You are currently browsing the daily archive for aprile 29, 2013.

UN VERO SUCCESSO PER LE MUSICHE DI PAOLO CARLOME’

SANT’ELPIDIO A MARE – “Sant’Elpidio a Mare non può che essere orgogliosa, ed io come Sindaco lo sono prima di tutti gli altri, di avere tra i propri concittadini persone che hanno saputo farsi strada in vari settori, tra i quali quello artistico. Ed è con orgoglio che rendo conto del successo ottenuto da Paolo Carlomè, elpidiense doc, le cui composizioni hanno ottenuto un gran successo tra il pubblico presente, me compreso, al concerto Usque ad finem che si è svolto presso il Teatro Comunale Emiliani di Rapagnano, sotto la direzione artistica di Albano Croceri”. Lo ha detto il primo cittadino Terrenzi.
Paolo Carlomè, diplomato in sassofono presso il Conservatorio “Rossini” di Pesaro (sezione staccata di Fermo) ed in composizione e didattica della musica presso il conservatorio “G. B. Pergolesi” di Fermo, attualmente collabora con RAI TRADE S.p.A. a Roma, come autore di musiche per immagini nell’ambito televisivo, documentari e programmi culturali, così come in ambito cinematografico.
Le sue composizioni sono confluite in  quattro album: Symphonic Waves del 2004, Landscapes del 2007, Saxseus del 2008 e “Sangue sparso” del 2012 strutturato come colonna sonora per orchestra. Le sue composizioni sono state eseguite da varie formazioni vocali e strumentali in diverse città italiane e all’estero. I brani Run e Sunny, nell’arrangiamento per sassofoni, sono stati eseguiti in prima assoluta al 14° Congresso mondiale del sassofono a Lubiana (Slovenia), Francoforte (Germania), ed altre composizioni per ensemble di sassofoni sono state eseguite dalla “Italian Saxophone Orchestra” a San Pietroburgo (Russia). Tra le tante collaborazioni vantate da Carlomè, va segnalata anche quella con il coro “G. Bezzi” della Basilica San Nicola di Tolentino,

IL SASSOFONISTA ELPIDIENSE PAOLO CARLOME' COLLABORA CON RAI TRADE

IL SASSOFONISTA ELPIDIENSE PAOLO CARLOME’ COLLABORA CON RAI TRADE

con il coro “San Gregorio Magno” che si è esibito nel concerto, su sue musiche, proposto a Rapagnano.

 
Ha frequentato “Seminari Musicali Internazionali” per la musica medievale, rinascimentale e barocca.
Oltre all’attività di compositore si interessa di musica antica, e dal 2002, con il gruppo musicale “Errabundi Musici” sviluppa una intensa attività musicale esibendosi in concerti con copie di strumenti antichi quali: Piva, piffero, flauto dolce sopranino, flauto dolce soprano, highland bagpipe, tin whistles, sia in Italia che all’estero (Germania, Inghilterra, Scozia).
“Troppo spesso capita che degli elpidiensi siano più conosciuti ed apprezzati fuori dai confini della propria terra d’origine – aggiunge il Sindaco Terrenzi – e credo che a Carlomè vada dato giusto merito dei suoi successi. Ho partecipato personalmente al concerto nel corso del quale sono stati eseguiti suoi pezzi e non posso che parlarne con orgoglio”.

 

CIVITANOVA–”Con la questione “spese legali” finalmente si è capito dove vuole andare a parare l’assessore Giulio Silenzi: giustificare l’assunzione di un avvocato a Palazzo Forza, l’ennesima, considerato che nell’ultimo anno sono state ben 16 le persone assunte, 9 a tempo indeterminato e 7 a tempo determinato, certificando in modo chiaro a cosa è servita la super Imu pagata dai civitanovesi!” Lo afferma oggi lunedì 29 aprile 2013 la Federazione del Centro destra di Civitanova.

“Un’ assunzione quest’ultima assolutamente non condivisibile, innanzitutto perché il Comune – affermano i rappresentanti dell’opposizione a Palazzo Sforza – si è già dotato di un segretario molto più costoso, proprio per le sue grandi capacità, che ci avrebbero fatto risparmiare (a detta del Sindaco) in ambito legale e poi perché spendere 50.000 euro l’anno per un avvocato, che non garantisce comunque la copertura di tutte le diverse tipologie di contenzioso, con le quali la pubblica amministrazione deve confrontarsi, ove occorre, volta per volta, individuare il professionista con preparazione specifica. Sarebbe stato meglio spendere quelle risorse per convenzionarsi a tariffe agevolate, con uno studio che possa mettere a disposizione più avvocati specializzati nelle diverse materie. Silenzi parla di 40 milioni di euro di cause pendenti, ma si è  dimenticando di dire che oltre 20 sono legati alla bocciatura della variante Ceccotti per mano della sinistra, senza considerare poi, che l’ente pubblico è assicurato contro questi rischi, quindi fuori luogo il suo allarmismo.  Si vanta di aver chiuso di recente con transazione, due cause per danni ambientali; noi ci domandiamo invece – annota il centro destra – se sia stato un bene o un male per l’ente, visto che a fronte di una sentenza che imponeva il pagamento di due milioni di euro per i danni da inquinamento della falda, il Comune si sia accontentato di riceverne solo 120.000; allo stesso tempo poi, non c’è alcuna garanzia che tali somme vengano utilizzate per Civitanova, visto che è stata la Provincia promotrice della causa. Infine sempre il Vice sindaco informa di aver risolto il pagamento delle parcelle arretrate degli avvocati; ha fatto bene, segno che i soldi ci sono, ma avremmo gradito che avesse avuto la stessa sensibilità e celerità pure per le tante piccole aziende, che hanno svolto lavori per l’ente e non riescono ad essere pagate, rischiando la chiusura! Perché questa attenzione solo verso certi avvocati?”  

 
 

Santo Stefano sul massimo palcoscenico internazionale: al via le finali di Coppa Campioni

PORTO POTENZA PICENA–Tutto pronto in casa S.Stefano-Banca Marche per andare a Valladolid, in Spagna, e prendere parte alla fase finale della maggiore competizione europea, la Coppa Campioni. Alla formazione portopotentina è capitato un autentico girone di ferro con gli spagnoli del Fundosa di Madrid, ma soprattutto le due super corazzate del basket in carrozzina europeo, i tedeschi del Lhan Dill e i turchi del Galatasaray, protagoniste delle finali delle ultime due edizioni di Coppa Campioni e dominatrici dell’ultima decade di Coppa Campioni. La massima coppa europea negli ultimi 10 anni è stata sempre vinta da una delle due, eccezion fatta per le edizioni del 2003 e del 2007 in cui Roma ha interrotto il duopolio. La società portopotentina del general manager Gianfranco Poggi, tuttavia, un risultato l’ha già portato a casa: essere tra le 8 più forti squadre d’Europa. Certo è che l’appetito vien mangiando e che a Vallodolid la formazione di coach Ceriscioli non si farà pregare per fare meglio possibile. Le avversarie sono, come detto, delle super corazzate, ma i portopotentini ce la metteranno tutta per far bene. “Già è molto bello essere tra le prime 8 d’Europa – ha sottolineato il Presidente della S. Stefano Banca Marche Mario Ferraresi – il nostro girone, poi, è quasi proibitivo! Ma certamente il sogno sarebbe quello di arrivare tra le… prime 4”.

Questo i calendario in programma per la S.Stefano-Banca Marche:

Venerdì 3 maggio: ore 15,45 S.Stefano-Lahn Dill

ore 20,15 S. Stefano-Galatasaray

 Sabato 4 maggio: ore 12,30 S.Stefano-Fundosa Madrid

 Domenica 5 maggio: ore 9 finale 7-8 posto

Ore 10 finale 3-4

Ore 11,15 finale 5-6

Ore 12,15 finale 1-2

                                         Le avversarie nel girone: caratteristiche

 Il Lahn Dill è la detentrice della Coppa Campioni, vincitrice nella finale della scorsa edizione contro il Galatasaray. Ma più in generale i tedeschi sono la più forte e vincente squadra che si sia vista in Europa nell’ultima decade. Basta dire che dal 2004 il Lahn Dill è sempre arrivato in finale di Coppa Campioni (tranne nell’edizione 2011), vincendo niente meno che 5 edizioni (2004-05-06, 2010 e 2012).

 Il Galatasary ha in bacheca la bellezza di 3 Coppe Campioni conquistate nel 2008, 2009 e 2011. Lo scorso anno fu finalista contro il Lahn Dill e venne sconfitto. Società giovane, fondata nel 2005 ma con alle spalle, oltre al triplete in Coppa Campioni, anche 6 scudetti nazionali.

 La formazione del Fundosa Once di Madrid  “de baloncesto en silla de ruedas” lo scorso anno ha messo in bacheca campionato e Coppa del Re, mentre in Coppa Campioni ha chiuso quarta. Nell’ultima decade la squadra spagnola in Europa si è sempre qualificata per la fase finale arrivando quasi sempre tra le prime 4-5. E’ quinta nel ranking europeo.

La rete metropolitana milanese, da quando è stata inaugurata la linea lilla, è passata da 94 a 101 stazioni. Ogni treno può trasportare fino a 536 persone. Il valore complessivo dei lavori di questa prima tranche, compresi i treni in servizio e le stazioni Isola e Garibaldi che saranno aperte entro dicembre 2013, è di 550 milioni di euro

MILANO–Da Bignami a Zara per un totale di 4.1 km. Hanno aperto al pubblico domenica 10 febbraio 2013 le sette stazioni della metro lilla, la metropolitana 5 di Milano. Ora è possibile viaggiare da Bignami a Zara su treni completamente automatizzati e senza conducente grazie al driverless: il sistema, progettato e realizzato in conformità alle più recenti normative europee, garantisce i più elevati standard di sicurezza e consente di ridurre costi,  ottimizzando le frequenze dei viaggi. 

La rete metropolitana milanese, grazie a queste aperture, è passata così da 94 a 101 stazioni e da 87.9 Km a 92 Km, confermando e consolidando il primato di Milano. Milano è la prima in Italia per estensione delle linee metropolitane, e supera la somma delle altre 5 reti in esercizio  (Roma, Napoli, Torino, Genova, Catania),  doppiando quella di Roma (al secondo posto). Entro ottobre 2015, quando la linea M5 sarà completata, inoltre, Milano entrerà a far parte delle 25 reti al mondo con estensione superiore ai 100 Km.

 I treni della nuova linea lilla hanno una capacità di trasporto di 5.000 passeggeri l’ora in ciascuna direzione e copriranno la tratta Bignami, Ponale, Bicocca, Ca’ Granda, Istria, Marche e Zara in soli 8 minuti. Ogni treno può trasportare fino a 536 persone, con 72 posti a sedere e due spazi per agganciare in sicurezza le sedie a rotelle. 

 Mettiamo a dieta la pattumiera. Comportamenti ecosostenibili e ecocompatibili”

Anche un libro sull’argomento scritto dal Prof. Andrea Segrè edito da Marsilio

TOLENTINO–Come preannunciato lo scorso mese di novembre 2012, in occasione del Convegno tenutosi svoltosi all’Ecomondo a Rimini, il Cosmari promuove un ennesimo incontro per focalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica sul crescente spreco alimentare. Infatti se è vero, da un lato, che i cittadini maceratesi sono sempre più virtuosi nel differenziare e ridurre la quantità dei rifiuti prodotti quotidianamente, contemporaneamente, purtroppo, aumentano i rifiuti organici, ossia gli scarti alimentari di vario genere.

Per discutere di questo importante argomento, anche in considerazione del negativo momento che noi tutti stiamo vivendo, il Presidente del Cosmari Daniele Sparvoli, unitamente al CdA e alla Direzione aziendale, ha organizzato un convegno, che si terrà presso la sede Consortile di Tolentino, nella mattinata di venerdì 10 maggio 2013, a cui ha aderito entusiasticamente il Prof. Andrea Segrè, Direttore del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-alimentari dell’Univerisità di Bologna, Presidente Last Minute Market (spin-off accademico) e grande esperto di queste tematiche a cui ha dedicato molti libri. Inoltre interverranno esperti a livello nazionale quali Stefano Ciafani Vicepresidente nazionale di Legambiente, Francesco Mele responsabile Slow Food Italia del programma per la lotta agli sprechi alimentari e Mattia Fontanella Responsabile Sviluppo e Innovazione Attività Sociali e di Sistema Coop Adriatica. Non mancheranno i momenti dedicati al dibattito e di scambio di best practices con esempi di istituzioni e aziende attualmente impegnate nella riduzione degli sprechi alimentari.

 Con l’occasione, prendendo spunto da quanto richiesto da tutti i Sindaci presenti a Rimini in occasione di Ecomondo, quando fu trasmessa una video intervista con il Prof. Andrea Segrè, verrà sottoscritta la carta di adesione alla Rete di Enti territoriali “A Spreco Zero”.

Questo consentirà a tutti i Comuni maceratesi di avviare azioni volte alla prevenzione e riduzione della produzione dei rifiuti, all’ottimizzazione delle risorse disponibili, alla realizzazione di una rete locale con imprese e Terzo Settore, al miglioramento dell’assistenza alle fasce più deboli della popolazione, alla sensibilizzazione della comunità sulla riduzione degli sprechi, all’adesione ad un progetto di rilevanza nazionale.Andrea Segrè2 foto di Andrea Samaritani

Comuni maceratesi aderiscono alla rete di enti territoriali a “Spreco Zero”

Mettiamo a dieta la pattumiera. Comportamenti ecosostenibili e ecocompatibili”

 Spreco Zero è un marchio rilasciato da Last Minute Market, che  ”certifica” l’adozione di una serie di strumenti, procedure e sistemi di controllo, che garantiscono un uso razionale ed efficiente delle risorse e una gestione dei rifiuti ispirata ai principi di prevenzione, riutilizzo e riciclo dei materiali.

 Spreco Zero è ovviamente un orizzonte, un obiettivo verso il quale tendere, uno stimolo per ridurre progressivamente il consumo di risorse e le emissioni nell’ambiente legate alle proprie attività. Qualsiasi tipo di attività infatti (evento, negozio, bar, ristorante, ecc), comporta in genere il consumo di  risorse, sotto forma di prodotti, materiali, acqua ed energia e la produzione di scarti, sotto forma di rifiuti solidi, emissioni e scarichi. Progettare o ridefinire la propria attività secondo i principi di Spreco Zero richiede in primo luogo di prestare attenzione a questi aspetti, evidenziando le possibili criticità e valutando possibili azioni che permettano di controllare e ridurre gli sprechi e di comunicare all’esterno le buone pratiche adottate.

 Con questa iniziativa, Cosmari vuole favorire insieme a tutti i Comuni soci, la riduzione dello spreco in tutte le sue forme, prevenendo e riducendo i rifiuti attraverso la valorizzazione di tutti i materiali e in questo specifico settore attraverso la rivalutazione dei beni invenduti con effetti positivi dal punto di vista ambientale, sociale, economico e nutrizionale.

Il convegno è promosso da Cosmari, Alma Mater Studiorum Università di Bologna – Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari, Last Minut Market, Legambiente, Slow Food, Coop Adriatica.COSMARI-Manifesto convegno

 «Vivere a spreco zero – spiega il fondatore e presidente di Last Minute Market, Andrea Segrè – è un auspicio semplice, un verbo e due parole messe in fila per enunciare una piccola rivoluzione: con Last Minute Market lavoriamo da quindici anni per rintracciare gli equilibri insiti nel sistema, correggendo le dinamiche dello spreco. Spieghiamo come recuperare, anziché disperdere gli eccessi, e al tempo stesso coprire le esigenze dei consumatori o delle comunità a basso potere d’acquisto. Una formula economica più che etica, un sistema “win-win” dove vincono tutti. In direzione di un orizzonte che abbiamo chiamato, quest’anno, Spreco zero, va anche la nostra campagna europea “Un anno contro lo spreco”, che da alcuni mesi lavora capillarmente sul territorio grazie a uno strumento che si chiama Carta Spreco Zero, sottoscritto da oltre 300 sindaci, promosso con Nordesteuropa Editore. La Carta impegna i primi cittadini a misure concrete di abbattimento degli sprechi sul territorio amministrato: il 30 aprile a Pesaro, in occasione della presentazione dei dati 2012 del progetto provinciale Last Minute Market, la Carta sarà sottoscritta ufficialmente dall’Amministrazione provinciale di Pesaro e Urbino e da 22 Comuni del territorio. Il 10 maggio firmeranno diverse amministrazioni della provincia di Macerata e il 20 maggio saremo a Padova con un grande forum di 1.000 sindaci italiani ed europei, in occasione della Green Week 2013. Nel frattempo speriamo di ricevere una risposta anche dalla Commissione europea, in merito alla richiesta – fatta propria dal Parlamento europeo in una Risoluzione 2012 – di proclamare il 2014 Anno europeo contro lo spreco alimentare». “Vivere a spreco zero” è anche il titolo del nuovo libro di Andrea Segrè, un saggio edito Marsilio editori, in libreria dal 15 maggio con appendice di consigli operativi per abbattere gli sprechi nel nostro quotidiano. Il programma completo del convegno verrà presentato ufficialmente nei prossimi giorni.

 

 

PESARO–Nell’ambito delle iniziative della Regione Marche a favore degli emigrati marchigiani, Il Comune di Pesaro (assessorato alle Politiche sociali – Promozione sociale) e i Comuni di Colbordolo, Gabicce Mare, Gradara, Mombaroccio, Monteciccardo, Montelabbate, Sant’angelo in Lizzola, Tavullia dell’Ambito Territoriale Sociale n. 1 informano che sono aperti i termini per la presentazione delle domande di ammissione ai contributi per il reinserimento degli emigrati marchigiani nel territorio regionale, per la promozione di scambi giovanili e per iniziative di accoglienza a favore di anziani mai rientrati nel proprio luogo di nascita o di emigrazione.

In particolare sono previsti contributi per:

a) agevolare l’inserimento nell’ordinamento scolastico nazionale dei figli di emigrati;

b) l’avviamento sul territorio regionale di attività produttive in forma singola o associata;

cgli emigrati rimpatriati in disagiate condizioni economiche sia per le spese di viaggio di rientro e trasporto delle masserizie, sia per le spese di trasporto nei Comuni di origine delle spoglie di emigrati o dei loro familiari, ovvero per le spese di rientro nei paesi di emigrazione in caso di decesso in Italia;

d) gli emigrati in disagiate condizioni economiche che in occasione di soggiorni nelle Marche, debbano sostenere per gravi e certificati motivi di salute spese impreviste di permanenza nella regione.

Sono inoltre previsti contributi per iniziative proposte da associazioni o federazioni di marchigiani all’estero, da realizzarsi entro l’anno 2013, di promozione di scambi giovanili per mantenere vivo il legame tra le comunità locali e i corregionali residenti all’estero;

  1. di accoglienza sia verso singoli o gruppi di corregionali residenti all’estero che visitano temporaneamente la nostra regione o che non abbiano fatto rientro nel proprio Comune di origine da oltre trent’anni.

                                                                    DESTINATARI

Sono destinatari del contributo economico gli emigrati marchigiani (per origine), loro familiari o discendenti (discendenza fino al terzo grado) e relativamente ai punti 1) e 2) le associazioni e federazioni di emigrati, iscritte all’Albo regionale delle associazioni che operano a favore degli emigrati marchigiani (di cui all’art. 12 L.R. 39/97).

 TERMINI E MODALITA’ DI PRESESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

Le domande di contributo, redatte secondo il modello fornito, accompagnate da copia di un documento di identità valido, dovranno pervenire

                                                                entro il 24 maggio

  per i cittadini residenti nel Comune di Pesaro all’Ufficio Protocollo – Sportello Informa&Servizi – Largo Mamiani n. 11; 

 per i cittadini residente nei Comuni di Colbordolo, Gabicce Mare, Gradara, Mombaroccio, Monteciccardo, Montelabbate, Sant’angelo in Lizzola, Tavullia agli uffici Protocollo dei propri comuni di residenza.

Alle domande relative ai punti a), b) e c) dovrà essere obbligatoriamente allegata la dichiarazione del Consolato attestante il rientro definitivo nella Regione Marche. Per reperire i modelli di domanda e informazioni rivolgersi a:

 Comune di Pesaro – Urp (Ufficio Relazioni con il Pubblico) – presso lo Sportello Informa&Servizi – largo Mamiani n. 11 tel: 0721/387400, e-mail: urp@comune.pesaro.ps.it, sito internet all’indirizzowww.comune.pesaro.pu.it, sotto l’area tematica Politiche per il sociale;

    Comuni Ats n. 1 – Servizi sociali dei Comuni di residenza

 

Sui banchi dal 12 settembre al 7 giugno. Luchetti: Uno strumento concertato che tiene conto delle esigenze dell’organizzazione delle famiglie e dei servizi pubblici

 

ANCONA–Duecentosette giorni di scuola, dal 12 settembre 2013 al 7 giugno 2014. Queste le date che aprono e chiudono il nuovo calendario scolastico regionale,  approvato oggi dalla giunta regionale nella seduta che si è tenuta a San Benedetto del Tronto. Unica deroga su tutto il territorio all’inizio delle lezioni al 9 settembre solo negli Istituti Scolastici Secondari di Secondo Grado che ne documenteranno specifica necessità . Nella scuola dell’infanzia le lezioni termineranno lunedì 30 giugno 2014.

“E’ uno strumento programmatico che investe capillarmente tutto il territorio- ha spiegato l’assessore regionale all’Istruzione, Marco Luchetti – ed è per questo che è stata avviata per tempo una concertazione diffusa, in considerazione delle ripercussioni che la scansione temporale ha sull’organizzazione delle famiglie e sulle modalità di erogazione dei servizi pubblici connessi alle attività didattiche in territori morfologicamente molto diversi. Abbiamo tenuto conto, insieme Associazioni Sindacali del comparto scuola, dalle Associazioni dei Genitori, dalle Associazioni delle Scuole Autonome e dalle Associazioni delle Scuole paritarie e con gli enti preposti al servizio trasporti, con le Associazioni Turistiche del territorio, delle diverse esigenze per pianificare gli adattamenti opportuni, pur nei vincoli che impongono le leggi.

Siamo consapevoli che dalla crisi economica si esce anche con un sistema di istruzione più forte. Nulla più dell’istruzione, della scuola, giustifica la spesa pubblica e le attenzioni di tutti, perchè rappresenta una potenziale fonte di sviluppo qualitativo della comunità. Nulla più dell’istruzione è un bene pubblico ed ha ricadute positive sullo stile di vita, sul benessere della società, ma solo se si esce da un’ottica monetaria e aziendalistica, ma considerando lo sviluppo umano e sociale in tutte le sue componenti..

La Scuola Pubblica resta il principale investimento in termini di sviluppo, come fine  di crescita ed ha bisogno di essere valorizzata in tutte le sue componenti.”

Nel documento approvato, come sempre è previsto anche un calendario di festività di rilevanza nazionale: tutte le domeniche, il 1° novembre festa di tutti i Santi, l’8 dicembre Immacolata Concezione, il 25 dicembre S. Natale, il 26 dicembre, il 1° gennaio Capodanno, il 6 gennaio Epifania,  l° Lunedì dell’Angelo, il 25 aprile anniversario della Liberazione,  il 1° maggio Festa del Lavoro, il 2 giugno Festa nazionale della Repubblica, la festa del Santo Patrono – salvo diverse disposizioni. Le lezioni saranno sospese nel ponte di Ognissanti: da venerdì 1 Novembre 2013 a sabato 2 Novembre 2013; vacanze natalizie: da lunedì 23 dicembre 2013 a lunedì 6 gennaio 2014; vacanze pasquali:  da giovedì 17 aprile 2014 a martedì 22 aprile 2014; ponte 25 Aprile: da venerdì 25 aprile 2014 a sabato 26 aprile 2014. Le  Scuole  hanno a disposizione per ulteriori sospensioni,2 giorni o 1 giorno nel caso che la festa del Santo Patrono ricorra nel corso dell’anno scolastico, con la conseguenza che il numero minimo di giorni di lezione per ciascuna autonomia è determinato in 205 giorni.

L’articolazione del calendario scolastico regionale è funzionale sia alle esigenze del Piano dell’Offerta Formativa (POF) , che alle eventuali sospensioni o riduzioni del servizio scolastico disposte da Enti e Autorità Locali per eventi eccezionali quali cause di forza maggiore, eventi metereologici, consultazioni elettorali.

 

Dal Presidente della Comunità di Capodarco un monito al nuovo premier e alla Presidente della Camera Laura Boldrini, già ospiti della Comunità durante il periodo della campagna elettorale prima del voto del 24-25 febbraio 2013

 CAPODARCO DI FERMO – “Nel Febbraio scorso abbiamo invitato nella Comunità di Capdarco quanti, candidati al parlamento, avessero voluto dialogare sulle politiche sociali e sanitarie per la nuova legislatura. Tra il 12 e il 20 Febbraio abbiamo incontrato Paolo Petrini, Francesco Verducci, Francescco Massi, Laura Boldrini, Mario Andrenacci, Enrico Letta. Tra questi candidati due sono stati eletti al Parlamento (Petrini e Verducci); Laura Boldrini è attualmente Presidente della Camera ed Enrico Letta Presidente del Consiglio. Ai nostri interlocutori– ricorda Don Vinicio Albnesi della Comunità di Capodarco (Fermo) – abbiamo posto tre questioni, a nostro parere cruciali: contrasto alla povertà, la lotta alle disuguaglianze, un nuovo welfare che rendesse più omogeneo, efficace e meno costoso il sistema di sicurezza sociale”. “Abbiamo constatato che tutti gli interlocutori, con prospettive diverse, hanno posto attenzione ed hanno dato risposte di soluzione. Un particolare appello, per il ruolo che ricoprono, riprendendo il filo dei ragionamenti abbozzati, lo rivolgiamo specialmente al Presidente della Camera e al Presidente del Consiglio2, puntualizza Don Vinicio.

DON VINICIO ALBANESI CON ENRICO LETTA ORA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

DON VINICIO ALBANESI CON ENRICO LETTA ORA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

“La Presidente della Camera conosce bene, per l’impegno della sua vita, sia la povertà, che le disuguaglianze. Da molti anni l’Istituto di statistica aggiorna i nostri numeri. Mai che sia stata posta seriamente la questione: il tutto si riduce al dolore per le tragedie (non ultima quella di Civitanova Marche), ai commenti transitori, alle notizie di rammarico”.

“La povertà è un serissimo problema da affrontare – stigmatizza il leader della Comunità di Capodarco – perchè non è più solo geografico (nord contro il sud), ma è diventato emergenza nazionale. Le tragedie sono indice di disagio forte e diffuso. Predisporre un piano serio contro le povertà è una priorità”.

“Gli scandali contro le nicchie di privilegio e di corruzione indicano che, nonostante la crisi, l’aggressività e l’arroganza hanno superato livelli di sopportabilità: l’evasione fiscale, la sfrontatezza di posizioni di privilegio sembrano non avere confini. La forbice tra poveri e ricchi sembra non avere confini”.

“La politica allora deve ritornare a esprimere il bene di tutti, in parità di occasioni e di tutele”.

“Al Presidente del Consiglio, nel nostro incontro, abbiamo illustrato le difficoltà del welfare odierno. Nato negli anni ’70 va rivisitato, aggiornato e reinventato”.

“Problemi nuovi si affacciano nel disagio sociale, le risorse economiche sono ridotte, la garanzia di tutela va ridefinita. Un lavoro serio, con il contributo di tutti, va incoraggiato per ritrovare giustizia e, alla fin fine, democrazia”.

“Le attese per il futuro sono forti: la disponibilità di chi è rimasto in frontiera come noi è totale, con la libertà di suggerire ipotesi lontane da interessi di parte”.

“L’auspicio è che il paese possa ripartire – conclude Don Vinicio Albanesi –  garantendo pace sociale iniziando dal rispetto dei diritti politici e sociali per arrivare alla tutela dei diritti economici”.  

 

 Il mese di maggio 2013  inizia con una giornata di cultura dedicata a chi resta in città a godersi musei e monumenti

 

PESARO–Mercoledì primo maggio i Musei Civici e Casa Rossini saranno visitabili per l’intera giornata con orario 10-13 e 15.30-19; per martedì 30 aprile l‘orario è invece 10-13. Anche se con un allestimento ridotto per i lavori che porteranno al nuovo assetto, Palazzo Mosca offre sempre un buon motivo per ammirare le sue opere, prima fra tutte l’imponente e suggestiva Incoronazione della Vergine di Giovanni Bellini. A Casa Rossini, i visitatori troveranno il fortepiano “tornato” nella stanza al primo piano dedicata alla musica. Fresco di restauro, è uno strumento a tastiera in legno di noce realizzato da Luigi Heffer a Venezia nel 1809; curiosità rivelata dal recupero recente è che si tratta quasi sicuramente di uno strumento da viaggio in cui le gambe possono essere svitate e il pedale è sostituito da una ginocchiera, elemento che ne rende più agile il trasporto. Ingresso 3 euro Musei Civici, 4 euro Casa Rossini, gratuito fino a 14 anni; info Musei Civici 0721 387541, Casa Rossini 0721 387357.

 Anche il Museo della Marineria Washington Patrignani Pesaro sarà aperto alle visite del pubblico mercoledì primo maggio dalle ore 16 alle 19. Accolto a Villa Molaroni, edificio storico di inizio novecento immerso nel verde di un parco storico, il museo merita una visita da parte di chi, grandi e bambini, coltiva la passione per il mare; l’ingresso è gratuito; info 0721 35588.

 

 La Fondazione Pescheria Centro Arti Visive accoglie “Superstudio/Backstage 1966-1978”. La mostra documenta vita e attività di un gruppo di architetti – Adolfo Natalini, Cristiano Toraldo di Francia, Piero Frassinelli, Alessandro e Roberto Magris, Alessandro Poli – che ha operato dal 1966 al 1978 per allargare i confini dell’Architettura e fondare un’idea di progetto da intendere non solo come opera tesa alla risoluzione di problemi ma come strumento di investigazione e conoscenza. Orario di visita per mercoledì 1 maggio 10-12.30, 16.30-20.30, martedì 30 aprile 16.30-20.30; ingresso gratuito; info 0721 387651www.centroartivisivepescheria.it

 

Mercoledì primo maggio alle ore 10.30 è prevista una visita guidata alla domus romana di via dell’Abbondanza, nel cuore del centro storico. Aperto ad un gruppo di 30 partecipanti massimo, il percorso è a pagamento (6 euro a persona, gratuito fino a 9 anni) e va prenotato alla biglietteria dei Musei Civici allo 0721 387541 (venerdì, sabato, domenica 10-13, 15.30-19; martedì, mercoledì, giovedì, 10-13).

aperture

• Musei CiviciCasa Rossini

Mercoledì 1 maggio orario 10-13, 15.30-19

Martedì 30 aprile orario 10-13

 • Museo della Marineria Washington Patrignani Pesaro

Mercoledì 1 maggio orario 16-19

Ingresso gratuito

 visite guidate

• Domus romana di via dell’Abbondanza

mercoledì 1 maggio ore 10.30

 

eventi espositivi

• Fondazione Pescheria – Centro Arti Visive

Superstudio/Backstage 1966-1978

orario: mercoledì 1 maggio 10-12.30, 16.30-20.30

martedì 30 aprile 16.30-20.30

 

 

 

MONTE URANO•Maggio ricco di incontri, iniziative e mostre a Monte Urano, il paese calzaturiero storicamente specializzato nela produzone della scarpa da bambino, he vanta tante nobili tradizioni ed un centro storico incantevole, a cominciare dalla bella chiesa in Piazza centrale. Dal 2 al 12 MAGGIO: FESTA di SAN MICHELE ARCANGELO (Patrono del paese) con spettacoli musicali, stand gastronomici e varie iniziative ricreativo culturali

2 – sino a domenica 12 MAGGIO: ESPOSIZIONI FOTOGRAFICHE con la rassegna fotografica delle marche con 18 circoli regionali

3 – tutti i giorni dal lunedì al sabato:  PREVENDITA e PRENOTAZIONE TELEFONICA dei BIGLIETTI per l’ultimo  Concerto della stagione: OVER TOUR con Max GAZZE’, Rita MARCOTULLI e Roberto GATTO  

4 – martedì 14 MAGGIO:  – INCONTRI CON LA PSICOLOGA dr.ssa Marilena Tiburzi

5 – LINK e SITO INTERNET del COMUNE

Per saperne di più:

1

Dal 2 al 12 MAGGIO

FESTA DI SAN MICHELE ARCANGELO

Sino al 12 MAGGIO

RASSEGNA FOTOGRAFICA DELLE MARCHE

ESPOSIZIONI:

                             PERSONALE dell’autore FIAF dell’anno GIANLUCA CARDONI

                             COLLETTIVA FOTOGRAFICA DI n. 18 CIRCOLI REGIONALI  associati FIAF

                             PERSONALE fotografica GIANNI RUSSO

Iniziativa organizzata dal “Circolo Fotografico Effetto Luce” di Monte Urano con la FIAF Marche

Sala delle Riunioni del Palazzo Comunale ed altre sedi nel contro storico

 – 23 maggio: OVER TOUR con Max Gazzè, Rita Marcotulli e Roberto Gatto. (TAM) ingresso a 15,00 e 12,00 euro

 SERVIZIO VENDITA e PRENOTAZIONE BIGLIETTI Spettacoli Musicali TAM:

Prevendita e prenotazioni: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,30 alle ore 13,30 presso EVENTI CULTURALI (via San Giovanni Bosco n. 26 presso Villa Murri di Porto Sant’Elpidio) telefono: 0734-902107 – fax: 0734-801500 OPPURE dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,00 presso COMUNE di MONTE URANO Ufficio Cultura – tel. 0734 -848723 

Per INFORMAZIONI: 338 4321643; 0734 902107; 0734 848745; 0734-848723
Biglietteria Cine Teatro Arlecchino: apertura nel giorno dello spettacolo dalle ore 19,30 (0734-840143)

 Accesso alla sala dalle ore 21,00 – Inizio spettacolo alle ore 21,15
(*) Ridotto: giovani sotto 29 anni, adulti sopra 60 anni,  Marche Jazz Card

4

Martedì 14 maggio

INCONTRI CON LA PSICOLOGA:

LE FAMIGLIE S’INCONTRANO PER CRESCERE INSIEME

Il Comune di Monte Urano offre a tutti i genitori che volessero partecipare un ciclo di INCONTRI GRATUITI, tenuti dalla Psicologa Dott.ssa Marilena Tiburzi. I vari incontri si terranno presso il Comune di Monte Urano –  Sala delle Riunioni – ingresso da Corso Mazzini dalle ore 21.15 alle ore 23,00 circa nelle seguenti date:

PROSSIMO INCONTRO:

14 maggio 2013 IL BAMBINO DELLA SCUOLA PRIMARIA (dai 6 ai 10 anni) E LE AUTONOMIE: COME GUIDARLO ALL’AUTONOMIA SENZA CHE SI SENTA ABBANDONATO DALLE CURE GENITORIALI.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI:

23 maggio 2013: IL PASSAGGIO DALLA SCUOLA PRIMARIA ALLA SCUOLA SECONDARIA I GRADO.

 APPUNTAMENTO con la nuova rassegna del CINEMA D’ESSAI a MERCOLEDI’ 2 OTTOBRE 2013

 

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
aprile: 2013
L M M G V S D
« Feb   Mag »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930