LORETO–La Delegazione Pontificia e il Centro Studi Lauretani ricordano che si è svolta ieri presso la Sala degli Svizzeri del Museo-Antico Tesoro di Loreto (Palazzo Apostolico) l’inauguraLotto Gentiluomo 19.4.2013 Bzione della mostra “Lorenzo Lotto: Gentiluomo con cane bergamasco. Ricerche, indagini riflettografiche, curiosità intorno ad un dipinto”. Dopo il saluto dell’Arcivescovo Delegato Pontificio, Mons. Giovanni Tonucci, che ha annunciato una giornata di studi specificatamente dedicata al dipinto ora esposto a Loreto, è intervenuto il Prof. David Frapiccini, dell’Università La Sapienza di Roma. Il dipinto secondo Frapiccini costituisce un tassello significativo nella ricostruzione critica della ritrattistica lottesca risalente agli estremi anni di attività, al tempo dell’ultimo soggiorno marchigiano (1549-1556). La conduzione pittorica si inserisce pienamente nella ricerca del pittore veneto verso nuove mete espressive, nella linea indicata da opere collocabili lungo l’epilogo lauretano, quali il Trasporto di Cristo al sepolcro della Collezione Seilern e l’Adorazione dei Magi e la Presentazione al tempio del Museo-Antico Tesoro di Loreto. Inoltre, una certa affinità è riscontrabile con il ritratto di balestriere della Pinacoteca Capitolina di Roma, eseguito ad Ancona nel 1551-1552. La mostra sarà visitabile fino al 9 giugno 2013 secondo gli orari di apertura del Museo (per informazioni: 071.97.47.198).