You are currently browsing the daily archive for maggio 23, 2013.

MACERATA–In questi giorni è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’avviso dell’obbligo della dichiarazione annuale per i gas fluorurati da compilare entro il 31 maggio prossimo. In pratica, un nuovo adempimento per quei soggetti – privati o imprese – che utilizzano apparecchiature contenenti 3 kg o più di gas fluorurati. “È incredibile come il Ministero dell’Ambiente continui a creare problemi alle imprese e ai cittadini, senza rendersi conto che la misura è colma” – sostiene con una nota Confartigianto Macerata. “Siamo di fronte a un nuovo adempimento cui debbono attenersi diverse aziende ma che, pur concedendo poco tempo per mettersi in regola, in caso difficoltà a rispettare i tempi di scadenza comporta sanzioni molto pesanti. Entro fine mese le aziende (e non solo loro) hanno l’obbligo di inviare la dichiarazione annuale in formato elettronico all’Ispra e se non lo fanno rischiano una sanzione da 1.000 a 10.000 euro. Peccato che alla data del 21 maggio il meccanismo stabilito per l’invio della dichiarazione ancora non funzionava. Va inoltre considerato che la norma sui gas fluorurati introduce anche l’obbligo di tenuta sia di un registro dell’apparecchiatura sia di un altro per il sistema di protezione antincendio e, ovviamente, se questi non sono presenti in ditta, le sanzioni possono arrivare fino a 100.000 euro, una assurdità per degli adempimenti amministrativi. Così facendo si mettono sempre più in difficoltà le piccole imprese che, vista la congiuntura attuale, oggi più che mai andrebbero invece aiutate e non appesantite da ulteriori fardelli burocratici. E, nel caso in questione, addirittura siamo in presenza di un nuovo adempimento, pesantemente sanzionato se disatteso, che si basa su un modello di dichiarazione reso pubblico a pochi giorni dalla scadenza. Che dire? Che ancora una volta siamo di fronte a uno Stato burocrate indifferente alle difficoltà del mondo economico? Chiediamo e pretendiamo più rispetto per gli imprenditori – conclude Confartigianato – chiediamo di essere messi nelle condizioni di rispettare una normativa che però dovrebbe esser palesemente sensata e non inutilmente vessatoria. Pertanto ci aspettiamo una immediata proroga dei termini per la scadenza altrimenti fissati al 31 maggio, data altrimenti, come detto, assolutamente impossibile da rispettare”.

Annunci

MACERATA– C’era una volta Fonte Maggiore, un luogo di pura poesia nel bel mezzo del verdeFONTE MAGGIORE-6035-LEGG primaverile e della splendida campagna maceratese ad appena due-trecento metri in linea d’aria da Rampa Zara, lungo la strada che conduce ai Cappuccini Vecchi. Le donne del popolo vi andavano per lavare, cosa ovviamente che non avviene più almeno da 35 anni. Però nel passato – anche quando la funzione sociale era venuta meno, per l’avvento delle lavatrici in ogni casa – l’acqua scorreva limpida da una vasca all’altra e non c’erano né il muschio, né il torbido che ci è capitato di osservare – come svariati cittadini – domenica mattina 19 maggio 2013. Una vasca è all’asciutto con resti di pompe fracassate, le altre fanno ribrezzo per il senso di abbandono determinato dalla fioritura algale. Le volte sono screpolate per l’umidità, mentre gli archi che danno il senso dell’armonia al visitatore, sono stati deturpati dalle solite “scrittracce” di chi usa spray senza rendersi conto che Fonte Maggiore è parte integrante del centro storico e dovrebbe essere tutelata dalla legge, ma prima di tutto dal buon senso e dal buon costume di tutti. FONTE MAGGIORE-DUE-_6033-LEGGLo spazio antistante sarebbe un invito a stare all’aria aperta, un preludio al pic-nic, c’è anche un tavolo in legno massiccio, che però non risulta invitante come quando è stato predisposto alcuni anni fa, vista la cornice di sostanziale abbandono generale, con erbacce e quant’altro. Cosa farebbero olandesi, inglesi e tedeschi se avessero sotto il loro cielo primaverile certi scorci storico-architettonico-naturalistici?   

CIVITANOVA–ITS: ne sono stati attivati 57 in Italia, due nelle province di Macerata e Fermo. Esattamente uno a Fermo e l’altro a Civitanova Marche Alta, presso l’ITCG Corridoni. A Fermo l’hanno frequentato fino alla fine in 23 a Civitanova in 22. L’Istituto Tecnico Superiore (ITS appunto) è stato formalmente istituito nel 2010, ma ha avviato in concreto le attività didattiche nel novembre 2011, con i primi due percorsi di Alta Formazione nel settore Moda Calzature, che si concluderanno entro luglio 2013 (gli esami  finali ci saranno nel mese di settembre 2013).ITS-DUE-6147

Due gli indirizzi (lo ricordiamo): Tecnico superiore per l’innovazione tecnologica ed organizzativa dei processi di produzione attivato a Fermo, l’altro denominato Tecnico superiore retail e market intelligence.

Il primo al Fermo, presso la sede dell’ITI Montani, il secondo a Civitanova Marche, nella sede ITC Corridoni, come abbiamo detto.

Abbiamo avuto modo oggi 23 maggio 2013 di parlare con docenti e studenti dei corsi, al termine del convegno su marchi e certificazioni in cui è stata relatrice Elisabetta Scaglia (vedere altra notizia di oggi) il che ci ha permesso di constatare che la soddisfazione è reciproca. I ragazzi adesso sono impegnati nell’attività di stage presso le aziende, che si sono rese disponibili.

Siamo ormai al termine dei percorsi – ci hanno detto i coordinatori, fra cui il Prof. Daniele Trasatti per Fermo ed il Prof. Luigi Galandrini per Civitanova – e dobbiamo registrare con piacere che è stato elevato il grado di soddisfazione e d’interesse manifestato dagli studenti, nonché dai docenti e, soprattutto, dalle aziende che hanno ospitato gli allievi per i tirocini; alcune di esse si sono dimostrate disponibili ad inserire nel loro organico gli stessi studenti che stanno frequentando i primi due corsi che l’ITS Nuove Tecnologie per il Made in Italy di Porto Sant’Elpidio ha attivato.ITS-TRE-6156

Si tratta di percorsi innovativi, almeno in Italia, che rispondono alle esigenze del mercato. Esistono esperienze simili che riscuotono successo in altri Paesi europei, dove aziende, associazioni di categoria, istituzioni scolastiche, Università ed enti locali cooperano per formare figure professionali che rispondano alle attuali esigenze del mercato del lavoro. In pratica il corso ha previsto sia ore tradizionali di lezione, che incontri con chi ha le mani in pasta nell’economia nei vari settori, nel caso di Fermo e Civitanova per il settore calzaturiero.

Gli studenti sono stati coinvolti in attività formative condotte da docenti, per lo più professionisti di chiara fama provenienti dal mondo del lavoro, hanno preso parte a visite aziendali, partecipato ad eventi (esempio il Micam di Milano), convegni, seminari e fiere di settore. Il tutto poi arricchito da un significativo periodo di tirocinio presso aziende del distretto calzaturiero fermano-maceratese.

Alcune caratteristiche dei percorsi ed attività svolte?

Moduli formativi tecnici ed operativi con molti laboratori e visite aziendali. Visita di diverse aziende del territorio, quali ad esempio: Ciao Bimbi, Gianmarco Lorenzi, Manas, Loriblu, Florence, Giano s.r.l., Elitron, ecc. Effettuate anche visite presso alcune aziende nel Veneto: Conceria 3C e Calzaturificio Eurobaldi.

Altre visite sono state programmate presso il centro di logistica di Nero Giardini ed altre aziende per gli aspetti legati all’automazione industriale. Un’azienda di Chieti è stata presa in esame per quanto riguarda la realizzazione rapida dei prototipi, mentre alcune aziende locali per gli aspetti legati all’industrializzazione. Altre incursioni: utilizzo della fabbrica pilota di Montegranaro dell’IPSIA Ricci;

Visita dei laboratori della Tecnomarche di Sant’Elpidio a Mare. Molto formativa è stata la partecipazione attiva a tutte le edizioni del Micam (marzo 2012, settembre 2012, marzo 2013) gestendo direttamente nelle prime due edizioni uno spazio dedicato agli ITS e partecipando nell’ultima edizione del marzo scorso al progetto “La fonte delle idee”, dove alcuni professionisti, tra cui anche un docente ITS (Prof. Aldo Premoli) ha illustrato ai giovani, e non solo, il processo di creazione di nuove idee nel settore moda.

Ancora: partecipazione nel mese di gennaio 2013 a Pitti Uomo, Visita dei Laboratori di LineaPelle di Milano, Partecipazione a diversi convegni come quello dell’ANCI a Rimini, “Job-orienta” a Verona (“E’ stato utilissimo”, ci conferma Felipe Sideri), conferenza italo-tedesca di Napoli, convegni a Civitanova e Fermo su tematiche legate al percorso di studi.

Gli studenti dei Corsi Its tra l’altro sono appena rientrati da un viaggio studi in Inghilterra (Oxford), dove hanno preso parte ad un corso intensivo di inglese, con un modulo specifico nel settore calzature. Effettueranno nei prossimi mesi gli esami per la certificazione linguistica (FCE) ed informatica (ECDL Advanced).

Abbiamo organizzato direttamente, nell’ambito del corso di Fermo, un seminario sulla tracciabilità dei prodotti – ci ha detto il Prof. Trasatti –ITS-6140dove ha partecipato “Indicod” di Milano, in collaborazione con la Provincia di Fermo e Tecnomarche a fine gennaio scorso con la partecipazione anche di studenti dell’ITIS e dell’IPSIA, nonchè alcune aziende interessate alla tematica. Attivati alcuni seminari con l’Unic di Milano sul processo produttivo del settore conciario ad aprile, sul Reach e su Brevetti e marchi, convegno che si è svolto oggi 23 maggio 2013 all’Itc di Civitanova maggio .

 Tutti gli studenti hanno effettuato una o più esperienza di tirocinio in una delle circa 60 aziende del territorio coinvolte, tutte molto soddisfatte che si sono in genere raccomandate per riavere da un periodo e l’altro la conferma degli stessi studenti inviati. Alcune aziende hanno già proposto agli studenti contratti di assunzione, circa un terzo degli studenti collabora già in modo stabile con aziende del settore, mentre alcune imprese hanno richiesto nominativi degli studenti per eventuali assunzioni.

Gli Its sono ormai al termine dei due percorsi descritti, perchè a maggio finiscono le lezioni del percorso di Civitanova, mentre a giugno quello di Fermo, per iniziare quindi il tirocinio all’estero e quello finale. A settembre ci saranno gli esami, che saranno svolti da una commissione con componenti nominati dall’Università, Regione, ecc, per ottenere un titolo di studio Statale (Diploma di Tecnico superiore) con tanto di valore legale, riconosciuto in Italia ed in Europa.

Nei prossimi giorni si dovrebbero definire anche le figure professionali che si vorrebbe formare con i prossimi due corsi – ci hanno detto Trasatti e Galandrini – che ci verranno autorizzati da parte del Ministero a partire da settembre 2013 .

Nei mesi di maggio, giugno e luglio si volgerà l’ultima tornata dei tirocini aziendali di circa 400 ore. A settembre/ottobre 2013 gli esami.

Concludiamo con alcuni numeri e dati significativi.

 ITS CIVITANOVA E FERMO IN CIFRE

Avvio corsi ITS: 7 novembre 2011

Sede dei corsi: ITI “G. e M. Montani” a Fermo e ITCG “F. Corridoni” a Civitanova Marche.

Durata dei corsi: 1.800 ore, di cui 800 di tirocinio articolati su due annualità, 4 semestri.

Iscrizioni pervenute:  oltre 140.

Studenti selezionati: 25+2 uditori per ogni corso (54 studenti coinvolti).

Studenti frequentanti a oggi: 24 a Fermo, 23 a Civitanova. Hanno completato in 23 a Fermo e 22 a Civitanova.

Ore di lezione effettuate: 800 circa per ogni corso.

Ore di tirocinio effettuate: 400 circa per ogni corso.

 Aziende coinvolte nei tirocini (due periodi): 60 circa.

CIVITANOVA–”Certificazioni, marchi ed etichettature nel settore cuoio”: questo il tema trattato

TRASATTI, GALANDRINI E SCAGLIA, AI LATI GLI STUDENTI ITS SIDERI E AFADU FOTO©MILLEPAESI-

TRASATTI, GALANDRINI E SCAGLIA, AI LATI GLI STUDENTI ITS SIDERI E AFADU FOTO©MILLEPAESI-

 questa mattina (giovedì 23 maggio 2013) dalla dott.ssa Elisabetta Scaglia di “Conciaricerca Italia” nell’Auditorium Fulvi dell’Itcg Filippo Corridoni, nell’ambito dei percorsi di Alta Formazione per Tecnico Superiore Retail e Market Intelligence e di Tecnico superiore per l’Innovazione Tecnologica ed Organizzativa nel settore moda-calzature. Apertura dei lavori effettuati dalla Prof.ssa Antonietta Alesiani, Dirigente Itcg Corridoni, seguita dal dott. Andrea Santori  (Presidente ITS nuove Tecnologie e Confindustria Fermo), dott. Tonino Ciannavei (Presidente sezione Calzature Confindustria Macerata), presente per Confindustria Macerata anche Carlo Cipriani il Prof. Daniele Trasatti (Fondazione Its moda calzature) ed il Prof. Luigi Galandrini coordinatore del Corso Its presso l’Itcg civitanovese. Gli obiettivi del convegno, aperto anche a studenti del quinto anno del ragioneria e del Professionale Pannaggi, sono stati quelli di fornire un orientamento sugli schemi applicati al settore pelle, secondo normazioni ufficiali e certificabili con accreditamento, facendo luce sul valore aggiunto conferito al prodotto, sulle garanzie trasmesse al consumatore, che può così effettuare una scelta responsabile e sostenibile, sui requisiti che possono essere richiesti ai fornitori. I temi trattati la qualità del processo e del prodotto, l’idoneità all’uso, l’origine (Made in Italy), la tracciabilità, la salute del consumatore e degli operatori del settore, il rispetto dell’ambiente e la responsabilità etica e sociale. Gli argomenti sono stati trattati in collaborazione con ICEC, ovvero l’Istituto di Certificazione specifico per l’area pelle. 

Tecno Adriatletica Marche fra gli uomini e Atletica Avis Macerata al femminile conquistano i titoli marchigiani under 18.

Sono state ufficializzate le classifiche del Campionato regionale di società per la categoria allievi

ALESSIA CONTI

ALESSIA CONTI

(under 18). Al maschile il primo posto va alla Tecno Adriatletica Marche, il club nato dalla collaborazione tra Atletica Sangiorgese Tecnolift, Collection Atletica Sambenedettese, Atletica Osimo e Sacen Corridonia. La Tam è al comando con un totale di 11.592 punti nei confronti della Sport Atletica Fermo, seconda a quota 11.590, mentre l’Atletica Civitanova occupa il terzo posto con 10.934 punti. Tra le allieve, l’Atletica Avis Macerata si aggiudica il titolo marchigiano (11.820 punti) seguita da Tecno Adriatletica Marche (11.291) e Atletica Fabriano (10.638). Nelle scorse settimane, si sono concluse anche altre rassegne per club. Infatti il Campionato regionale assoluto di staffette ha visto il doppio successo della Sport Atletica Fermo: in campo maschile su Tecno Adriatletica Marche e Sef Stamura Ancona, tra le donne superando Tecno Adriatletica Marche e Atletica Fabriano. Poi, nel Campionato regionale di staffette master, le vittorie sono andate ad Atletica Fabriano (uomini) e Sef Macerata (donne). Emessi i verdetti anche per il Campionato regionale di mezza maratona master, con l’affermazione del Gp Avis Spinetoli Pagliare sia tra gli uomini, davanti ad Atletica Potenza Picena e Podistica Valtenna, che al femminile, su Podistica Avis Mobilificio Lattanzi Montegiorgio e Atletica Amatori Osimo.

SANTARELLI

SANTARELLI

PORTO POTENZA PICENA–Si terrà venerdì prossimo, 24 maggio 2013, una mattinata di simulazioni ed esercitazioni sismiche, organizzata e curata dall’Associazione “ABCeD” della Protezione Civile di Potenza Picena, nelle quali saranno coinvolte diverse classi e insegnanti dell’Istituto Comprensivo “Raffaello Sanzio” di Porto Potenza. L’esercitazione e le simulazioni, che rappresentano la conclusione della sesta edizione del progetto “Scuola multimediale di Protezione Civile”, si terranno in Piazza Douhet a Porto Potenza, dalle ore 9 alle ore 12, e sarà aperta anche alla cittadinanza. Il percorso formativo tracciato dal progetto “Scuola multimediale di Protezione Civile” svolto durante l’anno si conclude, pertanto, con la mattinata esercitativa di venerdì prossimo sul rischio che maggiormente interessa il nostro territorio, quello sismico. Gli alunni delle classi coinvolte parteciperanno in modo diretto alla simulazione di attività determinate sulla base di scenari esercitativi elaborati d’intesa con le Direzioni Regionali di Protezione Civile e con il diretto coinvolgimento del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, del Corpo Forestale dello Stato, delle Forze dell’Ordine, del volontariato, del soccorso sanitario e delle strutture locali di protezione civile. All’esercitazione sarà presente un rappresentante del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, che consegnerà alla scuola una targa e agli alunni un attestato di partecipazione. Nel corso della mattinata sarà infine organizzato nella mattinata un punto di ristoro con acqua minerale e merendine, offerto dall’ Iper di Civitanova Marche.

Il progetto “Scuola multimediale di Protezione Civile” si svolge in cinque Regioni italiane: Abruzzo, Basilicata, Puglia, Sardegna e la Regione Marche con 5 diversi Istituti scolastici, uno per ciascuna provincia., tra i quali come detto l’Istituto Comprensivo “ R. Sanzio “ di Porto Potenza. Il progetto coinvolge complessivamente circa 250 alunni delle 5 Regioni di cui sopra, delle classi IV e V primaria e I della scuola secondaria di I grado, che durante tutto l’anno scolastico hanno “navigato” attraverso “l’arcipelago dei rischi” d’Italia: hanno scoperto terremoti, vulcani, alluvioni, maremoti, ma anche i rischi provocati dall’attività umana − industriale, ambientale, incendi boschivi per cui hanno imparato i comportamenti da adottare per proteggersi in caso di pericolo e conosciuto il funzionamento del sistema di protezione civile. Il progetto “scuola multimediale”, attraverso un approccio ludico, consente alle classi aderenti al progetto di esplorare, con la guida degli insegnanti, contenuti didattici messi a punto dagli esperti del Dipartimento della Protezione Civile attraverso una piattaforma multimediale e con la collaborazione della Protezione Civile della regione Marche.

La Vuelle veicolo di immagine e promozione turistica della città pesarese

PESAROSi è svolto il 21 maggio 2013 sera nella sala Rossa del Comune di Pesaro l’incontro tra il sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli e i rappresentanti delle organizzazioni economiche Confindustria, Confapi, Cna, Confartigianato, Comfcommercio, Confesercenti, Coldiretti, Cia, Lega coop. Le associazioni presenti (oltre all’adesione dell’Apa il cui presidente Fabrizio Oliva era assente per problemi personali) hanno condiviso il progetto “Pesaro una città per il basket”  illustrato dal sindaco. E’ stato così accolto positivamente l’invito a promuovere presso il mondo delle imprese la campagna abbonamenti “Aziende sostenitrici”, condividendo i valori identitari che il basket, storicamente, rappresenta per la comunità e di sfruttare la Vuelle come veicolo di immagine e promozione turistica e commerciale del territorio. Le associazioni riuniranno a breve i propri organi direttivi per approfondire la fattibilità e le modalità del proprio impegno a reperire le risorse a sostegno del progetto e per dare al consorzio “Pesaro basket” già dalla prossima settimana, la possibilità di valutare l’iscrizione della squadra al campionato 2013-2014.

 

Cornelio Fabro, Scritti sulla libertàCollana Universale Studium, pp.112 € 9,00   ISBN 978-88-382-4201-4


 «Sembra ormai ovvio, per ognuno, che appartiene all’età moderna, più che a qualsiasi altra epoca della storia, di aver portato il concettoCORNELIO FABRO-002 di libertà sul vertice dello spirito: nella scienza, nell’economia, nella politica, nella sfera del sacro ch’è la religione…, essa ha chiamato l’uomo alla conquista delle dimensioni principali della libertà. Nuove istituzioni e nuove costituzioni hanno dato o stanno dando l’avvio, nei vari continenti, all’uomo nuovo impegnato alla formazione di se stesso e del proprio vivere civile. Non v’è dubbio che con l’avvento del pensiero moderno si è prodotta una scossa decisiva nell’atteggiamento dell’uomo verso la verità che ha portato alla crisi – non ancora risolta e forse mai solubile perché costitutiva della stessa essenza della libertà – della tensione di libertà-autorità. […] Di qui la corsa irresistibile e affascinante per la ricerca delle strutture della materia e dell’origine della vita, per l’esplorazione del mistero dell’inconscio e delle pulsioni psichiche, individuali e collettive, sulle quali molto probabilmente poggerà la società del futuro. Eppure mai come oggi l’uomo – dominatore di tanta parte della natura – sente la propria insicurezza interiore, la fragilità della sua struttura, il salire inarrestabile dell’angoscia e della solitudine in un cosmo che si popola sempre più di macchine cariche di minaccia e di terrore» (Cornelio Fabro).


Cornelio Fabro (1911-1995) è stato uno dei più importanti filosofi del Novecento italiano. Come studioso, si è imposto all’attenzione scientifica internazionale in qualità di interprete, soprattutto, di s. Tommaso e di Kierkegaard. Le sue Opere Complete sono in corso di pubblicazione a cura dell’Istituto del Verbo Incarnato.

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
Annunci