You are currently browsing the monthly archive for giugno 2013.

HACK-2011_08050041CIVITANOVA–La notizia della scomparsa dell’astrofisica italiana Margherita Hack all’età di 91 anni è entrata in tutte le case degli italiani, tanto era nota, anche per il suo carattere schietto ed anticonvenzionale. Fiorentina di origine, ha insegnato astronomia a Trieste per 28 anni, dove la sua biblioteca privata composta di 24.000 volumi diventerà patrimonio della comunità.  La scienziata era intervenuta anche a Civitanova nel corso dell’intenso programma di Popsophia nell’estate del 2011. Aveva parlato al Lido Cluana gremito di persone, presentata dal direttore del Festival Evio Hermas Ercoli e dal filosofo Prof. Umberto Curi dell’Università di Padova, nella foto sopra.HACK-2011_08050047HACK-2011_08050014HACK-2011_08050011

Annunci

SAN SEVERINO MARCHESe saranno individuati gli autori delChigiano1 gravissimo gesto, come mi auguro, il Comune di San Severino Marche si costituirà parte civile. Dopo aver avvertito le autorità, cosa che ho già fatto, se sarà necessario presenterò anche una denuncia contro ignoti. Il ruolo istituzionale, oltre a quello morale ed alla mia coscienza, mi impongono di chiedere che i responsabili di azioni così vili e vigliacche siano severamente perseguiti”. Il sindaco di San Severino Marche, ChigianoCesare Martini, è apparso tirato e teso, e non è riuscito a trattenere l’emozione che più volte ha rotto la sua voce durante l’orazione ufficiale, nel corso della cerimonia, promossa da Comune ed Anpi, con la quale è stato celebrato il 69esimo anniversario degli eccidi di Chigiano e Valdiola. Cerimonia, quella di quest’anno, preceduta da un episodio molto triste: la comparsa di alcune scritte oltraggiose nei pressi del monumento ai caduti della Resistenza posto a due passi dal luogo in cui, fra il marzo e l’aprile del 1944, vennero trucidati alcuni settempedani rei di essersi opposti al nazifascismo.Chigiano2

Accanto al primo cittadino di San Severino Marche, con indosso la fascia tricolore, anche il sindaco di Gagliole, Mauro Riccioni, quello di Serra San Quirico, Massimo Cantiani, di Angeli di Rosora, Lamberto Marchetti, il vice sindaco di Apiro, Giovanni Piersigilli, il consigliere provinciale Pietro Cruciani, il presidente del Consiglio comunale di San Severino Marche, Ostilio Beni, gli assessori comunali Simona Gregori e Giampaolo Muzio, il consigliere Alessandra Aronne, i vertici dell’Anpi rappresentati dal presidente provinciale Lorenzo Chigiano3Marconi, da quello di San Severino Marche, Bruno Taborro. Presenti poi, insieme al gonfalone cittadino, anche quello del Comune di Serra San Quirico, e quelli delle sezioni dell’Anpi settempedana, di Tolentino, Matelica, Gagliole, Esanatoglia, Serra San Quirico, del Basso Musone, di Osimo e poi quelli della Croce Rossa Italiana e dell’Associazione Nazionale Carabinieri, intervenuti con una folta rappresentanza.Chigiano4

Davanti a bandiere e gonfaloni e quanti hanno inteso celebrare il 69esimo anniversario degli eccidi di Chigiano e Valdiola le scritte offensive tracciate nella notte che lo stesso sindaco Martini ha voluto non fossero cancellate. “Dobbiamo prendere coscienza di quello che menti folli hanno fatto. Dobbiamo denunciare pubblicamente episodi come questi, compiuti oggi giorno, e non dobbiamo vergognarci” – ha ancora ribadito salutando, tra i presenti, una delle leader della Resistenza contro la dittatura in Iran che da anni vive nelle Marche.

Precedendo i discorsi ufficiali, durante una funzione religiosa celebrata per ricordare le vittime degli eccidi di Chigiano e Valdiola, don Pacifico Marinà aveva avuto modo di sottolineare: “Siamo qui perché vogliamo un rapporto di pace e fraternità con tutti. Non odiamo gli autori di questi gesti ma vogliamo capire”.

 Come ci ricorda Pietro Calamandrei, uno dei padri costituenti – ha sottolineato invece il segretario dell’Anpi di San Severino Marche, Donella Bellabarba – in queste valli e su queste montagne è nata la nostra Costituzione. Essere qui oggi a ricordare, non è un puro atto retorico e forse è bene ricordare quanto sosteneva il tedesco Willy Brand e cioè che bisogna correggere la democrazia osando più democrazia e per noi è forse giunta l’ora di realizzare in pieno la nostra Costituzione”.

Fra gli interventi anche quelli di alcuni partigiani distintisi nella Resistenza a San Severino Marche e poi quello di Francesco Rocchetti, dell’Anpi, sulla Costituzione ed il pluralismo dal titolo: “Con metodo democratico”. La cerimonia, animata dalle letture di alcuni articoli della Costituzione, da parte di Alberta Ricottini, si è infine conclusa con un recita di Stefano Fabbroni dedicato a storie e canzoni della tradizione popolare. Nelle foto: alcuni momenti delle celebrazioni ufficiali

MARIO BIONDI-8056

MALIKA-8055LG

CIVITANOVA–E’ ripartita la collaborazione tra il Corpo italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta – Gruppo di Macerata e l’UfficCISOM-Inizio Mare Sicuro 2013io Circondariale Marittimo di Civitanova Marche, che vedrà impegnati i Volontari del C.I.S.O.M. lungo il litorale della provincia per tutto il periodo estivo.

L’accordo, nato lo scorso anno con la sottoscrizione del Protocollo Operativo, consente al personale volontario del C.I.S.O.M. di operare a bordo delle unità navali S.A.R. (Search & Rescue) della Guardia Costiera, al fine di collaborare per rendere più efficiente il dispositivo di soccorso in mare.

Grazie alla riconferma di questo progetto e grazie alla continua disponibilità dimostrataci dalla Capitaneria di porto locale e dalla Direzione Marittima di Ancona, potremo dare il nostro contributo per garantire, a tutta l’utenza marittima, un’assistenza sanitaria di primo soccorso ”, ha commentato il Capo Gruppo C.I.S.O.M. di Macerata, Stefano Carnevali.

ANCONA–L’armatore civitanovese Marco Serafini, con la sua imbarcazione Hurakan, hhurakana trionfato  ai Campionali mondiali di vela d’altura (nel gruppo A), che si sono conclusi ieri nel mare del capoluogo dorico. Serafini (industriale calzaturiero) si è avvalso dell’abilità di Tommaso Chieffi nel ruolo di tattico e dell’esperienza del velista civitanovese Michele Regolo che l’estate scorsa, come si ricorderà, ha preso parte alle Olimpiadi di Londra. Un altro civitanovese Piero Paniccia, con la sua Calipso IV, si è piazzato quarto, ma per appena un soffio poteva salire sul numero tre del podio. C’è stato, infatti, solo un punto di scarto nella classifica finale con il suo predecessore. Nel gruppo B secondo posto per un altro civitanovese, l’armatore Lorenzo Santini, con la sua Huka Huka Racing, dietro il vincitore Vincenzo De Blasio di Napoli, con l’imbarcazione “Scugnizza”. Ci sono tutti i presupposti, dunque, per sottolineare ancora una volta il ruolo di Civitanova nella vela e della scuola formatasi nel tempo attorno al Club Vela situato al Molo Nord. Ricordiamo, in chiusura, che i campionati del mondo sono stati perfettamente organizzati presso Marina Dorica di Ancona ed hanno polarizzato gli appassionati di vela dal 21 al 30 giugno. Le imbarcazioni iscritte alla competizione sono state 120, 14 i Paesi partecipanti, 2 i continenti rappresentati, con un volume di ospiti che è stato calcolato intorno ai tremila visitatori, con una ricaduto turistico-economico per Ancona non indifferente. Anche il Tgr Marche della Rai ha dato largo spazio alla manifestazione, con collegamenti in diretta da Marina Dorica di Patrizia Ginobili.

I Campionati Mondiali di vela d’altura sono sati organizzati dai circoli Nautici della Marina Dorica (Ancona Yacht Club, Assonautica, Lega Navale Ancona, Sef Stamura) uniti da molti anni in un’efficace collaborazione mirata ad offrire la migliore organizzazione ed il miglior supporto tecnico-logistico ai partecipanti, mettendo a disposizione professionalità e sedi sociali.

Infatti Marina Dorica con i suoi Circoli nautici ha maturato nelle 12 edizioni della Regata del Conero, che conta mediamente 200 partecipanti, l’esperienza necessaria per gestire eventi di rilievo internazionale, come questo del Campionato del Mondo di vela d’altura.

 

  • PEDASOUna esposizione dal titolo “ArnoldCIARROCCHI-PEDASO-A3o Ciarrocchi, il pittore dell’Asola”. Un omaggio ad un grande artista nato a Civitanova, figura ironica e pungente, un vanto marchigiano troppo spesso dimenticato dalle cronache mondane a vantaggio di mode legate all’effimero valore del cosiddetto mercato. La Galleria Marcantoni anche in questa occasione propone e valorizza il lavoro di un pittore storicizzato del Novecento, Arnoldo Ciarrocchi. L’inaugurazione della mostra si terrà venerdi 5 luglio 2013 a partire dalle ore 21.30 a Pedaso (FM) in via Manzoni 21. La mostra rimarrà aperta fino al 18 agosto. Olii, acquarelli, incisioni raccontano un viaggio artistico che parte da lontano. Un lavoro dal sapore antico, un fare arte oramai dimenticato e relegato ad un collezionismo di nicchia, ma sempre colto e raffinato. Uno sguardo al passato, a valori e gusti sempre intrisi di bellezza e armonia. Un momento per riscoprire tempi neanche troppo distanti, uno stimolo per affrontare e costruire un futuro artistico migliore ed autentico. La serata vedrà inoltre la partecipazione del sassofonista Federico Mondelci accompagnato al pianoforte da Paolo Biondi. Grande concertista e docente al Conservatorio “Rossini” di Pesaro Mondelci è considerato il punto di riferimento per lo studio del sassofono classico a livello internazionale. E’ regolarmente invitato nelle maggiori stagioni concertistiche nazionali ed internazionali e tiene corsi di perfezionamento in tutta Italia tra i quali “Festival delle Nazioni” di Citta’ di Castello. Il duo proporrà una serata all’insegna della musica americana con brani di Gershiwin, Bernstein, Piazzolla.

Le due  persone in questione coinvolte in reati in materia di stupefacenti

 

CIVITANOVA–Doppio arresto a Civitanova Marche, da parte dei Carabinieri della locale Stazione, di un uomo e una donna coinvolti in reati in materia di stupefacenti.

La donna, una albanese di 25 residente a Lecce, doveva scontare una pena residua di oltre due anni di reclusione, in quanto condannata dalla Corte di Appello di Cagliari per concorso in spaccio di sostanze stupefacenti. Da Cagliari si era trasferita a Lecce e si aveva la sensazione che la ragazza avesse trovato un domicilio a Civitanova Marche. La magistratura ha incaricato pertanto i Carabinieri di Civitanova Marche per le ricerche in città. Non era facile rintracciarla, ma i Carabinieri di quartiere hanno cominciato a condurre accertamenti ed assumere informazioni, per giungere infine alle sue tracce. In poco più di ventiquattr’ore, quando i militari avevano effettuato più tentativi vani ad un domicilio dove si scopriva che la donna ci stava abitando, sono riusciti a rintracciarla e dare esecuzione alla misura di ripristino dell’ordine di carcerazione. I carabinieri civitanovesi, dopo le formalità di rito, l’hanno condotta alla sezione femminile della Casa circondariale di Camerino.

L’uomo, 30 anni di Civitanova, era stato invece sottoposto dal Magistrato di sorveglianza di Ancona a prescrizioni, che prevedevano un programma di recupero da tossicodipendenze. Ma il non effettuare i controlli sanitari previsti ed il tenere comportamenti irregolari hanno determinato la revoca della misura alternativa al carcere e l’emissione dell’ordine di accompagnamento alla Casa circondariale di Ancona, eseguito puntualmente dai Carabinieri civitanovesi.

 

 

IN PROSSIMITA’ DI … CHI VA AL MARE: PARTONO DA DOMANI I SERVIZI DI PROSSIMITA’ PER L’ESTATE 2013

CIVITANOVA–La Compagnia dei Carabinieri di Civitanova Marche, anche per l’estate 2013, svolgerà dal 1° luglio al 31 agosto un servizio di prossimità studiato ad hoc per “chi va al mare” sulla costa maceratese.   

Concepito per rispondere alla crescita di bisogni di sicurezza e legalità lungo le spiagge, mira ad avvicinare quanto più possibile l’Arma dei Carabinieri al cittadino proprio nei luoghi dove, in estate, trascorrono vacanze e momenti di svago decine di migliaia di persone.

Svolto mediante pattuglie a piedi composte da professionisti della prossimità, quali i Carabinieri delle Stazioni costiere di Civitanova Marche, Porto Potenza Picena e Porto Recanati, entreranno e si soffermeranno nelle ore di massimo afflusso dei bagnanti, all’interno dei 116 Stabilimenti Balneari e lungo i tratti di spiaggia libera situati nei 20 chilometri di costa maceratese.

Decisiva, anche quest’anno, la collaborazione degli Assessorati al Turismo dei Comuni di Civitanova Marche, Potenza Picena e Porto Recanati, nonché dei gestori degli chalet con la loro associazione ABAT.

Domani, lunedì 1° luglio alle ore 17,30 presso lo chalet “Arturo” del Lungomare Piermanni di Civitanova Marche, si terrà una conferenza stampa di presentazione, nella quale verranno illustrate le nuove “mission”, calendario e peculiarità di quest’anno dei servizi di prossimità.

OSIMO, CAPOTOSTI 50.38 SUI 400HS AL TROFEO MARCHE 9,14
 
OSIMO–Nell’undicesimo Trofeo Marche 9,14 di Osimo (Ancona), Meeting nazionale dedicato alle corse ad ostacoli, il miglior risultato arriva dai 400hs maschili. La gara-clou di questa edizione vede il successo del capolista italiano stagionale Leonardo Capotosti: il 24enne ternano delle Fiamme Gialle conferma il suo buon momento di forma e chiude in 50.38, nuovo record della manifestazione, a soli otto centesimi dal recente primato personale ottenuto negli Europei a squadre della scorsa settimana a Gateshead, in Gran Bretagna. Alle sue spalle si piazzano due atleti della categoria under 23: Nicolò Casale (Atl. Monza), 53.67, e Francesco Pellicani, recanatese del Cus Pisa Atletica Cascina, terzo in 54.20. La riunione, unica nel suo genere, prende il nome dalla distanza (di 9,14 metri) tra le dieci barriere dei 110 ostacoli, che vedono prevalere Carlo Giuseppe Redaelli (Atl. Riccardi Milano) in 14.10 spinto da un generoso vento di +2.7, davanti al cubano Yasel Lisme (Atl. 85 Faenza), 14.33, con il terzo posto per Luca Trgovcevic (Atl. Studentesca CaRiRi), 14.53, invece il recanatese Andrea Cocchi (Aeronautica) finisce sesto in 15.54. Tra gli juniores si impone Alessandro Faragona(La Fratellanza 1874 Modena) in 14.43 (+0.8) nei confronti di Simone Bais (Lagarina Crus Team), 14.75, e dell’atleta di casa Manuel Nemo (Tecno Adriatletica Marche), 14.96, mentre il vicecampione italiano Davide De Marchi (Atl. Bergamo 1959 Creberg), dopo aver corso la batteria in 14.07 con vento regolare, viene squalificato in finale per aver danneggiato il trentino Bais. Al femminile nei 100hs si afferma nettamente Manuela Vellecco (N.Atl. Fanfulla Lodigiana) in 13.97 (+0.9) seguita da Alessandra Feudatari (Interflumina E’ Più Pomì), 14.19, e dalla forestale Flavia Arcioni, 14.64.
Non deludono le gare di velocità sulle distanze piane: infatti nei 100 femminili si migliora la junior Martina Piergallini (Sef Stamura Ancona) che coglie il primato personale in batteria con 11.96 (+1.0) e poi si aggiudica la finale in 12.09 (-0.8), appena due giorni dopo aver centrato il record regionale under 20 dei 200 metri con 24.38 a Fermo. Al maschile, vittoria e personal best in 10.70 (vento nullo) anche per la promessa Alberto Rontini (Atl. 85 Faenza), campione europeo juniores nel 2011 con la 4×400 azzurra, che precede lo junior Lorenzo Bilotti (Atl. Imola Sacmi Avis), secondo in 10.74, e il marchigiano Marco Vescovi (Atl. Avis Macerata), 11.03. Sui 400 ostacoli donne, primo posto di Sara Porfiri (Atl. Avis Macerata) in 1:06.14, con le vittorie nelle gare under 18 per Andrea Pacitto (Tecno Adriatletica Marche) con 14.85 (+3.0) sui 110hs, Genny Caporalini (Atl. Recanati) in 15.80 (+2.4) nei 100hs, Manuel De Iacovo (Fiamme Gialle Simoni/55.60) e Marina Giotto (Gs La Piave 2000) in 1:07.29 sui 400 ostacoli.
Il Trofeo Marche 9,14 premia quindi al femminile l’Atletica Avis Macerata e per la seconda volta consecutiva in campo maschile la Tecno Adriatletica Marche: si tratta della società nata dalla collaborazione tra Atletica Sangiorgese Tecnolift e Collection Atletica Sambenedettese, con il contributo della Sacen Corridonia e proprio dell’Atletica Osimo che ha organizzato la manifestazione, nata nel 1978 e ripresa nel 2006 su iniziativa di Gino Falcetta, con l’impegno del Comune e del club locale del presidente Adriano Malatini.
In mattinata, sulla pista della Vescovara, è andato in scena il 9° Meeting Giovanile “Città di Osimo” con successo nella classifica generale a squadre per la Collection Atletica Sambenedettese, anche grazie al risultato del cadetto Loris Manojlovic che con 13.55 (+1.5) ha abbassato di un centesimo il primato regionale cadetti sui 100 ostacoli, togliendolo dopo quasi dieci anni a John Mark Nalocca (fu realizzato il 24 agosto 2003 a Montecassiano): adesso Manojlovic è al secondo posto nelle liste italiane under 16 della stagione.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche