Il richiamo del liutaio di Fermo. Nel nome di Andrea Postacchini il mondo del violino torna in città per il ventesimo anno

FERMO–La Sala Rollina del Teatro dell’Aquila è la location scelta per il preludio alla XX edizione del Concorso Violinistico Internazionale Andrea Postacchini. Qui si terrà, giovedì 9 maggio, alle ore 12, l’incontro con la stampa. Ad illustrare tutti i dettagli dell’evento, a Fermo dal 18 al 25 maggio, sarà il Presidente del premio, Giulio Vinci GigliucciSempre dal teatro fermano risuoneranno ancora, dopo venti edizioni, le note dei giovani violini provenienti da ogni parte del mondo. Un evento che si consolida di anno in anno e che, grazie alla minuzia ed agli sforzi organizzativi dell’Antiqua Marca Firmana, non è mai venuto meno ai suoi obiettivi. Valorizzare la musica, i talenti italiani ed internazionali e il territorio dal quale prende le mosse. Quello stesso territorio che ha dato i natali ad Andrea Postacchini, vissuto a cavallo tra XVIII e XIX secolo, in grado di creare nella sua bottega strumenti raffinati – per forma e suono – che girarono tutta l’Europa ed ancora esercitano un grande fascino.

Per celebrare le sue venti primavere, il concorso si è regalato una giuria d’eccezione, composta da Maestri che, per la quasi totalità, hanno già presieduto almeno una delle precedenti edizioni. Non mancheranno di certo momenti di grande emozione, non solo attraverso le esibizioni dei concorrenti, ma anche con eventi collaterali che saranno presentati ufficialmente solo il prossimo giovedì. 

Annunci