You are currently browsing the daily archive for Mag 13, 2013.

Lo spettacolo “Voglio la luna” della compagnia Teatro Pirata e del gruppo Baku ha vinto il premio Eolo Awards 2013 come miglior progetto educativo di teatro ragazzi e giovani. 

Lo spettacolo “Voglio la luna” della compagnia Teatro Pirata e del gruppo Baku, ha vinto il premio Eolo Awards 2013 come miglior progetto educativo di teatro ragazzi e giovani. Si tratta di uno dei più ambiti premi del Teatro ragazzi italiani, assegnati ogni anno dalla rivista Eolo. Lo spettacolo, già finalista del Premio Scenario Infanzia, è diretto dal regista jesino Simone Guerro e interpretato dall’anconetano Fabio Spadoni, 37 anni, attore affetto dalla sindrome di Down.SPADONI-voglio la luna_02
In “Voglio la luna” Fabio interpreta un bambino che riesce a fare una cosa impossibile: catturare la luna e portarla nella sua cameretta. Ma alla fine scoprirà che il mondo senza luna non è più lo stesso e deciderà di lasciarla andare, per condividere la sua luce con i bambini del pubblico.
Nelle motivazioni del premio Eolo si legge: “è un’originale creazione tutta costruita sul rapporto tra un bambino e il suo attaccamento verso la luna, un rapporto così forte che lo porta a cercarla e a catturarla per poi rendersi conto che la luna è un patrimonio comune, e non può essere appannaggio di nessuno. In un ambiente semplicissimo, dove il teatro di figura contrassegna i momenti salienti della storia, Fabio Spadoni, attore affetto dalla sindrome di Down, è un convincente e tenerissimo bambino che, in sintonia con la narrazione e la fisarmonica di Simone Guerro, restituisce agli spettatori tutte le suggestioni di una storia poeticamente sensibile’’.
Lusinghiere recensioni per la produzione jesina anche sulla rivista Sipario, che nella recensione del critico Claudio Facchinelli scrive: ”Fin dalle prime battute sono stato risucchiato nel mondo, sospeso fra realtà e fantasia, soffuso di comica tenerezza, in cui Fabio Spadoni, giovane Down, ci introduceva dolcemente, senza alcuna captatio benevolentiae, raccontandoci la sua giornata e i suoi sogni, comunicandoci una singolare, aerea poesia che solo lui – certo, sostenuto da una drammaturgia e una regia intelligente, attenta a coglierne e tradurne teatralmente la bellezza – poteva donarci. Un esempio da manuale di come il teatro possa muoversi, scansandone i pericoli, sull’arduo, intricato terreno della diversità”. 

Annunci

FERMOLa Provincia di Fermo finanzia 45 borse di studio a laureati inoccupati o disoccupati per la realizzazione di progetti di ricerca innovativi, da svolgersi presso le imprese del territorio. Per il finanziamento sono state destinate risorse per un importo pari ad 439.425 euro, a valere sul Fondo Sociale Europeo POR Marche FSE 2007-2013 Asse IV. Il progetto di ricerca da realizzare deve:

a) prevedere interventi nell’ambito dell’innovazione tecnologica (innovazione di prodotto, di processo, di organizzazione commerciale o di marketing) sia in termini di ricerca, sviluppo o trasferimento dell’innovazione in impresa;

b) essere corredato da una certificazione rilasciata da un organismo di ricerca o Università (pena l’inammissibilità del contributo);

c) svolgersi in imprese con sede legale e/o operativa nel territorio di uno dei comuni della Provincia.

Il termine di scadenza per la presentazione delle domande è giovedì 4 luglio 2012. Le modalità di presentazione sono specificate nell’avviso pubblico disponibile sul sito istituzionale all’indirizzo http://www.provincia.fm.it/bandi e sul BUR della Regione Marche.

Sono ammissibili le domande presentate da soggetti che siano in possesso di: laurea specialistica, magistrale o vecchio ordinamento, attinente al progetto di ricerca; in stato di inoccupazione o disoccupazione, come risultante da autocertificazione, ai sensi dei D.lgs 181/2000 e 297/2002; che abbiano la residenza nella Provincia di Fermo.

La borsa di studio di 750 euro mensili lordi ha una durata 12 mesi, con una presenza presso il soggetto ospitante di 25 ore settimanali. La data di apertura del SIFORM per il caricamento delle domande sarà comunicata appena possibile, previa pubblicazione dell’Avviso Pubblico sul BUR della Regione. “La differenza sostanziale rispetto alle precedenti Work Experience – ha sottolineato il Presidente

Il Presidente della Provincia di Fermo Cesetti

Il Presidente della Provincia di Fermo Cesetti

 – è che si tratta di borse che devono essere collegate a progetti innovativi da svolgersi presso le imprese, le quali, a loro volta, hanno la possibilità di realizzare progetti di innovazione e qualificazione dei modelli produttivi finanziati attraverso ulteriori bandi della Provincia, in procinto di essere pubblicati. E’ un approccio nuovo rispetto allo schema tradizionale, quindi, che abbiamo scelto proprio per stimolare l’innovazione in settori come, la calzatura, la moda, le tecnologie e le produzioni alimentari, l’ambiente, l’efficienza energetica e le fonti rinnovabili, la domotica, le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, quelle meccaniche e meccatroniche, la bioedilizia e le biotecnologie, il Terziario avanzato, il turismo, il commercio e la cultura”. “Sono previsti inoltre – ha concluso l’Assessore Renato Vallesi – bonus per incentivare le imprese ospitanti ad assumere i giovani ricercatori al termine del periodo dei 12 mesi della borsa di studio, con un incentivo una tantum di 7.000 euro per la conversione in contratto a tempo indeterminato, di 3.000 euro per un contratto a tempo determinato della durata di 24 mesi e di 2.00 euro per uno a tempo determinato della durata di 12 mesi. Questi importi saranno elevabili del 10% qualora le assunzioni riguardassero donne”.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
Annunci