Il centrale Tobaldi: «Nel 2014 più responsabilità come unica marchigiana in A2»

 PORTO POTENZA PICENA–Allenamenti a ranghi ridotti per la B-Chem Golden Plast Volley Potentino, reduce dal brillante decimo posto alla sua prima esperienza in serie A2. Il centrale di Appignano Riccardo Tobaldi, protagonista di una seconda parte di stagione a dir poco eccellente, continua ad assaporare il gusto dell’impresa portata a termine sotto la guida del coach Gianluca Graziosi, ma pensa soprattutto a tenersi in forma in vista della prossima stagione. «Ammetto di aver allentato l’intensità delle sedute atletiche – mette le mani avanti il gigante biancazzurro – ma ogni martedì e giovedì mi alleno regolarmente con una parte dei compagni». Parecchi atleti continuano a lavorare fuori regione autonomamente, ma i veterani come il regista Emanuele Miscio, il libero Juri Bianchi e lo schiacciatore Enrico Zampetti sono sempre presenti al PalaPrincipi. «Mi fa piacere che Enrico abbia fatto enormi progressi dopo l’operazione ai legamenti crociati – afferma Tobaldi. Ancora non si fida a saltare, ma ha recuperato ottimamente dal punto di vista fisico e ha ripreso a farsi sentire anche in ricezione». Alla vigilia della sontuosa cena con tutti gli sponsor del Volley Potentino che si terrà domani sera (venerdì 26 aprile, ore 20) presso il ristorante Hotel Moretti di Montelupone, il centrale della B-Chem Golden Plast svela apertamente che l’euforia per la salvezza tranquilla conquistata in anticipo ha lasciato il posto alla serenità e al desiderio di mantenere una condizione psicofisica ottimale anche in estate. «Non ho mai smesso di potenziare la muscolatura con i pesi e mi allenerò anche a maggio – anticipa Tobaldi. Poi mi dedicherò al be????????ach volley amatoriale con gli amici per non rimanere fermo nel lungo periodo che ci separa all’inizio del nuovo campionato. Una stagione così corta sottopone gli atleti al rischio di una lunga inattività, ma ognuno di noi sa come gestirsi». Tra un allenamento e l’altro c’è abbastanza tempo per dare uno sguardo ai playoff e lo spilungone di Appignano non può che essere deluso dall’uscita di scena della Lube Macerata nelle semifinali di A1. «L’eliminazione del sestetto di Giuliani da parte di Piacenza mi ha meravigliato – conferma il centrale cresciuto nel vivaio della Lube. Ci sono rimasto male. Forse è mancato un leader in campo nei momenti clou e la squadra ha patito complessivamente un calo di concentrazione». Il gladiatore del PalaPrincipi comincia a maturare l’idea che il prossimo anno oltre all’esperienza e alla maggiore consapevolezza cresceranno anche gli oneri: «La retrocessione della Pallavolo Loreto ci carica di grandi responsabilità. Siamo l’unica squadra marchigiana in A2 di volley e una delle due in tutta la serie A insieme alla Lube. Dovremo farci valere».