Il Sindaco di Morrovalle Prof. Stefano Montemarani

Il Sindaco di Morrovalle Prof. Stefano Montemarani

MORROVALLE–Il consiglio comunale di Morrovalle chiamato a decidere  sulla variante al Piano Regolatore Generale. La sessione di lavori consiliari, fissata per venerdì 3 maggio, alle ore 21,30, nei locali di Palazzo Lazzarini, sarà impegnata nell’adozione definitiva dello strumento urbanistico, che modifica il Prg vigente. Il testo che ha ricevuto la prima adozione è stato modificato in base alle osservazioni di rito, inoltrate perlopiù da cittadini e alcune società. All’Ufficio Urbanistica del Comune ne sono arrivate una quarantina. Alcune di queste, sostenendo posizioni non confliggenti con il pubblico interesse, sono state integrate nelle prescrizioni della variante. Il documento va quindi adottato definitivamente proprio per le modificazioni apportate, sia pure di entità esigua. Se la votazione dell’assemblea consiliare sarà positiva, la variante sarà inviata alla Provincia per il parere di conformità urbanistica. Solo con una nuova deliberazione del Consiglio comunale, lo strumento urbanistico diverrà poi operativo.

 Il Consiglio comunale sarà anche impegnato in un’altra deliberazione che incide immediatamente sulle tasche dei cittadini. “La volontà dell’Amministrazione comunale – ha spiegato l’assessore competente Tommaso Raso – è quella di favorire le attività di ristrutturazione del patrimonio edilizio locale. Occorre quindi ridurre gli oneri relativi, facendo riferimento a questa facoltà che viene legittimata dall’art.14 del DPR del 2001 n. 380, noto come Testo Unico in materia edilizia. Attualmente il Comune ha oneri più elevati per le ristrutturazioni che per le nuove edificazioni. Questo paradosso va eliminato per due motivi essenziali. Da una parte si punta a favorire le attività di un settore importantissimo dell’economia che, come tutti sappiamo, sta soffrendo moltissimo. Ma anche i privati che intendono provvedere a ristrutturazioni potranno beneficiare di questa agevolazione locale che va collegata a quella dettata dalla normativa dello Stato, relativa alla detrazioni che si possono avere, in sede di denuncia dei redditi, proprio sui costi delle ristrutturazioni. Detrazioni che non potranno non essere reiterate in questi anni se si vogliono sostenere l’edilizia e l’intero indotto che da essa viene alimentato”.

Oggetto di sicuro rilievo dei lavori consiliari, anche la decisione che riguarda il Regolamento di Polizia Rurale. In questo atto amministrativo si stabiliscono, tra gli altri, anche gli obblighi reciproci tra Comune e frontisti circa la pulizia dei fossi. La rete idrica secondaria di Morrovalle ha provocato non poche preoccupazioni e danni anche nelle recenti stagioni a causa di piogge a carattere torrentizio.

 

 

 

 

 

Annunci