SANT’ELPIDIO A MARE–L’Auditorium “Giusti” ha ospitato, nella giornata di oggi sabato 25 maggio 2013, un incontro organizzato dalla Croce Azzurra di Sant’Elpidio a Mare e Monte Urano, nell’ambito della seconda edizione del corso “Sicurezza in emergenza”. Nel corso dell’incontro è intervenuto l’equipaggio dell’elisoccorso “Icaro” di Ancona per fornire informazioni – date da professionisti – in merito a tematiche relative a procedure di radiocomunicazione tra i vari mezzi di soccorso e i diversi comportamenti da adottare in caso di massima emergenza.
I quattro membri dell’equipaggio “Icaro” sono stati accolti, in mattinata, presso la sala del Consiglio Comunale, dall’Assessore alle Politiche Sociali Monia Tomassini e dai Consiglieri Comunale Simone Diomedi e Dalmazio Montemaggio che hanno voluto ringraziarli per l’attività prestata e per l’importante opera di soccorso effettuata, più volte, anche in territorio elpidiense.
I membri dell’equipaggio giunto in paese sono stati il Comandante Bruno Tasso, l’operatore tecnico della centrale operativa di Ancona Paolo Marasca e gli infermieri di soccorso della Regione Marche Sandro Mangiacristiani e Alessio Bonazzelli. Quest’ultimo, in particolare, elpidiense d’origine, è tornato con piacere nella sua città d’origine ed assieme a Mangiacristiani è intervenuto nel corso dell’incontro al “Giusti” al quale ha preso parte, in rappresentanza del Comune, il Consigliere Comunale Maurizio Cambiotti.
“L’efficacia di un’operazione – ha avuto modo di precisare Bonazzelli – dipende anche dalle condizioni che si creano per darci poi la possibilità di intervenire. Non è così scontato che i volontari, senza nulla togliere al loro lavoro, siano preparati per coordinarsi al meglio con il nostro intervento”. Al “Giusti” Bonazzelli ha poi fornito dettagli in merito all’emergenza in elisoccorso nelle Marche. A Sandro Mangiacristiani, invece, è spettato il compito di mettere in campo la sua memoria storica inSEM-ELISOCCORSO-autore libro con assessore quanto lavora nell’elisoccorso dalla metà degli anni ’70. La sua esperienza, le emozioni provate durante gli interventi, sono state raccolte in un libro scritto dallo stesso Mangiacristiani e dal titolo “Uno sguardo dal cielo, i racconti dell’emergenza”: il libro è stato presentato nel corso dell’incontro ed un paio di copie sono state donate all’Amministrazione Comunale. “Nulla è stato fatto per lucro – ha voluto precisare Mangiacristiani raccontando con trasporto le motivazioni che lo hanno spinto a prendere carta e penna – visto che tutto il ricavato della vendita del libro è destinato all’acquisizione di strumentazioni o a miglioramenti strutturali dell’area dell’emergenza dell’ospedale di Ancona”.
 
Annunci