MONTELUPONE–Si rinnova da 120 anni la Festa del Voto alla Madonna, che, dopo una settimana dedicata alla preparazione di questa importante ricorrenza, si è svolta oggi domenica 19 maggio 2013. In questi giorni i fedeli hanno avuto la possibilità di partecipare ad incontri, momenti di preghiera e varie liturgie tra cui la celebrazione comunitaria dell’Unzione dei Malati, la Liturgia Penitenziale, la festa di Santa Rita e la benedizione delle auto. Domenica 19 la Messa delle ore 10 in Collegiata è stata dedicata alla preghiera per le famiglie, con un omaggio floreale offerto alla Vergine dai bambini delle scuole materne. Centro dei festeggiamenti è stata la Messa vespertina delle ore 18, seguita dalla solenne processione per le vie del paese con la statua dell’Addolorata, patrona di Montelupone insieme a San Firmano. Programmate per l’occasione anche manifestazioni civili: dopo la rappresentazione in Piazza del Comune di una divertente commedia dialettale, “È ‘rriatu ‘u medicu nou”, della compagnia Teatrale di Avenale di Cingoli, seguita dall’immancabile estrazione della tombola, questa mattina il Borgo è stato invaso dalla tradizionale “Fiera di Maggio”, un appuntamento storico che ogni anno richiama sempre moltissime persone. Tutto il paese ha preso parte al rinnovo dMONTLP-Festa del Votoel voto fatto alla Madonna Addolorata nella primavera del 1893, quando una terribile siccità stava mettendo in ginocchio il paese: i monteluponesi decisero allora di ricorrere all’Addolorata per chiedere la grazia della pioggia, che arrivò scongiurando il pericolo di carestia. Fu allora che tutta la popolazione decise di eleggere Maria a principale protettrice del paese insieme al patrono San Firmano, facendo il voto di onorarla ogni anno con una festa per ricordare la grazia ricevuta.

Annunci