tronto ed arrivato ad essere uno dei più richiesti artisti internazionali, che debutta al Teatro Annibal Caro con un lavoro per otto danzatori. 

Svetlana Zakharova è la protagonista il 15 agosto al Teatro Rossini de La Notte della Stella. La sua eleganza è mozzafiato, la forza scenica nei balletti classici come nelle performance contemporanee è sublime, incanta i teatri di tutto il mondo, a partire dal Bolshoi di Mosca dove è prima ballerina e dal Teatro alla Scala dove è étoile assieme a Roberto Bolle. Sarà lei, dopo la travolgente esibizione allo Sferisterio nel 2011, anche in quell’occasione nell’ambito di Civitanova Danza, a concludere questa ventesima edizione di Civitanova Danza con un Gala che la vede protagonista.

Accanto agli spettacoli il festival ospita dal 5 al 10 agosto anche il campus estivo Civitanova Danza per Domani a cura di Paola Vismara con i docenti della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e dell’Opéra de Paris. A partire dal Concorso “Civitanova Danza per Domani”, giunto nel 2012 alla settima edizione, il campus offre un programma intensivo di lezioni di danza classica e contemporanea (vari livelli per danzatori dai 9 anni) guidate da insegnanti internazionali come Frédéric Olivieri (direttore della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala), Florence Clerc (professeur du ballet del Ballet de l’Opéra de Paris) Paola Vismara e Amelia Colombini (docenti della Scuola scaligera) e Fabrizio Monteverde (coreografo).

Civitanova Marche rinnova con questa edizione del festival la sua vocazione ad essere Casa della Danza con un lungo periodo di residenze dove la Foresteria Imperatrice Eugenia – situata a Civitanova Alta da anni punto di riferimento della creatività in ambito coreutico – ospita molte delle compagnie del festival grazie al connubio vincente con il vicino Teatro Annibal Caro che vede interi gruppi di artisti vivere la città della danza, assieme alla cittadinanza, in un flusso continuo di crescita interculturale.

Informazioni: 0733 812936 (biglietteria del festival), 071 2072439 (AMAT), www.civitanovadanza.itwww.amatmarche.net.

CIVITANOVA–Il Gruppo Amatori Fiat 500 La Banda  Cinquino ha organizzato (domenica 9 Giugno 2013) il  2° Raduno automobilistico, facendo leva sul mito della cinquecento, la quale ogni anno che passa aumenta ancor di più i propri estimatori. La piccola “utilitaria” che ha contrassegnato il boom economico italiano degli Anni Cinquanta-Sessanta è diventato sempre più nelle sue serie storiche un modello amato, vezzeggiato, rimesso in ordine, verniciato o lucidato, per utilizzarlo e goderselo nel tempo libero, specie d’estate. La Fiat 500 è diventata, insomma, una comune passione automobilistica da condividere con gli altri. E così in Piazza XX Settembre a Civitanova Marche gli organizzatori hanno potuto accertare la presenza ai nastri di partenza di ben 162 Fiat 500, provenienti da tutte le Marche, nonchè dall’ Abruzzo, dal  LazioFIAT 500-PIAZZA XX SETTEMBRE-2013 e dall’Umbria. Ammirate in centro, le Fiat 5oo si son poi fatte ammirare lungo un itinerario cittadino, che si è pittorescamente snodato dalla Piazza centrale per un giro turistico verso il Molo Sud, quindi è stata imboccata la direzione balneare del Lungomare Nord, per animare infine le vie di Civitanova Alta, dove i “piloti” hanno potuto degustare un aperitivo preparato da Stefano del Bar Batò, in collaborazione il commerciante  (macellaio) del luogo Alberto Menichelli. Auto posteggiate, nel frattempo, negli spazi della liberty Tramvia e deiFIAT 500-CIVIT ALTA-_n parcheggi adiacenti sotto le mura (Campo Fiera). Quindi tutti a pranzo all’agriturismo “Mangia”, nella splendida campagna di Civitanova Alta, a pochi Km dal centro storico. Soddisfazione, infine, da parte di tutto il sodalizio, soddisfazione anche per gli occasionali turisti ed i civitanovesi che si sono imbattuti nella sfilata o che l’hanno appositamente attesa sapendo del raduno, opportunamente pubblicizzato dal Banda del Cinquino, anche con il supporto del nostro giornale Millepaesi.FIAT 500-MILLEPAESI-TRAMVIA

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
Annunci