You are currently browsing the daily archive for maggio 14, 2013.

ANCONA–Presentazione alla stampa (ieri mattina 13 maggio 2013) del Cartellone 2013 del Macerata Opera Festival nella sede istituzionale della Regione Marche, con l’assessore regionale ai Beni e Attività Culturali Pietro Marcolini, il presidente dell’Associazione Arena Sferisterio Romano Carancini, l’assessore provinciale alla Cultura Massimiliano Sport Bianchini ed il direttore artistico Francesco Micheli.

Francesco Micheli, Direttore artistico di Macerata Opera Festival oggi 14 maggio 2013 al Teatro Annibal Caro dove ha ammaliato i giovani sull'opera lirica, Verdi, etc. Con oggi Micheli ha coinvolto in un approccio alla lirica ben 3.000 studenti.

Francesco Micheli, Direttore artistico di Macerata Opera Festival, oggi 14 maggio 2013 al Teatro Annibal Caro  di Civitanova Alta, dove ha ammaliato i giovani sull’opera lirica, Verdi, etc. Con oggi Micheli ha coinvolto nell’approccio alla lirica ben 3.000 studenti. Foto©Millepaesi

LA TRAVIATA DEGLI SPECCHI AL ROYAL OPERA HOUSE MUSCAT. “È un piacere annunciare, – ha affermato Marcolini – oltre alla notizia di un bilancio consultivo 2012 in attivo per la stagione lirica maceratese, la novità dell’ultima ora. Il Royal Opera House Muscat, teatro dell’Oman, ha chiesto al Macerata Opera Festival una produzione ed oggi sappiamo in via ufficiale che il 22 ottobre 2013 ci sarà la prima della celebre Traviata degli specchi, di Henning Brockhaus e Josef Svoboda. Si tratta di un successo di tutta la nostra regione che viene coinvolta con le sue professionalità. A questa tournée, infatti, parteciperanno la Form (Fondazione Orchestra Regionale delle Marche), il Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini”, la Banda “Salvadei” Città di Macerata e la Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi”. Il lavoro di quasi un anno da parte dell’Associazione Arena Sferisterio si concretizza così nel prossimo mese di ottobre. L’opera, che ha raccolto consensi di pubblico e critica, arriva così nel sultanato dell’Oman e dopo la prima andrà in replica il 24 e il 26 ottobre.

VITA E ARTE DI BENIAMINO GIGLI. Tornando al cartellone, oltre alle quattro nuove produzioni annunciate – Nabucco, Il Trovatore, Sogni di una notte di mezza estate e Il piccolo spazzacamino (The Little Sweep) – la quarantanovesima stagione lirica, con la direzione artistica di Francesco Micheli, arricchisce la sua proposta culturale con una giornata dedicata ad una grande voce nata nel territorio maceratese: Beniamino Gigli. Il cantante di Recanati, insieme a Enrico Caruso forse il più grande tenore di tutti i tempi, ha saputo portare – utilizzando tutti i media a sua disposizione – la romanza operistica nel mondo della musica popolare; Macerata celebra la sua figura il 21 luglio: Vita e arte di Beniamino Gigli. “Sarà un evento all’insegna dell’innovazione – dichiara Micheli – e che riuscirà ad aggregare numerosi soggetti. Un viaggio musicale attraverso i luoghi della sua esistenza quotidiana, dalla piazza di Recanati agli stabilimenti balneari, passando per il campo di bocce. La serata ha scopo benefico, infatti gli artisti rinunceranno al loro compenso per raccogliere fondi a favore del restauro della tomba di Gigli”. Il culmine sarà il concerto serale, sul palco dell’Arena, con un cast di altissimo livello: Daniela Dessì, oggi uno dei soprani più importanti del mondo e cantante di riferimento per il repertorio verdiano; Fabio Armiliato, divo dell’opera consacrato dall’irresistibile film di Woody Allen “A Roma con amore”, tenore che torna a Macerata dopo 9 anni dal trionfo della Francesca da Rimini; il soprano Carmela Remigio, ha inanellato recentemente successi in opere verdiane che ne hanno confermato il talento vocale e scenico; Aquiles Machado, tenore venezuelano richiesto dai teatri più prestigiosi, e che sarà Manrico in Il Trovatore; Roberto Scandiuzzi, considerato dalla critica internazionale, il “basso nobile” dell’attuale panorama operistico; il tenore Nazzareno Antinori, nato in questa terra maceratese, vero e proprio ambasciatore per lo Sferisterio.

NABUCCO. Il tema della stagione lirica 2013, che prende il via il 19 luglio e termina il 10 agosto, è “Muri e Divisioni”. Titolo d’apertura, il 19 luglio, è il Nabucco di Giuseppe Verdi (repliche 26/07 – 2,4,9/08) con la regia di Gabriele Vacis, regista di riferimento del teatro civile italiano; le scene, i costumi e le luci sono di Roberto Tarasco. Il ruolo di Nabucodonosor è affidato al baritono Alberto Mastromarino; a lui si affianca il tenore Valter Borin nel personaggio di Ismaele. Zaccaria viene interpretato da Giorgio Giuseppini, il soprano Virginia Tola è Abigaille, mentre il mezzosoprano Gabriella Sborgi è Fenena. La direzione d’orchestra è affidata alla bacchetta di Antonello Allemandi, attualmente tra i più attivi direttori italiani in campo internazionale.

IL TROVATORE. Anche la seconda opera è di Giuseppe Verdi: Il Trovatore (prima il 20 luglio, repliche 27/07 – 3,10/08). Il Festival intende così onorare il grande Maestro di Busseto, a cui dedica non solo questi due titoli nel 2013, anno del bicentenario della nascita, ma la proposizione della cosiddetta Trilogia popolare (Il Trovatore, La Traviata, Rigoletto) articolata in tre anni. Il regista è una novità per l’Italia: il messicano Francisco Negrin, professionista di respiro internazionale che si è distinto per la forza e l’intelligenza delle sue opere. Le scene ed i costumi sono di Louis Desiré, mentre il disegno luci è di Bruno Poet. Aquiles Machado interpreta Manrico, il Conte di Luna è il baritono Simone Piazzola, mentre Leonora è il soprano Susanna Branchini. Il mezzosoprano Enkelejda Shkosa veste i panni di Azucena, mentre il basso Luigi De Donato quelli di Ferrando. Per la direzione d’orchestra un’altra bacchetta internazionale, Paolo Arrivabeni, che torna allo Sferisterio dopo l’applauditissima Bohème dello scorso anno. Il Macerata Opera Festival rafforza la sua attività di ricerca e propone un dittico su Benjamin Britten, uno dei più grandi musicisti inglesi del XX secolo, composto da varie iniziative tra cui spiccano le due nuove produzioni annunciate. Questa sperimentazione intende riportare ad oggi e far conoscere ai giovani i capolavori del passato in nuove forme che mettono in dialogo tra loro più arti. “Stiamo investendo tantissimo sui giovani su cui continuiamo a scommettere – dice Carancini, che è anche sindaco di Macerata. Credere nei ragazzi e coinvolgerli è la nostra chiave del successo del 2012, vogliamo andare avanti in questo percorso rafforzando il Festival Off, che strizza l’occhio proprio alle nuove generazioni”.

IL PICCOLO SPAZZACAMINOIn scena al Teatro Lauro Rossi, il 28 – 30 e 31 luglio, Il piccolo spazzacamino, capolavoro novecentesco del teatro musicale da camera, concepito dall’autore proprio per avvicinare i giovani al mondo operistico. La regia è affidata all’esperto e visionario Henning Brockhaus, mentre per l’allestimento c’è la preziosa collaborazione dell’Accademia delle Belle Arti di Macerata, che conferma lo spirito del Festival di lavorare al fianco di giovani professionisti. Spira aria di gioventù marchigiana in grande parte del cast: Giacomo Medici ricopre il ruolo di Nerone e quello di Tommaso, Silvano Paolillo quello di Clementino ed Alfredo, Lara Rotili è la signora Bracco e Angela Bella Ricci è la bambinaia Rosa. Intorno a loro uno stuolo di bimbi, i cui ruoli sono affidati ai solisti del coro di voci bianche Pueri Cantores “D. Zamberletti”. La direzione è di Francesco Lanzillotta, romano, tra i direttori emergenti nel panorama musicale italiano.

SOGNI DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE. La quarta produzione, Sogni di una notte di mezza estate, in scena l’8 agosto allo Sferisterio è l’anello di congiunzione tra il titolo d’opera e l’attività di sperimentazione che il Macerata Opera Festival sta portando avanti. Si tratta di un format innovativo di rappresentazione lirica, un grande viaggio nel mito di William Shakespeare, raccontato in maniera fedele al testo originale. La commedia, che compone la magica saga del drammaturgo inglese, viene narrata attraverso le musiche composte da Britten e Mendelssohn. Sull’onda del fortunato Flauto Magico tascabile del 2012 al Teatro Lauro Rossi, questo nuovo progetto sperimentale è curato da Francesco Micheli. Tra gli interpreti ci sono il soprano Carmela Remigio nel ruolo di Helena, Gabriella Sborgi in quello di Hermia, Pervin Chakar nel ruolo di Titania, il tenore Ladislav Elgr è Lisandro, il baritono greco Haris Andrianos è Demetrio. Debutto di lusso è quello del basso Andrea Concetti nel ruolo di Bottom, mentre il personaggio di Puck, il terribile elfo magico, arduo banco di prova per attori shakespeariani, è Lella Costa, mattatrice nazionale del monologo intelligente. La direzione d’orchestra è a cura dell’americano Christopher Franklin.

FESTIVAL OFF. Alle quattro nuove produzioni, che arricchiscono il patrimonio dell’Associazione Arena Sferisterio, e al concerto dedicato a Beniamino Gigli, si aggiunge il già citato Festival Off, dopo lo strepitoso successo di critica e di pubblico del 2012, che si rafforza per dimensione anche territoriale delle proposte. Il programma è composto da differenti format: Lunedì Tournée, Martedì Young, Mercoledì Mania e Giovedì Extra. Lunedì Tournée è formato da spettacoli che debuttano a Macerata, per poi toccare altri Comuni della provincia. Fa parte di questa progettualità Da Verdi a Mina, lavoro di contaminazione tra il melodramma e la musica leggera che evidenzia le analogie e la continuità tra i due generi. Il Martedì Young è rivolto alle nuove generazioni, dai più piccoli, cui è rivolto lo spettacolo Nabuccolo, curato dall’As.Li.Co., associazione che lavora nell’ambiente dell’opera, della formazione e dell’istruzione dando vita a diversi progetti di importanza nazionale e internazionale, agli under 30. Quindi Mercoledì Mania, dove si possono scoprire chicche e curiosità del mondo musicale. Spicca in questo programma il concerto, in collaborazione con il festival marchigiano Armonie della Sera, del Quartetto di archi di Milano, musicisti di esperienza internazionale maturata al Teatro alla Scala di Milano. Infine i Giovedì Extra caratterizzati da una serata di grande balletto (25 luglio), in collaborazione con Civitanova Danza, i cui contenuti verranno annunciati in seguito con un’apposita conferenza stampa congiunta; dalla Notte dell’Opera (primo agosto), che ha portato a Macerata circa 50mila persone; e dai Sogni di una notte di mezza estate (8 agosto).

COLLABORAZIONI “Per la Provincia di Macerata è importante sostenere questo Festival – ha concluso Bianchini – perché la cultura rappresenta un asse strategico per il nostro territorio, dal punto di vista economico, turistico, lavorativo”. Il Macerata Opera Festival si avvale della collaborazione della FORM – Fondazione Orchestra Regionale delle Marche, del Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini”, della Banda “Salvadei” Città di Macerata e del coro di voci bianche Pueri Cantores “D. Zamberletti” Macerata. La Regione Marche sostiene la manifestazione insieme al Comune e alla Provincia di Macerata, al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, alla Camera di Commercio di Macerata, alla Fondazione Carima, alla Società Civile dello Sferisterio, al main sponsor Banca Marche ed ai major partner Apm e Gruppo Gabrielli.

Annunci

FERMO-Parte la XX edizione del Concorso violinistico internazionale Andrea Postacchini. Per questo, sabato 18 maggio 2013, alle ore 18.30, presso il Foyer del Teatro dell’Aquila di Fermo, verrà inaugurata la mostra di liuteria dal titolo “Liuteria Padovana per Andrea Postacchini”, a cura del M° Alberto Cassutti (Padova), che ha realizzato anche il violino che verrà assegnato al vincitore assoluto dell’edizione 2013 insieme all’archetto realizzato dal M° Walter Barbiero (Piombino Dese – PD). Ci sarà anche una sezione speciale dal titolo “Preziosità di Andrea Postacchini”, con oggetti dell’Ottocento provenienti dalla Biblioteca Civica Romolo Spezioli di Fermo e due strumenti originali di Andrea Postacchini collocati in apposite teche fornite dall’azienda fermana Tre Elle. Al taglio del nastro parteciperanno anche i sette membri della giuria del Concorso.

PORTO RECANATI–Una ragazza barcolla nella Pineta di Porto Recanati, zona sud del paese. Una chiamata alla sala operativa della Compagnia Carabinieri di Civitanova Marche segnala una donna in difficoltà. Chi racconta l’accaduto dice di vedere, dal suo appartamento,  una ragazza  sola che barcolla nella vicina pineta, temendo fosse stata vittima di violenza. Subito scatta l’intervento della Stazione CC di Porto Recanati. In pochi secondi i militari dell’Arma raggiungono la suddetta pineta e, dopo una breve perlustrazione, individuano la giovane segnalata. Però alla vista dei Carabinieri la giovane donna tenta di allontanarsi, ma con un andamento piuttosto incerto e smarrito. Era visibilmente frastornata e, quando i militari la raggiungono e le domandano se stesse bene, la donna assume un atteggiamento piuttosto reticente. Dopo aver escluso i paventati pericoli, i Carabinieri intuiscono – dalle movenze piuttosto rallentate e dall’eloquio scoordinato – che si tratti di una tossicodipendente.  Dai documenti viene identificata come una giovane della vicina Recanati. Ma nella borsa i Carabinieri le trovano due pezzi di eroina, dal peso di circa 2 grammi e mezzo, sostanza che verosimilmente la ragazza aveva già assunto per via di quei comportamenti confusi. Scongiurata la preoccupazione che fosse stata vittima di reati, la droga veniva sottoposta a sequestro e la donna veniva segnalata alla magistratura del maceratese per i delitti connessi agli stupefacenti, mentre alla Questura del capoluogo  verrà inoltrata proposta di foglio di via dal comune rivierasco.

Le chiamate al 112, numero unico europeo per le emergenze, sono gratuite e possono essere formulate anche da apparecchi telefonici privi di credito, come SOS del cittadino all’Arma dei Carabinieri. Gli operatori del 112 sono persone esperte che devono raccogliere e “filtrare” segnalazioni vere e verosimili, passandole al setaccio della loro pluriennale esperienza. Ricevere la chiamata di una donna che si presume abbia subito una violenza – sottolineano i CC –  mette sempre in moto la macchina dei soccorsi  in maniera particolarmente accelerato, per fare in modo di arrivare prima possibile. Accade spesso, come in questo caso, che il cittadino che chiama non riferisca il suo nome all’operatore e che intenda rimanere anonimo. Per quanto sia opportuno riferire il proprio nome e numero di telefono, per consentire eventuali chiamate di riscontro e favorire la richiesta di ulteriori dettagli da parte dell’operatore dell’emergenza, anche le richieste anonime – come la chiamata attuale – vengono perfezionate da puntuali interventi. L’assunzione di droghe in  quantitativi eccessivi, o la presenza di sostanze da taglio pericolose, può generare  casi di overdose, quindi anche un intervento per sospetti di episodi più gravi, avrà evidentemente evitato l’assunzione di quello stupefacente sequestrato alla ragazza. Poco più di una settimana fa, altre chiamate al 112 dell’Arma avevano permesso di rintracciare altri tossicodipendenti, con  successivo arresto del pusher, che – all’arrivo dei carabinieri – fece volare giù dalla finestra di un condominio sempre di Porto Recanati  un cospicuo quantitativo di eroina che, nonostante tutto, venne recuperata per il peso di circa un etto.

 

SANT’ELPIDIO A MARE–Gli appassionati del Cielo sono invitati alla serata osservativa denominata “OCCHI SU SATURNO A SANT’ELPIDIO A MARE”, che si terrà sabato 18 maggio 2013, a partire dalle ore 21:30, presso l’Osservatorio Astronomico Elpidiense, situato nella frazione Castellano di Sant Elpidio a Mare, facilmente raggiungibile trovandosi a pochi Km dalla statale Adriatica, all’inizio di Porto S.Elpidio. Gli astrofili dell’Associazione civitanovese Alpha Gemini (Presidente Giampaolo Butani) guideranno i partecipanti al riconoscimento delle costellazioni e all’osservazione del pianeta Saturno con l’ausilio di telescopi. La Sede Associazione Astrofili si trova, lo ricordiamo, presso la Scuola Media “Ungaretti”, in Via del Piceno 16, a Civitanova Alta, a pochi passi dalla  centrale Piazza della Libertà.

 

PESARO–Nella mattinata odierna (8 maggio 2013) presso gli uffici della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Pesaro, si è svolta una importante riunione presieduta dal Comandante, Capitano di Fregata Massimo Di Martino, a cui hanno preso parte i rappresentanti delle Amministrazioni civiche e gli operatori del settore balneare operanti nell’ambito dei territori comunali di Pesaro e Gabicce Mare, costituenti il circondario marittimo di Pesaro.

Tale incontro, promosso e organizzato dalla Guardia Costiera sotto il costante coordinamento della Direzione Marittima di Ancona, è stato mirato a condividere azioni e sinergie per l’imminente stagione estiva. In particolare, è stata sollecitata, da un lato, la sensibilizzazione degli operatori balneari sulla necessità di garantire la presenza di tutte le dotazioni di sicurezza e di primo soccorso contestualmente all’apertura dell’attività, verificabile anche attraverso una lista di autocontrollo fornita dalla stessa Guardia Costiera; dall’altro, si è reso noto che, sin dalla prima metà del mese di maggio, verrà avviata capillare attività preventiva da parte del personale della Capitaneria di Porto di Pesaro, in modo da verificare che tutte le strutture balneari siano pienamente sicure per la stagione estiva.

Nel corso di tale incontro, si è avuto modo anche di discutere della novità introdotta alla disciplina vigente in materia di sicurezza balneare (ordinanza n° 11 del 03.05.2012) con la recente ordinanza n. 17/2013 in data 30.04.2013.

La stessa – reperibile e consultabile sul sito web istituzionale http://www.pesaro.guardiacostiera.it alla voce “Ordinanze”, unitamente al testo aggiornato della regolamentazione completa – ha apportato alcune modifiche relativamente alla modalità di accesso, da parte delle unità da diporto, agli specchi acquei in prossimità della costa presso le località di Fiorenzuola di Focara e Santa Marina.

La salvaguardia per i bagnanti e la massima attenzione per la loro sicurezza, e la possibilità per i diportisti di effettuare una serena navigazione, salvaguardando l’ambiente marino e costiero, hanno rappresentato il primo obiettivo dell’Autorità Marittima che, a tal fine, ha ritenuto opportuno limitare il predetto accesso alle unità aventi lunghezza fino a 7,50 metri, in assenza di propulsione meccanica e/o velica.

Inoltre, come consolidato da diverso tempo, anche per il corrente anno il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto effettuerà su tutto il territorio nazionale la consueta campagna di tutela dei bagnanti di cui all’operazione “Mare Sicuro”, che prenderà il via verosimilmente a partire dal mese di Giugno, quando la stagione estiva entrerà nel vivo.

Principale obiettivo di tale attività, che vedrà coinvolto giornalmente tutto il personale della Guardia Costiera, è quello di scoraggiare tutti quei comportamenti commessi in violazione delle più elementari norme di sicurezza in mare.

Si ricorda, inoltre, l’ormai noto numero blu “1530”, appositamente predisposto per le emergenze in mare. È appena il caso di rammentare che si tratta di un servizio completamente gratuito, attivo 24 ore su 24 in tutta Italia, che permette di mettere istantaneamente in contatto chiunque si trovi in difficoltà con la Guardia Costiera Italiana.

 

  • RECANATI–Anche quest’anno l’Istituto d’istruzione superiore “Enrico Mattei” di Recanati sarà a Roma per “gareggiare” alle Olimpiadi di Problem Solving, unica scuola secondaria superiore della regione Marche alla finalissima nazionale che si terrà il prossimo 18 ITIS-RECANATI-13-5-2013-SOLVING-F0076maggio 2013. La squadra è composta dai talentuosi Edoardo Ascenzi, Eleonora Farabolini, Alessandro Illuminati e Giovanni Regnicoli, tutti studenti della classe II B Informatica e sarà accompagnata dal Prof. Maurizio Giampaoli. La competizione è promossa, come sempre, dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Ma di che cosa si tratta? E’ una “gara” di risoluzione di problemi complessi, alla quale possono prendere parte gli allievi delle scuole dell’obbligo, di ogni ordine e grado. Gli algoritmi, su cui vertono le prove, sono riferiti alle aree matematiche, scientifiche e tecnologiche, linguistiche, artistiche edespressive e storico geografiche. Agli allievi del “Mattei” allora va l’incoraggiamento di tutti, con l’augurio di trovare presto…la giusta soluzione.
  •  

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
Annunci