You are currently browsing the daily archive for giugno 3, 2013.

Da venerdì 7 giugno a venerdì 23 agosto 2013 spettacoli e iniziative per tutti i gusti

PESARO–Anche se l’estate 2013, dal punto di vista meteorologico tarda ad arrivare, non ferma la preparazione degli eventi estivi, tra i quali, quelli organizzati a Baia Flaminia a partire da venerdì 7 giugno e per 12 settimane.

Piazza Europa si trasformerà in palcoscenico per accogliere numerosi spettacoli, intrattenimenti adatti sia ad un pubblico giovane sia alle famiglie. Ogni serata sarà caratterizzata da spettacoli diversi che spaziano dalle esibizioni degli ex concorrenti della nota trasmissione tv “X-Factor”, ai comici di Zelig e artisti internazionali. Sono previsti anche spettacoli di teatro dialettale, danza, musica e tanto altro.

Gli eventi di Baia Flaminia sono organizzati dall’associazione “Rock al Centro”, in collaborazione con gli esercenti di Baia Flaminia, il quartiere Soria/Porto e l’associazione PesarOnstage.

A far da cornice a queste serate ci saranno stand gastronomici e mercatini artigianali. In orario aperitivo, inoltre, spazio alle esibizioni degli artisti di strada, giocolieri, musicisti, spettacoli di danza e sportivi con le immancabili lezioni di “zumba” gratuite per tutti i partecipanti.

Ogni venerdì di giugno luglio e agosto 2013

Il programma delle serate prevede:

GIUGNO
venerdì 07 – ore 21:00
Frères Chaos in concerto
open Imago Lunae – ore 20:00

venerdì 14 – ore 21:30
Spettacolo Teatro Dialettale
artisti di strada dalle ore 19:00

venerdì 21 – ore 21:00
The Bastard Sons of Dioniso
open Invasi + Officina del Suono – ore 20:00

venerdì 28 – ore 21:00
Saggio di danza Center Stage
anteprima balletto ore 19:30

LUGLIO
venerdì 05 – ore 21:00
Pianeta Musical
in apertura acoustic live ore 19:00

venerdì 12 – ore 19:00
Bander Point Compilation
ore 19:00 acoustic live – ore 21:00 rock live

venerdì 19 – ore 21:30
Nuzzo e Di Biase
ore 19:00 lezione gratuita per tutti di Zumba
ore 20:00 intrattenimento Center Stage

venerdì 26 – ore 21:00
Orchestra Filmorkfest
open Fragil Vida ore 19:00

AGOSTO
venerdì 02 – ore 21:00
Esibizione di Pianeta Musica
esibizione scuola di pattinaggio ore 19:00

venerdì 09 – ore 21:00
Gara abbuffata Hot Dog
ore 19:00 lezione gratuita per tutti di Zumba
ore 20:00 intrattenimento Center Stage

giovedì 15 – ore 19:30
Serata Tribute Band
Oasis – Litfiba – Ligabue – Negramaro

venerdì 23 – ore 19:30
Rock al Centro Festival
Band emergenti provenio stampa

 

 

Annunci

Mercoledì 5 giugno al Centro Polivalente di Pianello Vallesina i bambini LaVestale_6+inLirica_FotoArgaliadelle Scuole Primarie “A. Moro” di Castelbellino Stazione e “G. Rodari” di Pianello Vallesina in scena con le performance ispirate all’opera lirica “La Vestale” di Spontini per la quarta edizione della Rassegna di Teatro della Scuola “6+in lirica” a cura della Fondazione Pergolesi Spontini.

Dopo la battaglia contro i Galli, vinta per l’intervento della Fortuna, Licinio e Giulia si innamorano ma la ragazza è destinata a diventare una sacerdotessa. Sorpresi a scambiarsi promesse d’amore, la vestale Giulia viene condannata al supplizio di essere murata viva. Ma alla fine l’amore trionfa…  Al cuor non si comanda!LaVestale2_6+inLirica_FotoArgalia

E’ la storia dell’opera “La Vestale” di Gaspare Spontini, rielaborata a “misura di bambino” dagli scolari delle classi  III A e B della Scuola Primaria “A. Moro” di Castelbellino Stazione e delle classi V A e B della Scuola Primaria “G. Rodari” di Pianello Vallesina, in scena al Centro Polivalente di Pianello Vallesina mercoledì 5 giugno alle ore 21.

Quattro gli spettacoli proposti, con i bimbi sul palcoscenico tra canti, balli e recitazione su temi tratti dall’opera più celebre di Spontini, al termine di un percorso laboratoriale di recitazione, drammatizzazione, musicale e motorio fatto a scuola. Il tutto a conclusione della quarta edizione della Rassegna di Teatro della Scuola “6+ in lirica”, un progetto educativo ideato da Silvano Sbarbati ed organizzato dalla Fondazione Pergolesi Spontini, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale Beniamino Gigli di Monte Roberto diretto dalla Prof. Maria Luisa Cascetti. Nella prima parte della Rassegna, hanno lavorato su Spontini anche i bambini dell’Istituto Comprensivo San Francesco, in collaborazione con il Comune di Jesi.

Il progetto “6+ in lirica” ha coinvolto tra maggio e giugno 445 alunni dai 3 ai 10 anni.

 

CIVITANOVA–Mancava da casa da tre giorni ed aveva fatto impensierire i suoi genitori, che si sono presentati alla Stazione dei Carabinieri di Civitanova Marche. Un’accurata denuncia di scomparsa corredata da puntuale descrizione della donna, foto e eventuali frequentazioni.

Si trattava di una ragazza civitanovese di 28 anni che, uscita di casa con l’intenzione di andare a trovare un’amica imprecisata, non era più rincasata e non si riusciva nemmeno a rintracciare al cellulare. Gli uomini dell’Arma hanno cercato di tranquillizzare i genitori, preoccupati  soprattutto per la sua irraggiungibilità al telefono e, nel contempo, hanno fatto partire il meccanismo delle ricerche, regolato dal piano provinciale dell’Ufficio Territoriale, con la collaborazione degli agenti del locale Commissariato di P.S..

Esplorati tutti i luoghi della provincia, dove la donna poteva essere transitata a bordo della sua utilitaria, sono state analizzate anche le immagini di alcune telecamere di sicurezza, per escludere che la ragazza fosse stata vittima di qualsivoglia violenza. Ma più passavano le ore dalla denuncia dei genitori e, nonostante quel telefono non fosse rintracciabile, i Carabinieri potevano convincersi che potesse trattarsi di un allontanamento volontario e, magari, temporaneo. Infatti, a 24 ore dalla denuncia, la telefonata rassicurante della ragazza e il suo racconto chiarificatore negli uffici della Caserma Piermanni dei Carabinieri civitanovesi. Nulla di preoccupante, non le era occorso nulla e aveva solo trascorso qualche giorno fuori casa.

La ricerca delle persone scomparse, rimane una materia molto delicata – spiega il Capitano Domenico Candelli –  perché può celare in sé reati e insidie che attanagliano chi conduce indagini. Escludere che la persona scomparsa possa essere stata vittima di un reato, non è cosa semplice e costringe spesso i Carabinieri ad una serie di accertamenti, anche tecnici, piuttosto complessi. La speditezza degli accertamenti e l’avvio istantaneo della macchina delle ricerche può essere troppo spesso determinante per la loro riuscita.

Il piano provinciale per le persone scomparse vede agire, fianco a fianco, le forze di Polizia, i Vigili del fuoco ed i vari organi demandati. L’interpretazione della topografia e la lettura delle mappe fornite dai satelliti, si rivelano di fondamentale importanza per tracciare, al più presto, le zone di intervento ove approfondire le ricerche.

Recentemente, nella sala convegno della Caserma Piermanni, esperti dei Vigili del Fuoco di Macerata hanno incontrato, per parlare di “ricerche  persone scomparse”, i Carabinieri della compagnia civitanovese fra cui gli operatori del 112 della centrale operativa, da cui vengono spesso coordinate le operazioni.

Il confronto fra Carabinieri ed esperti dei Vigili del fuoco è servito ad affinare le conoscenze dirette fra attori istituzionali chiamati, di volta in volta, ad operare nell’emergenza consentendo di rintracciare molte persone scomparse dai comuni costieri, salvando in alcuni casi le loro vite.

 

 

 

LORETO–La Delegazione Pontificia di Loreto ha reso noto   chekiev 29.5.2013.5 giovedì scorso, 29 maggio 2013, è stata inaugurata presso il Museo ‘Bogdan e Varvara Khorenko” di Kiev la mostra “Tre Capolavori dai Musei italiani: Guido Reni, Tiziano, Raffaello”, organizzata dall’Ambasciata d’Italia in Ucraina, dall’Ambasciata d’Ucraina presso la Santa Sede e dall’Istituto Italiano di Cultura locale, in collaborazione con il Comune di Kiev.

La mostra è stata organizzata in occasione del 1025mo anniversario della cristianizzazione della Rus’ di Kiev, avvenuta nel 988 ad opera del principe Vladimir e permetterà (fino al 5 luglio 2013) agli appassionati d’arte ucraini di ammirare il grande arazzo ‘La pesca miracolosa’, realizzato su cartone di Raffaello, il dipinto ‘Gesu’ Cristo’ di Guido Reni (entrambe le opere provenienti dal Museo-Antico Tesoro di Loreto, e la ‘Venere e Adone’ di Tiziano, proveniente dalla Galleria nazionale d’arte antica Palazzo Barberini (Roma).

Il museo ‘Bogdan e Varvara Kanenko’ è uno dei più prestigiosi dell’Ucraina e possiede opere di importanti artisti italiani come il Perugino, Giovambattista Tiepolo, Giovanni Bellini e Antonio Canova, oltre a quelle di altri grandi pittori come Velazquez e Rubens.

 

 

 

Edoardo Caporaletti oggi 18enne

Edoardo Caporaletti oggi 18enne

MONTECOSARO–Il montecosarese Edoardo Caporaletti è

EDOARDO CAPORALETTI NEL 2005 ALL'ESTERNO DEL TEATRO ROSSINI DI CIVITANOVA PER L'AUTOGRAFO DI ROBERTO BOLLE FOTO©MILLEPAESI

EDOARDO CAPORALETTI NEL 2005 ALL’ESTERNO DEL TEATRO ROSSINI DI CIVITANOVA PER L’AUTOGRAFO DI ROBERTO BOLLE FOTO©MILLEPAESI

fra i dieci allievi dell’ottavo corso terminato presso la Scuola di ballo dell’Accademia del Teatro alla Scala, che sabato 1 giugno 2013, hanno conseguito il diploma, al termine di un esame tanto impegnativo, quanto…emozionante. Edoardo è partito per Milano 8 anni fa ed ha dimostrato di avere del talento, figurando fra i dieci che hanno tagliato l’ambito traguardo. Questi i nomi di tutti i ballerini diplomati avanti ieri: Paride Biasuzzi, Paolo Busti, Giulia Cancellieri (altra marchigiana, nata in provincia di Pesaro-Urbino), Edoardo Caporaletti, Isabella Casola,  Paola Giovenzana, Amanda Mata, Kengo Nishioka, Gianmarco Romano e Silvia Selvini. Essi hanno chiuso così la loro formazione scaligera e si preparano ora ad affrontare il mondo professionale; molti di loro saranno impegnati presso il Teatro alla Scala per Il lago dei cigni, in scena a partire dal 17 luglio. Inoltre, a settembre Paride Biasuzzi raggiungerà il Béjart Ballet di Losanna, mentre Kengo Nishioga sarà ballerino solista del Balletto Nazionale Serbo di Belgrado. Anche Edoardo Caporaletti appena diplomato, sarà impegnato ad alto livello con il Corpo di ballo del Teatro alla Scala ne Il lago dei cigni, in scena dal 17 luglio prossimo, come abbiamo già detto. A tutti i ragazzi – ora in possesso di un duplice diploma in danza classico-accademica e moderno-contemporanea – è stato formulato dai loro insegnanti un grande in bocca al lupo per il proprio futuro, per il quale in questi anni hanno lavorato con costante sacrificio e passione.

  Edoardo Caporaletti è nato nel 1994 a Macerata.

EDOARDO CAPORALETTI OGGI

EDOARDO CAPORALETTI OGGI

Nel 2007 venne ammesso al 3° corso della Scuola di ballo dell’Accademia Teatro alla Scala. Durante il percorso formativo ha interpretato, in Italia e all’estero, Ipnos di Davide Bombana (India, New Delhi e Mumbai, 2011), Theme and variations di George Balanchine (al Teatro alla Scala e al Sava Centar di Belgrado, 2011), Lo schiaccianoci nel ruolo del Principe con la coreografia di Frédéric Olivieri da Lev Ivanov (Milano, Piccolo Teatro Strehler, 2011 e 2012), Evening Songs di Jiří Kylián (Madrid, Teatros del Canal; Ferrara, Teatro Comunale, 2012), Gymnopédie di Roland Petit (Madrid, Teatros del Canal; Ferrara, Teatro Comunale, 2012; Parigi, Opera Garnier, Galà des Ecoles, 2013), il secondo atto di Bayadere di Petipa nel ruolo di Solor (Milano, Piccolo Teatro Strehler; Roma, Teatro Olimpico; Piacenza, Teatro Municipale, 2012), Gaîté parisienne suite di Maurice Béjart nel Pas de Deux Amants (Milano, Piccolo Teatro Strehler, 2013), il Divertissement da Paquita di Petipa nel ruolo di Lucien d’Hervilly (Milano, Piccolo Teatro Strehler, 2013). Numerose le partecipazioni a produzioni del Teatro alla Scala: da Le Nozze di Figaro (2008) a Raymonda di Petipa nella ricostruzione filologica di Vikharev (2012) a Notre-Dame de Paris di Rolan Petit (2013).

GIOIA AFFIDATA A PALLONCINI DA PARTE DEI 10 BALLERINI DIPLOMATI ALLA SCALA

GIOIA AFFIDATA AI PALLONCINI DA PARTE DEI DICEI GIOVANI  BALLERINI DIPLOMATI ALLA SCALA DI MILANO

Ovvia soddisfazione anche per i genitori di Edoardo che sabato sono stati anch’essi a Milano. Hanno assecondato sempre l’inclinazione del figlio (scoperta dall’insegnante Giosy Sampaolo), ma rimanendo sempre riservati dietro le quinte, affrontando naturalmente dei forti sacrifici, specialmente nei primi anni quando Edoardo era piccolo.                                                            Ennio Ercoli

FREDERIC OLIVIERI AL CENTRO AL TEATRO ANNIBAL CARO DI CIVITANOVA FOTO ©MILLEPAESI

AL CENTRO FREDERIC OLIVIERI AL TEATRO ANNIBAL CARO DI CIVITANOVA ALTA  PER SELEZIONARE GIOVANISSIMI TALENTI   DELLA DANZA. A SX: ROBERTO ELISEI, A DX: GILBERTO SANTINI         FOTO ©MILLEPAESI

 

In oltre 250, tra genitori e ragazzi, hanno preso parte alla festa di fine anno della scuola media organizzata dall’associazione Go – Genitori Oggi, in collaborazione con l’Istituto comprensivo, il Comune e il CSV Marche: ospite d’eccezione la giovanissima cantante Valentina Baldelli

MONTEGRANARO (Fm) – Più che la classica cena di fine anno scolastico, una vera e propria festa da vivere tutti insieme, genitori e figli. Successo e partecipazione, anche quest’anno, per la seconda edizione di “Medie addio… ma non per tutti!”, l’originale festa di fine anno della Scuola Media di Montegranaro, svoltasi sabato al Palazzetto dello Sport, organizzata dall’associazione di volontariato Go – Genitori Oggi, in collaborazione con l’Istituto comprensivo, il Comune di Montegranaro e il CSV Marche.MONTEGRANARO-organizzatori

In oltre 250 infatti, tra genitori e ragazzi, hanno preso parte alla cena e alla serata, con vari momenti di animazione che hanno visto protagonisti gli stessi alunni: dall’esibizione di ballo “Caribe b.e.d. dance” delle sezioni B, E e D, alla rappresentazione della classe 3^C, vincitrice del concorso promosso nell’ambito del progetto “Ragazzi che si bevono la vita” nell’ anno scolastico 2012/2013. Ad arricchire l’evento anche la presenza di ospiti d’eccezione: particolarmente attesa l’esibizione di Valentina Baldelli, la giovanissima cantante di Serrungarina (Pu) tra i vincitori del programma Rai “Ti lascio una canzone”, che ha fatto nuovamente apprezzare la sua splendida voce, e altrettanto gradita anche la visita a sorpresa della giovane attrice Tracy Taddei Takimiri.

Ad allietare la serata non sono mancate la musica dal vivo, con il gruppo “I Musicanti di Brema”, tante risate e divertimento con “La Corrida… genitori e figli allo sbaraglio!”, che ha visto adulti e ragazzi concorrere insieme mettendo in gioco le proprie abilità.GISMONDI-gastone

Presenti alla manifestazione anche il Sindaco Gastone Gismondi (nella foto), l’assessore Graziano Di Battista e alcuni docenti della scuola.

Anche quest’anno – ha spiegato Anita Mancini, Presidente della onlus Go – Genitori oggi – siamo riusciti a rendere una festa di fine anno scolastico un’occasione, molto partecipata, di aggregazione genitori e figli e quindi di promozione della famiglia, che è l’obiettivo del nostro impegno associativo. Ringrazio le Autorità e tutti coloro che hanno partecipato, ma in particolare il gruppo di lavoro dei genitori, che hanno garantito la buona riuscita della festa”.

La B-Chem Golden Plast riconferma in banda il veterano reduce da un grave infortunio

PORTO POTENZA–Una persSONY DSConalità travolgente e tanta voglia di riscatto dopo l’intervento chirurgico e il lungo stop che lo hanno tenuto fermo ai box per quasi tutta la regular season. Lo schiacciatore toscano Enrico Zampetti prenota la terza stagione in biancazzurro. L’atleta nato a Castiglion Fiorentino in provincia di Arezzo, classe 1980 per 197 centimetri, tra i grandi protagonisti della storica promozione in A2, vuole rifarsi dopo il brutto infortunio patito nel 2012 al PalaSassi di Matera alla terza giornata di andata. La permanenza al PalaPrincipi dell’attaccante appassionato di pittura è un bel colpo per la B-Chem Golden Plast visto che lo schiacciatore di banda conosce bene l’ambiente, è in possesso di ottime doti atletiche e con il suo carisma può rivelarsi il collante numero uno per il gruppo in fase di definizione. Tra i giocatori più amati dalla tifoseria potentina per la sua generosità in campo, Zampetti durante lo scorso campionato ha sempre sostenuto i propri compagni rimanendo sempre vicino alla squadra fin dai primissimi giorni dopo l’intervento al crociato. Nel curriculum chilometrico del veterano dalla stoccata micidiale figurano un Trofeo delle Regioni conquistato con la sua Toscana e ben cinque salti di categoria all’attivo, ma Zampetti non è ancora sazio e vuole incorniciare una bella stagione in A2 a Potenza Picena. Per il futuro si vedrà, ma una cosa è certa, lo schiacciatore biancazzurro ha già in tasca un cartellino da allenatore di primo grado giovanile. Per quest’anno l’atleta che più di ogni altro incarna l’anima del Volley Potentino lotterà per la salvezza sul rettangolo di gioco carpendo di tanto in tanto i segreti del mestiere da coach Graziosi.????????

Dichiarazioni di Enrico Zampetti dopo il rinnovo: «Ho raggiunto un accordo con la società e ne sono entusiasta. Qui a Potenza Picena conosco benissimo l’ambiente, mi sento stimato e responsabilizzato. So che posso fare bene. Ho un conto in sospeso con la serie A2 in biancazzurro dopo l’infortunio nel match con Matera. Ormai la lunga pausa e l’intervento chirurgico sono alle spalle. La riabilitazione è andata a gonfie vele e sono in fase di rifinitura. Ho già affrontato persino dei test sul campo da beach volley e ho ancora parecchio tempo a disposizione per presentarmi alla prima di campionato con una forma fisica ottimale».

 Palmares: 1 trofeo delle Regioni con la Toscana

 Enrico Zampetti S – 197cm,  classe ’80 – Nato a Castiglion Fiorentino (Arezzo)

 13/14 Volley Potentino A2

12/13 Volley Potentino A2

11/12 Volley Potentino B1

09/11 Cortona Volley B1

08/09 Pall. Città di Castello A2

05/08 Pall. Città di Castello B1Zampetti-ENRICO

04/05 Pall. Sardegna Uta B2

03/04 igo Genova volley B1

02/03 Alimenti Sardi Cagliari A2

01/02 Perugia Volley A2

00/01 Volley Castiglione B1

99/00 Volley Arezzo B1

98/99 Pall. Brenta Fiesso B2

97/98 Petrarca Padova C

 

TOLENTINO–Per la prima volta nella storia della Biennale dell’Umorismo di Tolentino le opere saranno votate in rete!biennale1 Sarai tu a scegliere tra le 6 finaliste selezionate dalla giuria a partire dalle 900 pervenute sul tema: O combatti, o scappi (oppure ridi). Da oggi e fino al 14 giugno 2013 gli utenti di Facebooki visitatori del sito della Biennale, i lettori di Artribune, di Fanofunny e di Cronache Maceratesi potranno scegliere on line il vincitore!

 

 

 

  

URBINO–L’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo e l’Assessorato Pari Opportunità del Comune ripropongono la fortunata serie di incontri “alla corte di Battista”, il cui titolo s’ispira alle radici storiche della città di Urbino con l’obiettivo di rilanciare il fermento culturale tipico di quel periodo.

A partire dal 6 giugno (sala del Maniscalco, ore 21) e nei successivi giovedì (13, 20, 27) si svolgeranno quattro tavole rotonde rivolte alla cittadinanza per rendere visibili le attività di ricerca su temi di grande attualità e che rappresentano alcune tra le questioni importanti del nostro Paese.

Protagoniste saranno le ricercatrici “precarie“ dell’Ateneo e con il contributo di alcuni docenti dell’Ateneo e il pubblico attento animeranno le quattro tavole rotonde. Partendo da ambiti di ricerca apparentemente distanti tra loro, si cercherà di fornire informazioni e competenze per meglio comprendere ampie tematiche di interesse comune.

 «L’obiettivo – spiega la professoressa Laura Chiarantini, delegato per il Rettore alle Pari Opportunità – è di dare visibilità alla ricerca in genere e alle donne in particolare. L’Università di Urbino annovera centotrentuno ricercatori e ricercatrici di cui il 47% sono donne che lavorano e danno un reale contributo al progresso scientifico. E’ dovere dell’Ateneo valorizzarle e promuovere il loro contributo alimentando l’entusiasmo di ciascuna di loro. In questi tempi, troppo a lungo “difficili”, sarebbe importante non assistere al fisiologico e comprensibile abbandono e all’impoverimento della comunità scientifica e della società civile. Auspico che il sistema Paese decida finalmente di investire in cultura e ricerca e “finalmente” anche nelle donne».

 Si comincia dunque giovedì 6 giugno 2013  con Migrazione di donne e uomini e dei loro saperi. Le “nuove” generazioni di cittadini. Quali diritti? Dallo Shakespeare inglese allo Shakespeare mondiale. Ne discutono Athanasia Andriopoulou, Elisa Montironi, Luigi Alfieri, Laura Baratin, Laura Chiarantini.

Giovedì 13 giugno spazio a Il dibattito pubblico tra ricerca farmacologica e bioetica. Il difficile studio delle malattie rare. Quando e perché la filosofia etica da una mano alla scienza. Protagonisti saranno Sara Biagiotti, Monia Andreani, Roberta Bartoletti, Laura Chiarantini, Marco Rocchi.

 Giovedì 20 giugno l’appuntamento serale è con Imprenditrici e Accademiche: ruoli a numero chiuso. Le donne nelle aziende familiari: “angeli del focolare” o capitane d’impresa? Poche donne in posizioni apicali nelle Università Europee: perché? Ne parlano Annalisa Sentuti, Angela Genova, Piera Campanella, Laura Chiarantini, Paolo Pascucci.

 Giovedì 27 giugno si chiude con Natura amica o matrigna? Variazioni del livello marino nel Mediterraneo: dal passato al futuro. Il sostegno psicologico e affettivo: la rinascita dopo la catastrofe. Gabriella Ruggieri, Grazia Maria De Rugeriis, Laura Chiarantini, Ilario Favaretto, Elena Viganò.

PESARO–Mercoledì 5 giugno 2013, alle ore 11, nella Sala Rossa del Comune si terrà la conferenza stampa di presentazione del servizio estivo delle navette e delle novità di quest’anno.

Saranno presenti l’assessore alla mobilità Andrea Biancani, il mobility manager Paola Stolfa, il presidente e il direttore di Adriabus Giorgio Londei e Massimo Benedetti e alcuni rappresentanti dei bagnini

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
Annunci