You are currently browsing the daily archive for giugno 10, 2013.

PORTO POTENZA–Tanta gente e un’atmosfera autenticamente di festa e condivisione hanno animato, ieri (domenica 9 giugno 2013, in Viale Piemonte) “Giochinsieme con le famiglie e le Associazioni”, l’iniziativa organizzata dall’Amministrazione Comunale e dall’Associazione Genitori Age. Un’intera giornata in collaborazione con tante realtà educative del territorio e che ha rappresentato una vera festa della comunità con la presenza di tante famiglie e bambini. La giornata si è aperta in mattinata con i giochi e le attività organizzate con le società sportive e con il saluto delle autorità.GIOCHINSIEME-DUE-P1000241-corteo

Un’iniziativa davvero lodevole – ha detto il Sindaco Sergio Paolucci – che ha saputo mettere insieme così tanta gente e così tante Associazioni che sono gli attori principali della vita sociale del nostro territorio”. “L’auspicio – ha aggiunto il Sindaco – è che il clima di festa e di collaborazione che ha pervaso l’iniziativa si confermi in futuro nella fattiva cooperazione quotidiana di tutte le realtà e le associazioni per affrontare insieme i problemi e le varie questioni. Unità e collaborazione sono fondamentali affinché il territorio possa far registrare un autentico avanzamento culturale e possa crescere sotto la spinta congiunta di tutti”. Anche l’Assessore Giancarla Benedetti ha evidenziato che il Patto Educativo, sottoscritto lo scorso anno, “è stato uno splendido traguardo raggiunto ma ora occorre produrre una reale e quotidiana collaborazione tra tutte le agenzie educative del territorio”. A seguire le premiazioni delle scolaresche che hanno aderito al progetto “Un tappo d’Istruzione”, attraverso il quale verranno finanziati dei progetti a scopo umanitario.GIOCHINSIEME-P1000228-ingresso

Poi, grazie anche a una mattinata soleggiata, sono seguite le numerose attività ludiche organizzate e allestite dalle Associazioni che hanno aderito a “Giochinsieme”. Nel pomeriggio il meteo è stato purtroppo meno clemente, ma rimane comunque il senso di un’iniziativa frutto dei principi di cooperazione tra Associazioni del territorio, sanciti con il Patto Educativo siglato il 31 marzo dello scorso anno tra oltre 60 Agenzie Educative del territorio, le Associazioni socio-culturali, le scuole, i genitori, le parrocchie, le società sportive, i Consigli Comunali dei ragazzi e l’Amministrazione Comunale. Il Patto Educativo rappresenta la sintesi delle reciproche intenzioni di collaborare e cooperare per accrescere la giusta consapevolezza educativa e trovare una piattaforma comune di azione per trasmettere in modo sempre più efficace ai giovani del territorio i principi del rispetto della persona, della responsabilità, della convivenza civile, dell’onestà e con l’obiettivo di renderli sempre più parte attiva e partecipe della società. “Giochinsieme con le famiglie e le Associazioni” ha rappresenta, appunto, un importante appuntamento per ritrovarsi GIOCHINSIEME-QUATTRO-P1000253-palcoe ribadire i principi cardine del Patto Educativo. GIOCHINSIEME-TRE-P1000245-platea-alta

DA OGGI LUNEDÌ 10 GIUGNO 2013 OPERATIVA L’AMMODERNATA ED ELETTRIFICATA TRATTA FERROVIARIA ASCOLI – PORTO D’ASCOLI Il viaggio inaugurale con il Presidente Spacca, il Presidente della provincia ascolana Celani, il sindaco Castelli di Ascoli e di San Benedetto Gaspari

In treno da Ascoli ad Ancona in un’ora e 32 minuti. Si è svolto oggi il viaggio inaugurale sulla nuova tratta elettrificata Ascoli–Porto d’Ascoli con a bordo, tra gli altri, il presidente della Regione Gian Mario Spacca, il presidente della Provincia di Ascoli Piceno Piero Celani, i sindaci di Ascoli Guido Castelli e San Benedetto del Tronto Giovanni Gaspari, i sindaci di tutto il comprensorio interessato, Francesco Cioffi, responsabile nazionale della Divisione Passeggeri dei servizi regionali di Trenitalia, Luciano Frittelli, direttore della Direzione Territoriale Produzione RFI. Da lunedì 10 giugno poi, il servizio sarà attivo per  tutti i viaggiatori e i pendolari che potranno usufruire di treni più moderni, più comodi e più veloci.  I lavori per l’elettrificazione del percorso,  molto atteso nel Piceno e per cui la Regione ha investito 10 milioni di euro su un costo totale del progetto di circa 11 milioni, si sono infatti conclusi con un netto miglioramento dei servizi per l’utenza. Ci saranno 16 collegamenti in più al giorno tra l’entroterra e la costa e un innesto diretto con la linea adriatica consentirà di risparmiare fino a mezz’ora di tempo nella percorrenza fino ad Ancona.

“E’ un progetto – ha detto il presidente della Regione, Gian Mario Spacca – che rientra nel disegno di potenziamento infrastrutturale delle Marche e che innerva la dorsale adriatica rendendola strategica nell’ambito delle reti europee. Soddisfa inoltre i bisogni del Piceno perché rende il traffico su questo territorio più veloce, fluido e interconnesso con la dorsale adriatica. Un progetto che testimonia l’attenzione della Regione per il Piceno. Le Marche non devono più essere la sommatoria di singole realtà localistiche, ma una comunità vera in cui ciascun territorio possa esprimere le proprie migliori virtù. E’ un disegno, questo, che la Regione persegue da anni e che si realizza anche attraverso il potenziamento delle reti di cui l’elettrificazione della Ascoli-Porto d’Ascoli è un tassello di grande rilievo. La Regione – ha inoltre ricordato il presidente – ha investito nel progetto 10 milioni di euro. In questi tempi è una cifra straordinaria, che ha richiesto non pochi sacrifici. Siamo infatti alle prese con tagli vigorosi dei trasferimenti statali: nel prossimo triennio il bilancio regionale avrà 1,3 miliardi di euro in meno dallo Stato. Ciò comporta la riorganizzazione progressiva della nostra attività, la semplificazione e la sempre maggiore interconnessione tra i territori. Siamo in presenza – ha aggiunto – di un disegno ordinato che va verso il futuro. Un futuro che, se sapremo far uso di intelligenza e se usciremo da localismi sterili, può essere migliore dell’oggi. È con questo spirito che inauguriamo questo viaggio, sperando che Trenitalia renda sempre più appropriati ai bisogni dei cittadini i servizi su questa infrastruttura. E’ necessario infatti che a livello nazionale si creda di più sulla direttrice adriatica, soprattutto oggi che l’Europa apre al disegno della Macroregione adriatico-ionica. Nelle Marche stiamo lavorando intensamente in questa direzione, auspichiamo che questo disegno sia sempre più compreso anche a livello nazionale”.

I rappresentanti di Trenitalia hanno colto l’occasione per ricordare che il contratto con la Regione Marche è stato revisionato anche per quanto riguarda gli investimenti. Ci sono 106 milioni di euro per il miglioramento del materiale rotabile nelle Marche. Proprio questa regione sarà la prima ad avere quattro nuovi convogli elettrici a cui ne seguiranno altri.

Il treno Ascoli-Porto d’Ascoli, atteso da tanto tempo dalla comunità del Piceno, è realizzato in base al cronoprogramma previsto grazie all’impegno congiunto di Regione, Gruppo FS, RFI e Trenitalia. L’investimento per la Regione è stato considerevole, ma i benefici saranno superiori. Quest’opera dichiarata prioritaria fin dall’inizio della legislatura, è strategica sia per l’intero sistema del trasporto pubblico locale, sia per rispondere alle esigenze di miglioramento della mobilità del territorio ascolano e in particolare dei numerosi pendolari che quotidianamente percorrono questo tragitto.

I passeggeri potranno viaggiare su convogli più moderni e confortevoli, più veloci, senza barriere architettoniche e con spazi appositi per le biciclette. Enormi inoltre, saranno i benefici per l’ambiente visto che l’elettrificazione comporta un notevole abbattimento delle emissioni inquinanti, sia in maniera diretta, con la eliminazione della trazione diesel, sia indiretta, con la auspicabile riduzione degli autoveicoli sulle strade.

La tratta, come detto, è diventata operativa oggi in concomitanza con l’entrata in vigore dell’orario estivo di Trenitalia. In tutto ci saranno 28 treni al giorno tra Ascoli Piceno – S. Benedetto e 18 collegamenti diretti tra Ascoli e Ancona. Per quanto riguarda i tempi di percorrenza ci saranno treni più veloci che impiegheranno 90 minuti per la tratta Ascoli-Ancona e 30 minuti per la Ascoli–S. Benedetto, oltre a un servizio locale che servirà tutte le stazioni con un minimo aumento dei tempi di percorrenza: 110 minuti per la Ascoli–Ancona e 40 minuti per Ascoli-San Benedetto.

Anche il numero dei posti offerti aumenterà e varieranno da 145, se il treno che effettua il servizio è un Minuetto, a 313 se si tratterà di un Piano Ribassato con locomotore E464. Le carrozze avranno posti idonei per i diversamente abili e consentiranno il trasporto delle bici. Rispetto all’orario attuale avremo 16 collegamenti in più: +1 sulla Ascoli-S. Benedetto, +9 sulla tratta Ascoli-Ancona e +7 sulla tratta Ascoli–Ancona e si risparmierà fino a mezz’ora di tempo nella percorrenza. Anche Ancona e Ascoli sono più vicine. Ci sarà un innesto diretto con la linea adriatica e questo permetterà di usufruire di più collegamenti sia di trasporto dei passeggeri che commerciali con ricadute economiche positive per tutto il territorio.

Il tratto elettrificato è lungo 32 chilometri, di cui quasi 29 riguardano lo sviluppo della tratta ferroviaria e circa 3,3 i binari della stazione di Offida e Ascoli Piceno, compresi i deviatoi.

Carabiniere “podista” e “poliglotta” rende felice un giovane turista asiatico di passaggio a Civitanova Marche

CIVITANOVA–Correre fa bene, si sa. E, fra i Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche, ci sono numerosi militari che per hobby e per passione si dedicano allo jogging. Ma un carabiniere “podista” a tempo libero è pur sempre un carabiniere e, ai suoi occhi nulla può sfuggire. Come è accaduto ieri ad un appuntato in servizio alla Caserma Piermanni. Era sulla nuova pista ciclabile del Lungomare nord e stava praticando jogging in un bel mattino di sole. Tuta, occhiali da sole e cuffie alle orecchie non lo distraevano da ciò che stava per terra: un portafogli pieno zeppo di euro e banconote asiatiche. Ma soprattutto carte di credito di circuiti bancari internazionali e documenti del ragazzo che, evidentemente, aveva smarrito il “malloppo”. Un ragazzo difficilmente rintracciabile, perché non residente in Italia, ma una scheda di ricarica di telefono cellulare  di un numero italiano consentiva la sua identificazione. Si trattava di un giovane rampollo di una nota famiglia asiatica, in Italia per studi e a Civitanova per turismo, che aveva smarrito effettivamente quel portafogli e, alla chiamata dell’Appuntato, non riusciva a crederci dell’avvenuto ritrovamento. Una familiarità, tra l’altro, fra il carabiniere “podista” che parla bene lingue straniere per un trascorso di diversi anni al servizio dell’ambasciata italiana negli emirati arabi, ed il turista asiatico. Ha raggiunto subito la sede della Caserma Piermanni ed è rientrato in possesso del denaro, oltre 1.500 euro fra moneta europea e asiatica, e le numerose carte di credito. Un grazie ed un abbraccio disinteressato da parte del militare dell’Arma col turista e, certamente, un buon ricordo del nostro paese e di Civitanova.

**************************************************************

GIANCARLO BAGAZZOLI HA PRESO PARTE ALLA SFIANCANTE E MITICA 100 KM DEL PASSATORE!

Onore al merito sportivo

Lo jogging praticato dai Carabinieri della Compagnia diBAGA 100 KILOMETRI PASSATORE Civitanova è dunque una passione che, recentemente, ha fatto tagliare il traguardo dei 100 km. di una gara podistica Firenze  – Faenza. Si tratta della Cento km del Passatore giunta alla sua 41^ edizione, tenutasi il 26 maggio scorso. Ad iscriversi fra i 1.700 atleti e dilettanti, l’appuntato scelto Giancarlo Bagazzoli, della stazione di Montecosaro. Un’impresa storica per il 45enne militare dell’Arma che si allena da solo giornalmente, nei momenti di tempo libero, lungo le strade della provincia di Macerata. E ce l’ha fatta a tagliare il traguardo (foto) in 13h51’37”. Partiti verso le 15 da Firenze, dopo mezza giornata, il nostro carabiniere è giunto a Faenza alle 3,51 del mattino successivo, con tanta soddisfazione e un pizzico di orgoglio.

FESTA DELLA MARINA MILITARE ITALIANA

PESARO–Nella mattinata odierna di lunedì 10 giugno 2013 il personale della Capitaneria di Porto di Pesaro e l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia – Sezioni di Pesaro, Gabicce Mare e Fano – hanno celebrato il 95° Anniversario della Festa della Marina Militare Italiana.

Una festa commemorativa in ricordo del 10 giugno 1918, data in cui due motosiluranti condotte dal Capitano di Corvetta Luigi Rizzo e dal Guardiamarina Giuseppe Aonzo affondarono, compiendo un’impresa eroica, la nave ammiraglia della flotta austriaca, la corazzata “Santo Stefano”, che stava per lasciare il porto entrando in combattimento.

FESTA MARINA MILITARE-10giugno2013Dopo aver letto in caserma i messaggi augurali fatti pervenire dalle Superiori Autorità Militari e dalla Presidenza Nazionale dell’Associazione Marinai d’Italia, la celebrazione è continuata presso il Monumento dedicato ai caduti in mare, sito tra Via Napoli e Viale Trieste, dove è stata deposta una corona, benedetta dal Parroco della Chiesa di Santa Maria del Porto, alla presenza della cittadinanza.

ANCONA–Dovrebbe essere il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, a inaugurare domani, 11 giugno 2013, alle ore 10,00-10,30 in Piazza Cavour la tappa marchigiana della campagna in favore dell’allattamento al seno, organizzata dal Ministero in collaborazione con la Regione Marche, la Provincia e il Comune di Ancona, l’Agenzia regionale sanitaria, gli Ospedali Riuniti e Asur Marche. Per sopraggiunti impegni istituzionali il Ministero non ha assicurato questa sera la presenza del ministro Lorenzin. Vedremo.

Dopo il momento inaugurale, sottolineato dalla presenza del coro voci bianche Zonamusica e dei giovani musicisti dell’Accademia musicale di Ancona, in programma una tavola rotonda a tema e un momento di approfondimento cui seguiranno incontri con gli esperti, proiezioni di foto e video e minicorsi di massaggi infantili. La giornata si concluderà con un concerto, eseguito sempre da piccoli artisti alle 19,00 circa.

Appuntamenti analoghi sono in programma per tutta la giornata seguente, mercoledì 12 giugno, e affronteranno temi sanitari ma anche sociali, quali la mamma lavoratrice e il contributo dei nonni. In contemporanea agli incontri ufficiali, mostre fotografiche e laboratori creativi per bambini. Per maggiori info consultare il sito www.salute.gov.it

In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà all’interno degli spazi del Consiglio regionale in Piazza Cavour, sala Pagoda.

MARCHE ENDURANCE LIFESTYLE 2013 AI NASTRI DI PARTENZA

 ANCONA – Una regione protagonista e un evento pensato per esaltarne le grandi potenzialità. Questo sarà Marche Endurance Lifestyle 2013, che da giovedì 13 a domenica 16 giugno 2013 farà delle Marche lo scenario esclusivo di un appuntamento unico nel suo genere, destinato a calamitare l’attenzione di migliaia di spettatori e creando al tempo stesso importanti opportunità di sviluppo e promozione per il territorio. L’evento avrà il proprio quartier generale al Villaggio internazionale di Marcelli di Numana, ma sia il Parco che la Riviera del Conero, che la stessa Ancona e le Marche, saranno teatro di tutta una serie di appuntamenti previsti da un programma che anche quest’anno fonda la propria originalità sulla convivenza di sport, business, turismo e relazioni internazionali nello stesso evento.

 CONERO ENDURANCE CUP

L’ambito sportivo di Marche Endurance Lifestyle 2013 farà riferimento alle gare della Conero Endurance Cup, una CEI2* e il Campionato italiano 7 anni sulla distanza dei 120 chilometri e una CEI1* di 90 chilometri, in programma sabato 15 giugno con partenza, arrivo e passaggi intermedi al Villaggio internazionale di Marcelli. Le iscrizioni hanno raggiunto la ragguardevole quota di 120 binomi, che in rappresentanza di 10 nazioni e 4 continenti si sfideranno lungo un percorso realizzato nelle campagne e che dalla foce de Musone salgono fino alle pendici del monte Conero. In gara cavalieri di valore mondiale, a cominciare da Sheikh Hamdan bin Mohammed Al Maktoum, principe ereditario di Dubai e secondo classificato lo scorso anno sui 160 chilometri alle spalle del padre Sheikh Mhammed bin Rashid Al Maktoum, e dal marocchino Hmad Bahman, secondo un anno fa sui 90 chilometri. Di prim’ordine il lotto di italiani, guidato da Emanuele Fondi (vincitore del titolo tricolore 2012 e della gara della Conero Endurance Cup sui 120 chilometri), Marco Sardo (primo nel ranking mondiale FEI) e Angela Origgi (campionessa del mondo a squadre 2005). Assieme a loro, grandi nomi del panorama nazionale e l’amazzone marchigiana Carolina Tavassoli Asli, tesserata per Italia Endurance e protagonista nel Campionato mondiale young riders 2011.

 UAE DAYS NELLE MARCHE

Le iniziative legate al business e all’economia di Marche Endurance Lifestyle si svilupperanno sul solido asse costruito negli anni con gli Emirati Arabi Uniti. Il primo atto sarà rappresentato dal Bilateral Workshop Italy-UAE “Investment and strategic partnership”, in programma venerdì 14 giugno alle 9.30 all’auditorium della Mole Vanvitelliana di Ancona, al quale parteciperanno le delegazioni ufficiali del ministero dello Sviluppo Economico, del ministero dell’Economia degli Emirati Arabi Uniti, della Regione Marche, dell’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane-Ice, della Camera di Commercio italiana negli Emirati Arabi Uniti, del Khalifa Fund e dell’Emirates Business Women Council.

Il momento di sintesi sarà il Business forum Italy-UAE “Investment and strategic partnership” di venerdì 14 giugno alle 17 all’auditorium della Mole Vanvitelliana di Ancona. A confrontare le proprio esperienze, gettando le basi per un ulteriore sviluppo delle relazioni economiche, saranno Sultan bin Saeed Al Mansouri (ministro dell’Economia degli Emirati Arabi Uniti), Flavio Zanonato (ministro dello Sviluppo Economico), Lapo Pistelli (vice ministro degli Affari esteri), Gian Mario Spacca (presidente della Regione Marche), Riccardo Monti (presidente dell’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane-Ice), Mohammed H. Al Qamzi (Ceo Zonescorp) e Mohammed Abdul Rahim Al Fahim (Ceo Paris Gallery Group).

Altrettanto ricco di prospettive sarà anche il panel di visite aziendali che il 12 e 13 giugno vedrà impegnati manager e responsabili di 12 società emiratine selezionate dal Khalifa Fund in oltre 30 visite in aziende nei distretti industriali delle Marche e delle regioni limitrofe per verificare la possibilità di sviluppare strategie d’impresa.

Un’occasione di confronto e dialogo dai grandi contenuti sociali sarà invece il Convegno “Voci di donne arabe”, previsto per sabato 15 giugno alle 10 al Teatro Cortesi di Sirolo, dove esponenti di punta del mondo femminile di Italia ed Emirati Arabi Uniti si confronteranno su: “Un momento d’incontro imprenditoriale e culturale al femminile”. A condividere le proprie esperienze saranno la senatrice Stefania Giannini, Mirella Ferlazzo (presidente del Tavolo per la internazionalizzazione delle imprese femminili del Ministero dello Sviluppo economico), Sara Giannini (assessore regionale all’Industria e all’Artigianato), Paola Giorgi (assessore regionale alle Pari opportunità), Alessandra Priante (esperta culturale per i Paesi del Golfo del Ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali), Fatima Obeid Al Jaber (Chairman Emirates Business Women Council), Thuraya Al Awadi (manager e imprenditrice), Sultana Othman (psicologa e ricercatrice) e Reed Al Shuryani Al Dhaheri (Board member Emirates Business Women Council).

 VILLAGGIO INTERNAZIONALE

Marche Endurance Lifestyle avrà il proprio quartier generale al Villaggio internazionale realizzato a Marcelli di Numana, in uno degli angoli più suggestivi della Riviera e del Parco del Conero, dove è atteso il pubblico delle grandi occasioni sulla scia del successo dello scorso anno con 100.000 spettatori e un valore dell’evento pari a 5 milioni di euro. Qui giovedì mattina verrà inaugurata una vera e propria cittadella che ospiterà cavalli e cavalieri della Conero Endurance Cup, spettatori, addetti ai lavori e turisti, attesi ancora una volta da quattro giorni indimenticabili. Non potrebbe essere altrimenti anche in termini di numeri, visto che le strutture ricettive della Riviera del Conero si avviano a un esaltante “sold out”. Nel grande spazio alla foce del Musone, al quale si accederà con ingresso gratuito, sono state realizzate le scuderie, l’arena della Conero Endurance Cup, il “mini maneggio” di Pony & Bimbi e una lounge a disposizione del pubblico che dalle 19 alle 23 di venerdì, sabato e domenica proporrà anche il simpatico appuntamento del “Seven Eleven”, aperitivo e after dinner impreziosito dalla musica di “Mark Zitti e i fratelli Coltelli”.

 

 

MACERATA–Le imprese attive iscritte alla Camera di Commercio di Macerata – a fine maggio 2013 – sono risultate essere 35.913, contro le 35.860 del 30 aprile scorso. A fine marzo ne erano 35.855, mentre al 28 febbraio erano state 35.817. Al 31 gennaio 2013 la statistica dava la cifra di 35.994. Da gennaio a maggio, dunque, il calo di unità è stato di 79 unità.PESCHERECCIO ROSSO-7621-FOTO MILLEPAESI-LEGG-

Al 31 maggio le imprese operanti nel settore agricolo nel maceratese sono 8.524, cui vanno aggiunte 71 nel settore silvicoltura (ovvero coltivazioni di alberi di alto fusto e gestione di aree forestali) e 147 nel settore pesca (Civitanova, Porto Potenza, Porto Recanati) e acquacoltura, per un totale di 8.742.

Nel settore estrazione di minerali da cave e miniere le imprese sono 22.

Il totale delle attività manifatturiere (industrie alimentari, tessili, del legno, fabbricazioni di prodotti chimici, materie plastiche, mobili, etc.) è pari a 4.573 unità. A fine gennaio 2013 ne erano 4.611.

Nella fornitura di energia elettrica operano 90 imprese.

Nella fornitura di acqua, reti fognarie, attività di trattamento dei rifiuti e risanamento se ne contano 68.

Le imprese attive nel settore costruzioni nella nostra provincia sono 5.169, di cui 1.525 nella realizzazione di edifici, 61 di ingegneria civile e 3.583 che effettuano lavori di costruzione specializzati.COSTRUZIONI-A-14-TERZA CORSIA-CASTELLARO-5445

Nel commercio vi sono 8.225 imprese, che operano sia all’ingrosso, sia al dettaglio. In questo caso si è registrata una crescita rispetto a gennaio (8.182) di 43 unità.

Le aziende che sono impegnate nel settore trasporto e magazzinaggio sono 807, mentre nel settore servizi alloggio e ristorazione le unità sono 1.917.

Nel campo dell’informazione e comunicazione sono attive 542 unità, di cui quelle editoriali sono solo 27 (una in meno rispetto a gennaio).

Le attività finanziarie e assicurative registrano un totale di 686 imprese.

Le attività immobiliari sono 1.239, per converso le attività professionali, scientifiche e tecniche sono 934.

Le imprese di noleggio, agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese si registrano 701 unità.

Nel settore istruzione la provincia di Macerata annovera 98 attività.

Nel settore sanità e settore sociale operano invece 145 imprese.

Sono 386 invece le imprese che esercitano attività artistiche, sportive, intrattenimento e divertimento. Infine restano da elencare 1.546 imprese nelle attività di servizi (organizzazioni di associazioni, riparazioni computer, servizi per la persona), per terminare con la categoria residuale di 23 non classificate, in base all’elencazione ufficiale che abbiamo riportato, riassumendo il tabulato della Camera di Commercio maceratese.

CIVITANOVA–Fiera del Mare sul Lungomare Sud Piermanni a Civitanova ierFIERA DEL MARE-6663-FOTO©MILLEPAESI-LEGGi domenica 9 giugno 2013, uno spettacolo di ben due km di bancarelle, come al solito, con una varietà di prodotti, dall’abbigliamento all’enogastronomico, dai ricambi al libro, dal jeans alla maglietta per baby calciatori, dall’oggettistica ai costumi, etc. Ieri mattina temperatura elevata, con molte persone già in spiaggia ed un bel passeggiare. Abbiamo sentito e notato molte persone di fuori. Una donna della capitale si dichiarava soddisfatta: “Con tutte queste bancarelle (un centinaio circa, ndr) mi sembra di stare a Roma!”. Altre due giovani signore parlavano con amici del brio di Civitanova, dove hanno deciso di trasferirsi, con grande soddisfazione delle figlie. Di Civitanova piace insomma –FIERA DEL MARE-BIBITE-6664FOTO©MILLEPAESI-LEGG ma è noto – l’essere città aperta, dinamica, disponibile alla modernità. Se solo programmasse meglio i servizi  sarebbe una vera potenza. La Fiera del Mare, insomma, è stata anche ieri un appuntamento gradito, per altri un’occasione imprevista ma ben accolta, nel senso che magari non se ne ricordavano, ma che è sempre un invito a fare due passi sul Lungomare, per poi magari comperare qualcosa che intriga o è a costo conveniente. La sinergia fra Fiera e Stabilimenti balneari è ormai collaudata. Nel pomeriggio peccato che il tempo si sia rannuvolato, ad un certo punto,  cedendo poi alla pioggia, sia pure per poco. Un peccato perchè nel pomeriggio dalle 17 alle 20 la Fiera ha sempre realizzato FIERA DEL MARE-BORSE-6680-FOTO©MILLEPAESI-LEGGil picco di afflusso e quindi di incassi. Fra i titolari di bancarelle c’erano operatori giunti da varie parti del centro Italia, da Senigallia, Riccione all’Umbria, dal Lazio all’Abruzzo e così via.FIERA DEL MARE-PALLONCINI-6666-FOTO©MILLEPAESI-LEGGERA

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche