You are currently browsing the daily archive for maggio 9, 2013.

Ottavio Missoni è morto questa mattina (9 maggio 2013) nella sua casa di Sumirago

MISSONI IN ANCONA NEL 2009

MISSONI IN ANCONA NEL 2009

(Varese). Il celebre stilista ed ex atleta azzurro era nato a Ragusa, in Dalmazia, l’11 febbraio del 1921. Poi all’età di sei anni si trasferì a Zara e nel 1935 vinse sugli 800 metri le sue prime gare giovanili regionali del Comitato dalmata-marchigiano esistente all’epoca. In carriera ha indossato per 22 volte la maglia della Nazionale assoluta, fra il 1937 e il 1953. Finalista ai Giochi Olimpici di Londra 1948 sui 400 ostacoli, piazzandosi al sesto posto, ha preso parte anche a due edizioni dei Campionati Europei (nel 1938 a Parigi e poi nel 1950 a Bruxelles, dove fu quarto sui 400 ostacoli). In seguito è tornato sui campi di gara partecipando alle competizioni master, vincendo molti titoli italiani di categoria: in particolare nel getto del peso, sia all’aperto che in sala, e quindi anche al palaindoor di Ancona. Negli Europei master indoor ospitati dal capoluogo marchigiano nel 2009, riuscì a conquistare l’oro nel giavellotto e l’argento nel peso M85. “E’ stato indubbiamente uno dei grandi protagonisti di quella manifestazione – ricorda Giuseppe Scorzoso, presidente del Comitato regionale FIDAL Marche – fin dall’inizio, come testimonial in occasione della presentazione dell’evento, poi durante la cerimonia d’apertura, dove fu l’ultimo tedoforo di una simbolica staffetta tra generazioni, oltre che in gara. Ma soprattutto ci teneva a precisare che da giovane aveva fatto parte come atleta di questo Comitato, che allora comprendeva la Dalmazia insieme alle Marche, e che aveva gareggiato più volte ad Ancona, allo stadio Dorico”.
 
Un profilo biografico di Ottavio Missoni tratto dalla rivista “Atletica” contiene una caricatura pubblicata su un giornale del 1935.

MISSONI AL PALAINDOOR DI ANCONA NEL 2009

MISSONI AL PALAINDOOR DI ANCONA NEL 2009

Annunci

FERMO–L’ingegner Amedeo Grilli è il nuovo Presidente della Cassa di Risparmio di Fermo. Un professionista serio, capace e dinamico che saprà dare un importante contributo ai progetti di crescita della Banca locale che ha un ruolo strategico per le famiglie e le imprese del territorio Fermano. “La nomina di Amedeo Grilli – afferma il presidente Graziano Di Battista a nome personale, della Giunta e del Consiglio della Camera di Commercio – è un riconoscimento delle doti di onestà e capacità di cui ha già dato ampiamente prova durante la presidenza della Fondazione dell’Istituto di Credito. Sono certo che svolgerà l’alto incarico circondato dalla stima di tutti, convinto che riuscirà a tenere alto il ruolo di primo piano che la Cassa di Risparmio di Fermo ha sempre rivestito nel territorio. Un Istituto di credito che ha sempre ricoperto una posizione di fondamentale importanza per lo sviluppo e la crescita della nostre imprese, a maggior ragione in un momento economico particolarmente difficile provocato dalla crisi internazionale che non accenna ad allentare la propria morsa. Ad Amedeo Grilli vanno gli auguri più sinceri di un proficuo lavoro alla Guida della Carifermo Spa – conclude il presidente Di Battista – così come i ringraziamenti ad Alberto Palma, che ha saputo guidare la Banca e mantenerla solida, nonostante le difficoltà economiche del sistema Paese e del sistema bancario in generale”.

Si conclude domenica 12 maggio con la partecipazione del ricercatore sociale Paolo Inserra l’ultimo della serie di incontri gratuiti organizzati dall’Associazione Mondo Minore presso la Comunità di Capodarco di Fermo

 

 CAPODARCO DI FERMODopo il grande successo della “scuola per genitori” – edizione 2012, dedicata ai temi della prima infanzia, anche quest’anno l’Associazione Mondo Minore ha organizzato una serie di approfondimenti dedicati ai problemi dell’adolescenza, indirizzati non solo a genitori, ma anche a educatori, insegnanti, operatori sanitari e sociali e volontari impegnati con gli adolescenti. (Far) partecipare l’adolescenza”, questo il tema del quarto ed ultimo appuntamento della Scuola per Genitori “Adolescenza di tutti i colori”, in programma domenica 12 maggio 2013, alle ore 16,00, presso la Comunità di Capodarco di Fermo. Dopo le preziose lezioni di psicologi, educatori, medici e psicoterapeuti, l’ultimo incontro prevede la presenza del ricercatore sociale Pierpaolo Inserra. Insieme a lui i partecipanti potranno imparare a conoscere e capire le modalità di relazione dei giovani e il loro rapporto con la società, l’innovazione e il futuro.

POTENZA PICENA–L’Amministrazione Comunale organizza anche per quest’anno il servizio trasporto giornaliero presso le Terme di Tolentino. Sarà effettuato dal 3 al 15 giugno di mattina, per 12 giorni consecutivi escluse le domeniche, con partenza da Potenza Picena alle ore 7. Gli interessati devono presentare domanda quanto prima presso l’Ufficio Servizi Sociali del Capoluogo (martedì e sabato) e presso la Delegazione di Porto Potenza (tutti i giorni da lunedì a sabato). L’Amministrazione intende altresì organizzare lo stesso servizio anche nel mese di settembre/ottobre, così articolato: 23 settembre/5 ottobre di mattina, escluse le domeniche; 23 settembre/8 ottobre di pomeriggio, esclusi i sabati e le domeniche. Il costo è di 35 euro a persona.

Sabato 11 maggio/Collegamento nell’ambito del Tg3 Marche da Novilara

Il Tg itinerante sulle colline pesaresi

NOVILARA–Sabato 11 maggio, il Tg itinerante di Rai 3 Marche farà di nuovo tappa nel pesarese. Dopo la “puntata” di fine marzo dedicata al centro storico di Pesaro, in questa occasione i riflettori saranno puntati sulle colline pesaresi, sull’antico borgo di Novilara.

Sulle strade che conducono al borgo (fino al bivio di strada per Sant’Andrea in Villis), si cimenterà anche la carovana del 96° Giro d’Italia, con la tappa a cronometro che da Gabicce Mare, passando nel cuore di Pesaro, si concluderà a Saltara.

La troupe televisiva, agli ordini di Maurizio Blasi, effettuerà il collegamento in diretta dal castello di Novilara nell’ambito del Tg regionale (alle ore 14 e alle ore 19.35).

Tra gli ospiti della diretta, anche il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Matteo Ricci e il presidente del quartiere 3 “Colline e Castelli” Maris Galdenzi.

CIVITANOVAIl Comune di Civitanova Marche prosegue con l’impegno nel mantenere pulita la città. Dopo i sacchetti con i microchip, che permetteranno a partire dal 3 giugno di migliorare la raccolta differenziata evitando abbandoni e conferimenti errati e lo smaltimento di pannoloni e pannolini per i quali si utilizzeranno nuovi sacchetti (sempre forniti gratuitamente dal Cosmari, di colore rosso scuro profumati all’aroma di fragola così da eliminare cattivi odori), ora è la volta dello smaltimento degli oli vegetali esausti.CIVITANOVA-foto oli

In collaborazione con il COSMARI, per incentivare i cittadini alla raccolta degli oli alimentari usati, oli vegetali ed animali derivanti dalle fritture e dalla conservazione degli alimenti, il Comune ha deciso di potenziare il servizio, posizionando sul territorio un ulteriore contenitore OLIVIA dove ognuno, a qualsiasi ora, può conferire gli oli esausti. La stazione di raccolta OLIVIA, che si aggiunge alle altre 27 già presenti in città, è stata collocata in VIA CAPUANA (Zona Bar San Marone). Gli oli esausti, se immessi nell’ambiente, causano inquinamento e mal funzionamento degli impianti di depurazione fognaria. Il servizio di raccolta sarà in carico all’Adriatica Oli Srl che ritira gli oli esausti sul territorio di Marche ed Abruzzo anche ad attività di ristorazione e friggitorie, che per legge sono obbligate a smaltire gli oli affidandoli ad aziende autorizzate.

Per maggiori informazioni sugli oli da differenziare, sui danni ambientali derivanti dalla loro dispersione in natura e sui possibili impieghi è possibile visitare le pagine di “Per Olivia”, Campagna di sensibilizzazione per la raccolta differenziata degli oli vegetali esausti, che presto farà tappa in vari comuni del maceratese.

PORTO SANT’ELPIDIO–Seminario a Roma organizzato dall’Anci per il sindaco facenteLEONI1 funzioni di Porto Sant’Elpidio Monica Leoni (nella foto). Tema dell’incontro l’applicazione della legge 215/2012 in relazione alle “Disposizioni per promuovere il riequilibrio delle rappresentanze di genere nei consigli e nelle giunte degli enti locali e nei consigli regionali”. Relatori d’eccezione la neo ministra Beatrice Lorenzin e l’onorevole Sesa Amici, oltre a numerosi amministratori, tra cui Alessandro Cosimi, sindaco di Livorno, tema comune che non si tratta di una legge di genere, ma di civiltà”. Un tema importante perché la legge approvata un anno fa è ancora troppo spesso inapplicata. “L’obiettivo – ha spiegato Monica Leoni – è quello di garantire pari diritti all’interno delle pubbliche amministrazioni. Il Comune di Porto Sant’Elpidio, da questo punto di vista, è quasi un unicum con i suoi tre assessori donna sui sei scelti dall’ex sindaco Mario Andrenacci. E anche a livello dirigenziale numerose sono le donne. Poche, devo ammetterlo, a livello di consiglieri. Speriamo che le imminenti elezioni cambino anche questa casella”. Ma l’eccezione della struttura elpidiense non cancella la realtà: “In Europa, i dati sono stati forniti dalla Commissione Europea, le donne rappresentano, infatti, circa il 40% dei ricercatori nel settore dell’istruzione superiore, il 40% nel settore delle amministrazioni pubbliche e solo il 19% nelle imprese. Di lavoro ce ne è tanto da fare, cominciando dall’applicazione della legge”. Porto Sant’Elpidio dovrà comunque fare un ulteriore passo avanti da un punto di vista normativo modificando nel prossimo futuro lo statuto comunale per il recepimento della legge. 

L’attuale Sindaco di Porto Sant’Elpidio Avv. Monica Leoni

RACI 2013: A MACERATA IN SCENA L’ENCICLOPEDIA DEL SAPORE

MACERATA–Si alza il sipario sulla Rassegna Agricola del Centro Italia. Domani, e fino a domenica 12 maggio 2013, c’è il mondo rurale in vetrina al Centro Fiere di Villa Potenza, con le sue tradizioni e le sue specialità. È l’enciclopedia dei sapori la Raci, e li riassume magistralmente, dal campo alla tavola, confermandosi un motore formidabile di identità e di sviluppo sostenibile di tutto il territorio.

Agricoltura, zootecnia, meccanizzazione, enogastronomia. E, per la prima volta, “Raci sotto le stelle”, con l’apertura fino a mezzanotte e la partecipazione straordinaria, in questo primo giorno di fiera, di Musicultura.

L'inaugurazione della Raci 2012 quando intervenne l'allora ministro dell'agricoltura Catania

L’inaugurazione della Raci 2012, quando intervenne l’allora ministro dell’agricoltura Catania, alla destra del Presidente della Provincia di MC  Antonio Pettinari

Ne ha fatta di strada la Raci: edizione dopo edizione – questa è la 29ª – la Rassegna organizzata dalla Provincia di Macerata, con la collaborazione dell’Associazione regionale Allevatori delle Marche, il sostegno della Regione Marche e della Camera di Commercio e la partecipazione del Comune di Macerata, è diventata un fenomeno “culturale”, capace di rivolgersi non soltanto agli addetti ai lavori ma anche ai consumatori, i veri protagonisti. Merito soprattutto del lavoro di squadra portato avanti, negli anni, insieme alle molteplici Associazioni e realtà locali dell’economia, del turismo, dell’ambiente, dell’istruzione e della cultura che collaborano attivamente alla manifestazione. Connubi e sinergie fortemente voluti dal presidente Antonio Pettinari e messi a punto dagli organizzatori per valorizzare ancora di più le eccellenze agroalimentari ed enogastronomiche del territorio, insieme alla cultura, al folclore e alle usanze. “Filoni – dice il presidente della Provincia – che sempre più hanno bisogno, oggi, di stare insieme per meglio sostenersi”.

                                                                           * * *

 La Raci 2013 taglia ufficialmente il nastro domani venerdì 10 maggio alle 16.30, ma già dalle 15 il pubblico è atteso alla Mostra nazionale dei bovini di razza Marchigiana. Alle 16 si entra nel vivo con gli spettacoli di animazione con pony ed asinelli, pensati dall’associazione “La Carovana” soprattutto per i bambini e le loro famiglie. Dalle 20.30, nello stand gastronomico, si degusta gratuitamente la polenta offerta dal Comitato di Santa Maria in Selva fino alle 21.30 quando, sul palco eventi, va in scena “Un soldino per il juke box”, l’attesissima produzione di Musicultura, ideata e diretta da Piero Cesanelli, con l’immancabile ensemble musicale “La Compagnia” e le più belle canzoni, quelle che una volta si ascoltavano mettendo un soldino nei juke box.

ORO DI MARE. Il valore del pesce e della sua filiera

ANCONA–Il Comune di Ancona con il progetto “Oro di Mare” ha vinto il bando della Regione Marche per la promozione del pesce e della sua filiera. Il progetto, che rientra nell’iniziativa “Porti Aperti”, destinato ai Comuni costieri con flotta peschereccia è stato finanziato per un importo di € 35.000. Nel progetto Oro di Mare l’Assessorato alle Attività Economiche del Comune di Ancona ha coinvolto le Associazioni Produttori della Pesca, le Scuole, i soggetti principali delle attività economiche del mare, esperti di storia, cultura e comunicazione del mondo della pesca. L’obiettivo del progetto Oro di Mare è quello di promuovere e valorizzare il pesce, prevalentemente quello cosiddetto “povero” (massivo e azzurro) e il mondo della pesca, in tutte le fasi della filiera, soffermandosi in special modo su: Pesca, Acquisto, Cucina e Alimentazione. Sono state avviate e realizzate una serie di attività e iniziative coordinate e sinergiche, rivolte, direttamente, alle scuole e ai consumatori finali di pesce e, indirettamente, a tutti gli interlocutori.ANCONA 135-3555_AN-LEGG-

  Queste le attività avviate e realizzate nel progetto:

1. Confronti e incontri delle scolaresche con realtà del mondo della pesca

2. Attività all’interno del porto:

All’interno delle scuole, i docenti incaricati di seguire il progetto Oro di Mare, dopo aver condiviso con l’organizzazione obiettivi e modalità hanno avviato e preparato gli studenti allo svolgimento delle attività. È stata organizzata una visita guidata all’interno del porto di Ancona che ha visto partecipare un centinaio di studenti delle Scuole secondarie di primo grado Francesco Podesti, dell’Istituto comprensivo Piano, Archi e Posatora..

Sono stati visitati il Mercato Ittico, i Pescherecci, una Cooperativa della Pesca e un centro di riparazione delle reti, apprendendo dalla voce diretta degli operatori, conoscenze ed esperienze dei mestieri della pesca, toccando con mano le diverse speci di pesce appena pescate. Inoltre gli studenti avevano il compito di catturare immagini interessanti dei vari luoghi visitati per poter successivamente, una volta a scuola, rielaborarle con l’aggiunta di contenuti. Sono sembrati tutti molto interessati e incuriositi, al punto che diversi hanno affermato che “da grandi vogliono fare i pescatori”.

 3. Attività con le scuole.

Sono state avviate numerose attività con le scuole di ogni ordine e grado, differenziate in base alle tipologie. L’Istituto comprensivo Piano, Archi e Posatora di Ancona ha le proprie sedi scolastiche in quartieri vicini al porto, con studenti di provenienza multietnica, alcuni dei quali appartenenti a famiglie di pescatori. Gli studenti delle Scuole elementari Augusto Elia hanno realizzato con tecniche pittoriche “pesci di tutti i colori del mondo”.

Gli studenti delle Scuole secondarie di primo grado hanno interpretato artisticamente paesaggi e scorci del porto anconetani, inoltre hanno svolto un lavoro di ricerca e divulgazione di informazioni e cultura della Pesca con l’uso di tecniche artistiche e di comunicazione, fotografia, video, web e nuovi media, dimostrando come dal mare e dalla pesca possa avvenire un reale processo di integrazione sociale.

L’Istituto di Istruzione Superiore Vanvitelli Angelini Stracca di Ancona – che comprende al suo interno il Liceo Biologico – ha fatto svolgere ai propri studenti una serie di ricerche: sulle varie tipologie di pesci commestibili presenti nei nostri mari, sugli aspetti organolettici dell’alimento pesce, sull’analisi dei valori nutrizionali di ricette facili ed economiche a base di pesce (preparate dall’Istituto Panzini).

 Gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Panzini di Senigallia hanno preparato , guidati dai docenti, una serie di ricette facili ed economiche a base di pesce, fatte degustare al pubblico intervenuto in occasione della manifestazione Tipica 2012, con la spiegazione di come sia gustoso, semplice ed economico consumare il nostro pesce tutto l’anno.

 4. FISHBOOK: è stata aperta una pagina-sito su Facebook, dove incontrare e far incontrare amici del mare, della pesca e della buona cucina, esortando a provare ricette gustose ed economiche.

5. Apertura di WIKI-FISH: un’enciclopedia su web sul pesce e sulla sua filiera, libera, incrementabile e aggiornabile, un archivio permanente per non disperdere storie, tradizioni, informazioni, immagini e video sul mondo della pesca e sulla sua filiera.

6. CALENDARIO: si sta realizzando un calendario 2014 riguardante i PESCI E LA LORO STAGIONALITÀ, che da settembre 2013 verrà stampato in un certo numero di copie e distribuito alle famiglie. Il calendario sarà inoltre visualizzabile e scaricabile da web.

7. VIDEO: si sta realizzando un video-intervista che racconta la storia della pesca tra Adriatico e Tirreno e i collegamenti tra le due realtà, dalla “cattura delle munizioni” nell’immediato dopoguerra, alla trasformazione delle attività produttive. Il video sarà fruibile da web a partire da Luglio 2013.

8. Realizzazione di incontri tematici su pesca, acquisto, cucina e alimentazione, all’interno del Convegno di Sabato 11 Maggio 2013 presso l’Auditorium della Fiera, che fungerà da evento conclusivo di presentazione delle attività svolte nel Progetto Oro di Mare.

9. Attività Il Pesce in Piazza, per far conoscere il consumo di pesce sano ed economico, se consumato in base alle stagioni e proveniente dal nostro mare e venduto nei nostri mercati, in abbinamento con i prodotti delle nostre campagne. È stata realizzata in occasione della Manifestazione Tipica, svoltasi nei giorni 7, 8 e 9 dicembre 2012 presso il Mercato delle Erbe, con preparazione di piatti preparati a cura dei Docenti e Studenti dell’Istituto Panzini di Senigallia, sfide di cucina, momenti di animazione, momenti di formazione sull’abbinamento tra pesce e vino del territorio.

Sono stati coinvolti nel progetto: ASSOCIAZIONI PRODUTTORI DELLA PESCA (AGCI Pesca Marche, Federpesca Marche, Federazione delle organizzazioni di produttori della pesca e dell’acquacultura italiane, Lega Pesca Marche, Cooperativa Pescatori Motopescherecci, CO.PE.MO, Consorzio Pesca Ancona Soc. Coop. arl).

Team Master Nuoto, record europeo della staffetta 4×100 misti maschile l’assessore   Eusebi ha ricevevuto gli atleti: “Marche, terra di campioni!”

ANCONA“Siete un esempio per tanti giovani. La Regione vi ringrazia proprio per tale motivo, oltre che per i prestigiosi risultati sportivi conseguiti”. L’assessore alla Sport, Paolo Eusebi, ha salutato con queste parole gli atleti della staffetta 4×100 misti del Team Marche Master, che al Meeting di Gualdo Tadino (PG) hanno battuto il record europeo! Gli atleti Michele Luconi (dorso), Andrea Cavalletti (rana), Giacomo Medici (delfino), Valerio Serrani (libero) sono stati ricevuti in Regione questa mattina giovedì 9 maggio 2013. I quattro staffettisti hanno ritoccato di otto centesimi il record precedente, detenuto dal Rari Nantes Saronno, fissando il cronometro a 4’01”94. Gareggiano in una categoria dilettantistica (Master), dove però competono pure ex professionisti. Anche i quattro marchigiani hanno alle spalle anni di agonismo. Il Team Marche è una squadra di Falconara Marittima, ma di nascita jesina, con un centinaio di atleti che nuotano nelle piscine di Falconara, Moie, Jesi, San Severino Marche e Fabriano. NUOTO-CAMPIONI EUROPEI-7813_STCome previsto dai regolamenti, a Gualdo Tadino hanno dovuto dichiarare preventivamente il tentativo di stabilire il record. La Federazione ha inviato i giudici per omologare il riscontro cronometrico. Il tentativo riuscito non è avvenuto nell’ambito di una gara, ma nel corso di una prova contro il tempo sorretta dal tifo dei 773 atleti partecipanti al meeting. “Le Marche si confermano una terra di campioni – ha esordito Eusebi – I nostri ragazzi hanno bisogno di esempi positivi. Lo sport rappresenta una straordinaria opportunità per socializzare, fare amicizia, crescere insieme, costruire una società migliore. Sono le motivazioni che ispirano il Piano regionale per la promozione dello sport, dove sono previsti sostegni alle attività di base e a coloro che rappresentano le Marche nelle competizioni internazionali”. Eusebi ha tenuto a sottolineare come il Team Marche Master costituisca “un caso da scuola: con grandi sacrifici personali, è arrivato a risultati eccezionali”. Michele Luconi (di professione imprenditore) ha evidenziato una peculiarità del Team: “Svolgiamo l’attività sportiva in più impianti di città diverse. Siamo una squadra che aggrega e non divide i campanili”. Andrea Cavalletti, che ha lasciato l’agonismo un anno fa (ha anche nuotato, nelle giovanili, con Filippo Magnini), ha ripercorso la propria esperienza, ribadendo che “nella categoria master si provano stimoli diversi rispetto all’agonismo, ma diverse e più piacevoli sono anche le modalità di aggregazione degli atleti”. Una curiosità riguarda Cavalletti: è un cugino di Lucia Morico, la judoka marchigiana che ha partecipato alle Olimpiadi di Atene (2004) e di Pechino (2008). I nuotatori Giacomo Medici e Valerio Serrani hanno invece ricordato i prossimi appuntamenti internazionali ai quali parteciperà il Team Marche Master: Europei 2013 di Eindhoven (Olanda), prima settimana di settembre e Mondiali di Montreal (Canada) nel 2014. “Tornate portando con voi altre grandi soddisfazioni”, li ha salutati Eusebi, consegnando alla squadra una targa ricordo.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
Annunci