SEMINARIO CON IL GIORNALISTA ALESSANDRO SORTINO, PRESENTI IL RETTORE DELL’ATENEO STEFANO PIVATO, DARIO GATTAFONI (PRESIDENTE ORDINE GIORNALISTI MARCHE), LELLA MAZZOLI (IFG).


URBINO–Sarà Alessandro Sortino (per diversi anni giornalista delle Jene, ora

Dario Gattafoni, Presidente dell'Ordine dei giornalisti delle Marche

Dario Gattafoni, riconfermato Presidente dell’Ordine dei giornalisti delle Marche •    • Foto©Millepaesi •

inviato di “Piazza Pulita”) l’ospite del seminario che chiuderà il primo anno di corso della Scuola di giornalismo di Urbino. Sortino sarà nella città ducale domani mercoledì 12 giugno 2013 e parteciperà, fra l’altro, alla cerimonia per la consegna delle borse di studio. Quella in corso è l’ultima settimana di lavoro e di studio per i 31 praticanti di questo biennio, prima degli stage che sono stati programmati per settembre e ottobre. La Scuola riprenderà l’attività a novembre e proseguirà fino alla fine di aprile del 2014.
Alessandro Sortino è stato chiamato per un seminario nel corso del quale parlerà della sua esperienza professionale e delle difficoltà di fare giornalismo d’inchiesta. Sortino, dopo alcune collaborazioni con il Settimanale Vita e con “La Repubblica”, è approdato a Radio Capital dove ha ideato e condotto alcuni programmi di approfondimento e satira come “Salotto Termini” e “Scandali al sole”. Con il programma “Diario di guerra”, incentrato su storie di vita dalla Serbia e dal Kosovo, nel 1999 ha vinto il premio “Penne pulite”.
Grazie al successo di queste trasmissioni è stato chiamato da Davide Parenti come inviato per il fortunatissimo programma televisivo “Le jene” dove è rimasto per circa otto anni. L’intervento di Alessandro Sortino è inserito nell’ambito della settimana televisiva i cui docenti sono Filippo Nanni (coautore di Ballarò) e Rita Mattei (caporedattore del Tg3). Al termine del seminario (alle 12.30 circa) ci sarà una piccola cerimonia per la consegna delle borse di studio a Giuseppina Avola e Antonella Ferrara che si sono classificate ai primi due posti nella selezione per l’ammissione alla Scuola. Altre tre borse di studio sono state assegnate in base alla graduatoria dell’esame svolto a conclusione del primo anno di corso. Le due borse di studio sono intitolate a Lucio Boattini e Luca Animobono. Lucio Boattini è stato allievo dell’Ifg, assunto dalla Rai come vincitore di concorso e morto giovanissimo per infarto durante una vacanza all’estero con la famiglia. La seconda borsa di studio è stata finanziata dal Sindacato giornalisti marchigiani (Sigim) e intitolata a Luca Animobono, giornalista professionista e cronista di Corriere Adriatico, stroncato da un infarto a quarant’anni durante una vacanza con gli amici.  Alla cerimonia di consegna parteciperanno i familiari di Lucio Boattini e Luca Animobono, il Rettore Stefano Pivato, i dirigenti del Sindacato giornalisti, il Presidente dell’Ordine Dario Gattafoni e naturalmente il direttore dell’Ifg Lella Mazzoli e il direttore dei corsi e delle testate Gianni Rossetti.