18 maggio 1977 – 18 maggio 2013: 36° anniversario della scomparsa del Maresciallo Capo Medaglia d’oro al valor militare alla memoria Sergio Piermanni.

CIVITANOVA–La città ed i Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche (Cap. Domenjco Candelli) non dimenticano quella tristissima mattina di 36 anni fa in cui il M.llo Sergio Piermanni rimase ucciso, sotto il fuoco di una pericolosa banda di criminali, nei pressi della Stazione ferroviaria (una lapide posta vicina alla pizzeria ricorda il triste evento del 1977).  Una lunga scia di sangue era iniziata già la sera prima a Porto San Giorgio, con l’uccisione dell’Appuntato Alfredo Beni ed il grave ferimento del Capitano Rosario Aiosa.

IL CAPITANO DOMENICO CANDELLI (A SX), GIOVANNA PAOLONI, MIRELLA PAGLIALUNGA, DIRIGENTE VIA TACITO

IL CAPITANO DOMENICO CANDELLI (A SX), GIOVANNA PAOLONI, MIRELLA PAGLIALUNGA, DIRIGENTE VIA TACITO

L’Arma dei Carabinieri e la locale sezione dell’Associazione Nazionale dei Carabinieri (ANC), sabato 18 maggio si riuniranno nei Giardini di Piazza XX Settembre per deporre una corona di alloro ai piedi della stele evocativa del triste fatto di sangue. Saranno inoltre presenti rappresentanze di tutte le Sezioni dell’ANC delle Marche intitolate a Sergio Piermanni: Monte San Giusto, Matelica, Montegranaro e Belvedere Ostrense, unitamente a numerosi militari dell’Arma in congedo che vissero da vicino quei tristi momenti, fra cui il Maresciallo Angelo Albanesi, in pattuglia con Sergio Piermanni all’alba di quel 18 maggio di 36 anni fa. Altro testimone d’eccezione il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti delle Marche, Dario Gattafoni, all’epoca cronista locale (ora memoria storica civitanovese), accorso sul posto pochi istanti dopo il tristissimo evento, avendo udito nitidamente gli spari dal vicino Corso Umberto I°.

La vedova del Maresciallo Piermanni, la signora Giovanna, ogni anno ha celebrato al fianco dei Carabinieri civitanovesi il ricordo di suo marito, al cui nome Civitanova ha dedicato  il Lungomare Sud. Nel 2012, in occasione del trentacinquesimo, volle assegnare un premio agli alunni dell’Istituto comprensivo “Via Tacito” che, per l’occasione dedicarono interamente il giornalino scolastico a Piermanni, con toccanti interviste svolte dai baby-giornalisti ai protagonisti ed ai testimoni dell’epoca (nelle foto di repertorio i momenti delle premiazioni). Non mancherà, anche quest’anno, la sua presenza, come quella del Generale di Divisione dei Carabinieri Rosario Aiosa. L’alto ufficiale, all’epoca comandante della Compagnia di Fermo,  rimasto gravemente ferito a Porto San Giorgio, insignito della medaglia d’oro al valor militare, raggiungerà Civitanova per presenziare alle celebrazioni. Alle 19, nella chiesa di San Pietro, si celebrerà una Santa Messa in suffragio.

35 anniversario piermanni.jpg35 anniversario piermanni_2.jpg

Annunci