FERMO–Mentre il sindaco Nella Brambatti si appresta ad incontrare le forze politiche che compongono la coalizione del governo cittadino, in vista del rilancio dell’azione amministrativa, anche attraverso un rimpasto di giunta come è stato chiesto al sindaco, i problemi in città si moltiplicano con l’imminente stagione estiva alle porte. Manca ancora il cartellone delle iniziative, come è offuscata l’immagine della città, causa la mancata pulizia del verde, abbandonato a se stesso, così come latita un preciso piano di arredo urbano. Sono solo alcune della questioni discusse in seno al consiglio direttivo dell’Associazione Commercianti di Fermo e circondario, riunito per deliberare iniziative a sostegno dei soci e della categoria. “Al punto in cui siamo, senza entrare nei problemi politici che stanno scuotendo la maggioranza, la nostra Associazione – afferma il segretario Ennio Viozzi – vuole soltanto rappresentare alcune cose che ritiene importantissime e che presto, passata la burrasca, esporremo al sindaco”. Tra queste quelle appena citate, ma soprattutto Assocommercianti auspica un cambio di rotta radicale dell’azione amministrativa, relativamente ai settore di competenza che riguardano il Commercio, il Turismo e i servizi. “La nostra speranza e che in un ipotetico rimpasto di giunta, senza alcuna discriminazione per le persone, e per l’assessore Marchetti, con il quale ci siamo sempre confrontati, anche aspramente ma sempre nel rispetto reciproco, il sindaco scelga un assessore al commercio che sia competente e consapevole dei problemi della categoria, che sappia confrontarsi – ha aggiunto Viozzi – sul campo con gli operatori del commercio e del turismo per risolvere gli annosi problemi (impianto di risalita dal maxi parcheggio, ex mercato coperto, parcheggi a pagamento disastrati, arredo urbano, commercio abusivo, mercato e mercatini, ecc.) che frenano lo sviluppo di due settori strategici per la crescita economica della città”.