You are currently browsing the daily archive for maggio 24, 2013.

CIVITANOVA–CHE IL BADMINTON A SCUOLA SIA UNO SPORT IN DECISA CRESCITA MOLTI INSEGNANTI NE SONO CONSAPEVOLI! L’ ITCG CORRIDONI DI CIVITANOVA ALTA ONORA GLI IMPEGNI E AGGIUNGE UN’ALTRA MEDAGLIA AL PROPRIO PALMARES DI RISULTATI AI GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI (GSS).
INFATTI, DOPO AVER VINTO LA FINALE PROVINCIALE A MACERATA, LA SQUADRA MISTA, COMPOSTA DAGLI ALUNNI LUCA TARABELLI, GRETA CECCOTTI, GIULIA CESANELLI (3L) E BERNARDI ROBERTO (3F), HA CONQUISTATO IL TERZO GRADINO DEL PODIO ALLE FINALI REGIONALI MARCHIGIANE, CONFERMANDO LA LEADERSHIP FRA LE SCUOLE DELLA PROVINCIA DI MACERATA E SFIORANDO IL LIVELLO DELLE SCUOLE DI FANO, CHE HANNO UNA TRADIZIONE CONSOLIDATA DA PIU’ DI UN DECENNIO DI PRATICA SPORTIVA (DUE ATLETI FANESI SI SONO INFATTI CLASSIFICATI AL 3° E 5° POSTO AI RECENTI CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI). “MA ANCHE CIVITANOVA CRESCERA’!” – SOTTOLINEA IL PROF. SILVIO CATINARI, DOCENTE DI EDUCAZIONE FISICA, CHE CON TANTE PASSIONE SEGUE I RAGAZZI DEL RAGIONERIA DI CIVITANOVA  SIA IN PALESTRA, CHE NELLE TRASFERTE AGONISTICHE GIOVANILI STUDENTESCHE. 

LA SQUADRA DEL CORRIDONI TERZA A FANO AI CAMPIONATI REGIONALI DI BADMINTON

LA SQUADRA DEL CORRIDONI TERZA A FANO AI CAMPIONATI REGIONALI DI BADMINTON

Ventesima edizione del Festival internazionale nel nome di Enrico Cecchetti

 

20 luglio 2013 in tutti i Teatri Di CIVITANOVA MARCHE

h 11 | Lido Cluana

CIVITANOVA DANZA FOCUS

zakharova

zakharova

incontro in collaborazione con ADEP – Associazione Danza Esercizio e Promozione

h 19 | Piazza XX settembre

HAPPYDANCEHOUR!

a cura delle scuole di danza della città

h 20.30 | Teatro Cecchetti

MASAKO MATSUSHITA [Italia]

DE VISU IN SITU MOTUS [prima assoluta]

h 21.30 | Teatro Rossini

COMPAGNIE BLANCA LI [Francia]

ROBOT! [prima nazionale]

h 23 | Teatro Annibal Caro

SIENI DANZA [Italia]

PINOCCHIO [prima assoluta]

 

25 luglio h 21.30 | Macerata, Arena SferisterioCD-romeo e juliet

DANZA ALL’OPERA

progetto di Civitanova Danza & Macerata Opera Festival

ATERBALLETTO

ROMEO AND JULIET

 

3 agosto tutti i Teatri della città

ore 11 | Lido Cluana

CIVITANOVA DANZA FOCUS

incontro in collaborazione con “Danza & Danza magazine”

ore 19 | Piazza XX settembre

HAPPYDANCEHOUR!

a cura delle scuole di danza della città

ore 20.30 | Teatro Cecchetti

ROY ASSAF [Israele]

THE HILL [prima nazionale]

NOA SHADUR [Israele]CD-blanca liCAliMahdavi1882

WE DO NOT TORTURE PEOPLE[prima nazionale]

ore 21.30 | Teatro Rossini

ZAPPALÀ DANZA [Italia]

SUDVIRUS [prima assoluta]

ore 23 | Teatro Annibal Caro

CIVITANOVA CASA DELLA DANZA

GIULIO D’ANNA [Italia/Olanda]

 

 

15 agosto h 21.30 | Teatro Rossini

LA NOTTE DELLA STELLA

SVETLANA ZAKHAROVA [Russia]

GALA

 

5-11 AGOSTO Civitanova Alta

CIVITANOVA DANZA PER DOMANI | CAMPUSCD-PRINT - We_Do_Not_Torture_People_photo_by_Kfir_Bolotin_7

con i docenti della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e dell’Opéra de Paris

consulenza artistica Paola Vismara

  

CIVITANOVA–Da 20 a 2.0 è lo slogan che accompagna la Ventesima Edizione del Festival Internazionale Civitanova Danza promosso da Comune di Civitanova Marche, Teatri di Civitanova, AMAT in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, Camera di Commercio di Macerata, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche e Provincia di Macerata. L’importante traguardo dei venti anni della manifestazione – dedicata al Maestro Enrico Cecchetti, originario della nostra città marchigiana – guarda al futuro e diventa occasione privilegiata di evoluzione verso la forma festival. In quest’ottica il programma – curato da Gilberto Santini, direttore Amat – presenta due giornate di “festival nel festival” con prime italiane e assolute. Un cartellone ricco ed articolato si snoda tra il 20 luglio e il 15 agosto 2013 tra debutti, stelle della danza mondiale, maratone danzate dal tramonto a notte fonda, un campus estivo con i docenti della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e dell’Opéra de Paris e due focus nazionali a conferma dello slogan Civitanova danza tutto che accompagna da qualche anno la manifestazione, a testimonianza da un lato all’aspirazione a riunire in sé i rappresentanti del mondo e delle diverse culture, dall’altro alla tensione ad una onnicomprensività dello sguardo per le differenti tipologie di danza, diversi stili e linguaggi con cui la danza dialoga.

 L’apertura il 20 luglio “va ad abitare” tutti i teatri della città per il primo dei due festival nel festival, una vera e propria maratona – dalla mattina a notte fonda – che prende avvio alle ore 11 al Lido Cluana con Civitanova DanzaFocusincontro realizzato in collaborazione con l’ADEP / Associazione Danza Esercizio e Promozione. Alle ore 19 il festival “invade e anima” Piazza XX Settembre con Happydancehour!a cura delle scuole di danza della cittàe dalle ore 20.30 prosegue al Teatro Cecchetti con De visu in situ motus, nuova creazione di Masako Matsushita, al Teatro Rossini con l’attesa prima italiana di Robot! nuova creazione della francese Blanca Li per otto danzatori e otto robot che arriva al festival subito dopo il debutto assoluto al festival Montpellier Danse, per concludersi al Teatro Annibal Caro con il debutto in prima assoluta di Pinocchio di Virgilio Sieni, neo direttore della Biennale di Venezia Danza, che vede in scena uno straordinario performer non vedente.CD-SUDVIRUS_phAlfredoAnceschi

 L’ormai consueto appuntamento con Danza all’Opera, un progetto di Civitanova Danza& Macerata Opera Festival, vede protagonista il 25 luglio all’Arena Sferisterio di Macerata la compagnia Aterballetto, formazione tra le più interessanti della danza italiana, con Romeo and Juliet di Mauro Bigonzetti, unico coreografo italiano ad aver creato una coreografia per il New York City Ballet. Non esiste storia che, come questa di Romeo e Giulietta, non sia stata tanto narrata e diffusa da valicare i confini geografici e culturali. Nello spettacolo – nato dall’incontro del coreografo con l’artista visivo Fabrizio Plessi – diciotto danzatori, nove donne e altrettanti uomini, con i corpi ricoperti da involucri iper tecnologici, in fibre di carbonio, i caschi da motociclisti ai piedi, ginocchiere, para gomiti, s’alternano in passi a due, terzetti, quartetti e pezzi d’insieme.

 Sabato 3 agosto un nuovo festival nel festival che segue la struttura dell’evento inaugurale con il primo appuntamento alle ore 11 al Lido Cluana con Civitanova Danza Focus incontro in collaborazione con “Danza & Danza magazine” (media partner del festival). Dopo l’avvio alle ore 19 con Happydancehour!a cura delle scuole di danza della città in piazza XX Settembre, al Teatro Cecchetti è la volta di due straordinarie compagnie israeliane, quella guidata dal coreografo Roy Assaf con The Hill e quella di Noa Shadur con We do not torture people, lavori carichi di una portata emotiva di raro impatto presentati al pubblico del festival in prima italiana. Alle ore 21.30 il Teatro Rossini ospita la prima assoluta di Sudvirus, rielaborazione, riorganizzazione concettuale ed ampliamento di una coreografia per soli danzatori commissionata a Roberto Zappalà – uno dei maggiori coreografi italiani dell’ultimo decennio – dal Goteborg Ballet nel 2011. A chiudere la seconda maratona è il marchigiano-olandese Giulio D’Anna, originario di San Benedetto del Tronto ed arrivato ad essere uno dei più richiesti artisti internazionali, che debutta al Teatro Annibal Caro con un lavoro per otto danzatori.

Svetlana Zakharova è la protagonista il 15 agosto 2013 al Teatro Rossini de La Notte della Stella. La sua eleganza è mozzafiato, la forza scenica nei balletti classici come nelle performance contemporanee è sublime, incanta i teatri di tutto il mondo, a partire dal Bolshoi di Mosca dove è prima ballerina e dal Teatro alla Scala dove è étoile, assieme a Roberto Bolle. Sarà lei, dopo la travolgente esibizione allo Sferisterio nel 2011, anche in quell’occasione nell’ambito di Civitanova Danza, a concludere questa ventesima edizione di Civitanova Danza con un Gala che la vedrà protagonista.

Accanto agli spettacoli il Festival ospita dal 5 all’11 agosto anche il Campus estivo Civitanova Danza per Domani a cura di Paola Vismara con i docenti della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e dell’Opéra de Paris. A partire dal Concorso “Civitanova Danza per Domani”, giunto nel 2012 alla settima edizione, il campus offre un programma intensivo di lezioni di danza classica e contemporanea (vari livelli per danzatori dai 9 anni) guidate da insegnanti internazionali come Frédéric Olivieri (direttore della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala), Florence Clerc (professeur du ballet del Ballet de l’Opéra de Paris) Paola Vismara e Amelia Colombini (docenti della Scuola scaligera) e Fabrizio Monteverde (coreografo).

Civitanova Marche rinnova con questa edizione del Festival la sua vocazione ad essere Casa della Danza con un lungo periodo di residenze, dove la Foresteria Imperatrice Eugenia – situata a Civitanova Alta da anni punto di riferimento della creatività in ambito coreutico – ospita molte delle compagnie del festival, grazie al connubio vincente con il vicino Teatro Annibal Caro, che vede interi gruppi di artisti vivere la città della danza, assieme alla cittadinanza, in un flusso continuo di crescita interculturale.

 

 

Riuscita esercitazione antisismica con le scuole a Porto Potenza Picena. Il Sindaco Paolucci e gli Assessori Manzi e Benedetti hanno manifestato apprezzamento per la valenza educativa della manifestazione. L’iniziativa si è tenuta questa mattina (venerdì 24) in piazza Douhet a Porto Potenza dove è stato allestito un vero e proprio camprot.civile-01_opo base accoglienza, con tende per le varie attività di soccorso, emergenza e ristoro.

PORTO POTENZA PICENA–Scuola evacuata, bambini in piazza, tre di loro dispersi, due feriti. Insegnanti, preside e personale allertati, intervento dei soccorsi sanitari che prestano i primi soccorsi del caso e dei vigili del fuoco, unitamente alle forze dell’ordine coinvolte. Il tutto sotto il coordinamento operativo del locale gruppo di Protezione Civile “ABCeD”.

Così simile alla realtà. Ma è stata tutta una simulazione per esercitare ed educare i più giovani alle fondamentali operazioni di evacuazione dalla struttura scolastica in caso di emergenza sismica. Coinvolte nella manifestazione diverse classi dell’Istituto Comprensivo “Raffaello Sanzio” di Porto Potenza. L’iniziativa è rientrata nell’ambito della sesta edizione del progetto “Scuola multimediale di Protezione Civile” e si è tenuta questa mattina (venerdì 24) in piazza Douhet a Porto Potenza dove è stato allestito un vero e proprio campo base accoglienza, con tende per le varie attività di soccorso, emergenza e ristoro. Alla manifestazione erano presenti per l’Amministrazione Comunale il Sindaco Sergio prot.civile-04_oPaolucci, l’Assessore con delega alla Protezione Civile Ezio Manzi e l’Assessore alle attività educative Giancarla Benedetti che hanno manifestato apprezzamento per la valenza educativa dell’iniziativa nei confronti dei giovani. “Un’iniziativa – ha commenato il Sindaco – utile a sensibilizzare non solo i più giovani ma anche gli adulti ai quali i ragazzi trasmetteranno l’esperienza fatta e i principi acquisiti”. Il percorso formativo tracciato dal progetto “Scuola multimediale di Protezione Civile” svolto durante l’anno si è concluso, pertanto, con la mattinata di oggi sul rischio che maggiormente interessa il nostro territorio, quello sismico. Gli alunni delle classi coinvolte hanno partecipato in modo diretto alla simulazione di attività determinate sulla base di scenari esercitativi elaborati d’intesa con la Direzione Regionale di Protezione Civile e con il diretto coinvolgimento del Corpo Nazionale deiVigili del Fuoco, del Corpo Forestale dello Stato, delle Forze dell’Ordine, del volontariato, del soccorso sanitario e delle strutture locali di protezione civile.

Nel corso dell’anno scolastico, attraverso il progetto “Scuola multimediale di Protezione Civile”, i ragazzi hanno “navigato” attraverso “l’arcipelago dei rischi” d’Italia, hanno scoperto terremoti, vulcani, alluvioniprot.civile-09_o, maremoti, ma anche i rischi provocati dall’attività umana (industriale, ambientale, incendi boschivi), hanno imparato i comportamenti da adottare per proteggersi in caso di pericolo e conosciuto il funzionamento del sistema di protezione civile. Il progetto “scuola multimediale”, attraverso un approccio ludico, ha consentito alle classi di esplorare, con la guida degli insegnanti, contenuti didattici messi a punto dagli esperti del Dipartimento della Protezione Civile attraverso una piattaforma multimediale e con la collaborazione della Protezione Civile della regione Marche.

Sottoscritto, a Roma, il protocollo tra Regione e Trenitalia per il rinnovo del materiale rotabile Viventi: “Non supererà tutte le criticità, ma agevolerà alcuni miglioramenti”

ANCONA–È stato sottoscritto, oggi  (venerdì 24 maggio 2013) a Roma, il protocollo d’intesa tra la Regione Marche e Trenitalia per il rinnovo e la ristrutturazione del materiale rotabile. “Considerati i numerosi problemi che dobbiamo quotidianamente fronteggiare a tutela dell’utenza del trasporto ferroviario – ha commentato l’assessore regionale ai Trasporti, Luigi Viventi – credo onestamente che questa intesa non sarà la soluzione per tutte le criticità, ma aiuterà ad apportare alcuni miglioramenti”. In base ai precedenti accordi stretti con Trenitalia, il protocollo stabilisce la fornitura di 12 nuovi treni – 8 diesel e 4 elettrici – più 5 locomotive. Le consegne saranno così cadenzate: quattro treni elettrici entro il 28 febbraio 2014, quattro diesel entro il 30 aprile 2014 e quattro diesel entro il 30 giugno 2014.  L’accordo rimanda, inoltre, agli impegni assunti per la ristrutturazione di 160 carrozze: 61 sono state già consegnate nel 2011-2012, 57 sono da consegnare nel 2013 e 42 nel 2014.

MONTECOSARO–Il 16 maggio 2013 (alle ore 20.30) presso il Circolo ACLI SS. Annunziata di Montecosaro Scalo ha avuto luogo il terzo appuntamento del LAPIS, il laboratorio per l’impegno sociale e politico, organizzato dalle ACLI  Marche, che quest’anno si pone l’obiettivo di promuovere una cultura dell’autoimprenditorialità e di offrire strumenti concreti per avviare un’attività nel campo dell’impresa e della cooperazione sociale nei principali settori produttivi del nostro territorio.

 Il tema affrontato in questo terzo appuntamento è stato “Social media marketing. Promuovere il proprio progetto nell’era del Web 2.0” con l’intervento di Francesco Vernelli, esperto in comunicazione, web marketing e social media.

 Al centro dell’incontro e del dibattito  sono state  evidenziate le potenzialità di Facebook, Twitter, Linkedin, ma soprattutto le persone e le reti di relazioni che vivono dietro questi strumenti.

 Il relatore ha sottolineato l’importanza di porsi un obiettivo specifico prima di accedere a queste piattaforme e ha ribadito la necessità di una consapevolezza di chi accede al web sulla capacità dei contenuti di “rimbalzare” come la pallina di un flipper da un luogo all’altro, da una persona all’altra.

 E’ pertanto opportuno che il proprio profilo sui social media venga costruito in maniera accurata ed efficace perché sul web tutto comunica e tutto parla di noi, attraverso le parole e le immagini,  perché anche il web può essere utile per far parlare di noi e per costruire il nostro futuro.

 

MONTECOSARO–Non si è ancora spenta l’eco dell’inaugurazione del Museo dello sport a Montecosaro da parte di Paolo Marinozzi, che è già pronta sulla rampa di lancio la seconda iniziativa connessa con la prima, ovvero la presentazione del nuovo libro dello stesso Paolo Marinozzi intitolato “Un salto, un volo, un tuffo…al passato”, che si terrà domenica 9 giugno 2013 alle ore 17, presso il Teatro delle Logge, in PiazzaTrieste, centro storico di Montecosaro. Sarà anche questa, come le tante altre occasioni, quali quelle preparate da Paolo, contrassegnata da una piacevole atmosfera, che riconsiderando il passato permetterà di rileggere la nostra storia, nella riflessione,  in una cornice sempre piacevole e di simpatica allegria nel segno del buon umore.

 
DISEGNO DI MAURO CICARE'

DISEGNO DI MAURO CICARE’

Le principali opportunità per i giovani vengono dalle nuove tecnologie

 

VILLA MUSONE–Si è svolto il 22 maggio 2013, presso il Circolo ACLI di Villa Musone, il quarto appuntamento del LAPIS, il Laboratorio per l’impegno sociale e politico delle ACLI marchigiane che quest’anno si pone l’obiettivo di promuovere una cultura dell’autoimprenditorialità e di offrire ai giovani strumenti concreti per avviare un’attività nel campo dell’impresa e della cooperazione sociale nei principali settori produttivi del nostro territorio. Il tema affrontato nell’incontro è stato “Creare lavoro nell’artigianato”, con l’intervento di Andrea Cantori, Segretario CNA della Zona Ancona Sud.

Partire da un’idea che risponda alle esigenze del mercato: è questo il primo passo che deve essere compiuto – ha detto Cantori – da chi vuole iniziare un’attività imprenditoriale o una forma di cooperazione, non solo nel campo dell’artigianato, ma in tutti i settori. L’idea poi deve essere accompagnata da una analisi degli obiettivi, delle condizioni di mercato e dei destinatari del progetto, il tutto per arrivare a produrre un business plan aiutati da associazioni di categoria o da commercialisti. Una volta definito il progetto e la forma di impresa, si può procedere alla ricerca dei finanziamenti, approfittando anche delle politiche attive del lavoro messe in campo a livello regionale o a livello nazionale ed europeo. Importanti nel caso della Regione Marche due iniziative: il Prestito d’onore e il progetto Crea impresa.

Per chi vuole dare avvio a un’attività, le condizioni del mercato suggeriscono a molti giovani di mettersi insieme, anche per dividere i rischi; in tal caso, se non si dà vita a una cooperativa, la soluzione più semplice è la società di persone, che favorisce la messa in comune di esperienze e competenze, ma permette anche la creazione di reti informali di imprese.

L’ICT (Information Communication Technology) e la meccanica sono i principali campi in cui il settore dell’artigianato ancora oggi offre delle opportunità, nonostante la grave crisi che ha quasi paralizzato l’economia della nostra regione Marche; sono state penalizzate soprattutto le piccole imprese che lavoravano per conto terzi, mentre altre difficoltà stanno venendo dagli studi di settore che, accettati dalle associazioni di categoria per far emergere l’economia sommersa, oggi non sono più strumenti idonei perché non tengono conto della profonda recessione degli ultimi anni.

Il dibattito ha toccato molti punti: la formazione professionale e le competenze oggi richieste dal mercato, la nuova legge dell’apprendistato, gli effetti della globalizzazione e le risposte necessarie per competere a livello mondiale, la necessità di una seria politica industriale e il ruolo della società civile e del Terzo settore per la rinascita dell’Italia.

Di fronte a questo periodo di gravissima crisi economica, di cui purtroppo non si conosce ancora la fine, Cantori ha richiamato l’urgenza di politiche attive per creare nuovo lavoro ed ha concluso che, pur nelle difficoltà dell’attuale momento, i giovani e gli imprenditori non devono arrendersi e non devono stancarsi di avere coraggio.

Chiudendo l’incontro, il Presidente regionale delle Acli Francesco Baldoni ha ribadito la richiesta di un piano straordinario per l’occupazione giovanile più volte avanzata dalle Acli negli ultimi anni e ha condiviso con Cantori la necessità di una grande alleanza per il lavoro che metta insieme le istituzioni, le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali con l’obiettivo di ridurre la disoccupazione, che è la vera piaga del nostro Paese.

 

 

L’associazione Italiana Critici Musicali premierà, domenica 26 maggio 2013 (alle ore 17), presso il Teatro Donizetti di Bergamo, i due artisti Benito Leonori e Leo Muscato che – con gli allestimenti d’opera della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi – hanno vinto il più importante riconoscimento assegnato ogni anno in Italia nel campo della musica e della lirica: il Premio Abbiati.

La giuria dell’Associazione Italiana Critici Musicali, formata dai più noti ed autorevoli giornalisti

LEO MUSCATO

LEO MUSCATO

 nazionali, con il XXXII premio della critica musicale “Franco Abbiati” premia i migliori allestimenti, manifestazioni e protagonisti della scena nazionale nel 2012. Tra gli artisti premiati, sono il direttore tecnico della Fondazione Pergolesi Spontini, Benito Leonori, per la ricostruzione scenica del “Macbeth” (un allestimento jesino in coproduzione con il Teatro C. Felice di Genova e il Teatro Lirico G. Verdi di Trieste), e Leo Muscato per la regia di tre opere liriche tra cui “La Fuga in maschera” di Spontini, allestita a Jesi in occasione della scorsa edizione del Festival Pergolesi Spontini e poi rappresentata nel 2013 nella stagione  d’opera del Teatro San Carlo di Napoli. Una grande soddisfazione per l’azienda culturale jesina, che vede premiati due degli allestimenti d’opera realizzati nel 2012, e che ha inoltre ottenuto l’ambito riconoscimento anche nel 2011 grazie alle Celebrazioni Pergolesiane.

BENITO LEONORI

BENITO LEONORI

A Benito Leonori, direttore tecnico della Fondazione e scenografo, è stato assegnato il Premio Speciale con la seguente motivazione: “Per la ricostruzione dell’allestimento scenico di Josef Svoboda di Macbeth di Verdi, realizzata con perizia, tecniche e materiali moderni, adatti alle nuove apparecchiature di proiezione e di illuminazione: esemplare esempio di restauro teatrale finalizzato al recupero d’una testimonianza scenica storica altrimenti perduta, e commisurato alle dimensioni e alla dotazione dei palcoscenici dei teatri di tradizione”.

A Leo Muscato è stato assegnato il Premio Abbiati alla Regia, per gli allestimenti lirici da lui firmati lo scorso anno in palcoscenici nazionali. Questa la motivazione: “Con tre spettacoli molto diversi, si è imposto con mano competente, originale e poetica: in Bohème a Macerata (Sferisterio Festival) ha colpito per la tenuta del linguaggio drammaturgico pucciniano, spostato nel clima giovane e fiducioso del Sessantotto parigino; in La fuga in maschera, rarità di Spontini (Jesi Festival Pergolesi Spontini) ha giocato con leggerezza nel clima della commedia buffa; in Nabucco (Cagliari, Teatro Lirico) ha inventato con mezzi essenziali la tinta corale del dramma di Verdi.”.

La cerimonia di premiazione a Bergamo di domenica 26 maggio, alle ore 17, sarà preceduta alle ore 15 dalla tavola rotonda “I Festival italiani: laboratori interpretativi e stilistici”, in occasione del 50enario del “Festival Pianistico Internazionale di Brescia e di Bergamo” con Andrea Estero, Angelo Foletto, Dino Foresio, Giancarlo Landini, Gian Paolo Minardi, Paolo Petazzi.

ASCOLI PICENO–Il 28 maggio 2013, alle ore 20.30, presso il Centro giovanile “L’Impronta” diACLI-volantino 28 maggio Ascoli Piceno Ascoli Piceno (Piazza Bonfine) avrà luogo il quinto ed ultimo appuntamento del LAPIS, il laboratorio per l’impegno sociale e politico, organizzato dalle ACLI  Marche, che quest’anno si è posto l’obiettivo di promuovere una cultura dell’autoimprenditorialità e di offrire strumenti concreti per avviare un’attività nel campo dell’impresa e della cooperazione sociale nei principali settori produttivi del nostro territorio.

 Il tema affrontato in questo ultimo appuntamento sarà “Creare lavoro nella sanità e nei servizi sociali”. Interverrà Maurizio Tomassini, Presidente provinciale delle ACLI di Pesaro Urbino e Portavoce regionale del Forum del Terzo settore. 

 A seguire ci saranno alcune testimonianze sul tema “Giovani e cooperazione sociale” da parte di alcuni giovani che hanno deciso nell’ultimo periodo di mettersi in gioco avviando attività imprenditoriali, cooperative e nuovi progetti.

Durante l’incontro e il dibattito si rifletterà sul ruolo che il mondo dell’associazionismo e del terzo settore e il mondo della cooperazione possono ancora avere soprattutto in un contesto caratterizzato da forti tagli al sistema socio-sanitario: verranno analizzate quali sono le opportunità che questi mondi offrono da un lato per promuovere occupazione giovanile e dall’altro per dare risposte alle esigenze socio sanitarie emergenti e spesso, a causa della crisi, inascoltate del nostro territorio.

Prima dell’incontro, dalle ore 20.00 alle 20.30, sarà offerta ai partecipanti una cena a buffet. Per una migliore organizzazione è richiesta l’iscrizione entro massimo martedi 28 maggio alle ore 10.00 contattando la Segreteria regionale ACLI Marche tel e fax 0712868717 cell 3888710392 mail marche@acli.it o le Segreterie provinciali delle ACLI.

 

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche