You are currently browsing the daily archive for aprile 22, 2013.

CINGOLI–La Giunta provinciale ha compiuto, nei giorni scorsi, una visita all’Istituto Alberghiero di Cingoli, fiore all’occhiello di tutto il territorio, non solo per incontrare docenti, personale amministrativo e studenti, ma anche e soprattutto per verificare i diversi lavori eseguiti di recente e rendersi conto delle ulteriori necessità. Accompagnati da Sabrina Fondato, dirigente scolastica, e dai tecnici della Provincia, presidente e assessori hanno potuto innanzi tutto constatare i risultati degli interventi effettuati nella succursale dell’Istituto di via del Podestà, sede dell’antico monastero acquistata e messa a disposizione dell’Alberghiero. Qui la Provincia ha costruito quattro nuove aule per venire incontro all’aumento delle iscrizioni degli ultimi anni ed ha completato l’adeguamento dei locali alle norme antincendio. Attualmente sono in corso lavori per realizzare un’ulteriore aula, destinata alle attività di informatica, e si stanno riparando alcuni danni causati dalla neve. Seconda tappa all’edificio delle ex Elementari, con la verifica degli interventi sostenuti per l’adeguamento sismico della struttura. Sopralluogo, infine, ai palazzi di via Mazzini, dove la Provincia ha realizzato due nuovi spogliatoi ed ultimato la messa a norma antincendio. “Tutti i lavori – ricorda il presidente Pettinari – sono stati eseguiti nel periodo estivo, in modo da consentire ai ragazzi, a settembre, un sereno rientro scolastico”. La mattinata si è conclusa con la visita alla sala-bar e ricevimento, alla mensa e ai laboratori di cucina, allestiti in modo funzionale e moderno. Pettinari ha incontrato gli studenti, intenti a elaborare uno speciale menù primavera per meglio esaltare le produzioni di qualità del territorio. Nel complimentarsi con loro per la scelta professionale intrapresa, il presidente ha sottolineato l’importanza della scuola, intitolata non a caso a Girolamo Varnelli, per la promozione enogastronomica e turistica di tutta la provincia. Quindi un richiamo alle specialità dell’Istituto che l’anno scorso, dopo essersi aggiudicato insieme all’Agraria di Macerata il concorso nazionale “Happy Food Event”, ha presentato i suoi piatti e ricette alla Rassegna Agricola del Centro Italia. L’esperienza verrà riproposta alla Raci 2013, dal 10 al 12 maggio al Centro Fiere di Villa Potenza, con il nome di “Food & Land”.  CINGOLI-3.P1080155wNelle foto: alcuni momenti della visita della Giunta all’Alberghiero di Cingoli

MARINO-CESOLARI-RITAGLIATOOKK-TOLENTINO– Marino Esposto Cesolari ha compiuto 100 anni. Raggiungendo questo ragguardevole record, come unico uomo, entra nel “Club dei Centenari tolentinati”. Marino è stato festeggiato da parenti ed amici con un grande ricevimento a cui ha partecipato anche il Sindaco Giuseppe Pezzanesi, che ha portato al neo “Nonnino” di Tolentino il saluto e gli auguri di tutta la Città. Con lui a far festa anche la sorella di tre anni più piccola.

Marino Esposto Cesolari è nato il 16 aprile del 1913. Ha sempre svolto l’attività di coltivatore diretto. Nel periodo della seconda guerra mondiale è rimasto lontano da casa per ben sette anni, di cui … cinque senza mai tornare dalla sua famiglia. Ha avuto cinque figli e oggi annovera un gran numero di nipoti e pronipoti. Certamente non dimostra i suoi cento anni e con grande lucidità non manca di dispensare saggi consigli e di raccontare simpatici aneddoti della sua lunga e intensa vita. Auguri anche da Millepaesi.

Con la Rievocazione di Tolentino 815 torna l’emozione di rivivere la storia. Il programma illustrato dal Sindaco Pezzanesi, dal Consigliere Massi e dal Presidente Scisciani

 TOLENTINO–Dal 1 al 5 maggio prossimi torna a Tolentino la rievocazione storica della Battaglia di Tolentino promossa dall’Associazione Tolentino 815 in stretta sinergia con il Comune di Tolentino, Assessorato alla Cultura. Il nutrito programma dell’edizione 2013 è stato presentato nel corso di una conferenza stampa, a cui hanno partecipato il Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi, il Consigliere delegato alla Cultura Alessandro Massi e il Presidente dell’Associazione Tolentino 815 Paolo Scisciani. Dopo tanto tempo, la rievocazione storica delle fasi salienti della battaglia combattuta il 2 e 3 maggio 1815 tra l’esercito di Gioacchino Murat, Re di Napoli e quello austriaco del Barone Federico Bianchi e considerata da vari storici come la prima battaglia per l’Indipendenza Italiana, torna nel centro storico della città, con un nutrito programma di incontri, mostre, conferenze, presentazioni di libri e soprattutto con la partecipazione di rievocatori che, per due giorni, ricostruiranno oltre ad accampamenti, movimenti di truppe e cavalleria, vita militare e fasi degli scontri, anche momenti di vita sociali come il banchetto del re o il gran galà reale.

Con questa importante manifestazione, sempre più apprezzata e che richiama il pubblico delle grandi occasioni, Tolentino torna crocevia della Storia Nazionale: inizio e fine dell’epoca franco-italica, tra il declino del potere temporale pontificio (Trattato di Tolentino, firmato il 19 febbraio 1797 tra Napoleone Bonaparte ed i rappresentanti dei Papa Pio VI a Palazzo Parisani – Bezzi) e le origini del Risorgimento (Battaglia di Tolentino).

 Questo il programma completo dell’edizione 2013 della Rievocazione Storica “Tolentino815”.

Mercoledì 1 Maggio: ore 15.30: Visita Guidata ai Luoghi della Battaglia, dal Castello della Rancia.

Alle ore 17.00: Esposizione Diorama della Battaglia di Tolentino, a cura Associazione Storico Modellistica di Civitanova Marche.

Giovedì 2 Maggio: ore 17.30: Sala Musso Palazzo Municipale, incontro sul Progetto “Parco Storico Regionale di Tolentino e Castelfidardo” tra i 20 Comuni collegati alla battaglia di Tolentino a cura Comune di Tolentino e Provincia di Macerata.

Venerdi 3 Maggio ore 18.00: Palazzo Parisani – Bezzi di Tolentino, inaugurazione Mostra “Costumi del Dipartimento del Musone”, a cura Associazione Cometa. Alle ore 20.30: Banchetto del Re, antiche ricette servite in costume, con trionfo di teatro, musica e danza. Solo su prenotazione, Salone medievale Basilica San Nicola.

Sabato 4 Maggio: ore 10.00 allestimento Accampamento storico Parco Isola d’Istria. Alle ore 11.00: Sala Consiliare Comune di Tolentino Gemellaggio tra Associazione Tolentino 815 e Fondazione Ferretti di Castelfidardo. Incontro tra i Sindaci dei Comuni di Tolentino, Castelfidardo e Pizzo (VV). Presentazione libro “Re Gioacchino Murat, la Puglia – Bari” di e con Bianca Tragni, Presidente del Club Federiciano di Altamura. Alle ore 16.30 Rievocazione Storica della Battaglia, centro storico. Alle ore 21.00 Gran Gala Reale, balli storici in costume e divisa; piazza della Libertà e alle ore 23.30: Fate l’Amore e non la Guerra, musica e balli popolari fino all’alba allo Spazio 815 a cura Inventori di divertimento.

Domenica 5 Maggio: alle ore 9.00 Pedalata Storica Castelfidardo – Tolentino, 1^ Tappa luoghi battaglia di Castelfidardo. Alle ore 9.30 Messa in Onore ai Caduti, Monumento C.da Rotondo. Alle ore 10.30 Parata Gruppi Storici e Gran Ballo Ottocentesco, centro storico. nel pomeriggio, alle ore 15.00 Pedalata Storica Castelfidardo – Tolentino, 2^ Tappa luoghi battaglia di Tolentino, dal Castello della Rancia, a cura ASD Bike Team Monti Azzurri. Alle ore 18.30 a Palazzo Parisani Bezzi, Le Marche della Musica, il tempo degli evirati cantori, concerto lirico.

 

 

 

 

UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE CONVOCATO UN CONSIGLIO COMUNALE D’URGENZA

 SAN SEVERINO MARCHE–Il presidente del Consiglio comunale di San Severino Marche, Ostilio Beni, ha convocato in via d’urgenza una nuova seduta del Consiglio comunale per venerdì prossimo (26 aprile) alle ore 18 per discutere della legge di riordino degli uffici giudiziari sul territorio nazionale e, in particolare, delle determinazioni in merito al mantenimento dell’Ufficio del Giudice di Pace di San Severino Marche.

PRENDE IL VIA “Libri SEMpre in giro” –
INIZIATIVA DELLA BIBLIOTECA COMUNALE PER PROMUOVERE LA LETTURA
 
SANT’ELPIDIO A MARE – E’ stata presentata questa mattina  22 aprile 2013 dal Sindaco Alessio Terrenzi e dall’Assessore alla Cultura Monia Tomassini l’iniziativa “Libri SEMpre in giro”, voluta per promuovere la lettura e lanciata in concomitanza con la Giornata Mondiale del Libro che cade domani, martedì 23 aprile. “Libri SEMpre in giro è una iniziativa indirizzata a lettori privati che, dopo aver comprato, letto, ed apprezzato libri, vogliono metterli a disposizione di altri lettori, gratuitamente e secondo precise regole – osserva il Sindaco, Alessio Terrenzi – per essere condivisi, commentati e ulteriormente suggeriti in un infinito viaggio di lettura in lettura. Se non si è abituati a fruire dei titoli presenti in biblioteca, leggere costa. Costa perché comunque i libri vanno acquistati per poi restare, tra l’altro, segregati in casa senza essere più veicolo di cultura e di emozioni, se non magari per una stretta cerchia di amici. Con Libri SEMpre in giro invitiamo i lettori alla condivisione, a mettere in giro libri rendendoli disponibili a diventare parte di uno scaffale virtuale dal quale altri lettori, se vorranno, potranno attingere gratuitamente”. A scendere nei dettagli dell’iniziativa è stato l’Assessore Monia Tomassini. “Il meccanismo è semplice – spiega – chi vuole mettere libri in giro può farlo manifestando la propria disponibilità all’indirizzo e-mail libri.sempre.in.giro@gmail.com. Dai titoli proposti, si verificherà che non vi siano titoli già presenti in biblioteca: lo scopo non è quello di fare concorrenza alla Biblioteca, ma di potenziarne l’offerta, visto che i libri messi in giro andranno ad arricchire l’offerta che la Biblioteca comunale garantisce già. Con tutti i titoli messi a disposizione dai lettori privati si crea uno scaffale virtuale dal quale i lettori potranno attingere chiedendo in prestito il libro di suo interesse: lo scambio materiale avverrà presso la Biblioteca comunale possibilmente negli orari di apertura. Valuteremo, poi, come organizzare lo scambio nel caso in cui gli orari non si conciliassero con gli orari di lavori dei potenziali lettori. Nel momento in cui qualcuno prenotasse uno dei titoli messi in giro, chi lo mette a disposizione così come chi lo vorrebbe in prestito avranno la biblioteca come punto di riferimento per lo scambio. Si tratta di una iniziativa non circoscritta agli elpidiensi ma estesa a tutti coloro che apprezzeranno la formula purché lo scambio avvenga comunque in biblioteca”. I libri dati in prestito viaggeranno assieme ad una scheda nella quale, a lettura ultimata, chi ha avuto in prestito il titolo appunterà dei pensieri, lasciando così delle sensazioni collegate al libro. Tutte le schede saranno poi raccolte e rilegate per essere conservate in biblioteca.
“Considerando che andiamo incontro al Maggio dei libri, con una serie di iniziative in tutto il territorio nazionale per la promozione della lettura – aggiunge l’Assessore Tomassini – stiamo pensando di collegare questa iniziativa ad altre proposte tematiche che vi illustreremo a tempo debito. Ringrazio Simonetta Serrani per aver accolto positivamente la nostra proposta e per averci lavorato su , così come tutti coloro che hanno dato e daranno il loro contributo per dare vita allo scambio che ha motivato il nostro progetto”.

Eusebi: “Ad ogni cittadino marchigiano il pieno e consapevole accesso al diritto allo sport”

 

ANCONA– ‘Sport per tutti’ è  lo slogan  che sintetizza l’obiettivo principale del Programma annuale degli interventi di promozione sportiva per il 2013, approvato dalla Giunta  regionale delle Marche nel corso dell’ultima seduta. “Lo sport è uno strumento prezioso di crescita individuale e collettiva – ha sottolineato  l’assessore allo Sport, Paolo Eusebi – Il fine resta quello di continuare a creare le basi per l’elaborazione di nuove concezioni e modelli di welfare e fornire l’impulso per una nuova cultura della pratica sportiva. Il programma – spiega l’assessore – consolida le attività già avviate e sviluppa specifiche iniziative che garantiscono ad ogni cittadino marchigiano il pieno e consapevole accesso al diritto allo sport, anche con interventi mirati per favorire il superamento delle barriere che ostacolano l’accesso a tale diritto”.

Lo sport ha un valore di trasversalità e connessione con i molteplici aspetti della vita quotidiana, pertanto le azioni del Programma mirano a valorizzare la capacità dell’attività sportiva e motoria ricreativa realizzando integrazioni con diversi settori dell’amministrazione pubblica collegati alle attività sportive (sanità, istruzione e formazione, servizi sociali, turismo, politiche giovanili) e dei soggetti che operano esternamente.

Il programma stabilisce quindi le iniziative promosse dalla Regione in materia di promozione sportiva; le manifestazioni sportive di interesse promozionale, turistico, culturale e ambientale che si svolgono nel territorio regionale; i contributi per progetti, attività e manifestazioni che si svolgono in regione, e per progetti, studi e ricerche proposti dall’associazionismo sportivo, dagli enti locali, dal CONI, dal CIP e da enti di promozione sportiva; gli interventi in materia di impianti ed attrezzature per lo sport; le modalità, i criteri e le priorità per la concessione dei contributi; gli interventi di sostegno a favore dello sport di cittadinanza e quelli a favore delle attività sportive delle persone diversamente abili; l’attività informativa e di monitoraggio nonché le iniziative a favore della tutela sanitaria nello svolgimento delle attività sportive.

L’onere complessivo per l’attuazione del Programma annuale ammonta a 890.800,00 euro. 

Per operare nel 2013 sono indicate anche le iniziative che favoriscono l’incremento della sicurezza sanitaria nello svolgimento delle attività sportive, con particolare riferimento al monitoraggio sistematico e continuativo dei valori ematici degli atleti (come previsto dalla l.r. 5/2012).

“In tale contesto – sottolinea l’assessore Eusebi – considerata l’organizzazione funzionale e operativa che la nuova Legge ha voluto apportare ampliando la partecipazione e il coinvolgimento degli operatori del territorio, attraverso gli interventi del Programma 2013 e partendo dalla situazione esistente, si cercherà di svolgere una attenta analisi per valorizzare le buone pratiche consolidate facendo fronte alle eventuali carenze e alle nuove esigenze, per poter perseguire concretamente un maggiore sviluppo della pratica sportiva e delle attività motorio-ricreative”.

In considerazione dei nuovi scenari della pratica sportiva e della necessaria integrazione con gli altri settori economici collegati allo sport, il Programma annuale mira a consentire l’attuazione di obiettivi individuati e proposti nel Piano 2013/2015, a cui potranno far riferimento i vari soggetti interessati a fruire delle opportunità e del sostegno finanziario che la Regione rivolge al settore.

In particolare vengono sostenuti i grandi eventi sportivi e le manifestazioni agonistiche di qualità che contribuiscono ad incrementare lo sport diffondendo l’immagine delle Marche a livello nazionale e internazionale dal forte impatto sul sistema turistico ed economico del territorio regionale. I grandi eventi sportivi e le manifestazioni agonistiche a carattere professionistico del 2013 sono stati individuati attraverso il confronto con i principali interlocutori istituzionali del sistema sportivo marchigiano con i quali è stata avviata una articolata riflessione anche per poter delineare tempestivamente i calendari dei prossimi anni.

 

 

CAMERINO–In occasione del cinquantenario della Frana del Vajont (1963-2013) l’Associazione Italiana di Geologia Applicata ed Ambientale (AIGA) ed il Consiglio Nazionale dei Geologi (CNG), in collaborazione con docenti dell’Università di Bologna (Monica Ghirotti) e dell’Università degli Studi del Sannio (Francesco Maria Guadagno), hanno organizzato a Camerino una mostra itinerante dal titolo “La Storia del Vajont: la conoscenza della frana attraverso le foto di Edoardo Semenza”, che toccherà circa 30 Atenei e centri di ricerca nazionali.

La tappa presso l’Università di Camerino si terrà da lunedì 22 a giovedì 25 Aprile. La mostra sarà ospitata presso il Polo Museale in Piazza dei Costanti e resterà aperta al pubblico dalle ore 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00.

Martedì 23 aprile alle ore 16,00, presso la Sala San Sebastiano del Polo Museale, avrà luogo la presentazione della mostra da parte del Prof. Francesco M. Guadagno (Prof. Ordinario di Geologia Applicata dell’Università degli Studi del Sannio e Presidente dell’AIGA). Nell’ambito della cerimonia di presentazione verranno trattate anche tematiche inerenti la previsione e la prevenzione dei fenomeni franosi.

PROSEGUONO LE INIZIATIAVE DEL PROGETTO “S-TRAVOLGIAMO I LUOGHI DELLA CULTURA”

CAMERINODomani martedì 23 aprile 2013 la Compagnia Simona Bucci di Firenze porterà in scena “Aretusa: Canto delle acque nelle Metamorfosi” di Enzo Catani e Fabio Pallotta, regia di Roberto Lori e Diego Dezi. Lo spettacolo si terrà presso il Teatro F. Marchetti di Camerino alle ore 21.15. La rappresentazione teatrale è realizzata in collaborazione con la Scuola di Scienze Ambientali dell’Università di Camerino, il Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo dell’Università di Macerata e la Regione Siciliana con l’Assessorato e il Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e con il Parco Archeologico di Morgantina. Lo spettacolo è uno dei numerosi eventi organizzati nell’ambito del progetto “S-travolgiamo i luoghi della cultura: i giovani c’entrano!”, promosso dalla Regione Marche e nato dalla collaborazione tra il Polo Museale UNICAM e 14 partner del nostro territorio, tra cui il Comune di Camerino.

L’umido calore che si sprigiona dall’intimo abbraccio di un atomo di ossigeno e due di idrogeno scatena la vita e, con essa, il racconto mitico che, dagli albori dei tempi, gli umani narrano per spiegare l’origine delle cose. Ed è singolare la storia di Aretusa; la Ninfa d’acqua limpida che dal Peloponneso attraversa le profondità della terra e riaffiora senza smarrirsi, intatta e cristallina, a rifornire di vitale linfa ellenica gli abitanti della più grande città greca d’Occidente: Siracusa.

In Aretusa: Canto delle acque nelle Metamorfosila Natura costituisce il tema principale del dramma, mentre la mitologia fornisce il pretesto narrativo e la materia per la rappresentazione teatrale. Con il racconto del mito e della metamorfosi di Aretusa si intrecciano le vicende di altre divinità dell’Olimpo, di semidei e di eroi locali, ambientate in Grecia ed in Sicilia. Aretusa, liquida e carnale, sarà inseguita da Alfeo, fiume possente dell’Elide, il quale non esita ad attraversare intonso il mare pur di raggiungere l’Amata. La sotterranea corrente di Alfeo alimenterà così la bella fonte perenne di Ortigia, felice di offrirsi alla vita terrena, in una continua metamorfosi che genera il ciclo vitale dell’acqua.

L’armonia musicale ed i versi poetici fra i movimenti coreografici offrono l’eterno messaggio: ”idrosfera canta, canta nelle metamorfosi”; il Mare è lì, da sempre, ad invadere il Mondo, ad imporre la Vita.

 

Dialisi estiva 2013, la Regione  rinnova il servizio per i turisti non residenti che soggiorneranno nelle Marche. L’assessore Mezzolani afferma: “Iniziativa di grande valore sociale”

ANCONA–I turisti dializzati che sceglieranno le Marche per le prossime vacanze estive continueranno a trovare un servizio dedicato. Potranno sottoporsi a dialisi in tutta sicurezza e tranquillità, in orari (diurni e notturni) compatibili alle loro esigenza e al loro diritto di trascorrere una villeggiatura serena. La Regione Marche ha rinnovato, anche per la prossima stagione, il progetto “Dialisi estiva” riservata ai turisti non residenti. Dal 1 giugno al 30 settembre 2013, nei principali centri di vacanza, verrà attivato il servizio di dialisi turistica. La Giunta regionale ha stanziato 180 mila euro per sostenere le spese aggiuntive che affronteranno le Aziende sanitarie e le Aree vaste aderenti. Entro il 30 aprile dovranno pervenire le loro adesioni. “L’Associazione nazionale emodializzati (Aned), a partire dal 2008, ha segnalato alle Regioni italiane la grave situazione di disagio in cui vengono a trovarsi le persone dializzate quando intendono svolgere periodi di vacanza fuori dalla propria residenza – sottolinea l’assessore alla Salute, Almerino Mezzolani – Sussistono effettivamente difficoltà nel reperire Centri di dialisi sicuri in prossimità dei luoghi di villeggiatura. Una situazione che, di fatto, nega la possibilità di godere appieno di una vita soddisfacente che non può escludere la possibilità di effettuare viaggi per mancanza di adeguata assistenza e dei servizi necessari”. Le Marche hanno aderito all’iniziativa sollecitata dall’Aned a partire dal 2009. Con la collaborazione del Comitato tecnico scientifico regionale per l’insufficienza cronica renale, evidenzia Mezzolani, “abbiamo attivato un progetto sperimentale che è stato rinnovato negli anni. L’iniziativa ha ottenuto ampi consensi a livello nazionale ed eccellenti risultati in termini di prestazioni erogate. In particolare abbiamo puntato a implementare le dialisi notturne, per permettere ai turisti di trascorrere la giornata di soggiorno senza problemi e sottoporsi al trattamento in orari compatibili alle esigenze della villeggiatura. L’iniziativa, proprio per il suo valore sociale, rientra tra quelle previste nel Programma di promozione turistica 2013”. Lo scorso anno le strutture sanitarie marchigiane aderenti al progetto hanno assistito 163 turisti, per un totale di 1.808 prestazioni, di cui 907 diurne e 901 notturne, con un incremento rispetto alle 1.740 del 2011. Le principali provenienze dei turisti dializzati sono state Roma e provincia (36 persone), insieme a Milano e provincia (26 soggetti). Dieci, invece, i turisti stranieri assistiti.  Il 57 per cento degli utenti aveva un’età compresa tra i 36 e i 55 anni. Le principali strutture sanitarie coinvolte sono state quelle del bacino balneare di Pesaro e Fano, Senigallia, San Benedetto del Tronto. Nelle zone interne, quelle di Macerata, Tolentino e Fabriano.

MACERATA• Domani Martedì 23 aprile alle 12, nella sede della Provincia di Macerata (C.so della Repubblica, 28) si terrà una

                                conferenza stampa

                         per presentare il programma delle celebrazioni del

“25 aprile”- Festa della Liberazione

promosse dalla Prefettura e dalla Provincia di Macerata, in collaborazione con i Comuni di Macerata e Civitanova Marche, l’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età contemporanea “M. Morbiducci”, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia ed i sindacati Cgil-Cisl-Uil.

Categorie

METEO CIVITANOVA

Clicca sulla cartina Meteo Marche
aprile: 2013
L M M G V S D
« Feb   Mag »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930