di Ennio Ercoli

CIVITANOVA–Da svariati giorni il meteo sta svolgendo purtroppo

MAURO ANTONINI

MAURO ANTONINI

un’azione di ostruzionismo nei confronti del bel tempo e dell’estate da tutti agognata. Ma per quanto riguarda il salvataggio in mare è già tutto pronto. Ben 75 ragazzi hanno superato tutte le prove di fine corso ed hanno ottenuto il brevetto di “Assistente bagnanti Mip”, valido per lavorare anche in riva al mare. Molti tra loro saranno scelti per occuparsi della sicurezza nelle nostre spiagge, nella stagione che sta per prendere…il largo. Non pochi tra i ragazzi hanno appena 16 anni e provengono dai corsi di nuoto o dall’attività agonistica. Ma tra i candidati al brevetto c’è anche qualcuno più maturo, che intravede nell’attività di assistente bagnanti l’occasione giusta per coniugare la “passione per il mare” con una “opportunità lavorativa”.

Per l’esame che dà l’abilitazione all’esercizio in mare la prova più difficile si è rivelata quella sull’Ordinanza di sicurezza balneare e sulla meteorologia, effettuata dalla Capitaneria di Porto di Civitanova.ANTONINI-RAGAZZI-PISCINA-0187-LEGG-

Soddisfazione è stata espressa da Francesco Catenelli, uno dei più grandi di età fra i partecipanti al corso, che ha trovato le domande della Capitaneria un po’ difficili, ma certamente superabili, anche con un pizzico di ragionamento. I ragazzi agonisti, spesso più giovani (16, 17 anni) invece non hanno avuto nessuna difficoltà a superare le “prove pratiche” con il moscone o pattino che dir si voglia, ma qualche problemino con le nozioni teoriche. La voga in mare, al contrario, non ha dato molte preoccupazioni, come dice Nicoletta Torretti: “Siamo stati fortunati, perché ci siamo allenati sempre, anche in condizioni difficili e dunque eravamo pronti”. Ma Giorgia Barbizzi ci tiene a ringraziare gli istruttori “perchè hanno supportato i ragazzi anche nei momenti di difficoltà, soprattutto Mirko del Lido della Polizia, che con tanta pazienza ha aiutato tutti a dare il massimo”. Tutti pronti, dunque, per prestare servizio preso le torrette rosse dislocate lungo il tratto di litorale maceratese, da Civitanova a Porto Recanati, passando per Porto Potenza.ANTONINI-CENA FINE CORSO-0209 copia Purtroppo non tutti lavoreranno subito, ci ha spiegato Antonini. Per i più giovani si tratterà di cominciare con le sostituzioni, gli affiancamenti ed il tirocinio. Per i più bravi, gli chalet della costa o le cooperative che si occupano della sicurezza in spiaggia, costituiranno senza dubbio un’occasione di lavoro già a partire da subito. Si tratta di un lavoro gratificante, ma anche di responsabilità. Per cui un sincero in bocca al lupo a tutti è stato formulato dai preparatori, che sin qui li hanno incoraggiati a fare bene! I ragazzi che hanno sostenuto l’esame appartengono al corso di Macerata, gestito da Franco Pallocchini (della “Macerata Nuoto”, responsabile tecnico Mauro Antonini), al gruppo di Giuseppe Vaccina che fa riferimento all’alto Maceratese e al corso di Civitanova Marche, seguito da Pietro Giulietti (del “Grillo Civitanova”). Per le lezioni pratiche di voga i ragazzi sono stati ospitati dal Lido della Polizia a Fontespina, nel tratto di spiaggia di fronte al Gabbiano. Se ne è occupato Mirko Mercuri, il gestore, che ha dato anche una mano ai ragazzi ad imparare le nozioni basilari di voga ed è sempre disponibile per consigli utili in spiaggia. Responsabile e direttore dei corsi è stato Mauro Antonini, “Fiduciario regionale per il Salvamento” della Federazione Italiana Nuoto. Il superamento degli esami è stato festeggiato dai ragazzi con gli istruttori giustamente a tavola (nella foto sopra), mentre ora si spera solo che il sole possa far partire la stagione alla grande, anche perchè gli chalet sono tutti pronti, con tante piccole e grandi novità.