W L’ITALIA LIBERA”. A TEATRO LE ULTIME LETTERE DEI CONDANNATI A MORTE DELLA RESISTENZA, CONQUISTANO I CUORI DROSETTA-BICI-FISARMONICA-WL'Italia1EGLI STUDENTI SETTEMPEDANI

SAN SEVERINO MARCHE–Le ultime lettere dei condannati a morte della Resistenza, interpretate al Teatro Italia da una straordinaria Rosetta Martellini (civitanovese), hanno conquistato il cuore degli studenti settempedani. La rappresentazione, prodotta da Fabrica Teatro, dalla Riserva naturale regionale del monte San Vicino e del Monte Canfaito e dal Comitato provinciale dell’Anpi, ha aperto, a San Severino Marche, le manifestazioni pensate per il 25 Aprile 2013. Lo spettacolo, inserito nell’ambito della stagione “Aperti per Ferie” de “i Teatri di Sanseverino”, è stato preceduto dai saluti dell’assessore comunale allo Sviluppo Culturale, Simona Gregori, e di Donella Bellabarba, in rappresentante della sezione settempedana dell’Anpi.

E’ stata una gran bella pagina di storia”, hanno commentato al termine della stessa rappresentazione molti dei presenti che hanno applaudito le musiche, eseguite dal vivo con grande trasporto, da Andrea Mei.

In scena, al coinvolgente racconto delle lettere, si sono intrecciate anche le piccole grandi storie di quella varia umanità che ha partecipato a quei due inverni di lotta, di sacrificio, di fame, ma anche di entusiasmo, di idealismo, di incontri, di condivisioni, di speranza. Una passione civile e un amore per il proprio Paese di cui sembra essersi perso lo stampoROSETTA-STUDENTI-WL'Italia2.ROSETTA-TEATRO-WL'Italia3

 ROSETTA-WL'Italia

ROSETTA-WL'Italia3

Nelle foto: il teatro Italia gremito ed alcune scene della rappresentazione di Rosetta Martellini